Apri il menu principale

Aeroporto di Palermo-Punta Raisi

Aeroporto a Palermo
(Reindirizzamento da Aeroporto Falcone e Borsellino)
Aeroporto di Palermo-Punta Raisi
Aeroporto di Palermo-Punta Raisi ingresso.jpg
Vista dell'aeroporto Punta Raisi
Codice IATAPMO
Codice ICAOLICJ
Codice WMO16405
Nome commercialeAeroporto Internazionale Falcone e Borsellino
Descrizione
TipoCivile
GestoreGestione Aeroporto Palermo S.p.A.
Gestore torre di controlloENAV
StatoItalia Italia
RegioneSicilia Sicilia
PosizioneCinisi, 35 km da Palermo
HubSpagna Volotea
BaseIrlanda Ryanair, Italia Alitalia
Costruzione1960
Classe ICAO4E
Cat. antincendioICAO
Altitudine19 m s.l.m.
Coordinate38°10′53″N 13°05′58″E / 38.181389°N 13.099444°E38.181389; 13.099444Coordinate: 38°10′53″N 13°05′58″E / 38.181389°N 13.099444°E38.181389; 13.099444
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LICJ
LICJ
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
07/253.326m
PAPI-ILS
02/202.068m
PAPI-ILS-VOR
Statistiche
Passeggeri in transitoAumento 6.601.472 (2018)[1]

L'aeroporto Internazionale Falcone e Borsellino di Palermo-Punta Raisi (IATA: PMO, ICAO: LICJ) è un aeroporto italiano situato a 35 km a ovest della città di Palermo, lungo la strada statale 113 Settentrionale Sicula, ora affiancata dalla autostrada A29 in direzione di Trapani, nel territorio del comune di Cinisi, in zona Punta Raisi. Rais in lingua fenicia vuol dire comandate o capo.

È il terzo aeroporto del Sud Italia per numero di passeggeri dopo quelli di Catania e Napoli[2] e nel 2018 si è classificato al nono posto tra gli aeroporti più trafficati in Italia. La struttura è intitolata alla memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.[3]

Storia ed ubicazioneModifica

Gli iniziModifica

La storia dell'aeroporto risale al 1953, data di fondazione della società Consorzio Autonomo per l'Aeroporto di Palermo, costituito per sostituire l'allora scalo cittadino, l'aeroporto di Boccadifalco, che all'epoca era il terzo scalo nazionale e non era più adeguato alle esigenze di traffico, con sempre più pressanti richieste di voli nazionali ed internazionali.

I siti individuati durante gli studi preliminari, per la costruzione del nuovo aeroporto, furono due:

Senza passare per un pubblico concorso atto alla definizione del sito di costruzione dello scalo e in opposizione tutti i tecnici che avevano dato parere negativo, il consorzio decise di costruire l'aeroporto a Punta Raisi.

Il boss mafioso Gaetano BadalamentiModifica

La costruzione dell'aeroporto avvenne nelle vicinanze del territorio del boss mafioso Gaetano Badalamenti. Sarebbe stato poi accertato che gli interessi politico-mafiosi e il potere della cosca di Cinisi furono più che determinanti nella scelta del sito di costruzione del nuovo scalo.[4]

Nel 1956 venne presentato il progetto esecutivo alla Regione Siciliana e successivamente al Ministero dei Trasporti. Esso prevedeva due piste parallele, una di rullaggio ed una di volo, con orientamento 07/25.

Il primo volo inaugurale avvenne il 2 gennaio del 1960, da Roma Ciampino, ed era pilotato dall'allora ventinovenne pilota goriziano Ferdinando Fioretto.

Sin dalle prime attività dello scalo si presentarono i problemi causati dalla ventosità del sito, e per questa ragione venne progettata un'ulteriore pista trasversale rispetto alle altre due, con orientamento 02/20, per la quale furono necessari degli espropri duramente contestati anche dal giornalista Peppino Impastato, ucciso proprio per mano della cosca del boss di Cinisi.

Prima espansioneModifica

In occasione del campionato mondiale di calcio 1990, negli anni ottanta vennero iniziati vari ed imponenti lavori. Si progettò infatti una nuova aerostazione più grande e moderna. Per collegare più velocemente la nuova aerostazione al centro abitato, si pensò ad un raccordo ferroviario che unisse l'aeroporto alla linea ferroviaria per Trapani. I lavori sulla nuova aerostazione però vennero avviati molto tardi, nel 1987, e non si riuscì a rispettare la data dell'inizio dei mondiali, la nuova aerostazione infatti venne inaugurata nell'estate del 1995. Ciò nonostante, in occasione dei mondiali di calcio, l'aerostazione fu puntualmente adeguata all'evento sportivo con sistemazione a verde, aree di accoglienza mirate e una speciale sala vip, realizzate dal designer Francesco Buffa. I lavori per il collegamento ferroviario invece partirono soltanto dieci anni dopo e vennero completati nel 2001.

La nuova aerostazione inaugurata nel 1995 si trova a poca distanza dalla precedente, che da allora venne chiusa ed utilizzata per motivi di servizio e scalo merci.

Anni 2000 e il nuovo voltoModifica

Nel 2001 fu inaugurata una diramazione della ferrovia Palermo-Trapani, che termina al piano -1 dell'aerostazione (stazione di Punta Raisi); la linea è servita dai convogli del servizio ferroviario metropolitano di Palermo, che serve il centro cittadino con varie fermate intermedie.[5]

La vecchia aerostazione venne utilizzata per un breve periodo tra il 2004 ed il 2006 come area arrivi in concomitanza con la ristrutturazione di alcune aree dell'aeroporto, infine a partire dal 2007 parte della vecchia aerostazione è stata modificata per accogliere il servizio di autonoleggio.

Nel 2009 il CIPE e la Regione Siciliana hanno stanziato circa 200 milioni di euro per la ristrutturazione totale dell'aerostazione e per la creazione di nuove strutture di supporto.[6] L'aeroporto di Palermo fin dalla sua apertura nel 1960 è diventato un'importante base per Alitalia, la quale già operava con voli verso Napoli e Roma dall'Aeroporto di Palermo-Boccadifalco.

Frequenze RadioModifica

Lista
NAME FREQ.
RAISI Approach (02/20) 118.65
RAISI Approach (07/25) 120.20
RAISI ATIS 123.87
RAISI Ground Control 121.62
RAISI Tower 119.05


Dati tecniciModifica

L'aeroporto di Punta Raisi è dotato di due piste ad incrocio, lunghe rispettivamente 3.326 metri e 2.068 metri e larghe rispettivamente 60 e 40 (classificazione ICAO 4E); sono dotate di ILS e tutte hanno il sistema PAPI. Normalmente viene usata le pista orientata a 250°, mentre la 02/20 è attiva solo in caso di vento particolarmente sfavorevole o quando non sono presenti aerei in atterraggio; La pista orientata a 250° può ospitare aerei di grandi dimensioni come il Boeing 747 o l'Airbus A330.

Quando è attiva la pista 07/25 viene spesso utilizzata come taxiway la pista 02/20 per poi sfociare nella taxiway Tango.

La taxiway principale è, appunto, Tango.

L'apron (o area di stazionamento) è composta da 10 self-maneuvering stands, 9 gate con imbarco immediato al'aereomobile, tra cui, 2 costruiti per permettere l'imbarco simultaneo di un 747, gli altri gate, invece, sono accessibili con imbarco tramite mezzi aereoportuali.

Progetti per l'aeroportoModifica

 
Sala imbarco

L'aeroporto è il nono scalo italiano per numero di passeggeri. Sono previste operazioni di ampliamento e ammodernamento.

Gesap, la società di gestione aeroportuale del capoluogo siciliano, ha messo a punto un piano di sviluppo che prevede finanziamenti finalizzati all'incremento della sicurezza nel terminal, l'ampliamento dell'attuale area di imbarco-sosta a una superficie di 15.000 m², 10.000 m² per le aree commerciali, 14.000 m² per gli spazi operativi delle compagnie aeree, ampliamento della seconda pista, 7.000 posti auto, nuove vie di accesso all'aeroporto.

Nell'estate 2016 è stata inaugurata la nuova hall arrivi e la palazzina uffici della Gesap. 16 maggio 2017 è stata inaugurata la terza sala check-in. Il 31 ottobre 2017 sono cominciati i lavori per il rifacimento delle piste 07/25 e 02/20 che terminarono dopo soli 50 giorni. Il 28 Giugno del medesimo anno apre l'area duty free "Aelia", seconda per estensione tra gli aeroporti italiani, che si sviluppa per 900 m² nell'area che prima era riservata agli uffici della Gesap e che sono stati spostati nel nuovo centro direzionale adiacente l'aerostazione.[7]

Il 22 luglio 2019 sono stati inaugurati i lavori per l'adeguamento sismico ai quali seguiranno quelli per l'ampliamento e la ristrutturazione architettonica dell'aerostazione.[8]

Statistiche di trafficoModifica

Atterraggio a Punta Raisi (info file)
Atterraggio a Punta Raisi
  2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019
Gennaio 261.300 259.764 298.571 278.129 242.761 254.152 264.338 304.238 312.176 373.775 398.157
Febbraio 242.972 237.672 255.618 235.850 218.288 225.748 235.465 295.971 279.320 339.949 378.156
Marzo 300.118 299.932 369.933 314.536 282.682 293.934 300.896 362.555 362.446 432.515 461.090
Aprile 400.323 352.726 440.469 412.169 366.139 382.660 408.077 430.665 476.486 547.530 589.970
Maggio 406.432 399.466 461.702 434.710 415.255 428.965 453.967 490.439 537.379 616.735 658.348
Giugno 399.155 399.918 467.980 460.006 431.068 451.748 470.377 519.079 569.850 653.811 699.415
Luglio 472.478 458.115 533.137 512.016 487.107 513.917 555.427 598.514 634.661 721.191 775.303
Agosto 518.746 519.326 566.655 528.035 503.808 555.649 577.374 608.512 633.117 732.081 770.254
Settembre 430.046 418.097 513.085 459.749 454.826 484.811 516.296 557.540 598.026 696.816 714.589
Ottobre 352.235 371.824 434.601 373.363 367.217 383.505 436.339 463.325 523.104 600.046 611.580
Novembre 266.788 298.861 304.335 292.750 273.318 283.733 326.236 331.149 414.461 439.646
Dicembre 299.970 330.649 325.372 284.058 298.883 299.164 355.044 356.562 423.971 447.377
TOTALE

(Variazione)

4.376.143

  -1,6%

4.367.342

  -0,2%

4.992.798

  +14,3%

4.608.533

  -7,7%

4.349.672

  -5,6%

4.553.631

  +5,09%

4.892.304

  +7,44%

5.309.137

  +9,06%

5.753.045

  +8,08%

6.601.472

  +14,75%

6.053.559

  +6,13%

Passeggeri (anni precedenti)

  • 2.886.775 (1999)
  • 3.199.782 (2000)  10.8%
  • 3.175.513 (2001)  0.8%
  • 3.515.102 (2002)  10.7%
  • 3.633.018 (2003)  3.4%
  • 3.759.978 (2004)  3.5%
  • 3.810.860 (2005)  1.4%
  • 4.280.614 (2006)  11.5%
  • 4.511.165 (2007)  5.7%
  • 4.446.142 (2008)  1.4%
  • 4.376.143 (2009)  1.6%
  • 4.367.342 (2010)  0.2%
  • 4.992.798 (2011)  14.3%
  • 4.608.533 (2012)  7.7%
  • 4.349.672 (2013)  5.6%
  • 4.553.631 (2014)  5,09%
  • 4.892.304 (2015)  7.44%
  • 5.309.137 (2016)   9.06%
  • 5.753.045 (2017)   8,08%
  • 6.601.472 (2018)   14,75%
  • 6.053.559 (2019 - ottobre)   6,13%

IncidentiModifica

Questi gli incidenti aerei che hanno coinvolto l'aeroporto:

  • 5 maggio 1972, lo schianto di Montagna Longa del Volo Alitalia 112, in questa occasione morirono tutte le 115 persone che si trovavano sull'aeroplano;
  • 23 dicembre 1978, il disastro di Punta Raisi Volo Alitalia AZ 4128, quando avvenne lo schianto a mare del Douglas DC-9 che causò la morte di 108 persone a bordo del velivolo e 21 sopravvissuti;[9]
  • 27 settembre 1989, un DC-9 Super 80 dell'ATI (marche I-DAVR) diretto a Milano con 104 persone a bordo, in fase di decollo sulla pista 07-25 perde improvvisamente quota e termina la sua corsa sullo sterrato a poche decine di metri dal mare: il bilancio finale è di 2 feriti lievi;
  • 24 settembre 2010, l'incidente del volo IV 243, proveniente da Roma Fiumicino operato da un Airbus 319-132 della Wind Jet, marca EI-EDM, che in atterraggio è uscito fuori pista, rompendo completamente il carrello principale e comportando l'evacuazione dei passeggeri attraverso gli scivoli con un bilancio finale di pochi feriti lievi.

CollegamentiModifica

 
Stazione “Punta Raisi” del Passante ferroviario urbano Di Palermo

L'aeroporto dista circa 35 km da Palermo. Provenendo dalla città, bisogna percorrere l'Autostrada A29 in direzione Mazara del Vallo, uscire allo svincolo “Aeroporto Falcone e Borsellino" e seguire le indicazioni per l'aeroporto. Se si arriva da Mazara del Vallo o da Trapani, bisogna percorrere in direzione Palermo l'Autostrada A29 ed uscire al medesimo svincolo “Punta Raisi - Aeroporto Falcone e Borsellino"; in entrambi i casi, bisognerà percorrere l'A29 racc.

L'aeroporto può essere raggiunto anche in treno: il servizio Trinacria Express (servizio ferroviario metropolitano di Palermo) collega la città di Palermo direttamente con il terminal dell'aeroporto in 45 minuti circa; il costo del biglietto è di 5.90 €. Da giugno 2015 il servizio ferroviario è stato sospeso per il raddoppio e interramento dei binari per la linea aeroporto-Palermo Notarbartolo. La riattivazione della tratta è stata il 7 ottobre 2018.

Infine è possibile muoversi tra Palermo e l'aeroporto in taxi o autobus.

  •   Trinacria Express Palermo Aeroporto - Palermo Centrale
  •   Prestia e Comandè Palermo Aeroporto - Palermo Centrale
  •   Segesta Autolinee Palermo Aeroporto - Trapani
  •   Sal Autolinee Licata Palermo Aeroporto - Agrigento, Porto Empedocle
  •   Autolinee Gallo Palermo Aeroporto - Menfi, Ribera, Sciacca
  •   A29 racc Diramazione per Punta Raisi
  •  Taxi

HandlersModifica

Galleria d'immaginiModifica

MultimedialiModifica

NoteModifica

  1. ^ Dati dal sito ufficiale gesap.it.
  2. ^ Dati traffico 2017[collegamento interrotto].
  3. ^ Raggiungere la Sicilia sicilyweb.com.
  4. ^ La mafia in aeroporto. Punta Raisi: cronaca di una speculazione annunciata researchgate.net
  5. ^ Luca Ruggiero,Luigi Scrofani, Turismo e competitività urbana, FrancoAngeli, p. 167, ISBN 88-568-7391-5.
  6. ^ Comunicato della GESAP mobilitapalermo.org.
  7. ^ Un nuovo duty free a Punta Raisi, il secondo più grande d'Italia livesicilia.it
  8. ^ Aeroporto Falcone Borsellino | Inaugurati i lavori per ampliamento terminal passeggeri, su Mobilita Palermo, 23 luglio 2019. URL consultato il 3 agosto 2019.
  9. ^ I precedenti in Italia repubblica.it.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica