Apri il menu principale
Italia Gran Premio d'Italia 1960
Gran Premio d'Europa 1960
93º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 9 di 10 del Campionato 1960
Monza 1955.jpg
Data 4 settembre 1960
Nome ufficiale XXXI Gran Premio d'Italia
XX Gran Premio d'Europa
Luogo Autodromo Nazionale Monza
Percorso 10,000 km
Circuito permanente
Distanza 50 giri, 500,000 km
Clima Sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Stati Uniti Phil Hill Stati Uniti Phil Hill
Ferrari in 2:41.4 Ferrari in 2:43.6
(nel giro 23)
Podio
1. Stati Uniti Phil Hill
Ferrari
2. Stati Uniti Richie Ginther
Ferrari
3. Belgio Willy Mairesse
Ferrari

Il Gran Premio d'Italia 1960 si è svolto domenica 4 settembre 1960 a Monza.

La stagione 1960 era stata frustrante per la Ferrari di Formula 1. Correndo con la obsoleta Dino 246, una vettura dotata di motore anteriore, opposta alla tendenza progettuale che voleva oramai vetture dotate di motore posteriore, che avevano mostrato maggiore competitività, la Ferrari aveva ottenuto, fino ad allora, solo risultati deludenti. A causa del boicottaggio della gara da parte delle scuderie britanniche, il campionato era già stato deciso in favore di Jack Brabham e la Ferrari non aveva ottenuto nessuna vittoria. Vedendo l'occasione di poterla ottenere qui a Monza, gli organizzatori italiani decisero di elevare ulteriormente l'unico vantaggio della Ferrari, la velocità in rettilineo, decidendo di riutilizzare la pista combinata al circuito ovale, detta anello di alta velocità e dotato di curve inclinate, rendendo così ancora più veloce il circuito di Monza.

Citando la fragilità delle loro vetture e dei pericoli dovuti all'anello ad alta velocità, i principali team ufficiali britannici dell'epoca, Lotus, BRM e Cooper, decisero di boicottare l'evento, che comportò la necessità di iscrivere alla corsa vetture di partecipanti privati e auto di Formula 2.

La gara fu una corsa a fila indiana fra le Ferrari, con Ginther che condusse dall'inizio e alla fine fu superato da Phil Hill. I due, con il compagno di squadra Willy Mairesse, ottennero così un risultato storico di 1º-2º-3º posto per la Ferrari. Il boicottaggio dei teams inglesi permise anche alla Scuderia Castellotti di segnare i suoi unici punti validi per il campionato del mondo con Giulio Cabianca grazie al quarto posto ottenuto con la sua Cooper T51, arrivata a due giri dietro Phil Hill e davanti alla quarta auto della Scuderia Ferrari, condotta da Wolfgang von Trips.

Fu la prima vittoria per un pilota statunitense in un Gran Premio da quando fu istituito il campionato di Formula Uno nel 1950, e l'ultima di una vettura a motore anteriore in Formula Uno.

Nessuno dei piloti al via aveva ottenuto in precedenza una vittoria in Formula 1; si tratta dell'unico Gran Premio nella storia di questo sport in cui è avvenuto ciò, se si esclude il primo in assoluto, il Gran Premio di Gran Bretagna 1950, e la 500 Miglia di Indianapolis 1950.

QualificheModifica

Pos Naz Pilota Auto Squadra Tempo Distacco
1 20   Phil Hill Ferrari Scuderia Ferrari 2:41.4 -
2 18   Richie Ginther Ferrari Scuderia Ferrari 2:43.3 +1.9
3 16   Willy Mairesse Ferrari Scuderia Ferrari 2:43.9 +2.5
4 2   Giulio Cabianca Cooper-Castellotti Scuderia Castellotti 2:49.3 +7.9
5 36   Giorgio Scarlatti Cooper-Maserati Scuderia Castellotti 2:49.7 +8.3
6 22   Wolfgang von Trips Ferrari Scuderia Ferrari 2:51.9 +10.5
7 6   Brian Naylor JBW-Maserati JB Naylor 2:52.4 +11.0
8 4   Gino Munaron Cooper-Castellotti Scuderia Castellotti 2:53.1 +11.7
9 34   Alfonso Thiele Cooper-Maserati Scuderia Centro Sud 2:56.6 +15.2
10 26   Hans Herrmann Porsche Porsche System Engineering 2:58.3 +16.9
11 8   Arthur Owen Cooper-Climax Privato 3:01.5 +20.1
12 24   Edgar Barth Porsche Porsche KG 3:02.1 +20.7
13 10   Wolfgang Seidel Cooper-Climax Privato 3:07.0 +25.6
14 28   Fred Gamble Behra-Porsche-Porsche Camoradi International 3:10.6 +29.2
15 12   Piero Drogo Cooper-Climax Scuderia Colonia 3:11.9 +30.5
16 30   Vic Wilson Cooper-Climax Equipe Prideux 3:16.5 +35.1
17 14   Horace Gould Maserati H.H. Gould - -

GaraModifica

I risultati del GP sono stati i seguenti[1]:

Pos Naz Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 20   Phil Hill Ferrari 50 2:21:09.2 1 8
2 18   Richie Ginther Ferrari 50 +2:27.6 2 6
3 16   Willy Mairesse Ferrari 49 +1 giro 3 4
4 2   Giulio Cabianca Cooper-Castellotti 48 +2 giri 4 3
5 22   Wolfgang von Trips Ferrari 48 +2 giri 6 2
6 26   Hans Herrmann Porsche 47 +3 giri 10 1
7 24   Edgar Barth Porsche 47 +3 giri 12  
8 12   Piero Drogo Cooper-Climax 45 +5 giri 15  
9 10   Wolfgang Seidel Cooper-Climax 44 +6 giri 13  
10 28   Fred Gamble Behra-Porsche-Porsche 41 +9 giri 14  
Rit 6   Brian Naylor JBW-Maserati 41 Cambio 7  
Rit 34   Alfonso Thiele Cooper-Maserati 32 Cambio 9  
Rit 4   Gino Munaron Cooper-Castellotti 27 Motore 8  
Rit 36   Giorgio Scarlatti Cooper-Maserati 26 Motore 5  
Rit 30   Vic Wilson Cooper-Climax 23 Motore 16  
Rit 8   Arthur Owen Cooper-Climax 0 Incidente 11  
NP 14   Horace Gould Maserati Condotto d'olio 17

StatisticheModifica

PilotiModifica

CostruttoriModifica

MotoriModifica

Giri al comandoModifica

Classifiche MondialiModifica

NoteModifica

  1. ^ Risultati del GP, su formula1.com.
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1960
                   
   

Edizione precedente:
1959
Gran Premio d'Italia
Edizione successiva:
1961
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1