Apri il menu principale

Sì, signor generale

film del 1957 diretto da H.C. Potter
Sì, signor generale
Titolo originaleTop Secret Affair
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1957
Durata100 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,78 : 1
Generecommedia
RegiaH.C. Potter
SoggettoJohn P. Marquand
SceneggiaturaRoland Kibbee, Allan Scott
ProduttoreMartin Rackin, Milton Sperling
Casa di produzioneWarner Brothers, Carrollton
FotografiaStanley Cortez
MontaggioFolmar Blangsted
MusicheRoy Webb
ScenografiaMalcolm C. Bert
CostumiCharles Le Maire
TruccoGordon Bau, Ray Romero, Henry Vilardo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sì, signor generale (Top Secret Affair) è un film del 1957 diretto da H.C. Potter.

È una commedia romantica statunitense con Susan Hayward, Kirk Douglas e Paul Stewart. È liberamente ispirata al romanzo Melville Goodwin, U.S.A. di John P. Marquand (già adattato nel 1952 per la televisione in un episodio della serie antologica Pulitzer Prize Playhouse).

TramaModifica

ProduzioneModifica

Il film, diretto da H.C. Potter su una sceneggiatura di Roland Kibbee e Allan Scott con il soggetto di John P. Marquand (autore del romanzo),[1] fu prodotto da Martin Rackin e Milton Sperling per la Warner Brothers tramite la Carrollton[2] e girato nei Warner Brothers Burbank Studios a Burbank in California.[3] Il titolo di lavorazione fu Melville Goodwin, USA.[4]

DistribuzioneModifica

Il film fu distribuito con il titolo Top Secret Affair negli Stati Uniti dal 30 gennaio 1957[4] al cinema dalla Warner Bros.[2]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[4]

  • in Svezia il 26 agosto 1957 (Generalen på drift)
  • in Germania Ovest il 27 settembre 1957 (Charmant und süß - aber ein Biest)
  • in Finlandia il 4 ottobre 1957 (Kenraali tuuliajolla)
  • in Turchia il 21 gennaio 1959
  • in Danimarca il 16 marzo 1959 (General på vulkaner)
  • in Francia (Affaire ultra-secrète)
  • in Spagna (Intriga femenina)
  • in Brasile (Lábios Selados)
  • in Jugoslavia (Strogo poverljivo)
  • nel Regno Unito (Their Secret Affair)
  • in Italia (Sì, signor generale)

PromozioneModifica

La tagline è: "When she got mad she sizzled...and she was mad! Mad at the general, all of Washington, and herself!".[5]

CriticaModifica

Secondo il Morandini il film è generalmente fiacco e piatto e, come commedia, "insulsa e zuccherata" anche se Hayward e Douglas sembrano affiatati.[6] Secondo Leonard Maltin il film è una "pura commedia" grazie soprattutto alla Hayward.[7]

NoteModifica

  1. ^ Sì, signor generale - IMDb - Cast e crediti completi, su imdb.com. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  2. ^ a b Sì, signor generale - IMDb - Crediti per le compagnie, su imdb.com. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  3. ^ Sì, signor generale - IMDb - Luoghi delle riprese, su imdb.com. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  4. ^ a b c Sì, signor generale - IMDb - Date di uscita, su imdb.com. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  5. ^ (EN) Sì, signor generale - IMDb - Tagline, su imdb.com. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  6. ^ Sì, signor generale - MYmovies, su mymovies.it. URL consultato il 22 dicembre 2012.
  7. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009[collegamento interrotto], Dalai editore, 2008, p. 1902, ISBN 8860181631. URL consultato il 22 dicembre 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema