Apri il menu principale

Andrea Fulignati

calciatore italiano
Andrea Fulignati
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 87 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Perugia
Carriera
Giovanili
2003-????Empoli
????-2008Cuoiopelli
2008-2012AS Sestese
2012-2015Palermo
Squadre di club1
2011-2012AS Sestese32 (-61)
2013-2015Palermo0 (0)
2015-2016Trapani3 (-2)
2016-2017Palermo9 (-14)
2017-2018Cesena36 (-48)
2018-2019Empoli0 (0)
2019Ascoli0 (0)
2019SPAL0 (0)
2019-Perugia0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 gennaio 2019

Andrea Fulignati (Empoli, 31 ottobre 1994) è un calciatore italiano, portiere del Perugia, in prestito dall'Ascoli.

BiografiaModifica

Nato ad Empoli, Fulignati fa parte di una famiglia di calciatori: il padre Stefano fu portiere delle giovanili dell'Empoli negli anni '70,[1] mentre il nonno Sergio giocò nella prima squadra dell'Empoli, sempre come portiere, facendo da riserva al titolare Loris Borgioli.[1]

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli iniziModifica

Fulignati inizia a giocare a calcio nelle giovanili dell'Empoli, squadra della sua cittadina natale, nel 2003.[2] In particolare, viene inserito nella formazione degli esordienti professionisti[3] insieme al coetaneo Daniele Rugani.[3] Dopo due anni nella formazione empolese[1] viene dato in prestito al Cuoiocappiano (attuale Cuoiopelli).[1] Quando il Cuoiocappiano fallisce si trasferisce alla Sestese[1][2][4] e proprio lì Fulignati si mette in mostra,[3] partendo dalle giovanili ed arrivando a conquistare il posto da titolare in prima squadra, nel campionato di Serie D 2011-2012.[4][5]

Arrivo a PalermoModifica

Durante gli esordi in Serie D viene successivamente notato da squadre di Serie A: la prima a farsi avanti è l'Atalanta, ma la trattativa fallisce.[2] Dopo l'Atalanta è il Siena a trattare per il portiere empolese,[3] su iniziativa del direttore sportivo Giorgio Perinetti.[1][3] Tuttavia, prima che l'affare vada in porto, Perinetti si trasferisce al Palermo e decide di portare con sé Fulignati in rosanero; il giocatore però passa nella società siciliana in prestito.[6][2][3][4] Nel 2012 giunge dunque in Sicilia, dove viene inserito nella formazione Primavera,[2] con la quale si mette in mostra grazie a buone prestazioni.[3] Per via delle sue buone esibizioni, data la scadenza del contratto in prestito che veniva il 30 giugno 2013, successivamente il Palermo gli riscatta l'intero cartellino dai toscani della Sestese durante il mercato estivo dello stesso anno e in seguito diviene ufficialmente un calciatore della prima squadra dalla stagione 2013-2014, diventando terzo portiere, sotto Stefano Sorrentino e Samir Ujkani.[7][8][9] Non colleziona partite ma continua, fino al 2015, ad allenarsi coi compagni e a giocare nel settore giovanile.

Prestito al TrapaniModifica

Nell’estate, sempre del 2015, viene ceduto in prestito, con diritto di riscatto, al Trapani, sempre in Sicilia,[10] in Serie B, ove totalizza 3 presenze, le sue prime in questa serie cadetta e con cui sfiora la promozione in massima categoria.

Ritorno al PalermoModifica

La stagione successiva ritorna al Palermo e inizia l'anno come secondo portiere, dietro Josip Posavec, divenendo poi titolare a campionato in corso, avendo superato il croato nelle proprie gerarchie. L'annata però si concluderà con la retrocessione. Debutta in Serie A, per la prima volta, il 12 marzo 2017, nella partita persa in casa contro la Roma.[11] Successivamente perde in trasferta contro il Milan e il Pescara.[12][13] In altre partite conclusive, casalinghe, tra cui quella pareggiata col Bologna e quelle vinte contro la Fiorentina e l'Empoli (quest'ultima sua ex squadra ai tempi delle giovanili), con la compagine ormai retrocessa aritmeticamente dopo il pareggio contro il Chievo Verona,[14] ha salvato più volte il risultato con ottime parate.

CesenaModifica

Durante la sessione estiva di calciomercato 2017, Fulignati viene acquistato dal Cesena, in Serie B, per 400 mila euro e si accorda con i romagnoli per un contratto sino al 2019.[15] Dopo un iniziale periodo di incertezza offre ottime prestazioni, come per esempio: nella partita in casa contro l'Avellino, finita 3-1 per i bianconeri (in cui ha respinto più volte gli attacchi avversari e parato un rigore), contro il Pescara (4-2 per i cesenati) e, da ex calciatore, nelle due partite pareggiate con il Palermo. A fine anno contribuisce alla salvezza ma il club non si iscriverà al successivo campionato per il fallimento societario. A seguito di ciò diventa svincolato.

Il ritorno ad EmpoliModifica

Rimasto senza squadra, il 27 luglio 2018 viene acquistato, a parametro zero, dall'Empoli, neopromosso in Serie A, firmando un triennale, sino al 2021.[16] Per il calciatore è un ritorno nel paese che lo aveva visto iniziare il proprio percorso nel settore giovanile. Ad Empoli non ha modo di scendere in campo.

Ascoli e prestito alla SPALModifica

Nel gennaio 2019 passa a titolo definitivo all'Ascoli in uno scambio di portieri con l'Empoli. Il 31 dello stesso mese passa in prestito secco fino a giugno alla SPAL. Anche con gli emiliani non scende mai in campo.

PerugiaModifica

Tornato all'Ascoli, il 2 settembre passa al Perugia in uno scambio di prestiti tra portieri che vede Nicola Leali trasferirsi nel club marchigiano. [17]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubaModifica

Statistiche aggiornate al 18 maggio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012   Sestese D 32 -61 - - - - - - - - - 32 -61
2013-2014   Palermo B 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
2014-2015 A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
2015-2016   Trapani B 3+0 -2+-0 CI 0 -0 - - - - - - 3 -2
2016-2017   Palermo A 9 -14 CI 1 -0 - - - - - - 10 -14
Totale Palermo 9 -14 1 -0 - - - - 10 -14
2017-2018   Cesena B 36 -48 CI 1 -2 - - - - - - 37 -50
2018-gen. 2019   Empoli A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2019   SPAL A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 0
Totale carriera 80 -125 2 -2 - - - - 82 -127

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Palermo: 2013-2014

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Silenzio, para Fulignati. Una famiglia di portieri con l’azzurro nel cuore. Ora tocca ad Andrea, nel monday night in panca col Palermo, su empolichannel.it. URL consultato il 6 giugno 2017.
  2. ^ a b c d e SPECIALE VN – Andrea Fulignati, il portiere empolese del Palermo: tra pesca, guantoni e… Belotti, su violanews.com. URL consultato il 7 giugno 2017.
  3. ^ a b c d e f g L’allievo portiere diventato “nemico”, su iltirreno.gelocal.it. URL consultato il 7 giugno 2017.
  4. ^ a b c Debutta in A il portiere Fulignati: è stato lanciato dalla Sestese, su toscanagol.it. URL consultato il 7 giugno 2017.
  5. ^ FULIGNATI ANDREA, su tuttocalciatori.net. URL consultato l'8 giugno 2017.
  6. ^ Andrea Fulignati Transfermarkt, su transfermarkt.it.
  7. ^ Silezio, para Fulignati, su empolichannel.it.
  8. ^ Ecco Fulignati, dal Palermo al Trapani, su gianlucadimarzio.com.
  9. ^ Fulignati: a Palermo facendo il terzo ho imparato tanto, su mediagol.it (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2017).
  10. ^ UFFICIALE: Palermo, Fulignati in prestito con diritto di riscatto al Trapani - TUTTOmercatoWEB.com. URL consultato il 15 marzo 2017.
  11. ^ Palermo-Roma 0-3, gol di El Shaarawy, Dzeko e Bruno Peres, in Gazzetta.it, 12 marzo 2017. URL consultato il 5 maggio 2017.
  12. ^ Milan-Palermo 4-0 il tabellino, su gazzetta.it.
  13. ^ Primo gol per Muric e Mitrita in Serie A, su gazzetta.it.
  14. ^ Chievo-Palermo 1-1: Pellissier condanna i rosanero alla Serie B, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 29 maggio 2017.
  15. ^ Andrea Fulignati - Profilo giocatore 17/18. URL consultato il 3 agosto 2017.
  16. ^ Calciomercato Empoli ufficiale: preso Fulignati a costo zero, su tuttosport.com.
  17. ^ TMW - Perugia, concluso lo scambio Fulignati-Leali con l'Ascoli - TUTTOmercatoWEB.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 13 settembre 2019.

Collegamenti esterniModifica