Apri il menu principale

Ashanti (cantante)

cantautrice, attrice e produttrice discografica statunitense
Ashanti
Toccara Jones e Ashanti (cropped).jpg
Ashanti durante Settimana della moda di New York nel 2012
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereContemporary R&B
Hip hop
Pop
Periodo di attività musicale2000 – in attività
Album pubblicati7
Studio5
Raccolte2
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Ashanti Shequoyia Douglas, conosciuta con il solo nome Ashanti (New York, 13 ottobre 1980), è una cantautrice, attrice, produttrice discografica e modella statunitense.

Raggiunge la fama negli anni 2000, divenendo la prima artista donna a vendere più 500 mila album in una settimana, ad avere tre canzoni nella Top10 della Billboard Hot 100 contemporaneamente e a raggiungere sedici volte la Top10 della US R&B/Hip-hop Charts.[1][2] Ha ottenuto un Grammy Award come Best Contemporary R&B Album su otto nomine, ha vinto otto Billboard Music Award, quattro Soul Train Music Award e ricevuto quattro nomine agli MTV Video Music Awards. Ad oggi ha venduto più di 15 milioni di copie in tutto il mondo.[3][4] Ha inoltre scritto e composto brani per numerosi artisti: Christina Milian, Ja Rule, Nas, Lil Wayne, Nelly, Jennifer Lopez, Toni Braxton.

Ashanti debutta nel 2002 tramite l'etichetta Murder Inc. Records con l'album omonimo che raggiunge le vette delle classifiche negli Stati Uniti, Europa ed Australia, vendendo 6 milioni di copie e ottenendo il Grammy Awards nella categoria Miglior Album R&B Contemporaneo. All'inizio del 2003 pubblica il secondo album "Chapter II", che vende 3 milioni di copie e conferma il successo precedente, sia in termini di vendite che di nomine in diverse premiazioni, mentre sul finire dell'anno rilascia l'album natalizio "Ashanti's Christmas". Il quarto album del 2004, "Concrete Rose", riscuote meno successo dei precedenti con 1,5 milioni di copie vendute, come l'album di remix "Collectables by Ashanti" del 2005. I successivi tre album "The Declaration" (2008), "The Vault" (2009) e "Braveheart" (2014) raggiungono la top10 statunitense, ma mostrano un deciso declino delle vendite per la cantante.

Dopo il successo nel mondo musicale, la cantante entra nel mondo del cinema interpretando diversi film, tra cui Coach Carter (2005) , dove ottiene un ruolo da co-protagonista, The Muppets' Wizard of Oz (2005) nel ruolo da protagonista impersonando Dorothy Gale, Il mio ragazzo è un bastardo (2006) Resident Evil: Extinction (2007), Mothers and Daughters (2016), e diverse serie televisive tra cui Army Wives - Conflitti del cuore (2013). Grazie ai suoi contributi come attrice di teatro nel musical The Wiz (2009) le è stato conferito lo Spirit Award ai NAACP Image Award.[5]

Ha inoltre lanciato una propria linea di moda in collaborazione con il marchio Miss Circle dal 2018.[6]

Carriera musicaleModifica

2000-2002: gli inizi e l'album di debutto AshantiModifica

Ashanti è stata notata per la prima volta da Irv Gotti per le sue capacità vocali, proponendole di scrivere per i suoi artisti rap e di esibirsi con loro in duetti, comparendo per la prima volta nella canzone del rapper Big Pun "How We Roll".[7] Nello stesso anno, Ashanti è stato presente nei singoli della compagna di etichetta Cadillac Tah "Pov City Anthem" e "Just Like a Thug". È apparsa anche nella colonna sonora di Fast and Furious del 2001. È stata protagonista di "What's Luv" di Fat Joe e di "Always on Time" di Ja Rule. Entrambe sono state pubblicate simultaneamente e sono diventate due delle canzoni di maggior successo del 2002.[8][9] Ashanti è diventata la prima donna ad occupare le prime due posizioni nella classifica Billboard Hot 100 degli Stati Uniti quando "Always on Time" e "What's Luv" erano rispettivamente al primo e al secondo posto.

Ha pubblicato il suo singolo di debutto, "Foolish", che contiene un campione della canzone del 1983 "Stay with Me" di DeBarge, rimane il suo più grande successo fino ad oggi, trascorrendo dieci settimane in cima alla Billboard Hot 100.[10] È diventata la seconda artista (dopo i Beatles e successivamente eguagliata da Cardi B) ad avere i primi tre classificati nella top10 degli Hot 100 contemporaneamente.[1] È inoltre entrato nelle Top10 del Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda ed Irlanda.[11][12] L'album d'esordio intitolato "Ashanti", è stato pubblicato dall'etichetta discografica Irv Gotti's Murder Inc. nell'aprile 2002, debuttando alla prima posizione della Billboard 200,[10] ed entrando nella top10 di Regno Unito, Canada, Australia ed European Albums.[13][14] Ha venduto più di 500 mila copie nella prima settimana negli Stati Uniti, divenendo la prima artista a riuscirci nella storia della classifica superando persino Alicia Keys e Lauryn Hill.[15] In totale ha venduto 6 milioni di copie in tutto il mondo, 3 delle quali negli Stati Uniti.[16][17]

Ashanti ha scritto i dodici brani dell'album, la maggior parte dei quali sono stati scritti sul posto in studio. I singoli successivi di Ashanti, "Happy" e "Baby", non hanno avuto lo stesso successo del suo singolo di debutto, ma hanno raggiunto il picco rispettivamente nella top10 e nella top20 negli Stati Uniti.[10] Grazie all'album le sono stati attribuiti numerosi premi, tra cui otto Billboard Music Award, due American Music Awards e ha ricevuto tre candidature come Best Female Video, Best R&B Video e Best New Artist agli MTV Video Music Awards per "Foolish".[18][19] Ha anche ricevuto un Comet Award e due Soul Train Music Award nello stesso anno. Ai Grammy Awards riceve cinque nomination, tra cui Best New Artist, vincendo nella categoria Best Contemporary R&B Album.[20]

2003 - 2005: Chapter II, Ashanti's Christmas e Concrete RoseModifica

 
Ashanti durante una tappa del tour in Giappone nel 2005

Nel luglio 2003, Ashanti ha pubblicato il suo secondo album, "Chapter II", che ha debuttato al numero uno della Billboard 200,[21] con vendite della prima settimana di 326.000 copie negli Stati Uniti, raggiungendo infine la certificazione di platino e vendendo globalmente 3 milioni di copie.[22][23] L'album raggiunge la top5 delle classifiche di Regno Unito e Canada.[10][24] l primo singolo estratto, "Rock wit U (Awww Baby)", è diventato un successo entrando in 21 classifiche, raggiungendo il secondo posto nella Billboard Hot 100 e nelle top10 di Canada, Regno Unito, Giappone e Belgio.[10][25] Il video del brano ha ricevuto una nomination agli MTV Video Music Awards come Best R&B Video.[26] ll secondo singolo, "Rain on Me", ha raggiunto il settimo posto nell'Hot 100 e il secondo posto nella classifica US Hot 100 R&B Songs,[10] ricevendo una nomination come Best R&B/Soul Single ai Soul Train Music Award. Ai Grammy Awards del 2004 Ashanti riceve tre nomine: l'album viene nominato nella categoria Best Contemporary R&B Album, mentre "Rock wit U (Awww Baby)" e "Rain on Me" nelle categorie Best R&B Song e Best Female R&B Vocal Performance.[27]

Nel novembre 2003, Ashanti ha pubblicato un album natalizio intitolato "Ashanti's Christmas", contenente 10 canzoni ed ha ottenuto un modesto successo commerciale rilasciando circa 100.000 unità negli Stati Uniti, raggiungendo la posizione 260 della Billboard 200.[28][29]

Il 24 settembre 2004 collabora con Ja Rule al brano "Wonderful", che arriva alla prima posizione della UK Singles Chart,[30] ed entra nelle top10 di in Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti, ricevendo la certificazione d'oro in quest'ultimo.[31][32] Il 26 ottobre successivo rilascia il singolo "Only U", promosso dalla cantante ai Vibe Music Awards,[33] che entra in 20 classifiche, arrivando anche in questo caso in cima alla classifica britannica, e ricevendo la certificazione d'oro negli Stati Uniti.[34][32] L'album "Concrete Rose" viene rilasciato nel dicembre 2004, ha debuttato al numero sette negli Stati Uniti, con vendite della prima settimana di 254.000 copie, per poi diventare il suo terzo album certificato di platino.[35] Globalmente vende 1,5 milioni di copie, ricevendo la certificazione d'oro nel Regno Unito e in Giappone.[36][37] Un secondo singolo, la ballata "Don't Let Them", ottenne scarso successo in classifica dopo che Def Jam Recordings rifiutò di finanziare un video musicale a causa dei problemi legali di Irv Gotti durante il processo per riciclaggio di denaro.[38]

Dopo l'uscita dell'album Ashanti ha pubblicato il DVD Ashanti: The Making of a Star, disponibile solo per un periodo di tempo limitato. Il DVD deluxe include esclusive riprese fotografiche e video, musica dagli album realizzati, speciali filmati di concerti, inedite performance scolastiche per l'infanzia e interviste dietro le quinte con familiari, amici e fan.[39]

Più tardi, nel 2005, Ashanti è stato invitato all'Oprah Winfrey's Legends Ball, che ha onorato alcune delle donne afro-americane più influenti e leggendarie del ventesimo secolo nel campo dell'arte, dello spettacolo e dei diritti civili.[40] Nel dicembre 2005, Ashanti ha pubblicato un album remix di "Concrete Rose" intitolato "Collectables by Ashanti". Seppur deludendo in termini di vendite, l'album è stata l'occasione per lei di adempiere il suo contratto con Def Jam Recordings e poter cercare un nuovo contratto discografico.[41]

2008 - 2014: The Declaration e BraveheartModifica

Dopo aver fondato la propria casa discografica, la Written Entertainment, il suo quarto album in studio,"The Declaration", è stato rilasciato il 3 giugno 2008 vendendo 86.000 unità la sua prima settimana negli Stati Uniti, arrivando alla sesta posizione della Billboard 200 e seconda della US Top R&B/Hip-Hop Albums.[42][43] Un primo singolo estratto nel 2007 "Switch", non potrà essere incluso nella track list dell'album, e viene quindi rilasciato il singolo "Hey Baby (After the Club)" il 16 ottobre 2007.[44] La canzone, che non appare sulle edizioni statunitensi dell'album, ha raggiunto il numero ottantasette nella classifica Billboard Hot R&B/Hip-Hop Songs.[45] "The Way That I Love You", è stato rilasciato alla radio e ai punti vendita digitali nel gennaio 2008, indicato come il "primo singolo" nel materiale stampa e nei resoconti dei media.[46] Arriva alla seconda posizione della US Hot R&B/Hip-Hop Songs e 37 della Billboard Hot 100.[47] "Body on Me" è stato registrato in collaborazione anche per il quinto album in studio di Nelly "Brass Knuckles". Il brano è prodotto da Akon ed è arrivato al numero uno della classifica Hot Videoclip Tracks di Billboard nella sua prima settimana, con 300 mila copie vendute.[48] Il terzo estratto fu "Good Good" che raggiunge la posizione 30 della US Hot R&B/Hip-Hop Songs, rimanendovi per 20 settimane.[49]

Dopo una pausa di quattro anni, Ashanti ha pubblicato la canzone "Never Too Far Away", che è stata inserita nel film di Morgan Creek Dream House del 2011.[50] Il singolo principale dal suo quinto album in studio, "The Woman You Love" con il rapper americano Busta Rhymes, è stato pubblicato online il 15 dicembre 2011.[51] Ashanti ha collaborato con Meek Mill e French Montana per il secondo singolo "No One Greater". Nell'aprile 2013, ha pubblicato un altro singolo chiamato "Never Should Have", che poi ha vinto Best Independent R&B/Soul Performance ai Soul Train Music Award del 2013.[52]

Nel marzo 2014, a circa sei anni dal precedente, pubblica il suo quinto album Braveheart a cui partecipano diversi produttori, tra cui DJ Clue, e interpreti come French Montana, Rick Ross, Beenie Man, Jeremih.[53] Il primo singolo rilasciato nel precedente gennaio 2014 si intitola "I Got It" e vede la collaborazione con Rick Ros, mentre il secondo singolo ufficiale dell'album sarebbe stato "Early in the Morning" con French Montana.[54][55] L'album ha raccolto recensioni favorevoli, con critici musicali che descrivono il suono di "Braveheart " come una "evoluzione di R&B" e lodando i temi di potere femminile, ma criticando i cliché romantici e la mancanza di momenti interessanti sull'album.[56][57] Nelle classifiche ha aperto al numero dieci della Billboard 200, diventando il quinto album top10 consecutivo di Ashanti, così come la sua prima posizione nella US Independent Albums Chart.[58] Ha debuttato anche nella top30 della UK R&B Albums Chart e nella top15 della UK Indie Albums Chart.[59][60]

2015-presente: nuovi progetti e settimo album in studioModifica

Nel 2015, ha annunciato di aver lavorato su nuova musica per il suo settimo album, con una data di uscita sconosciuta. Ashanti ha collaborato con Michelle Obama e la sua campagna #Let'sMove per diffondere la consapevolezza dell'acqua potabile con il suo nuovo video e la canzone "Let's Go" rilasciato nel 2015.[61] Nel 2016 collabora nel brano "Seven Day Love" inserito nell'album "Inzombia" del cantante canadese Belly.[62] Viene inoltre inserita con numerosi artisti, tra cui Sia, Alicia Keys, John Legend, Queen Latifah Usher e Kelly Clarkson ad interpretare i brani del musical di Broadway "Hamilton" per la compilation "The Hamilton Mixtape".[63]

Nel 2017, ha annunciato il suo settimo album in studio, che uscirà nel 2018, smentito nel giugno 2018 confermando invece una futura realizzazione di un album collaborativo con il rapper Ja Rule.[64] Sempre nel 2018 torna sulla scena musicale con diverse collaborazioni tra cui nel novembre 2017, ha pubblicato il singolo "Say Less" con Ty Dolla Sign, al brano "The Road" di Machel Montano ed è tra gli artisti che collaborano all'album "Tha Carter V" di Lil Wayne nella traccia "Start this S**t of Now" con Mack Maine.[65]

Nel 2019 pubblica il singolo "Floating" e la collaborazione "Pretty Little Thing" con Afro B nell'agosto dello stesso anno.[66][67] È inoltre presente nella colonna sonora del film da lei prodotto, Stuck.[68]

Carriera cinematograficaModifica

Ashanti debutta nel cinema in un piccolo ruolo nel film Malcolm X di Spike Lee, a cui seguono altri ruoli di contorno in altre pellicole. Il successo arriva in seguito alla popolarità acquisita nel campo discografico. Dopo una comparsata nel film Matrimoni e pregiudizi, dove si esibisce come cantante, nel 2005 Ashanti ottiene un ruolo da protagonista in Coach Carter al fianco di Samuel L. Jackson che ottiene un notevole successo nei cinema americani.[69] Grazie alla sua performance, nello stesso anno viene scelta per interpretare il ruolo di Dorothy nel film Disney The Muppets' Wizard of Oz.[70] Nel 2006 recita nella commedia per ragazzi Il mio ragazzo è un bastardo e l'anno successivo nel blockbuster Resident Evil: Extinction.[71][72]

Nel 2013 entra nel cast della serie TV Army Wives - Conflitti del cuore e nel film TV Un Natale in città.[73][74] Torna al cinema con il film Mutant World nel 2014 e l'anno successivo recita e produce il film Stuck, che viene però rilasciato solamente nel 2017.[75] Nel 2016 recita in alcuni episodi della serie TV Unforgettable, e poi nel film Mothers and Daughters. Nel 2018 recita nel film TV Murder.[76]

Altre attivitàModifica

 
Ashanti in una sfilata per il The Heart Truth Fashion Show 2008

Oltre a cantare, Ashanti è anche una prolifica compositrice e ha lavorato per Christina Milian, Ja Rule, Jennifer Lopez, Nas, Toni Braxton, e molti altri. Nel 2002 ha pubblicato un libro di poesie dal titolo Foolish/Unfoolish: Reflections on Love, e nel 2005 ha creato anche un profumo: "Precious Jewel by Ashanti". Nello stesso anno, ha collaborato con la ditta di abbigliamento MUDD per promuovere la propria linea di jeans "Delicious Curves". Inoltre in Europa Ashanti ha anche una propria casa di moda per adolescenti, chiamata "Princess".

Il 2 maggio 2002 Ashanti ha ricevuto le chiavi della città di Glen Cove, New York (la sua città natale), e quel giorno è stato ribattezzato Ashanti Day. Ashanti ha anche ricevuto le chiavi della città di Atlantic City (dove è stata incoronata "principessa dell'hip hop e del R&B").[77][78]

Nel luglio del 2008, Ashanti è stata nominata ambasciatrice del turismo della Contea di Nassau (New York).[79]

Dal 2018 hanciato una propria linea di moda in collaborazione con il marchio Miss Circle dal 2018.[80]

Vita privataModifica

Fino al 2003, alcune voci davano Ashanti come fidanzata del rapper Nelly. A lungo i due hanno dichiarato di essere soltanto "buoni amici", fino al 2005 in cui i due sono stati fotografati insieme sulle spiagge di Anguilla.[81] L'attore Samuel L. Jackson, che ha lavorato con Ashanti nel film Coach Carter, ha confermato che spesso Nelly si vedeva sul set del film. Nel 2007 i due si sono decisi a non negare la loro relazione. I due in seguito hanno collaborato in numerosi brani, arrivando persino a scambiarsi un bacio nel video della cantante Good Good. Ciò nonostante i due non sono ufficialmente fidanzati.[82] Nel 2014, dopo 10 anni, Nelly e Ashanti terminano la loro relazione.[83]

DiscografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Ashanti.

Filmografia parzialeModifica

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Cardi B Joins The Beatles & Ashanti With First 3 Hot 100 Hits in Top 10 Simultaneously; Ed Sheeran & Beyonce's 'Perfect' No. 1, su Billboard. URL consultato il 27 agosto 2019.
  2. ^ (EN) Da'ryl Victoria, Ashanti Makes It In The Guinness World Record Books, su The Source, 7 aprile 2016. URL consultato il 27 agosto 2019.
  3. ^ (EN) Superstar Ashanti Will Bring Down the House at The Grove's Free Summer Concert Series Finale on August 27, su www.businesswire.com, 25 agosto 2008. URL consultato il 27 agosto 2019.
  4. ^ No Career-Grooming Needed | Video | MTV News RAW: Nelly | MTV.
  5. ^ (EN) Live from the BET Awards 2010 Red Carpet, su Essence. URL consultato il 27 agosto 2019.
  6. ^ (EN) Miss Circle X Ashanti, su Miss Circle. URL consultato il 27 agosto 2019.
  7. ^ Ashanti Biography on Yahoo! Music, su web.archive.org, 14 gennaio 2009. URL consultato il 27 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2009).
  8. ^ Fat Joe Chart History, su Billboard. URL consultato il 27 agosto 2019.
  9. ^ billboard.com, http://www.billboard.com/charts-decade-end/r-b-hip-hop-songs?year=2009#/charts-decade-end/r-b-hip-hop-songs?year=2009&begin=31&order=position.
  10. ^ a b c d e f Ashanti Chart History, su Billboard. URL consultato il 27 agosto 2019.
  11. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 27 agosto 2019.
  12. ^ charts.org.nz - Ashanti - Foolish, su charts.nz. URL consultato il 27 agosto 2019.
  13. ^ americanradiohistory.com, https://www.americanradiohistory.com/Archive-Music-and-Media/00s/2002/MM-2002-08-10.pdf.
  14. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 27 agosto 2019.
  15. ^ Ashanti returns more empowered with 'The Declaration' | Jet | Find Articles.
  16. ^ (EN) Johnson Publishing Company, Ebony, Johnson Publishing Company, 2005-03. URL consultato il 27 agosto 2019.
  17. ^ (EN) Gold & Platinum, su RIAA. URL consultato il 27 agosto 2019.
  18. ^ Eminem Takes Home Most Moonmen From Video Music Awards - MTV, su web.archive.org, 3 maggio 2014. URL consultato il 27 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2014).
  19. ^ "Ashanti Means War". RollingStone.com, su rollingstone.com, maggio 2007.
  20. ^ Complete list of Grammy nominees; ceremony set for Feb. 23 - Page 3 - SFGate, su web.archive.org, 16 luglio 2011. URL consultato il 27 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2011).
  21. ^ Ashanti Returns To No. 1 With 'Chapter II', su Billboard. URL consultato il 28 agosto 2019.
  22. ^ Entertainment | Ashanti, Tweet lose golden touch | Seattle Times Newspaper, su web.archive.org, 29 giugno 2011. URL consultato il 28 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2011).
  23. ^ (EN) Johnson Publishing Company, Ebony, Johnson Publishing Company, 2005-03. URL consultato il 28 agosto 2019.
  24. ^ Artists, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  25. ^ Ashanti - Rock Wit U (Awww Baby), su ultratop.be. URL consultato il 28 agosto 2019.
  26. ^ (EN) Shaheem Reid, Ashanti Finally Gets A Man (And An Elephant) In 'Rock Wit U' Clip, su MTV News. URL consultato il 28 agosto 2019.
  27. ^ (EN) 47th Annual GRAMMY Awards, su GRAMMY.com, 28 novembre 2017. URL consultato il 28 agosto 2019.
  28. ^ (EN) Ashanti biography, su Last.fm. URL consultato il 28 agosto 2019.
  29. ^ Rock On The Net: Ashanti, su www.rockonthenet.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  30. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  31. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 27 novembre 2004. URL consultato il 28 agosto 2019.
  32. ^ a b (EN) Gold & Platinum, su RIAA. URL consultato il 28 agosto 2019.
  33. ^ Ashanti - Only U Live At The 2003 Vibe Awards - video dailymotion, su Dailymotion. URL consultato il 28 agosto 2019.
  34. ^ (EN) Official R&B Singles Chart Top 40 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  35. ^ Memory Lane Music Group, su web.archive.org, 26 ottobre 2005. URL consultato il 28 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2005).
  36. ^ bpi.co.uk, https://www.bpi.co.uk/brit-certified/.
  37. ^ 一般社団法人 日本レコード協会, su www.riaj.or.jp. URL consultato il 28 agosto 2019.
  38. ^ (EN) Michael Wilson e Jeff Leeds, Hip-Hop Producer Surrenders in Money-Laundering Case, in The New York Times, 27 gennaio 2005. URL consultato il 28 agosto 2019.
  39. ^ Ashanti - The Making Of A Star, su Discogs. URL consultato il 28 agosto 2019.
  40. ^ ABC.com: Oprah Winfrey's Legends Ball, su web.archive.org. URL consultato il 28 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2007).
  41. ^ Ashanti Chart History, su Billboard. URL consultato il 28 agosto 2019.
  42. ^ Disturbed Scores Third Straight No. 1 Album, su Billboard. URL consultato il 28 agosto 2019.
  43. ^ (EN) Ashanti and Nelly Get New Release Dates, su Rap-Up. URL consultato il 28 agosto 2019.
