Elena Fanchini

sciatrice alpina italiana
Elena Fanchini
2017 Audi FIS Ski Weltcup Garmisch-Partenkirchen Damen - Elena Fanchini - by 2eight - 8SC0172.jpg
Elena Fanchini a Garmisch-Partenkirchen nel 2017
Nazionalità Italia Italia
Altezza 164 cm
Peso 69 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, combinata
Squadra Fiamme Gialle
Ritirata 2017
Palmarès
Mondiali 0 1 0
Mondiali juniores 0 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Elena Fanchini (Lovere, 30 aprile 1985) è un'ex sciatrice alpina italiana.

È sorella di Nadia e Sabrina, a loro volta sciatrici alpine di alto livello[1].

BiografiaModifica

Stagioni 2001-2005Modifica

Originaria di Montecampione di Artogne[2] e attiva in gare FIS dal marzo del 2001, ha fatto parte della nazionale italiana dal 2003[1]. In Coppa Europa ha esordito il 23 gennaio 2003 all'Abetone in slalom gigante, senza completare la gara, e ha conquistato il primo podio il 19 dicembre dello stesso anno a Ponte di Legno/Passo del Tonale in discesa libera (3ª); nel 2004 ha subito un intervento chirurgico per una lesione al ginocchio[2].

Nel 2005 ha esordito in Coppa del Mondo, il 6 gennaio a Santa Caterina Valfurva in discesa libera (17ª) e ai Campionati mondiali: nella rassegna iridata di Bormio/Santa Caterina Valfurva ha vinto la medaglia d'argento nella discesa libera, è stata 20ª nella combinata e non ha concluso lo slalom gigante. Il 23 febbraio seguente ha vinto la medaglia d'argento nella discesa libera anche ai Mondiali juniores di Bardonecchia, dietro alla sorella Nadia; il giorno dopo ha vinto la medaglia di bronzo nel supergigante, sempre in coppia con la sorella (argento).

Stagioni 2006-2010Modifica

Il 2 dicembre 2005 ha vinto la sua prima gara di Coppa del Mondo aggiudicandosi la discesa libera di Lake Louise, suo primo podio nel circuito; ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006, suo esordio olimpico, si è piazzata 29ª nella discesa libera e non ha concluso il supergigante, mentre ai Mondiali di Åre 2007 ha ottenuto il 27º posto nella discesa libera e il 31º nel supergigante.

Durante un allenamento in Austria nell'ottobre 2008 si è procurata la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro[3], infortunio che l'ha costretta a saltare l'intera stagione 2008-2009. Tornata alle gare in quella seguente, ha partecipato anche ai XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010, dove si è classificata 14ª nella discesa libera e non ha concluso il supergigante.

Stagioni 2011-2020Modifica

Ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen 2011 ha gareggiato nella discesa libera e nel supergigante, piazzandosi rispettivamente 16ª e 18ª. Il 16 marzo 2012 ha conquistato la sua unica vittoria in Coppa Europa, nonché ultimo podio, a Pila in supergigante, mentre nella stagione seguente ai Mondiali di Schladming 2013 è stata 9ª nella discesa libera e 15ª nella supercombinata. L'anno dopo ha preso parte ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014, sua ultima presenza olimpica, classificandosi 12ª nella discesa libera e non concludendo la supercombinata. Il 16 gennaio 2015 ha conquistato la sua seconda e ultima vittoria in Coppa del Mondo, nonché ultimo podio, a Cortina d'Ampezzo in discesa libera; ai successivi Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015 si è classificata 26ª nella discesa libera e 16ª nella combinata e a quelli di Sankt Moritz 2017, sua ultima presenza iridata, è stata 14ª nella discesa libera.

Il 12 gennaio 2018 ha annunciato di dover rinunciare a partecipare ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 per curarsi da un tumore[4]. Nella stagione 2018-2019 stava per ritornare alle competizioni in Coppa del Mondo, ma durante gli allenamenti per il supergigante di Killington è caduta sulla pista Superstar e ha riportato la frattura di un dito della mano e un trauma distorsivo-contusivo al ginocchio sinistro, con frattura del perone prossimale[5]; l'infortunio le ha impedito di disputare l'intera stagione. Ha annunciato il ritiro il 22 aprile 2020, assieme alla sorella Nadia[6]; la sua ultima gara in carriera è rimasta così il supergigante di Coppa del Mondo disputato a Val-d'Isère il 17 dicembre 2017 e chiuso dalla Fanchini al 39º posto.

PalmarèsModifica

MondialiModifica

Mondiali junioresModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 17ª nel 2015
  • 4 podi (in discesa libera):
    • 2 vittorie
    • 2 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
2 dicembre 2005 Lake Louise   Canada DH
16 gennaio 2015 Cortina d'Ampezzo   Italia DH

Legenda:
DH = discesa libera

Coppa EuropaModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 33ª nel 2005
  • 5 podi:
    • 1 vittoria
    • 4 terzi posti

Coppa Europa - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
16 marzo 2012 Pila   Italia SG

Legenda:
SG = supergigante

South American CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 23ª nel 2006
  • 1 podio:
    • 1 vittoria

South American Cup - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
18 settembre 2005 Las Leñas   Argentina SG

Legenda:
SG = supergigante

Campionati italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Profilo FISI, su fisi.org. URL consultato il 22 gennaio 2017 (archiviato il 2 febbraio 2017).
  2. ^ a b Scheda su "I personaggi della Valle Camonica", su 0364.it. URL consultato il 21 luglio 2010 (archiviato il 6 ottobre 2014).
  3. ^ Elena Fanchini, ancora un grave infortunio, in Fantaski.it, 24 ottobre 2008. URL consultato il 20 ottobre 2010 (archiviato il 23 giugno 2015).
  4. ^ Un tumore ferma Elena Fanchini: "Una dura prova, ma tornerò", in La Gazzetta dello Sport, 12 gennaio 2018. URL consultato il 12 gennaio 2018 (archiviato il 12 gennaio 2018).
  5. ^ Sci, brutta caduta per Elena Fanchini negli Usa: frattura del perone e rientro in Italia, in Repubblica.it, 20 novembre 2018. URL consultato il 20 novembre 2018 (archiviato il 20 novembre 2018).
  6. ^ Matteo Pavesi, Elena e Nadia Fanchini si ritirano, in fantaski.it, 22 aprile 2020. URL consultato il 22 aprile 2020 (archiviato il 10 maggio 2020).
  7. ^ (EN) Profilo FIS, su data.fis-ski.com. URL consultato il 2 agosto 2018 (archiviato il 10 maggio 2020).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica