Apri il menu principale

Eraldo Monzeglio

calciatore e allenatore di calcio italiano
Eraldo Monzeglio
Eraldo Monzeglio.jpg
Monzeglio con la maglia della Nazionale italiana
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1939 - giocatore
1973 - allenatore
Carriera
Giovanili
191?-1923 Casale
Squadre di club1
1923-1926Casale26 (1)
1926-1935Bologna252 (4)
1935-1939Roma101 (0)
Nazionale
1930-1938 Italia Italia 35 (0)
Carriera da allenatore
1946-1947 Como
1947-1949 Pro Sesto
1949-1956 Napoli
1956-1957 Monza
1958-1962 Sampdoria
1962-1963 NapoliD.T.
1963-1964 Juventus
1966 Chiasso
? Lecco
1973 Chiasso
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Italia 1934
Oro Francia 1938
Transparent.png Coppa Internazionale
Oro 1927-30
Argento 1931-32
Oro 1933-35
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Eraldo Monzeglio (Vignale Monferrato, 5 giugno 1906Torino, 3 novembre 1981[1]) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo difensore. Campione del mondo nel 1934 e nel 1938.

È morto a Torino all'età di 75 anni il 3 novembre 1981[1]; è stato sepolto nel cimitero di Casale Monferrato, vicino alla tomba di Umberto Caligaris[2].

Caratteristiche tecnicheModifica

Fu un elegante terzino che si seppe adattare nel modulo WM che si era imposto agli inizi degli anni Trenta.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

SocietàModifica

 
Monzeglio (in basso, primo da sinistra) nel Bologna campione d'Italia della stagione 1928-1929

Monzeglio esordì nella Divisione Nazionale del campionato italiano (non ancora Serie A) con la maglia del Casale, nel 1924, in una gara contro l'Inter in cui si fece notare dagli osservatori[1]. Nel 1926 passò per motivi di bilancio[1] al Bologna (9 stagioni, 252 incontri[3] e 4 goal in campionato più 10 presenze nella Coppa dell'Europa Centrale), e nel 1935 alla Roma, dove chiuse la carriera nel 1939.

NazionaleModifica

Giocò 35 partite in nazionale laureandosi campione del mondo nel 1934 (giocando 4 partite su 5) e 1938 (torneo in cui giocò solo la gara di esordio). In occasione del mondiale in Italia, conobbe e divenne amico di Benito Mussolini, diventandone anche allenatore personale dei figli. Giocò inoltre 6 gare con la Nazionale B, con la quale debuttò il 7 aprile 1929 nella vittoria in trasferta contro la Grecia per 4-1[4]. Riportò inoltre le vittorie del 1930 e 1935 e un secondo posto nel 1932, nella Coppa Internazionale.

AllenatoreModifica

Nel 1941-1942 fu assunto come direttore tecnico della Roma (che avrebbe vinto quell'anno il suo primo scudetto), per poi partire per la campagna di Russia. Dopo la Seconda guerra mondiale allenò varie squadre; iniziò con il Como, che portò all'ottavo posto in Serie B, per poi passare alla Pro Sesto, sempre tra i cadetti, che per due anni concluse al settimo posto.

Nel 1949-50 andò al Napoli, che guidò fino al 1955-56, diventandone l'allenatore che è rimasto per più tempo e consecutivamente alla guida della squadra partenopea, primato che tuttora resiste. Dal 1958-59 al 1961-62 fu tecnico della Sampdoria, nel 1962 tornò al Napoli affiancando Bruno Pesaola in qualità di direttore tecnico[5], quindi nel 1963-64 subentrò a Paulo Amaral sulla panchina della Juventus. Nel 1966 e nel 1973 ha infine allenato il Chiasso, con un breve intermezzo nel Lecco.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-5-1930 Budapest Ungheria   0 – 5   Italia Coppa Internazionale -
22-6-1930 Bologna Italia   2 – 3   Spagna Amichevole -
22-2-1931 Milano Italia   2 – 1   Austria Coppa Internazionale -
29-3-1931 Berna Svizzera   1 – 1   Italia Coppa Internazionale -
12-4-1931 Porto Portogallo   0 – 2   Italia Amichevole -
20-5-1931 Roma Italia   3 – 0   Scozia Amichevole -
15-11-1931 Roma Italia   2 – 2   Cecoslovacchia Coppa Internazionale -
13-12-1931 Torino Italia   3 – 2   Ungheria Coppa Internazionale -
14-2-1932 Napoli Italia   3 – 0   Svizzera Coppa Internazionale -
28-10-1932 Praga Cecoslovacchia   2 – 1   Italia Coppa Internazionale -
27-11-1932 Milano Italia   4 – 2   Ungheria Amichevole -
1-1-1933 Bologna Italia   3 – 1   Germania Amichevole -
25-3-1934 Milano Italia   4 – 0   Grecia Qual. Mondiali 1934 -
31-5-1934 Firenze Italia   1 – 1 dts   Spagna Mondiali 1934 - Quarti di finale (andata) -
1-6-1934 Firenze Italia   1 – 0   Spagna Mondiali 1934 - Quarti di finale (ritorno) -
3-6-1934 Milano Italia   1 – 0   Austria Mondiali 1934 - Semifinale -
10-6-1934 Roma Italia   2 – 1 dts   Cecoslovacchia Mondiali 1934 - Finale - 1º titolo mondiale
14-11-1934 Londra Inghilterra   3 – 2   Italia Amichevole -
9-12-1934 Milano Italia   4 – 2   Ungheria Amichevole -
17-2-1935 Roma Italia   2 – 1   Francia Amichevole -
24-3-1935 Vienna Austria   0 – 2   Italia Coppa Internazionale -
27-10-1935 Praga Cecoslovacchia   2 – 1   Italia Coppa Internazionale -
24-11-1935 Milano Italia   2 – 2   Ungheria Coppa Internazionale -
5-4-1936 Zurigo Svizzera   1 – 2   Italia Amichevole -
17-5-1936 Roma Italia   2 – 2   Austria Amichevole -
31-5-1936 Budapest Ungheria   1 – 2   Italia Amichevole -
25-10-1936 Milano Italia   4 – 2   Svizzera Coppa Internazionale -
15-11-1936 Berlino Germania   2 – 2   Italia Amichevole -
13-12-1936 Genova Italia   2 – 0   Cecoslovacchia Amichevole -
25-4-1937 Torino Italia   2 – 0   Ungheria Coppa Internazionale -
23-5-1937 Praga Cecoslovacchia   0 – 1   Italia Coppa Internazionale -
31-10-1937 Ginevra Svizzera   2 – 2   Italia Coppa Internazionale -
5-12-1937 Parigi Francia   0 – 0   Italia Amichevole -
15-5-1938 Milano Italia   6 – 1   Belgio Amichevole -
5-6-1938 Marsiglia Norvegia   1 – 2 dts   Italia Mondiali 1938 - Ottavi di finale -
Totale Presenze 35 Reti 0

PalmaresModifica

GiocatoreModifica

SocietàModifica

Competizioni nazionaliModifica
Bologna: 1928-1929
Competizioni internazionaliModifica
Bologna: 1932, 1934

NazionaleModifica

Italia 1934, Francia 1938

IndividualeModifica

2013 (riconoscimento alla memoria)

NoteModifica

  1. ^ a b c d La Stampa, 4 novembre 1981, pagina 19
  2. ^ Il Casale ricorda Caligaris e Monzeglio, in Il Monferrato, 24 luglio 2009.
  3. ^ Di cui 64 prima del Girone Unico nazionale
  4. ^ Almanacco del calcio Panini 1979, pagina 456
  5. ^ Gazzetta dello Sport, 15 settembre 1962, pagina 4

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica