Elimination Chamber (2019)

Elimination Chamber (2019)
Elimination Chamber 2019.png
Colonna sonoraDon't Stop the Devil di Dead Posey
Prodotto daWWE
BrandRaw
SmackDown
205 Live
SponsorFighting with My Family
Data17 febbraio 2019
SedeToyota Center
CittàHouston, Texas
Cronologia pay-per-view
Royal Rumble (2019)Elimination Chamber (2019)Fastlane (2019)
Progetto Wrestling

Elimination Chamber (2019) è stata la nona edizione dell'omonimo pay-per-view di wrestling prodotto dalla WWE. L'evento si è svolto il 17 febbraio 2019 al Toyota Center di Houston (Texas).

In questa edizione di Elimination Chamber è stato introdotto un nuovo titolo, il WWE Women's Tag Team Championship.

AntefattoModifica

Nella puntata di Raw del 24 dicembre 2018 il Chairman della WWE, Vince McMahon, ha annunciato l'introduzione del WWE Women's Tag Team Championship nel 2019. Nella puntata di Raw del 14 gennaio 2019, durante il segmento A Moment of Bliss, Alexa Bliss ha introdotto le cinture di coppia femminili, annunciando che esse verranno assegnate a Elimination Chamber nell'omonimo match, dove a contendersi le cinture ci saranno tre tag team di Raw e tre di SmackDown, facendo intendere che i titoli verranno difesi in entrambi i roster. Nella puntata di Raw del 28 gennaio la Riott Squad (rappresentata da Liv Morgan e Sarah Logan) si è qualificata per l'Elimination Chamber match dopo aver sconfitto Natalya e Dana Brooke; la sera stessa Nia Jax e Tamina hanno sconfitto Alexa Bliss e Mickie James, ottenendo così la qualificazione per l'omonimo match. Nella puntata di Smackdown del 29 gennaio Mandy Rose e Sonya Deville hanno annunciato la loro partecipazione nel match. Il 2 febbraio, la WWE ha annunciato sul proprio profilo Twitter che le IIconics avrebbero fatto parte del match. Nella puntata di Raw del 4 febbraio la Boss 'n' Hug Connection (Sasha Banks e Bayley) ha sconfitto Alicia Fox e Nikki Cross, ottenendo l'ultimo posto disponibile per lo show rosso. Nella puntata di SmackDown del 5 febbraio Carmella e Naomi sono state annunciate come ultime due partecipanti.[1]

Alla Royal Rumble, The Miz e Shane McMahon hanno sconfitto i The Bar (Cesaro e Sheamus), conquistando lo SmackDown Tag Team Championship per la prima volta.[2] Nella puntata di SmackDown del 29 gennaio, The Usos (Jey Uso e Jimmy Uso) hanno vinto un Four Corners Tag Team Elimination Match che includeva anche i The Bar, il New Day (Big E e Kofi Kingston) e gli Heavy Machinery (Otis e Tucker), ottenendo così la possibilità di sfidare The Miz e McMahon a Elimination Chamber con in palio i titoli di coppia di SmackDown.[3]

Alla Royal Rumble, Daniel Bryan ha difeso il WWE Championship contro AJ Styles, approfittando dell'inaspettato intervento in suo aiuto di Rowan.[4] Nella puntata di SmackDown del 29 gennaio, Bryan, insieme al suo nuovo alleato, ha introdotto una personale e più "ecologica" versione del WWE Championship, venendo poi interrotto da Styles, Jeff Hardy, Mustafa Ali, Randy Orton e Samoa Joe, ciascuno di loro rivendicando un match titolato. Il COO Triple H ha così indetto un Elimination Chamber match per il titolo per l'omonimo pay-per-view.[5] Nella puntata di SmackDown del 12 febbraio è stato annunciato che Mustafa Ali non potrà più prendere parte alla contesa per colpa di un infortunio, e il suo posto verrà preso da Kofi Kingston.

Nella puntata di 205 Live del 5 febbraio Akira Tozawa ha vinto un Fatal 4-Way Elimination match contro Cedric Alexander, Humberto Carrillo e Lio Rush, conquistando la possibilità di affrontare Buddy Murphy per il WWE Cruiserweight Championship nel Kick-off di Elimination Chamber.[6]

Nella puntata di Raw del 4 febbraio la Raw Women's Champion Ronda Rousey ha sconfitto Liv Morgan e, poco dopo, anche Sarah Logan; al termine dei due incontri, ha sfidato Ruby Riott mettendo in palio il Raw Women's Championship ma la Riott, per salvaguardare le sue compagne sconfitte, si è rifiutata. L'8 febbraio è stato dunque annunciato un match fra la Rousey e la Riott per il WWE Raw Women's Championship per Elimination Chamber.[7]

Poco prima della puntata di Raw dell'11 febbraio sono stati annunciati due match per Elimination Chamber: l'Intercontinental Champion Bobby Lashley e Lio Rush affronteranno Finn Bálor in un 2-on-1 Handicap match con in palio l'Intercontinental Championship di Lashley, mentre Baron Corbin affronterà Braun Strowman in un No Disqualification match.[8][9]

RisultatiModifica

# Brand Incontri Stipulazioni Durata
Kick-off 205 Live Buddy Murphy (c) ha sconfitto Akira Tozawa Single match per il WWE Cruiserweight Championship[10] 13:25
1 Interbrand The Boss 'n' Hug Connection (Bayley e Sasha Banks) (Raw) ha sconfitto Carmella e Naomi (SmackDown), The IIconics (Billie Kay e Peyton Royce) (SmackDown), Mandy Rose e Sonya Deville (SmackDown), Nia Jax e Tamina (Raw) e The Riott Squad (Liv Morgan e Sarah Logan) (Raw) Tag Team Elimination Chamber match per il WWE Women's Tag Team Championship[11] 33:00
2 SmackDown The Usos (Jey Uso e Jimmy Uso) hanno sconfitto The Miz e Shane McMahon (c) Tag Team match per il WWE SmackDown Tag Team Championship[12] 14:10
3 Raw Finn Bálor ha sconfitto Bobby Lashley (c) e Lio Rush 2-on-1 Handicap match per il WWE Intercontinental Championship[13] 09:30
4 Raw Ronda Rousey (c) ha sconfitto Ruby Riott per sottomissione Single match per il WWE Raw Women's Championship[14] 01:40
5 Raw Baron Corbin ha sconfitto Braun Strowman No Disqualification match[15] 10:50
6 SmackDown Daniel Bryan (c) ha sconfitto AJ Styles, Jeff Hardy, Kofi Kingston, Randy Orton e Samoa Joe Elimination Chamber match per il WWE Championship[16] 36:40

Entrate ed eliminazioni nell'Elimination Chamber match femminileModifica

Il rosso indica le superstar di Raw, il blu indica le superstar di SmackDown.

N° eliminazione Wrestler Brand N° ingresso Eliminate da Metodo di eliminazione Tempo
Naomi e Carmella SmackDown The IIconics Roll-up 17:10
The IIconics SmackDown Nia Jax e Tamina Samoan Drop 20:15
The Riott Squad Raw Nia Jax e Tamina Samoan Drop 25:05
Nia Jax e Tamina Raw Sasha Banks, Bayley, Mandy Rose e Sonya Deville Elbow Drop di Bayley 27:05
Fire and Desire SmackDown Bayley e Sasha Banks Bank Statement 33:00
Vincitrici The Boss 'N' Hug Connection Raw 33:00

Entrate ed eliminazioni nell'Elimination Chamber match maschileModifica

N° eliminazione Wrestler N° ingresso Eliminato da Metodo di eliminazione Tempo
Samoa Joe AJ Styles Phenomenal Forearm 14:35
Jeff Hardy Daniel Bryan Running Knee 18:00
AJ Styles Randy Orton RKO 22:25
Randy Orton Kofi Kingston Trouble in Paradise 24:05
Kofi Kingston Daniel Bryan Running Knee 36:40
Vincitore Daniel Bryan (c) 36:40

NoteModifica

  1. ^ Michael Burdick, The Elimination Chamber Match to crown the first-ever Women’s Tag Team Champions, su WWE. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  2. ^ Ryan Pappolla, Shane McMahon & The Miz def. The Bar for the SmackDown Tag Team Championship, su WWE, 27 gennaio 2019. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  3. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Miz & Shane McMahon vs. The Usos, su WWE. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  4. ^ Michael Burdick, WWE Champion "The New" Daniel Bryan def. AJ Styles, su WWE, 27 gennaio 2019. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  5. ^ Michael Burdick, WWE Champion "The New" Daniel Bryan vs. AJ Styles vs. Jeff Hardy vs. Kofi Kingston vs. Randy Orton vs. Samoa Joe (Elimination Chamber Match), su WWE. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  6. ^ Kevin Powers, WWE Cruiserweight Champion Buddy Murphy vs. Akira Tozawa (Kickoff Match), su WWE. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  7. ^ Michael Burdick, Raw Women's Champion Ronda Rousey vs. Ruby Riott, su WWE. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  8. ^ Michael Burdick, Intercontinental Champion Bobby Lashley & Lio Rush vs. Finn Bálor (Handicap Match), su WWE. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  9. ^ WWE.com, Braun Strowman vs. Baron Corbin (No Disqualification Match), su WWE. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  10. ^ Anthony Benigno, WWE Cruiserweight Champion Buddy Murphy def. Akira Tozawa, su WWE. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  11. ^ Anthony Benigno, The Boss ‘N’ Hug Connection won the Women’s Elimination Chamber Match to become the first-ever WWE Women’s Tag Team Champions, su WWE. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  12. ^ Anthony Benigno, The Usos def. The Miz & Shane McMahon to become the new SmackDown Tag Team Champions, su WWE, 17 febbraio 2019. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  13. ^ Anthony Benigno, Finn Bálor def. Bobby Lashley & Lio Rush to become the new Intercontinental Champion (Handicap Match), su WWE. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  14. ^ Anthony Benigno, Raw Women's Champion Ronda Rousey def. Ruby Riott, su WWE. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  15. ^ Anthony Benigno, Baron Corbin def. Braun Strowman (No Disqualification Match), su WWE. URL consultato il 17 febbraio 2019.
  16. ^ Anthony Benigno, WWE Champion Daniel Bryan def. Kofi Kingston, AJ Styles, Samoa Joe, Randy Orton and Jeff Hardy (Men's Elimination Chamber Match), su WWE. URL consultato il 17 febbraio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling