Ranieri I di Monaco

Ranieri I di Monaco
Raniero I de Mónaco.jpg
Ritratto di Ranieri I di Monaco di Eugène-Louis Charpentier, 1861, Palazzo dei Principi, Monaco
Signore di Monaco
Stemma
In carica 8 gennaio 1297
10 aprile 1301 col cugino
1309
1314
Predecessore Francesco
Successore Carlo I
Altri titoli Ammiraglio generale di Francia
Barone di San Demetrio
Signore di Cagnes
Nascita Genova, Repubblica di Genova, 1267 c.
Morte Napoli, Regno di Napoli, 1314 c.
Casa reale Grimaldi
Dinastia Grimaldi di Genova
Padre Lanfranco Grimaldi
Madre Aurelia Del Carretto
Coniugi Selvatica Del Carretto
Andriola Grillo
Figli Vinciguerra
Carlo
Selvaggia
Luciano
Religione Cattolicesimo

Ranieri Grimaldi (Genova, 1267 circa – Napoli, 1314 circa) fu, in seguito alla morte del cugino Francesco, il secondo signore di Monaco, oltre ad essere ammiraglio generale di Francia, barone di San Demetrio e signore di Cagnes.

BiografiaModifica

InfanziaModifica

 
Stemma dei Grimaldi di Genova

Era il maggiore dei tre figli di Lanfranco Grimaldi, vicario francese in Provenza, e di sua moglie, Aurelia Del Carretto (che successivamente avrebbe sposato il cugino del marito Francesco Grimaldi), Ranieri probabilmente seguì i parenti Grimaldi all'assalto del castello della Rocca di Monaco.

AscesaModifica

 
Lazzaro Tavarone, Trionfo di Ranieri Grimaldi e imprese per l'espugnazione della città di Zieriksee, Palazzo Spinola di Pellicceria, Genova

I Grimaldi, con altri esuli genovesi guelfi, fra cui Ranieri, mantennero la città per quattro anni, lasciandola il 10 aprile 1301. Nel 1304 venne nominato Ammiraglio di Francia. Fu in quello stesso anno che, al comando di una flotta mista di navi francesi, olandesi e genovesi, sconfisse i ribelli fiamminghi nella battaglia navale di Zierikzee. Fu inoltre Signore di Cagnes e Barone di San Demetrio (in Napoli).[1]

Primo matrimonioModifica

Egli si sposò con Salvatica Del Carretto, da cui ebbe quattro figli.

Secondo matrimonioModifica

 
Ranieri Grimaldi

In seconde nozze, Ranieri (I) sposò Andriola Grillo, ma questo matrimonio fu senza figli.

Signore di MonacoModifica

Alla morte del cugino Francesco, deceduto senza figli, fu designato come successore del titolo di "Signore di Monaco".

MorteModifica

 
Ranieri, signore di Monaco in un francobollo

Ranieri morì nel 1314 circa nei dintorni di Napoli.

DiscendenzaModifica

Ranieri I e Salvatica Del Carretto ebbero quattro figli:

  • Vinciguerra, che sposò Costanza Ruffa;
  • Carlo il Grande, erede al trono paterno;
  • Selvaggia, che sposò Gabriele Vento;
  • Luciano, signore di Villafranca, sposò in prime nozze Tedise Cybo, poi Caterina Caracciolo.

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Oberto I Grimaldi Grimaldo Canella  
 
 
Grimaldo II Grimaldi  
Corradina Spinola Oberto Spinola  
 
Sibilla Della Volta  
Lanfranco Grimaldi  
Merle de Castres  
 
 
Orietta de Castres  
 
 
 
Ranieri I di Monaco  
Enrico II Del Carretto Enrico I Del Carretto  
 
Beatrice di Monferrato  
Giacomo Del Carretto  
Agata di Ginevra Guglielmo II di Ginevra  
 
 
Aurelia Del Carretto  
Federico II di Svevia Enrico VI di Svevia  
 
Costanza d'Altavilla  
Caterina da Marano  
Adelaide di Urslingen Corrado di Urslingen  
 
 
 

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) Françoise de Bernardy, Princes of Monaco: the remarkable history of the Grimaldi family, ed. Barker, 1961

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie