Campionato mondiale di calcio 1958

6ª edizione del campionato mondiale di calcio FIFA
Campionato mondiale di calcio 1958
Världsmästerskapet i fotboll 1958
Logo della competizione
Competizione Campionato mondiale di calcio
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Date 8 - 29 giugno 1958
Luogo Svezia Svezia
(12 città)
Partecipanti 16 (55 alle qualificazioni)
Impianto/i 12 stadi
Risultati
Vincitore Brasile Brasile
(1º titolo)
Secondo Svezia Svezia
Terzo Francia Francia
Quarto Germania Ovest Germania Ovest
Statistiche
Miglior marcatore Francia Just Fontaine (13)
Incontri disputati 35
Gol segnati 126 (3,6 per incontro)
Pubblico 919 580
(26 274 per incontro)
Winning brazilian National team 1958.jpg
I brasiliani festeggiano la conquista del loro primo titolo mondiale
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1954 1962 Right arrow.svg

Il campionato mondiale di calcio 1958 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1958 (in svedese Världsmästerskapet i fotboll 1958) è stata la sesta edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.

Si disputò in Svezia dall'8 al 29 giugno 1958 e fu vinto dal Brasile. Fu la prima edizione a cui l'Italia non riuscì a qualificarsi, la prima ad essere trasmessa in televisione in paesi anche non confinanti e quella ad aver prodotto il marcatore più prolifico per singolo torneo nella storia dei mondiali: il francese Just Fontaine, che segnò 13 reti in sei partite.[1]

Fu il mondiale della consacrazione di Edson Arantes do Nascimento, detto Pelé, numero 10 brasiliano.[2] O Rei conquistò i primati di più giovane marcatore (contro il Galles) in un mondiale e più giovane campione del mondo della storia, a 17 anni e 249 giorni.[3]

AssegnazioneModifica

La scelta della nazione svedese in quanto sede del torneo si verificò nel 1954, mentre era in svolgimento l'edizione elvetica.[4]

QualificazioniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 1958.

La fase eliminatoria si svolse tra l'autunno 1956 e l'autunno 1957, con un'appendice relativa alla sfida tra Italia e Irlanda del Nord: inizialmente previsto per il 4 dicembre 1957, l'incontro fu declassato ad esibizione amichevole per il mancato arrivo dell'arbitro Zsolt — il cui volo aereo venne impedito dalla nebbia di Londra — a Belfast.[5] Il recupero si tenne nella capitale nordirlandese il 15 gennaio 1958, terminando con la vittoria per 2-1 dei padroni di casa che ottennero la prima qualificazione: dal canto italiano, ciò coincise invece con la prima esclusione dal torneo.[6]

Da segnalare inoltre le mancate partecipazioni di Uruguay (due volte campione), Paesi Bassi e Spagna cui fece da contraltare il debutto dell'Unione Sovietica[7]; si trattò infine dell'unica edizione cui abbiano preso parte contemporaneamente le Home Nations, ovvero le quattro rappresentanti del Regno Unito.

StadiModifica

Un totale di dodici città in tutta la parte centrale e meridionale della Svezia hanno ospitato il torneo. I regolamenti FIFA richiedevano almeno sei stadi da 20.000 posti. Se la Danimarca si fosse qualificata, gli organizzatori avevano pianificato di utilizzare l'Idrætsparken a Copenaghen per le partite del girone della Danimarca. L'Idrætsparken fu rinnovato nel 1956 con questo progetto, ma la Danimarca perse contro l'Inghilterra in qualifica. Quando sorgono dubbi sull'opportunità di finanziamenti per la ricostruzione dell'Ullevi e del Malmö Stadion, gli organizzatori hanno considerato gli stadi di Copenaghen e Oslo come misure di emergenza.

Lo Råsundastadion è stato ampliato da 38.000 posti per la Coppa del Mondo costruendo banchi di testa. Il presidente del comitato organizzatore Holger Bergérus ha ipotecato la sua casa per pagarlo. Il nuovo stadio di Malmö fu costruito per la Coppa del Mondo, sostituendo il 1896 Malmö Stadion in un nuovo sito. L'Idrottsparken aveva 4.709 posti aggiunti per la Coppa del Mondo. Il governo municipale socialdemocratico si è rifiutato di pagare per questo fino a quando gli organizzatori non hanno minacciato di selezionare Folkungavallen a Linköping. Al Rimnersvallen, uno stand dal piccolo stadio Oddevallen è stato trasferito a Rimnersvallen per la Coppa del Mondo. La folla in Brasile contro l'Austria era stimata a 21.000, con più attenzione dal fianco della collina adiacente. Lo stadio più utilizzato è stato il Råsundastadion di Stoccolma, che ha ospitato 8 partite tra cui la finale, seguita dallo stadio Ullevi di Göteborg (il più grande stadio utilizzato durante il torneo), che ha ospitato 7 partite.

Solna (Stoccolma) Göteborg Malmö Helsingborg
Råsundastadion Ullevi Stadion Malmö Stadion Olympia
59°21′46″N 17°59′47″E / 59.362778°N 17.996389°E59.362778; 17.996389 (Råsundastadion) 57°42′21″N 11°59′14″E / 57.705833°N 11.987222°E57.705833; 11.987222 (Ullevi Stadion) 55°35′10″N 12°59′21″E / 55.586111°N 12.989167°E55.586111; 12.989167 (Malmö Stadion) 56°02′58″N 12°42′25″E / 56.049444°N 12.706944°E56.049444; 12.706944 (Olympia)
Capienza: 52 400 Capienza: 53 500 Capienza: 30 000 Capienza: 27 000
       
Eskilstuna Norrköping
Tunavallen Idrottsparken
59°22′14.4″N 16°29′42″E / 59.370667°N 16.495°E59.370667; 16.495 (Tunavallen) 58°35′03″N 16°10′23″E / 58.584167°N 16.173056°E58.584167; 16.173056 (Idrottsparken)
Capienza: 20 000 Capienza: 20 000
   
Sandviken Uddevalla
Jernvallen Rimnersvallen
60°36.4′N 16°46.3′E / 60.606667°N 16.771667°E60.606667; 16.771667 (Jernvallen) 58°21′24″N 11°57′00″E / 58.356667°N 11.95°E58.356667; 11.95 (Rimnersvallen)
Capienza: 20 000 Capienza: 17 778
   
Borås Halmstad Örebro Västerås
Ryavallen Örjans Vall Eyravallen Arosvallen
57°44′09″N 12°56′06″E / 57.735833°N 12.935°E57.735833; 12.935 (Ryavallen) 56°41′03″N 12°51′59″E / 56.684167°N 12.866389°E56.684167; 12.866389 (Örjans Vall) 59°15′58″N 15°13′23″E / 59.266111°N 15.223056°E59.266111; 15.223056 (Eyravallen) 59°37′14″N 16°32′28″E / 59.620556°N 16.541111°E59.620556; 16.541111 (Arosvallen)
Capienza: 15 000 Capienza: 15 000 Capienza: 13 000 Capienza: 10 000
     

Squadre partecipantiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 1958 e Convocazioni per il campionato mondiale di calcio 1958.
Pr. Squadra Data di qualificazione certa Confederazione Continente Partecipante in quanto Partecipazioni precedenti al torneo
1   Svezia 23 giugno 1950 UEFA Europa Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale 3 (1934, 1938, 1950)
2   Germania Ovest 4 luglio 1954 UEFA Europa Paese detentore del titolo 3 (1934, 1938, 1954)
3   Brasile 21 aprile 1957 CONMEBOL America meridionale Vincitrice del Gruppo 1 (CONMEBOL) 5 (1930, 1934, 1938, 1950, 1954)
4   Inghilterra 19 maggio 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 1 (UEFA) 2 (1950, 1954)
5   Paraguay 14 luglio 1957 CONMEBOL America meridionale Vincitrice del Gruppo 3 (CONMEBOL) 2 (1930, 1950)
6   Austria 29 settembre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 5 (UEFA) 2 (1934, 1954)
7   Argentina 27 ottobre 1957 CONMEBOL America meridionale Vincitrice del Gruppo 2 (CONMEBOL) 2 (1930, 1934)
8   Cecoslovacchia 27 ottobre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 4 (UEFA) 3 (1934, 1938, 1954)
9   Francia 27 ottobre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 2 (UEFA) 4 (1930, 1934, 1938, 1954)
10   Messico 27 ottobre 1957 NAFC America del Nord Vincitrice del Turno finale (CCCF/NAFC) 3 (1930, 1950, 1954)
11   Scozia 6 novembre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 9 (UEFA) 1 (1954)
12   Galles 10 novembre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Turno finale (CAF/AFC) e spareggio
13   Ungheria 10 novembre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 3 (UEFA) 3 (1934, 1938, 1954)
14   Jugoslavia 17 novembre 1957 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 7 (UEFA) 3 (1930, 1950, 1954)
15   Unione Sovietica 24 novembre 1957 UEFA Europa/Asia Vincitrice del Gruppo 6 (UEFA)
16   Irlanda del Nord 15 gennaio 1958 UEFA Europa Vincitrice del Gruppo 8 (UEFA)

Nota bene: nella sezione "partecipazioni precedenti al torneo", le date in grassetto indicano che la nazione ha vinto quella edizione del torneo, mentre le date in corsivo indicano la nazione ospitante.

Riassunto del torneoModifica

La Nazionale brasiliana, trascinata dal diciassettenne Pelé, vinse per la prima volta. L'altra finalista fu la padrona di casa Svezia, avente in Skoglund, Gren e Liedholm i propri uomini chiave. Terza fu la Francia, che piazzò Just Fontaine in vetta alla classifica dei marcatori con 13 reti, a tutt'oggi record di reti per la fase finale di un mondiale. Dopo la vittoriosa semifinale contro la Germania Ovest, per una scommessa legata all'accesso alla finale, i giocatori scandinavi si rasarono i capelli a zero.[8] In Brasile la notizia della vittoria arrivò via radio dove Leonidas, ormai ex giocatore, commentava. Al quinto gol Leonidas svenne in diretta, i tifosi impazzirono e 7 persone morirono d'infarto, ci fu festa nazionale per una settimana.[senza fonte]

Con questa affermazione, i verdeoro furono la prima selezione sudamericana (e l'unica) a conquistare il titolo nel Vecchio Continente.

RisultatiModifica

 
Piazzamenti delle nazionali

Fase a gironiModifica

Discriminanti e composizione dei gironiModifica

La formula delle finali della Coppa del Mondo 1958 prevedeva una fase a gironi ed una ad eliminazione diretta (dai quarti di finale in poi). I gironi sarebbero stati 4 all'italiana di sola andata composti da 4 squadre l'uno. La composizione dei gironi fu affidata ad un sorteggio pilotato, coll'adozione di 4 fasce di 4 squadre l'una: ogni girone avrebbe avuto squadre provenienti da 4 fasce diverse. Le fasce furono così compilate osservando esclusivamente criteri geografici:

  • Fascia 1: Europa Centrale e Settentrionale (Austria, Francia, Germania Federale, Svezia)
  • Fascia 2: America (Argentina, Brasile, Messico, Paraguay)
  • Fascia 3: Regno Unito (Galles, Inghilterra, Irlanda del Nord, Scozia)
  • Fascia 4: Europa dell'Est (Cecoslovacchia, Jugoslavia, Ungheria, URSS)

Alla seconda fase, ad eliminazione diretta, avrebbero avuto accesso le prime due classificate di ogni girone. I discriminanti erano solo due: punti e, in caso di parità, spareggio. Lo spareggio fu necessario in ben 3 gironi su 4: nel gruppo 1 (Irlanda del Nord sulla Cecoslovacchia); nel gruppo 3 (Galles sull'Ungheria) e nel gruppo 4 (URSS sull'Inghilterra). Nell'unico gruppo "immune", il secondo, fu necessario (quasi certamente) adottare il sorteggio per stabilire la prima e la seconda piazza fra Francia (che godeva di una migliore differenza reti) e Jugoslavia, entrambe terminate a 4 punti.

Infine analizziamo il comportamento delle varie fasce in termini di punti conquistati dalle squadre che ne facevano parte e qualificate ai quarti (fra parentesi la federazione con la migliore prestazione nel girone)

  • Fascia 1: 14 punti e 3 qualificate (Svezia)
  • Fascia 2: 11 punti ed 1 qualificata (Brasile)
  • Fascia 3: 10 punti e 2 qualificate (Galles)
  • Fascia 4: 13 punti e 2 qualificate (Jugoslavia)

Gruppo 1Modifica

Malmö
8 giugno 1958, ore 19:00
Germania Ovest  3 – 1
referto
  ArgentinaMalmö Stadion (31.156 spett.)
Arbitro:   Leafe

Halmstad
8 giugno 1958, ore 19:00
Irlanda del Nord  1 – 0
referto
  CecoslovacchiaÖrjans Vall (26.000 spett.)
Arbitro:   Seipelt

Halmstad
11 giugno 1958, ore 19:00
Argentina  3 – 1
referto
  Irlanda del NordÖrjans Vall (14.174 spett.)
Arbitro:   Ahlner

Helsingborg
11 giugno 1958, ore 19:00
Germania Ovest  2 – 2
referto
  CecoslovacchiaOlympia (25.000 spett.)
Arbitro:   Ellis

Malmö
15 giugno 1958, ore 19:00
Germania Ovest  2 – 2
referto
  Irlanda del NordMalmö Stadion (21.990 spett.)
Arbitro:   Campos

Helsingborg
15 giugno 1958, ore 19:00
Cecoslovacchia  6 – 1
referto
  ArgentinaOlympia (16.418 spett.)
Arbitro:   Ellis

ClassificaModifica
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Germania Ovest 4 3 1 2 0 7 5 +2
2.   Irlanda del Nord 3 3 1 1 1 4 5 -1
3.   Cecoslovacchia 3 3 1 1 1 8 4 +4
4.   Argentina 2 3 1 0 2 5 10 -5
SpareggioModifica
Malmö
17 giugno 1958, ore 19:00
Irlanda del Nord  2 – 1
(d.t.s.)
referto
  CecoslovacchiaMalmö Stadion (6.196 spett.)
Arbitro:   Guigue

Gruppo 2Modifica

Norrköping
8 giugno 1958, ore 19:00
Francia  7 – 3
referto
  ParaguayIdrottsparken (16.500 spett.)
Arbitro:   Gardeazabal

Västerås
8 giugno 1958, ore 19:00
Jugoslavia  1 – 1
referto
  ScoziaArosvallen (9.500 spett.)
Arbitro:   Wyssling

Västerås
11 giugno 1958, ore 19:00
Jugoslavia  3 – 2
referto
  FranciaArosvallen (12.000 spett.)
Arbitro:   Griffiths

Norrköping
11 giugno 1958, ore 19:00
Paraguay  3 – 2
referto
  ScoziaIdrottsparken (12.000 spett.)
Arbitro:   Orlandini

Örebro
15 giugno 1958, ore 19:00
Francia  2 – 1
referto
  ScoziaEyravallen (13.500 spett.)
Arbitro:   Brozzi

Eskilstuna
15 giugno 1958, ore 19:00
Paraguay  3 – 3
referto
  JugoslaviaTunavallen (12.000 spett.)
Arbitro:   Macko

ClassificaModifica
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Francia 4 3 2 0 1 11 7 +4
2.   Jugoslavia 4 3 1 2 0 7 6 +1
3.   Paraguay 3 3 1 1 1 9 12 -3
4.   Scozia 1 3 0 1 2 4 6 -2

Gruppo 3Modifica

Solna
8 giugno 1958, ore 14:00
Svezia  3 – 0
referto
  MessicoRåsunda (45.000 spett.)
Arbitro:   Latychev

Sandviken
8 giugno 1958, ore 19:00
Ungheria  1 – 1
referto
  GallesJernvallen (20.000 spett.)
Arbitro:   Codesal

Solna
11 giugno 1958, ore 19:00
Messico  1 – 1
referto
  GallesRåsunda (25.000 spett.)
Arbitro:   Lemesic

Solna
12 giugno 1958, ore 19:00
Svezia  2 – 1
referto
  UngheriaRåsunda (40.000 spett.)
Arbitro:   Mowat

Solna
15 giugno 1958, ore 14:00
Svezia  0 – 0
referto
  GallesRåsunda (35.000 spett.)
Arbitro:   Van Nuffel

Sandviken
15 giugno 1958, ore 19:00
Ungheria  4 – 0
referto
  MessicoJernvallen (13.300 spett.)
Arbitro:   Eriksson

ClassificaModifica
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Svezia 5 3 2 1 0 5 1 +4
2.   Galles 3 3 0 3 0 2 2 0
3.   Ungheria 3 3 1 1 1 6 3 +3
4.   Messico 1 3 0 1 2 1 8 -7
SpareggioModifica
Solna
17 giugno 1958, ore 19:00
Galles  2 – 1
referto
  UngheriaRåsunda (20.000 spett.)
Arbitro:   Latychev

Gruppo 4Modifica

Uddevalla
8 giugno 1958, ore 19:00
Brasile  3 – 0
referto
  AustriaRimnersvallen (17.778 spett.)
Arbitro:   Guigue

Göteborg
8 giugno 1958, ore 19:00
Unione Sovietica  2 – 2
referto
  InghilterraUllevi (49.348 spett.)
Arbitro:   Zsolt

Göteborg
11 giugno 1958, ore 19:00
Brasile  0 – 0
referto
  InghilterraUllevi (40.895 spett.)
Arbitro:   Dusch

Borås
11 giugno 1958, ore 19:00
Unione Sovietica  2 – 0
referto
  AustriaRyavallen (21.239 spett.)
Arbitro:   Jorgensen

Borås
15 giugno 1958, ore 19:00
Inghilterra  2 – 2
referto
  AustriaRyavallen (15.872 spett.)
Arbitro:   Bronkhorst

Göteborg
15 giugno 1958, ore 19:00
Brasile  2 – 0
referto
  Unione SovieticaUllevi (50.928 spett.)
Arbitro:   Guigue

ClassificaModifica
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.   Brasile 5 3 2 1 0 5 0 5
2.   Unione Sovietica 3 3 1 1 1 4 4 0
3.   Inghilterra 3 3 0 3 0 4 4 0
4.   Austria 1 3 0 1 2 2 7 -5
SpareggioModifica
Göteborg
17 giugno 1958, ore 19:00
Unione Sovietica  1 – 0
referto
  InghilterraUllevi (23.182 spett.)
Arbitro:   Dusch

Quarti di finaleModifica

Norrköping
19 giugno 1958, ore 19:00
Francia  4 – 0
referto
  Irlanda del NordIdrottsparken (12.000 spett.)
Arbitro:   Gardeazabal

Solna
19 giugno 1958, ore 19:00
Svezia  2 – 0
referto
  Unione SovieticaRåsunda (45.000 spett.)
Arbitro:   Leafe

Göteborg
19 giugno 1958, ore 19:00
Brasile  1 – 0
referto
  GallesUllevi (25.000 spett.)
Arbitro:   Seipelt

Malmö
19 giugno 1958, ore 19:00
Germania Ovest  1 – 0
referto
  JugoslaviaMalmö Stadion (20.000 spett.)
Arbitro:   Wyssling

SemifinaliModifica

Solna
24 giugno 1958, ore 19:00
Francia  2 – 5
referto
  BrasileRåsunda (27.000 spett.)
Arbitro:   Griffiths

Göteborg
24 giugno 1958, ore 19:00
Germania Ovest  1 – 3
referto
  SveziaUllevi (50.000 spett.)
Arbitro:   Zsolt

Finale 3º postoModifica

Göteborg
28 giugno 1958, ore 17:00
Germania Ovest  3 – 6
referto
  FranciaUllevi (25.000 spett.)
Arbitro:   Brozzi

FinaleModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Finale del campionato mondiale di calcio 1958.
Solna
29 giugno 1958, ore 15:00
Brasile  5 – 2
referto
  SveziaRåsunda fotbollsstadion (51.800 spett.)
Arbitro:   Guigue

Classifica marcatoriModifica

13 reti

6 reti

5 reti

4 reti

3 reti

2 reti

1 rete

NoteModifica

  1. ^ World Cup Sweden 1958, su fifa.com. URL consultato il 30 dicembre 2014.
  2. ^ Il numero 10 fu attribuito a caso dalla FIFA al futuro campione, in quanto la federazione brasiliana non aveva comunicato la numerazione dei propri giocatori.
  3. ^ FIFA Classic Player: The King of Football, su fifa.com. URL consultato il 30 dicembre 2014.
  4. ^ La Cina comunista ammessa nella F.I.F.A., in La Nuova Stampa, 22 giugno 1954, p. 4.
  5. ^ Aldo Pacor, Quando l'Irlanda ci tolse dalla storia, in la Repubblica, 22 maggio 1986, p. 16.
  6. ^ Angelo Rovelli, Quando gli azzurri furono aggrediti a Belfast, in La Gazzetta dello Sport, 22 gennaio 1997.
  7. ^ Sebastiano Vernazza, Storia di Streltsov, il Cassano dell'Urss, in La Gazzetta dello Sport, 4 giugno 2010.
  8. ^ Fabrizio Ponciroli, Tutto Mondiali, Calcio 2000, 2006, p. 12.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN230009820 · GND (DE5075397-6
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio