Apri il menu principale
Roberto Lucifredi
Roberto Lucifredi.jpg

Ministro per la riforma della pubblica amministrazione
Durata mandato 21 giugno 1963 –
5 novembre 1963
Presidente Leone I
Predecessore Giuseppe Medici
Successore Luigi Preti

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I, II, III, IV, V, VI
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della Camera
  • Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio
  • Ministro per la riforma della Pubblica amministrazione

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana

Roberto Lucifredi (Genova, 13 novembre 1909Genova, 19 aprile 1981) è stato un politico e docente italiano.

Indice

BiografiaModifica

Originario di Borghetto d'Arroscia, ebbe a laurearsi in giurisprudenza e in lettere. Dal 1935 fu docente universitario di Diritto pubblico nelle università di Genova, Perugia e Roma. Nel 1940 collaborò con il Dizionario di Politica del Partito Nazionale Fascista.

Nel 1948 fu eletto deputato alla Camera per la Democrazia Cristiana in Liguria. Dal 1951 al 1953 fu sottosegretario alla presidenza del consiglio nel governo De Gasperi VII, con delega alla riforma burocratica[1] e lo resta nel governo Pella e governo Fanfani I nel 1954. Nel 1955 è ancora sottosegretario alla presidenza nel governo Scelba.

Fu rieletto alla Camera per le successive 5 legislature, nel 1953, nel 1958, nel 1963, nel 1968 e nel 1972, e restò a Montecitorio fino al 1976. Fu anche vice presidente della Camera[2].

Dal 1958 fu uno dei principali esponenti della corrente di Mario Scelba Centrismo popolare, di politici conservatori che aveva come referenti principali, anche Guido Gonella, Mario Martinelli ed Oscar Luigi Scalfaro.

Nel 1963 nel I governo Leone fu ministro senza portafoglio per la riforma della Pubblica amministrazione.

Fu promotore della creazione della Comunità montana Alta Valle Arroscia e ne fu primo presidente.

OpereModifica

  • Le prestazioni obbligatorie in natura dei privati alle pubbliche amministrazioni (2 voll., 1934-35);
  • L'atto amministrativo nei suoi elementi accidentali (1941);
  • L'assemblea costituente (1945);
  • Decentramento amministrativo (1956).
  • Elementi di diritto pubblico (33ª edizione 1980).

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN211150318