Apri il menu principale

Perfetti sconosciuti

film del 2016 diretto da Paolo Genovese

TramaModifica

«Ognuno di noi ha tre vite: una pubblica, una privata e una segreta.»

(Tag-line del film)

Eva e Rocco, marito e moglie, invitano a cena i loro amici di sempre: Cosimo e Bianca, Lele e Carlotta e Peppe. I padroni di casa sono da tempo in crisi, situazione esacerbata dal rapporto conflittuale di Eva con la figlia adolescente Sofia, la quale trova sfogo per tutte le sue preoccupazioni e necessità unicamente con il padre; la seconda è una coppia di novelli sposi, lui tassista e lei veterinaria, che desidera fortemente avere un figlio; la terza è una coppia sposata da anni con due figli e vari problemi; Peppe è invece un ex insegnante di educazione fisica divorziato ed attualmente disoccupato. Peppe aveva promesso di presentare agli amici Lucilla, la sua nuova compagna, che purtroppo non è potuta venire alla cena a causa di una brutta febbre. Durante la cena, gli amici discutono di una coppia che si è recentemente separata a causa di un tradimento scoperto dalla moglie leggendo un messaggio sul cellulare del marito. Raccontando questa storia, Eva propone a tutti di fare un gioco: posare sul tavolo il proprio cellulare e di accettare che il contenuto di tutte le comunicazioni che riceveranno nel corso della serata (messaggi e telefonate) sia rivelato a tutti i presenti. Dopo numerosi tentennamenti, gli amici accettano intrigati, ma purtroppo quello che doveva essere un gioco si trasforma ben presto in una pubblica confessione di tutti i loro più intimi segreti.

Si scopre così che Rocco, di professione chirurgo plastico, è da tempo in analisi all'oscuro della moglie Eva, analista a sua volta (e alla quale Rocco da sempre diceva di ritenere che l'analisi fosse inutile). Eva invece ha intenzione di rifarsi il seno, ma ha fatto in modo che l'intervento venga eseguito non dal marito bensì da un famoso chirurgo, Blanchard; Rocco, inoltre, dopo aver dato alla figlia una scatola di preservativi (scoperti da Eva frugando nella borsa di Sofia), le dà consigli al telefono (venendo sentito da tutti) sulla sua prima esperienza sessuale; Bianca si sente con il suo ex all'insaputa del marito, ma solo per aiutarlo ad affrontare una nuova relazione; Cosimo, oltre ad avere un'amante rimasta incinta (che dichiara essere la centralinista del servizio di taxi), ha una relazione proprio con Eva (ma questa relazione viene rivelata solo agli spettatori, sebbene sia implicito che Rocco lo abbia capito); Carlotta, all'insaputa del marito, ha preso contatti con una casa di riposo per liberarsi della suocera, che vive a casa loro; sia Carlotta che Lele intrattengono relazioni online.

Lele, per proteggersi dall'inevitabile arrivo di una foto erotica dell'amante sul proprio cellulare, chiede di nascosto a Peppe di scambiarsi i telefonini, in quanto li hanno uguali; pur riuscendo ad evitare che la sua amante venga scoperta, si trova ben presto a ricevere i messaggi e le chiamate destinate a Peppe provenienti da un certo Lucio, che, pensando di rivolgersi a Peppe, dichiara che gli mancano i suoi baci. Tutti pensano quindi che Lele abbia una relazione extraconiugale omosessuale. A questa scoperta gli amici reagiscono in modo molto forte, specialmente Cosimo, all'apparenza dispiaciuto del fatto che Lele non abbia mai rivelato la sua presunta omosessualità nemmeno ai suoi migliori amici, ma in realtà smascherando una profonda omofobia. Più avanti Peppe rivela lo scambio dei telefoni e così la propria omosessualità, che è anche il motivo per cui ha perso il posto di insegnante. Si scopre infine che anni prima Carlotta, mentre guidava da ubriaca, ha provocato un incidente in cui morì un uomo, anche se fu Lele a prendersi la responsabilità dell'omicidio per evitare il carcere alla moglie e così la rovina della loro famiglia.

A serata conclusa, si scopre che in realtà il gioco dei cellulari non è mai avvenuto, in seguito ad una decisa opposizione di Rocco: i commensali tornano a casa, dopo quella che è stata un'ordinaria cena tra amici. Ognuno ritorna alle proprie menzogne: Peppe è escluso dal calcetto con una scusa da Lele, Cosimo e Rocco e, dietro richiesta degli amici, promette che alla prossima occasione presenterà loro l'inesistente Lucilla (in realtà il suo compagno Lucio); Cosimo, in auto con Bianca, scorre i messaggi dell'amante Marika e risponde a un messaggio di Eva, che nel frattempo si toglie gli orecchini ricevuti come regalo dallo stesso Cosimo; Carlotta reindossa gli slip che l'amante le aveva chiesto di togliersi e Lele guarda di nascosto la foto ricevuta dalla sua amante Isa Clementini.

ProduzioneModifica

Le riprese del film si sono tenute a Roma fra il settembre e l'ottobre del 2015.[1][2]

DistribuzioneModifica

Il film è uscito nelle sale cinematografiche l'11 febbraio 2016, distribuito da Medusa Film in 550 copie.[3] Il 14 aprile 2016 è presentato al Tribeca Film Festival nella sezione International Narrative Competition,[4] vincendo il premio per la migliore sceneggiatura.[5]

Il film è stato distribuito per il mercato home video nei formati DVD e Blu-ray Disc, disponibili in Italia dal 15 giugno 2016.[6]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film ha debuttato al primo posto dei film più visti della settimana, con un incasso di € 3.325.953 nel solo primo weekend.[7] In totale ha superato i 16 milioni di euro, imponendosi come secondo miglior incasso dell'anno per il cinema italiano, dopo Quo vado?. Il successo, sia di incassi che di critica, ha fatto sì che da molti paesi, come Francia e Stati Uniti, siano stati richiesti i diritti per un remake. «Ha riscosso grande interesse al Mercato della Berlinale, siamo letteralmente sommersi da richieste di diritti per i remake, arrivate da tutto il mondo, perché l'idea alla base della storia funziona a Roma, come a Tokyo, come a New York», ha infatti commentato Giampaolo Letta (amministratore delegato di Medusa Film, produttrice e distributrice della pellicola).[8] Il film ha incassato complessivamente € 17.360.000, diventando uno dei film più visti della stagione 2015-16.[9]

Nel maggio 2018 il film viene distribuito in Cina con 4 mila copie, incassando 1 milione di dollari nel primo giorno di programmazione, attestandosi al quinto posto della classifica dei film più visti in sala.[10]

CriticaModifica

Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica. Sono stati apprezzati soprattutto la costruzione della sceneggiatura, la regia, la recitazione da parte di tutti gli interpreti e la qualità dei dialoghi.

Remake stranieriModifica

Dopo il successo del film, ne sono stati realizzati diversi remake internazionali:

  • Il 14 febbraio 2019 è uscito il remake russo intitolato Viva voce (Gromkaya svyaz in russo: Громкая связь?), diretto dal regista Aleksey Nuzhnyy.
  • Sono inoltre in fase di realizzazione un rifacimento polacco, che vede nel cast anche Kasia Smutniak, che interpreterà lo stesso ruolo da lei ricoperto nell'originale italiano, uno tedesco, uno svedese ed uno nel Qatar per il mercato arabo, che saranno distribuiti tutti nel corso del 2019.

Il produttore Harvey Weinstein aveva acquisito i diritti dell'opera per realizzarne un remake hollywoodiano (con Paolo Genovese, regista dell'originale italiano, che vi avrebbe preso parte come consulente), ma, a seguito dello scandalo che lo ha colpito, il progetto è al momento bloccato.

Oltre ai vari remake cinematografici, dell'opera ne sono state realizzate anche delle versioni teatrali, la prima delle quali in Israele, rappresentata al Teatro Habimah di Tel Aviv nella stagione 2018-2019, ed in seguito anche in Argentina ed Uruguay.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema