Apri il menu principale

Ai Giochi della II Olimpiade di Parigi 1900 sono stati assegnati 24 titoli in gare di atletica leggera.

L'atletica leggera ai Giochi della II Olimpiade di Parigi


  • Durata del programma: dal 14 al 22 luglio 1900
  • 24 titoli in palio
  • Numero di atleti partecipanti: 119 (tutti uomini)
  • Sede delle gare: impianto di Croix-Catelan (proprietà del Racing Club de France), Bois de Boulogne, Parigi; pista su erba di 500 metri. Rimarrà l'unica volta in cui le gare olimpiche di atletica si disputano su questa superficie.
  • Cronometraggio manuale al quinto di secondo, ufficializzato solo per il primo classificato.
  • 10 nuovi record olimpici.
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Parigi 1900
Athletics pictogram.svg
Corse piane
60 m piani   uomini
100 m piani uomini
200 m piani uomini
400 m piani uomini
800 m piani uomini
1500 m piani uomini
Corse ad ostacoli
110 m hs uomini
200 m hs uomini
400 m hs uomini
2500 m siepi uomini
4000 m siepi uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Salti con rincorsa
Salto in alto uomini
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Salti da fermo
Salto in alto uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Lanci
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini
Lancio del martello uomini
Gare a squadre
5000 m a squadre uomini
Tiro alla fune
Tiro alla fune uomini

La partecipazioneModifica

Come nell'edizione precedente dei Giochi, non ci sono squadre nazionali. Ciascun atleta rappresenta il proprio club di appartenenza.
Negli Stati Uniti, dove gli sport atletici, per tradizione, si svolgono a livello universitario, sono gli atenei ad organizzare una spedizione in Europa. Ben otto università statunitensi allestiscono una squadra olimpica: Yale, Princeton, Columbia, Michigan, Pennsylvania, Syracuse, Chicago e Georgetown. In più, partecipa anche il New York Athletic Club, un club privato. In tutto gli atleti dello squadrone americano sono 55. Tra essi, anche l'irlandese John Flanagan, che gareggia per il New York A. C.[1].

Il punto tecnicoModifica

A Parigi fanno il loro esordio alcune specialità fondamentali dell'atletica che gli organizzatori greci non avevano considerato: i 200 metri piani, i 400 metri ostacoli e il lancio del martello. Particolare è il caso delle siepi: gli inglesi disputano la gara sulla distanza delle due miglia (3218,7 metri). I francesi inseriscono nel programma due prove: una sui 2.500 metri e una sui 4.000 metri. La distanza dei 3.000 metri verrà fissata definitivamente ad Anversa 1920.

Trovano spazio anche le gare da fermo: Alto, Lungo e Triplo. Anche le gare a squadre e il tiro alla fune fanno il loro esordio a Parigi. Sono tutte specialità praticate solamente nei paesi anglosassoni. Ciò dimostra che il CIO si è dovuto adeguare alle abitudini degli anglo-americani. Figureranno nel programma fino al decennio successivo. Appaiono peraltro alcune specialità che dureranno solamente lo spazio di due edizioni: i 60 metri piani e i 200 metri ostacoli (ripetuti solo a Saint Louis 1904).

L'idea olimpica, in generale, non si è ancora sviluppata, oppure non ha raggiunto la necessaria popolarità. Fatto sta che vi sono gare con soli 6 iscritti (2500 metri siepi), altre con cinque (400 metri ostacoli e martello) e una con tre. I tre soli iscritti nel salto in alto da fermo rappresentano il record della minor partecipazione a una gara di atletica in tutta la storia dei Giochi olimpici.

Disaccordi sull'opportunità di gareggiare di domenicaModifica

Ecco come la stampa americana descrisse i fatti[2][3].
Mercoledì sera (11 luglio) i rappresentanti delle nove squadre USA si incontrarono con gli organizzatori francesi nella sede del Racing Club. Gli americani spiegarono che non avrebbero gareggiato di domenica. Gli organizzatori trovarono una soluzione di compromesso per quanto riguarda i concorsi: domenica le finali dei salti e dei lanci si sarebbero disputate comunque. Gli americani avrebbero gareggiato di lunedì. La classifica finale sarebbe stata formata dalle prestazioni ottenute sia domenica che lunedì. Molti americani, fidandosi di questa rassicurazione, non si presentarono al campo di gara nella giornata di domenica.
Sabato pomeriggio si disputarono le qualificazioni di tre specialità: Salto in lungo, Getto del peso e Lancio del disco. Le finali erano previste per l'indomani, insieme con Salto in alto e Salto con l'asta (finali dirette). In serata gli organizzatori si riunirono nuovamente (a porte chiuse) e decisero che tutti i concorsi si sarebbero conclusi nella giornata di domenica. La decisione non fu comunicata ai dirigenti americani.

L'indomani, quando apparve chiaro che tutte le gare in programma si sarebbero concluse il giorno stesso, gli americani protestarono. Cinque università su otto ritirarono i propri atleti dalle competizioni in programma: Princeton, Syracuse, Yale, Chicago e Michigan. Il New York A. C. e le università di Pennsylvania, Columbia e Georgetown lasciarono invece i propri atleti liberi di decidere.

Tutti gli americani che non erano presenti sul campo di gara furono raggiunti dalla notizia solo a cose fatte. A posteriori, i francesi spiegarono questa decisione con la necessità di rispettare il programma-orario e con il principio di non avvantaggiare una nazione a discapito delle altre. Gli americani ritennero invece che i francesi si fossero rimangiati la parola data.

Nuovi recordModifica

Fanno il loro esordio olimpico: 60 metri piani, 200 metri piani, 200 metri ostacoli, 400 metri ostacoli, lancio del martello, siepi, prova a squadre, Salto in alto da fermo, Salto in lungo da fermo e Salto triplo da fermo, Tiro alla fune.
Nuovo record olimpico 10 specialità: 100 metri, 400 metri, 800 metri, 1500 metri, 110 ostacoli, Alto, Lungo, Triplo, Peso e Disco.

Risultati delle gareModifica

Dei dodici record olimpici di Atene 1896, dieci vengono battuti, a dimostrazione del basso livello tecnico che ha caratterizzato la I edizione dei Giochi dell'era moderna. Le eccezioni sono: la maratona (2h58'50" contro 2h59'45) e il salto con l'asta: i 3,30 m che consegnano l'oro eguagliano la misura stabilita quattro anni prima. A parte l'asta (cui non parteciparono i tre migliori atleti perché la finale si disputò di domenica), la maggior parte dei vecchi primati viene battuta sin dalle qualificazioni.
Non esistono ancora le liste dei record del mondo, poiché non è ancora stata fondata una federazione internazionale. Bisognerà aspettare il 1912 [4].

Nei turni eliminatori dei 100 metri piani il record olimpico di Atene 1896, 11"8, viene battuto a ripetizione: 11"4 di Arthur Duffey e J. Walter Tewksbury, poi 10"8 di Frank Jarvis e J. Walter Tewksbury, che eguaglia il primato nazionale. Nei 400 metri piani, già in batteria l'americano Maxie Long migliora il record olimpico con 50"4. In finale lo statunitense si migliora ulteriormente.

Specialità   Oro Risultato   Argento Risultato   Bronzo Risultato Dettagli
60 m   Alvin Kraenzlein 7"0     Walter Tewksbury 7"1   Stan Rowley 7"2 Classifica completa
100 m   Frank Jarvis 11"0   Walter Tewksbury 11"1   Stan Rowley 11"2 Classifica completa
200 m   Walter Tewksbury 22"2     Norman Pritchard 22"8   Stan Rowley 22"9 Classifica completa
400 m   Maxie Long 49"4     William Holland 49"6   Ernst Schultz 51"5 Classifica completa
800 m   Alfred Tysoe 2'01"2     John Cregan 2'01"6   David Hall 2'03"0 Classifica completa
1.500 m   Charles Bennett 4'06"2     Henri Deloge 4'06"6   John Bray 4'07"2 Classifica completa
2.500 m siepi   George Orton 7'34"4   Sidney Robinson 7'38"0   Jean Chastanié 7'42"0 Classifica completa
4.000 m siepi   John Rimmer 12'58"4   Charles Bennett 12'58"6   Sidney Robinson 12'58"8 Classifica completa
110 m ostacoli   Alvin Kraenzlein 15"4     John McLean 15"5   Fred Moloney 15"6 Classifica completa
200 m ostacoli   Alvin Kraenzlein 25"4     Norman Pritchard 25"6   Walter Tewksbury 26"1 Classifica completa
400 m ostacoli   Walter Tewksbury 57"6     Henri Tauzin 58"3   George Orton 58"8 Classifica completa
5.000 m a squadre   Squadra mista
Amateur Athletic Association
  Charles Bennett[5]
  John Rimmer
  Sidney Robinson
  Alfred Tysoe
  Stan Rowley[6]
26 p.   Francia
Racing Club de France
Henri Deloge
Gaston Ragueneau
Jean Chastanié
André Castanet
Albert Champoudry
29 p. Nessun altro partecipante Classifica completa
Maratona (40,260 km)  [7] Michel Théato 2h59'45"   Émile Champion 3h04'17"   Ernst Fast 3h37'14" Classifica completa
Salto in alto   Irving Baxter 1,90 m     Patrick Leahy 1,78 m   Lajos Gönczy 1,75 m Classifica completa
Alto da fermo   Ray Ewry 1,655 m     Irving Baxter 1,525 m   Lewis Sheldon 1,500 m Classifica completa
Salto con l'asta   Irving Baxter 3,30 m  =   Meredith Colket 3,25 m   Carl Albert Andersen 3,20 m Classifica completa
Salto in lungo   Alvin Kraenzlein 7,185 m     Myer Prinstein 7,175 m   Patrick Leahy 6,950 m Classifica completa
Lungo da fermo   Ray Ewry 3,21 m     Irving Baxter 3,135 m   Émile Torcheboeuf 3,03 m Classifica completa
Salto triplo   Myer Prinstein 14,47 m     James Connolly 13,97 m   Lewis Sheldon 13,64 m Classifica completa
Triplo da fermo   Ray Ewry 10,58 m     Irving Baxter 9,95 m   Robert Garrett 9,50 m Classifica completa
Getto del peso   Richard Sheldon 14,10 m     Josiah McCracken 12,85 m   Robert Garrett 12,35 m Classifica completa
Lancio del disco   Rudolf Bauer 36,04 m     František Janda-Suk 35,25 m   Richard Sheldon 34,60 m Classifica completa
Lancio del martello   John Flanagan 49,708 m     Truxton Hare 49,124 m   Josiah McCracken 49,456 m Classifica completa
Tiro alla fune[8]   Squadra mista
  Edgar Aabye
  August Nilsson
  Eugen Schmidt
  Gustaf Söderström
  Karl Staaf
  Charles Winckler
  Francia
Raymond Basset
Jean Collas
Charles Gondouin
Joseph Roffo
Émile Sarrade
Francisco Henríquez de Zubiría
Nessun altro partecipante Classifica completa
  record mondiale;   record olimpico;   record mondiale stagionale;   record africano;   record asiatico;   record europeo;   record nord-centroamericano e caraibico;   record sudamericano;   record oceaniano;   record nazionale;   record personale;   record personale stagionale.

Medagliere per disciplinaModifica

Posizione Paese   Oro   Argento   Bronzo   Riepilogo
1   Stati Uniti 16 13 10 39
2   Gran Bretagna 3 3 2 8
3   Squadra mista 2 0 0 2
4   Francia 1 5 2 8
5   Canada 1 0 1 2
  Ungheria 1 0 1 2
7   India Britannica 0 2 0 2
8   Boemia 0 1 0 1
9   Australia 0 0 3 3
10   Danimarca 0 0 1 1
  Norvegia 0 0 1 1
  Svezia 0 0 1 1
Totale 24 24 22 70

NoteModifica

  1. ^ Frank Zarnowski, All-around Men: Heroes of a Forgotten Sport, Scarecrow Press, 2005, p. 116. Flanagan assunse la cittadinanza americana nel 1901.
  2. ^ Grace Corneau, Americans win at Paris. Take eight of ten events in the finals, «Chicago Tribune», lunedì 16 luglio 1900, p. 8.
  3. ^ «New York Tribune», lunedì 16 luglio 1900.
  4. ^ Ai Giochi olimpici fino al 1912, i tempi cronometrici delle corse erano ufficializzati al quinto di secondo. Per comodità del lettore, qui sono riportati in decimi
  5. ^ Charles Bennett con il tempo di 15'20", stabilì il nuovo record del mondo sulla distanza.
  6. ^ Di nazionalità australiana.
  7. ^ Nelle classifiche ufficiali del CIO è considerato di nazionalità francese, mentre in realtà Michel Théato è lussemburghese.
  8. ^ Incluso dagli organizzatori nel programma dell'atletica leggera e non come sport a sé stante.

BibliografiaModifica

  • La storia delle Olimpiadi, da Atene a Los Angeles - Vol.1, Rizzoli editore, 1984.
  • Gustavo Pallicca, I figli del vento: la storia dei 100 metri ai Giochi Olimpici vol. 1 – Le origini da Atene 1896 a Londra 1908, vol. 1, Simple, 2006, ISBN 978-88-89177-77-8.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica