Finale del campionato mondiale di calcio 1998

Finale del Campionato mondiale di calcio 1998
Finale Coupe de France 2010-2011 (Lille LOSC vs Paris SG PSG).jpg
Lo Stade de France, teatro della finale
Informazioni generali
SportFootball pictogram.svg Calcio
CompetizioneCampionato mondiale di calcio 1998
Data12 luglio 1998
CittàSaint-Denis
ImpiantoStade de France
Spettatori80.000
Dettagli dell'incontro
Brasile Brasile Francia Francia
0 3
ArbitroMarocco Said Belqola
Successione
← Finale del campionato mondiale di calcio 1994 Finale del campionato mondiale di calcio 2002 →

La finale del campionato mondiale di calcio 1998 si è tenuta allo Stade de France di Saint-Denis, il 12 luglio 1998 tra la nazionale del Brasile, campione in carica,[1] e la nazionale della Francia, paese ospitante e per la prima volta in una finale di Coppa del mondo.[2]

La Francia vinse nettamente per 3-0, conquistando il trofeo per la prima volta nella sua storia; i transalpini alzarono la coppa due giorni prima della ricorrenza della Presa della Bastiglia (14 luglio), aggiungendo così un altro significato al trionfo.[3][4] Il protagonista assoluto della finale fu Zinédine Zidane, nominato uomo partita: fu sua infatti la doppietta che portò i Bleus in cima al mondo, mentre il terzo goal fu di Emmanuel Petit.[3]

AntefattiModifica

Il cammino verso la finaleModifica

Entrambe le squadre soffrirono nel cammino verso la finale: il Brasile, dopo aver chiuso il girone con due vittorie e una sconfitta (contro la Norvegia), superò abbastanza facilmente quarti e ottavi (4-1 al Cile e 3-2 alla Danimarca), mentre in semifinale eliminò i Paesi Bassi solo ai calci di rigore.

D'altra parte la Francia, pur avendo superato facilmente il girone a punteggio pieno, faticò nella fase eliminatoria, eliminando il Paraguay solo ai supplementari grazie ad un golden goal e l'Italia ai rigori. In semifinale sconfisse per 2-1 la Croazia, vera e propria rivelazione del torneo.

La vigiliaModifica

Il pomeriggio della finale, nella sede del ritiro del Brasile nei pressi di Parigi, Ronaldo fu colto da convulsioni;[5][6] inizialmente fu escluso in favore di Edmundo, ma poco prima dell'inizio del match il commissario tecnico verdeoro Zagallo decise clamorosamente di schierarlo nell'undici titolare.[3] Condizionato dal problema di salute, la stella brasiliana non giocò una partita all'altezza della sua classe.[7]

Cammino verso la finaleModifica

  Brasile Turno   Francia
Avversario Risultato Fase a gironi Avversario Risultato
  Scozia 2–1 Giornata 1   Sudafrica 3-0
  Marocco 3-0 Giornata 2   Arabia Saudita 4-0
  Norvegia 1-2 Giornata 3   Danimarca 2–1
1ª classificata del Gruppo A
Squadra Pt G
  Brasile 6 3
  Norvegia 5 3
  Marocco 4 3
  Scozia 1 3
Piazzamenti finali 1ª classificata del Gruppo C
Squadra Pt G
  Francia 9 3
  Danimarca 4 3
  Sudafrica 2 3
  Arabia Saudita 1 3
Avversario Risultato Fase a eliminazione diretta Avversario Risultato
  Cile 4-1 Ottavi di finale   Paraguay 1–0
  Danimarca 3-2 Quarti di finale   Italia 0-0 d.t.s.(4-3 d.c.r.)
  Paesi Bassi 1-1 d.t.s. (4-2 d.c.r.) Semifinali   Croazia 2-1

Descrizione della partitaModifica

Dato il calcio d'inizio, la Francia si dimostrò subito più forte degli avversari, e al 27' di gioco passò in vantaggio con un colpo di testa di Zidane. Poco dopo Dunga lanciò Ronaldo in campo aperto contro l'estremo difensore francese Barthez: i due finirono per scontrarsi e le loro condizioni apparvero inizialmente gravi, poi però grazie all'intervento degli staff medici delle due squadre, entrambi i giocatori si rimisero in sesto e continuarono la partita. Sul finire della prima frazione di gioco ancora una volta Zidane, con un goal simile al precedente, raddoppiò per la Francia.

Nel secondo tempo il Brasile rientrò meglio in campo e provò in ogni modo a riaprire l'incontro: l'occasione maggiore la ebbe ancora una volta Ronaldo, ma il suo tiro fu ben neutralizzato da Barthez. Il ritmo dei verdeoro calò, grazie anche alla sorprendente prestazione dei centrocampisti transalpini Deschamps e Karembeu che annullarono il gioco dei temibili Leonardo e Rivaldo. Intorno al 70' la Francia si trovò in dieci per l'espulsione di Desailly, ma riuscì a gestire perfettamente il finale della partita, trovando anche il goal del 3-0 nel recupero: rete di Petit su assist di Vieira[8].

TabellinoModifica

Saint-Denis
12 luglio 1998, ore 21:00 UTC+1
Brasile  0 – 3
referto
  FranciaStade de France (80.000 spett.)
Arbitro:   Belqola

Brasile
Francia
  Brasile (4-2-2-2):
P 1 Cláudio Taffarel
D 2 Cafu
D 3 Aldair
D 4 Júnior Baiano   33’
D 6 Roberto Carlos
C 5 César Sampaio   73’
C 8 Dunga (C)
C 10 Rivaldo
C 18 Leonardo   46’
A 20 Bebeto
A 9 Ronaldo
Sostituzioni:
C 19 Denílson   46’
A 21 Edmundo   73’
CT:
  Mário Zagallo
 
  Francia (4-3-2-1):
P 16 Fabien Barthez
D 15 Lilian Thuram
D 18 Frank Lebœuf
D 8 Marcel Desailly     48’, 68’
D 3 Bixente Lizarazu
C 19 Christian Karembeu   56’   57’
C 7 Didier Deschamps (C)   39’
C 17 Emmanuel Petit
C 10 Zinédine Zidane
C 6 Youri Djorkaeff   74’
A 9 Stéphane Guivarc'h   66’
Sostituzioni:
C 14 Alain Boghossian   57’
C 4 Patrick Vieira   74’
A 21 Christophe Dugarry   66’
CT:
  Aimé Jacquet

NoteModifica

  1. ^ World Cup: History: USA 1994, su BBC Sport, British Broadcasting Corporation, 17 aprile 2002. URL consultato il 12 giugno 2011.
  2. ^ France Triumph, su BBC Sport, 13 luglio 1998. URL consultato il 19 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 1999).
  3. ^ a b c World Cup: History: France 1998, su BBC Sport, British Broadcasting Corporation, 17 aprile 2002. URL consultato il 12 giugno 2011.
  4. ^ Rewind to 1998: Ronaldo's darkest day, su ESPN Soccernet, ESPN, 9 febbraio 2011. URL consultato il 12 giugno 2011.
  5. ^ Ronaldo: 'Ho avuto le convulsioni', su repubblica.it. URL consultato il 1º aprile 2020.
  6. ^ The great World Cup Final mystery, su BBC Sport, British Broadcasting Corporation, 2 aprile 2002. URL consultato il 12 giugno 2011.
  7. ^ Fabio Monti, Moratti: "Così il Brasile rovina Ronaldo", in Corriere della Sera, 15 luglio 1998. URL consultato il 1º aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2011).
  8. ^ France plays perfect host; hoists World Cup in Paris., su Soccer Times, 12 luglio 1998. URL consultato il 24 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2011).

Voci correlateModifica