Finale della UEFA Europa League 2015-2016

1leftarrow blue.svgVoce principale: UEFA Europa League 2015-2016.

Finale della UEFA Europa League 2015-2016
St-Jakob-Park.jpg
Il St. Jakob-Park di Basilea, sede della finale disputata il 18 maggio 2016
Informazioni generali
SportFootball pictogram.svg Calcio
CompetizioneUEFA Europa League 2015-2016
Data18 maggio 2016
ImpiantoSt. Jakob-Park
Spettatori34 429
Dettagli dell'incontro
Liverpool Siviglia
1 3
ArbitroSvezia Jonas Eriksson
MVPSpagna Coke
Successione
← Finale della UEFA Europa League 2014-2015 Finale della UEFA Europa League 2016-2017 →

La finale della 7ª edizione della Europa League si è disputata il 18 maggio 2016 al St. Jakob-Park di Basilea, tra gli inglesi del Liverpool e gli spagnoli del Siviglia.

L'incontro, arbitrato dallo svedese Jonas Eriksson, ha visto la vittoria dei Rojiblancos che si sono imposti per 3-1 sui Reds conquistando per la terza volta consecutiva il trofeo (record), nonché quinto in totale. Il Siviglia ha ottenuto il diritto di giocare contro i vincitori della UEFA Champions League 2015-2016, i connazionali del Real Madrid, nella Supercoppa UEFA 2016 e di qualificarsi, inoltre, direttamente alla fase a gironi della UEFA Champions League 2016-2017.

Le squadreModifica

Squadre Partecipazioni precedenti
(il grassetto indica la vittoria)
  Liverpool 3 (1973, 1976, 2001)
  Siviglia 4 (2006, 2007, 2014, 2015)

Il cammino verso la finaleModifica

Il Liverpool di Jürgen Klopp, subentrato a Brendan Rodgers nel mese di ottobre, viene inserito nel Gruppo B insieme agli svizzeri del Sion, ai russi del Rubin Kazan' e ai francesi del Bordeaux. Gli inglesi si classificano al primo posto del girone con 10 punti conquistati, frutto di due vittorie e ben quattro pareggi. Nei sedicesimi i tedeschi dell'Augusta capitolano per 1-0 ad Anfield grazie al rigore di Milner, dopo che l'andata in Germania si era conclusa a reti inviolate. Agli ottavi di finale i Reds affrontano i connazionali del Manchester Utd, eliminandoli con un risultato complessivo di 3-1 tra andata e ritorno. Ai quarti vengono sorteggiati i tedeschi del Borussia Dortmund che, dopo aver pareggiato al Signal Iduna Park (1-1), vengono battuti in rimonta per 4-3 ad Anfield grazie alle reti di Origi, Coutinho, Sakho e Lovren. In semifinale gli spagnoli del Villarreal, dopo aver vinto per 1-0 in Spagna, vengono sconfitti con un netto 3-0 in Inghilterra. I Reds raggiungono così la quarta finale di Europa League della propria storia, a distanza di quindici anni dall'ultima disputata.

Il Siviglia di Unai Emery, due volte campione uscente e proveniente dalla fase a gironi della UEFA Champions League, esordisce nei sedicesimi contro i norvegesi del Molde, che vengono sconfitti con un risultato complessivo di 3-1 tra andata e ritorno. Agli ottavi di finale gli svizzeri del Basilea vengono superati con un netto 3-0 al Ramón Sánchez-Pizjuán (rete di Rami e doppietta di Gameiro), dopo che l'andata al St. Jakob-Park era terminata a reti inviolate. Ai quarti i connazionali dell'Athletic Bilbao vengono sconfitti per 2-1 al San Mamés grazie ai gol di Kolodziejczak e Iborra, ma vincono col medesimo risultato a Siviglia. Ai rigori prevale la squadra di Emery per 5-4 grazie alla decisiva realizzazione di Gameiro. In semifinale gli ucraini dello Šachtar, dopo aver pareggiato per 2-2 all'Arena L'viv in Ucraina, vengono battuti per 3-1 al Ramón Sánchez-Pizjuán (doppietta di Coke e gol di Gameiro). I Rojiblancos raggiungono così la quinta finale di Europa League della propria storia, nonché terza consecutiva, avendo ancora la possibilità di difendere il trofeo.

Tabella riassuntiva del percorsoModifica

Note: In ogni risultato sottostante, il punteggio della finalista è menzionato per primo. (C: Casa; T: Trasferta)

  Liverpool Turno   Siviglia
Europa League Champions League
Avversario Risultato Fase a gironi (EL, CL) Avversario Risultato
  Bordeaux 1–1 (T) Giornata 1   Borussia M'gladbach 3–0 (C)
  Sion 1–1 (C) Giornata 2   Juventus 0–2 (T)
  Rubin 1–1 (C) Giornata 3   Manchester City 1–2 (T)
  Rubin 1–0 (T) Giornata 4   Manchester City 1–3 (C)
  Bordeaux 2–1 (C) Giornata 5   Borussia M'gladbach 2–4 (T)
  Sion 0–0 (T) Giornata 6   Juventus 1–0 (C)
1ª classificata del Gruppo B
Squadra Pt G
  Liverpool 10 6
  Sion 9 6
  Rubin 6 6
  Bordeaux 4 6
Piazzamenti finali 3ª classificata del Gruppo D
Squadra Pt G
  Manchester City 12 6
  Juventus 11 6
  Siviglia 6 6
  Borussia M'gladbach 5 6
Europa League
Avversario Tot. Andata Ritorno Fase a eliminazione diretta Avversario Tot. Andata Ritorno
  Augusta 1–0 0–0 (T) 1–0 (C) Sedicesimi di finale   Molde 3–1 3–0 (C) 0–1 (T)
  Manchester Utd 3–1 2–0 (C) 1–1 (T) Ottavi di finale   Basilea 3–0 0–0 (T) 3–0 (C)
  Borussia Dortmund 5–4 1–1 (T) 4–3 (C) Quarti di finale   Athletic Bilbao 3–3 (5-4 (dcr)) 2–1 (T) 1–2 (dts) (C)
  Villarreal 3–1 0–1 (T) 3–0 (C) Semifinali   Šachtar 5–3 2–2 (T) 3–1 (C)


Descrizione della partitaModifica

La prima frazione di gioco ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto con il Liverpool abile a passare in vantaggio al 35' con Daniel Sturridge (esterno sinistro a giro) ma non altrettanto a chiudere la partita nonostante alcune ottime occasioni create. Al ritorno dall'intervallo l'immediato pareggio del Siviglia: Kevin Gameiro ha finalizzato un perfetto assist di Mariano riportando la gara in equilibrio (46'). Da quel momento in avanti si è assistito ad un netto dominio da parte degli spagnoli, capaci di colpire due volte con Coke nel giro di sei minuti, al 64' e al 70'.

Per il Siviglia si è trattato del terzo successo consecutivo nella manifestazione, il quinto complessivo (record) in dieci anni, ottenendo inoltre l'accesso diretto alla fase a gironi della UEFA Champions League 2016-2017. Con questa affermazione Unai Emery ha raggiunto Giovanni Trapattoni in testa alla classifica degli allenatori più vincenti nella storia della Coppa UEFA/Europa League. Per il Liverpool è stata invece la prima sconfitta dopo tre vittorie in altrettante apparizioni in finale.

Infine, il Liverpool diventò il secondo club inglese e quarto in assoluto, dopo l'Amburgo, la Fiorentina e l'Arsenal ad aver perso almeno una finale in ciascuna delle competizioni confederali stagionali (in precedenza fu sconfitta nelle finali di Coppa delle Coppe 1965-1966 contro il Borussia Dortmund e di Coppa dei Campioni 1984-1985 contro la Juventus).[1]

TabellinoModifica

Basilea
18 maggio 2016, ore 20:45 CEST
Liverpool1 – 3
referto
SivigliaSt. Jakob-Park (34,429 spett.)
Arbitro:   Jonas Eriksson

Liverpool
Siviglia
GK 22   Simon Mignolet
RB 2   Nathaniel Clyne   90+4’
CB 6   Dejan Lovren   30’
CB 4   Kolo Touré   82’
LB 18   Alberto Moreno
CM 7   James Milner (c)
CM 23   Emre Can
RW 20   Adam Lallana   73’
AM 11   Roberto Firmino   69’
LW 10   Philippe Coutinho
CF 15   Daniel Sturridge
Sostituti:
GK 52   Danny Ward
DF 37   Martin Škrtel
MF 14   Jordan Henderson
MF 21   Lucas
MF 24   Joe Allen   73’
FW 9   Christian Benteke   82’
FW 27   Divock Origi   72’   69’
Allenatore:
  Jürgen Klopp
 
GK 31   David Soria
RB 25   Mariano   84’
CB 3   Adil Rami   77’   78’
CB 6   Daniel Carriço
LB 18   Sergio Escudero
CM 4   Grzegorz Krychowiak
CM 15   Steven N'Zonzi
RW 23   Coke (c)
AM 19   Éver Banega   57’   90+3’
LW 20   Vitolo   56’
CF 9   Kevin Gameiro   89’
Sostituti:
GK 1   Sergio Rico
DF 5   Timothée Kolodziejczak   78’
DF 21   Nicolás Pareja
MF 8   Vicente Iborra   89’
MF 14   Sebastián Cristóforo   90+3’
MF 22   Yevhen Konoplyanka
FW 24   Fernando Llorente
Allenatore:
  Unai Emery

NoteModifica

  1. ^ Si rinnova la sfida Juventus-Fiorentina, su it.uefa.com, 4 marzo 2014.

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio