Cair Andros

Cair Andros
TipoIsola
Creazione
IdeatoreJohn Ronald Reuel Tolkien
Appare inIl Signore degli Anelli
Caratteristiche immaginarie
PianetaArda
ContinenteTerra di Mezzo
RegioneIthilien

Cair Andros è un'isola di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J. R. R. Tolkien. È presente nel romanzo Il Signore degli Anelli.

È un'isola fluviale che si trova tra la città di Osgiliath e la confluenza dell'Entalluvio con l'Anduin, circa 40 miglia a nord della città. Il suo nome in Sindarin significa isola dalla lunga scia perché la parte settentrionale dell'isola, per via delle rocce a strapiombo che si innalzano dalle acque, assomiglia alla prua di una grande nave che separa i flutti creando una grande scia di schiuma.

Quando l'Ithilien cadde per mano degli orchi di Mordor, l'allora Sovrintendente Túrin II decise la sua fortificazione per difendere l'Anórien dalla minaccia di invasione delle forze nemiche.

Durante la guerra dell'Anello, l'isola di Cair Andros, era il collegamento tra la parte occidentale del regno e le basi segrete dei raminghi del sud nell'Ithilien, tra le quali spiccava Henneth Annûn. Sull'isola sostò anche Faramir durante il suo viaggio che dall'Ithilien lo avrebbe portato a Minas Tirith. Dopo la vittoriosa battaglia dei Campi del Pelennor, durante la marcia verso il Nero Cancello, qui vi furono mandati da Aragorn tutti coloro che non riuscirono a proseguire la marcia per la paura provocata in loro da Mordor e dai Nazgûl.

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien