Apri il menu principale

Alessandro Pane

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Alessandro Pane
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 63 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Inter (Coll. Tecnico)
Ritirato 2002 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1985-1986 Verona 0 (0)
1986-1987 Sassuolo 31 (2)
1987-1989 Sorrento 61 (4)
1989-1990 Barletta 0 (0)
1990-1991 Tempio 33 (1)
1991-1992 Taranto 0 (0)
1992-1994 Pontedera 64 (6)
1994-2000 Empoli 189 (8)
2000-2002 Catania 33 (1)
Carriera da allenatore
2002-2003 Empoli Allievi naz.
2003-2004 Empoli Primavera
2004-2006 Cuoiopelli Cappiano Romaiano
2006-2009 Reggiana
2009 Ascoli
2010-2011 Spezia
2011 Lugano
2012-2013 Pisa
2013-2015 Italia Italia U-19
2013-2015 Italia Italia U-18 Vice
2015 Rimini
2016-2017 Roma Coll. Tecnico
2017- Inter Coll. Tecnico
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 ottobre 2015

Alessandro Pane (Tripoli, 20 novembre 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Attualmente collaboratore tecnico di Luciano Spalletti all’Inter.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Ha militato in diverse squadre professionistiche, tra cui l'Empoli, con cui ha giocato in Serie A per due stagioni alla fine degli anni novanta.

AllenatoreModifica

Conclusa la carriera da calciatore è divenuto allenatore. Nella stagione 2002/03 l'Empoli gli affida la conduzione tecnica della squadra Allievi Nazionali, mentre la stagione successiva guida la Primavera ottenendo un secondo posto al Torneo di Viareggio.

Il 10 luglio 2004 inizia la sua prima esperienza professionista viene nominato tecnico dei Cuoiopelli in Serie C2.[1] Inizia un po’ male la nuova avventura arrivando ultimo posto al proprio girone con appena un solo punto della Coppa Italia Serie C, in campionato si piazza ottavo posto. Il secondo anno non riesce a superare il proprio girone della Coppa Italia Serie C e arriva al sesto posto in campionato. Il 27 maggio 2006 lascia il club in modo amichevole, e nel reciproco rispetto.[2]

Il 26 settembre viene chiamato sulla panchina della Reggiana dopo 4 partite dall'inizio del campionato.[3] Esordisce nella vittoria per 3-2 contro la Bellaria Igea Marina. In questa sua prima stagione al timone dei granata arriva quinto posto in campioato e sfiora la promozione in Serie C1 perdendo all'ultimo minuto la finale dei playoff contro la Paganese.[4] Il secondo anno parte subito alla grande supera il proprio girone della Coppa Italia Serie C al primo posto e arriva fino in semifinale dove viene eliminato dal Bassano Virtus. Il 5 maggio 2008 rinnova il proprio contratto per altri due anni.[5] In campionato ottiene la promozione in Serie C1 piazzandosi al primo posto con 70 punti e per questo è stato insignito del premio Panchina d'argento come miglior tecnico della Serie C2. Nella stagione seguente viene eliminato al primo turno della Coppa Italia Lega Pro dal Südtirol e in Coppa Italia riesce ad arrivare fino ai quarti di finale dove viene eliminato ai calci di rigore dall’Udinese. Esordisce in Serie C1 rinominata Lega Pro Prima Divisione conducendo i granata al quinto posto in campionato con accesso ai playoff, uscendone sconfitto nella semifinale contro la Pro Patria.

Il 17 giugno 2009 viene nominato ufficialmente nuovo allenatore dell'Ascoli in Serie B, firmado un contratto annuale.[6] Esordisce nella sconfitta ed eliminazione al terzo turno della Coppa Italia dal Cittadella per 2-1. Il 22 novembre all'indomani della sconfitta interna nel derby contro l'Ancona per 3-1 viene esonerato e sostituito con Giuseppe Pillon,[7] dopo un inizio di campionato che portò la squadra sino alla zona play-off ai primi di ottobre. Lascia dopo aver totalizzato 3 vittorie, 6 pareggi, 6 sconfitte e con la squadra al diciottesimo posto.

Il 20 settembre 2010 viene nominato tecnico dello Spezia in sostituzione dell’esonerato Salvo D'Adderio,[8] prende la squadra all’ottavo posto in classifica. Esordisce nel pareggio per 1-1 contro il Como, la prima vittoria arriva dopo sei partite batte per 4-1 il Ravenna. Il 15 marzo 2011 dopo la sconfitta interna per 2-1 contro la Cremonese viene esonerato, lasciando la squadra all’ottavo posto dopo aver ottenuto 6 vittorie 8 pareggi e 6 sconfitte.[9]

L’8 giugno 2011 diventa allenatore del Lugano, squadra della Serie B svizzera.[10] Esordisce nella vittoria per 3-1 contro il Brühl. Supera il primo turno della Coppa Svizzera battendo ai tempi supplementari per 5-1 l’United Zurigo. Il 26 settembre all’indomani della sconfitta interna per 3-1 contro il Bienne viene esonerato.[11]

Il 14 febbraio 2012 viene chiamato a sostituire Dino Pagliari sulla panchina del Pisa.[12] Esordisce nella vittoria per 2-1 contro il Como. Il primo anno si conclude con l’arrivivo in finale della Coppa Italia Lega Pro venendo battuto dallo Spezia e in campionato si piazza al settimo posto. Il secondo anno inizia subito con l’eliminazione al secondo turno della Coppa Italia da parte del Padova. Il 19 marzo 2013 dopo la sconfitta per 3-0 contro la Nocerina viene esonerato.[13] Lascia la squadra al settimo posto in campionato dopo aver ottenuto 9 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte. Chiude la sua esperienza Toscana dopo aver collezionato 15 vittorie, 11 pareggi e 11 sconfitte.

Il 5 luglio viene nominato nuovo tecnico della selezione Under-19 dell’Italia e vice della selezione Under-18 guidata da Paolo Vanoli. Riesce a superare la prima qualificazione per l’Europeo Under-19, ma nel secondo turno di qualificazione arriva ultimo nel proprio girone ottenendo soltanto un punto in classifica. Si ripete anche l’anno successivo dove non riesce a superare il secondo turno di qualificazione per Europeo Under-19. Il 25 maggio 2015 lascia la guida della selezione italiana.[14]

Il 21 giugno diventa allenatore del Rimini in Lega Pro.[15] L'11 ottobre all’indomani della pesante sconfitta contro il Pontedera per 6-0 viene esonerato dopo aver totalizzato 2 vittorie, 1 pareggio, 3 sconfitte e con la squadra al tredicesimo posto.[16]

Il 9 luglio 2016 entra nello staff tecnico di Luciano Spalletti alla Roma come collaboratore tecnico.[17]

Il 14 giugno 2017, Pane segue Spalletti all'Inter.

Statistiche da allenatoreModifica

Statistiche aggiornate al 4 dicembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2004-2005   Template:Calcio Cappiano Romaiano C2 38 16 9 13 CIC 4 0 1 3 - - - - - - - - - - 42 16 10 16 38,10
2005-2006   Template:Calcio Cappiano Romaiano C2 34 12 11 11 CIC 5 0 5 0 - - - - - - - - - - 39 12 16 11 30,77
2006-2007   Reggiana C2 34+4 12+3 15 7+1 CIC 4 0 2 2 - - - - - - - - - - 42 15 17 10 35,71
2007-2008   Reggiana C2 34 19 13 2 CIC 12 8 2 2 - - - - - SSC 2 2 0 0 48 29 15 4 60,42
2008-2009   Reggiana LP-1D 34+2 14 12 8+2 CI+ CIC 3+1 2 0 1+1 - - - - - - - - - - 40 16 12 12 40,00
2009-2010   Ascoli B 15 3 6 6 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 17 4 6 7 23,53
2010-2011   Spezia LP-1D 34 12 12 10 CI+ CIC 1+1 0 0 1+1 - - - - - - - - - - 36 12 12 12 33,33
2011-2012   Lugano CL 8 4 1 3 CS 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 10 5 1 4 50,00
2012-2013   Pisa LP-1D 30+4 15+1 7+2 8+1 CI+ CIC 2+6 1+5 1+0 0+1 - - - - - - - - - - 42 22 10 10 52,38
2015-2016   Rimini LP 6 2 1 3 CILP 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 8 3 1 4 37,50
Totale carriera 277 113 89 75 45 19 11 15 2 2 0 0 324 134 100 90 41,36

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Empoli: 1995-1996

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Reggiana: 2007-2008
Reggiana: 2008

IndividualeModifica

2008-2009

NoteModifica

  1. ^ Il CuoioCap si è presentato ai due sindaci, iltirreno.it, 10 luglio 2004.
  2. ^ Mister Pane e CuoioCap si sono divisi, iltirreno.it, 27 maggio 2006.
  3. ^ Pane allenerà la Reggiana, tuttomercatoweb.com, 26 settembre 2006.
  4. ^ Reggiana, addio C1 Paganese in paradiso, ilrestodelcarlino.it, 17 giugno 2007.
  5. ^ Reggiana, rinnova il tecnico Pane, tuttomercatoweb.com, 5 maggio 2008.
  6. ^ Ascoli, Pane nuovo allenatore, tuttomercatoweb.com, 17 giugno 2009.
  7. ^ Ufficiale: Ascoli, Pillon torna nelle Marche, tuttomercatoweb.com, 22 novembre 2009.
  8. ^ Ufficiale: Spezia, Pane nuovo allenatore, tuttomercatoweb.com, 20 settembre 2011.
  9. ^ Ribaltone a Spezia: via Pane, Varini e Ferretti[collegamento interrotto], gazzettadireggio.it, 16 marzo 2011.
  10. ^ Ufficiale: Alessandro Pane allenerà il Lugano, tuttomercatoweb.com, 8 giugno 2011.
  11. ^ tuttomercatoweb.com, 26 settembre 2011, http://www.tuttomercatoweb.com/europa/ufficiale-lugano-esonerato-alessandro-pane-296720.
  12. ^ Ufficiale: Pisa, Alessandro Pane nuovo allenatore, tuttomercatoweb.com, 14 febbraio 2017.
  13. ^ Pisa, esonerato Pane, tuttomercatoweb.com, 19 marzo 2013.
  14. ^ Si è concluso il rapporto tra la FIGC e il tecnico dell’Under-19 Alessandro Pane, figc.it, 25 maggio 2015.
  15. ^ Ufficiale: Alessandro Pane nuovo allenatore del Rimini, tuttomercatoweb.com, 21 giugno 2015.
  16. ^ Ufficiale: Rimini, esonerato Pane, tuttolegapro.com, 11 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  17. ^ Roma, per Spalletti ampi poteri e staff con 23 persone, corrieredellosport.it, 9 luglio 2016.

Collegamenti esterniModifica

  • (DEENIT) Alessandro Pane, su transfermarkt.it (calciatore), Transfermarkt GmbH & Co. KG.  
  • (DEENIT) Alessandro Pane, su transfermarkt.it (allenatore), Transfermarkt GmbH & Co. KG.  
  • Alessandro Pane, su TuttoCalciatori.Net, Ascoli Piceno, Norz Srl.