  44. ^ (EN) Shaheem Reid, Ashanti, Nelly Get Their Beyonce-And-Jay-Z On For New Single 'Switch', su MTV News. URL consultato il 28 agosto 2019.
  45. ^ (EN) New Music: Ashanti f/ Mario Winans – 'Hey Baby (After The Club)', su Rap-Up. URL consultato il 28 agosto 2019.
  46. ^ (EN) Jayson Rodriguez, Ashanti Snaps In TV-Inspired 'The Way That I Love You' Video, su MTV News. URL consultato il 28 agosto 2019.
  47. ^ Ashanti The Way That I Love You Chart History | Billboard, su web.archive.org, 26 maggio 2018. URL consultato il 28 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2018).
  48. ^ phobos.apple.com, http://phobos.apple.com/WebObjects/MZStore.woa/wa/viewAlbum?id=282066008&s=143441.
  49. ^ Ashanti Good Good Chart History, su Billboard. URL consultato il 28 agosto 2019.
  50. ^ Filmtracks: Dream House (John Debney), su www.filmtracks.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  51. ^ (EN) New Music: Ashanti f/ Busta Rhymes – 'The Woman You Love', su Rap-Up. URL consultato il 28 agosto 2019.
  52. ^ Ashanti at the Soul Train Awards / Takes home Best Independent R&B/Soul Performance! | Written By Ashanti, su web.archive.org, 2 aprile 2015. URL consultato il 28 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  53. ^ New Cover Art & Release Date Revealed For Ashanti's "Braveheart" [Update: Tracklist Revealed], su HotNewHipHop. URL consultato il 28 agosto 2019.
  54. ^ HitFix, su uproxx.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  55. ^ (EN) Ashanti Rolls with Rick Ross in 'I Got It' Video, su Rap-Up. URL consultato il 28 agosto 2019.
  56. ^ (EN) Listen Up: Other notable releases, su USA TODAY. URL consultato il 28 agosto 2019.
  57. ^ hiphopdx.com, https://web.archive.org/web/20150110224451/http://www.hiphopdx.com/index/album-reviews/id.2233/title.ashanti-braveheart. URL consultato il 28 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2015).
  58. ^ Rick Ross Rules With Fifth No. 1 Album On Billboard 200, su Billboard. URL consultato il 28 agosto 2019.
  59. ^ (EN) Official R&B Albums Chart Top 40 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  60. ^ (EN) Official Independent Albums Chart Top 50 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  61. ^ (EN) Partnership for a Healthier America, GRAMMY Award-Winner Ashanti's New Single "Let's Go" to be Released With the Help of Fans … And Water, su www.prnewswire.com. URL consultato il 28 agosto 2019.
  62. ^ Belly - Seven Day Love (feat. Ashanti). URL consultato il 28 agosto 2019.
  63. ^ The Hamilton Mixtape. URL consultato il 28 agosto 2019.
  64. ^ Ashanti Confirms Collaborative Album With Ja Rule, su HotNewHipHop. URL consultato il 28 agosto 2019.
  65. ^ Tha Carter V. URL consultato il 28 agosto 2019.
  66. ^ Floating. URL consultato il 28 agosto 2019.
  67. ^ Ashanti featuring Afro B - Pretty Little Thing (Official Music Video). URL consultato il 28 agosto 2019.
  68. ^ Spotify Teardown, The MIT Press, 2019, ISBN 9780262349680. URL consultato il 28 agosto 2019.
  69. ^ sports.espn.go.com, http://sports.espn.go.com/espn/page3/story?page=turner/kencarter.
  70. ^ FindArticles.com | CBSi, su findarticles.com. URL consultato il 27 agosto 2019.
  71. ^ (EN) Variety Staff, Variety Staff, ‘Tucker’ finds life in H’w’d, su Variety, 27 luglio 2006. URL consultato il 27 agosto 2019.
  72. ^ sonypictures.com, http://www.sonypictures.com/movies/residentevilextinction/site/download.php?file=library/ResidentEvilExtinction_ProductionNotes.pdf.
  73. ^ Christmas in the City. URL consultato il 27 agosto 2019.
  74. ^ (EN) Lifetime Sets Army Wives Sixth Season Premiere | TV Guide, su TVGuide.com, 1º febbraio 2012. URL consultato il 27 agosto 2019.
  75. ^ (EN) Let Ashanti (and her new subway musical 'Stuck') soothe your MTA nightmares, su EW.com. URL consultato il 27 agosto 2019.
  76. ^ Murder. URL consultato il 27 agosto 2019.
  77. ^ Reidand, Shaheem. "Ashanti Stood Up By Allen Iverson, But Still 'Happy'". MTV.com. 6 maggio 2002. Data di accesso 30-05-2007.
  78. ^ 4dw.net, 30 maggio 2007, https://web.archive.org/web/20020918071722/http://4dw.net/bunting/bluechat/ashanti_07_25_02.html (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2002).
  79. ^ ABC News Archiviato il 29 luglio 2009 in Internet Archive..
  80. ^ (EN) Melissa Minton, Ashanti’s comeback includes a ‘sexy and swaggy’ fashion line, su Page Six, 17 dicembre 2018. URL consultato il 27 agosto 2019.
  81. ^ Yahoo! Music. "Nelly And Ashanti Busted" Yahoo! Music.com 2 febbraio 2005. Ultimo accesso: 18 agosto 2008.
  82. ^ Benet, Lorenzo. "Ashanti Opens Up About 'Good Friend' Nelly" People.com. 16 giugno 2008. Ultimo accesso: 18 agosto 2008.
  83. ^ (EN) Ashanti Talks Nelly Split: "I've Been Betrayed", su Us Weekly, 13 marzo 2015. URL consultato il 27 agosto 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN28290757 · ISNI (EN0000 0001 1440 4573 · LCCN (ENno2002057699 · GND (DE135280540 · BNF (FRcb14057223n (data) · WorldCat Identities (ENno2002-057699