Apri il menu principale

Gran Premio del Belgio 1988

463º Gran Premio valido per il Campionato mondiale di Formula 1
Belgio Gran Premio del Belgio 1988
463º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 11 di 16 del Campionato 1988
Il circuito di Spa-Francorchamps
Il circuito di Spa-Francorchamps
Data 28 agosto 1988
Nome ufficiale Champion Belgian Grand Prix
Luogo Circuito di Spa-Francorchamps
Percorso 6,940 km / 4,312 US mi
Circuito permanente
Distanza 43 giri, 298,420 km/ 185,429 US mi
Clima Caldo, asciutto e coperto
Risultati
Pole position Giro più veloce
Brasile Ayrton Senna Austria Gerhard Berger
McLaren - Honda in 1'53"718 Ferrari in 2'00"772
(nel giro 10)
Podio
1. Brasile Ayrton Senna
McLaren - Honda
2. Francia Alain Prost
McLaren - Honda
3. Italia Ivan Capelli
March - Judd

Il Gran Premio del Belgio 1988 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 28 agosto 1988 sul Circuito di Spa-Francorchamps. Fu l'undicesima prova del mondiale 1988 e vide la vittoria di Ayrton Senna su McLaren - Honda, seguito da Alain Prost e da Ivan Capelli.

Prima della garaModifica

QualificheModifica

Le qualifiche furono come al solito dominate dalle due McLaren di Senna e Prost, con il brasiliano in pole position davanti al compagno di squadra. In seconda fila si piazzarono le due Ferrari di Berger e Alboreto, seguite da Patrese, Boutsen, Nannini e Nakajima.

ClassificaModifica

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 12   Ayrton Senna McLaren - Honda 1'53"718
2 11   Alain Prost McLaren - Honda 1'54"128 +0"410
3 28   Gerhard Berger Ferrari 1'54"581 +0"863
4 27   Michele Alboreto Ferrari 1'55"665 +1"947
5 6   Riccardo Patrese Williams - Judd 1'57"138 +3"420
6 20   Thierry Boutsen Benetton - Ford 1'57"455 +3"737
7 19   Alessandro Nannini Benetton - Ford 1'57"535 +3"817
8 2   Satoru Nakajima Lotus - Honda 1'57"616 +3"898
9 1   Nelson Piquet Lotus - Honda 1'57"821 +4"103
10 17   Derek Warwick Arrows - Megatron 1'57"925 +4"207
11 18   Eddie Cheever Arrows - Megatron 1'57"980 +4"262
12 5   Martin Brundle Williams - Judd 1'58"206 +4"488
13 15   Maurício Gugelmin March - Judd 1'58"361 +4"643
14 16   Ivan Capelli March - Judd 1'59"439 +5"721
15 36   Alex Caffi Dallara Scuderia Italia - Ford 1'59"776 +6"058
16 30   Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 1'59"906 +6"188
17 25   René Arnoux Ligier - Judd 2'00"037 +6"319
18 14   Philippe Streiff AGS - Ford 2'00"410 +6"692
19 22   Andrea De Cesaris Rial - Ford 2'00"521 +6"803
20 26   Stefan Johansson Ligier - Judd 2'00"857 +7"139
21 3   Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 2'01"078 +7"360
22 31   Gabriele Tarquini Coloni - Ford 2'01"359 +7"641
23 29   Yannick Dalmas Lola Larrousse - Ford 2'01"467 +7"749
24 9   Piercarlo Ghinzani Zakspeed 2'01"899 +8"181
25 10   Bernd Schneider Zakspeed 2'01"938 +8"220
26 21   Nicola Larini Osella - Alfa Romeo 2'02"029 +8"311
NQ 24   Luis Pérez-Sala Minardi - Ford 2'02"129 +8"411
NQ 23   Pierluigi Martini Minardi - Ford 2'02"314 +8"596
NQ 33   Stefano Modena EuroBrun - Ford 2'02"322 +8"604
NQ 4   Julian Bailey Tyrrell - Ford 2'02"519 +8"801

GaraModifica

Al via Prost partì meglio del compagno di squadra, sorpassandolo al tornante della Source; tuttavia, Senna ebbe un'accelerazione migliore in uscita dalla curva e al termine del rettilineo Kemmel recuperò il comando, non cedendolo più fino alla bandiera a scacchi. I ritiri dei due piloti della Ferrari e di Patrese per problemi tecnici lasciarono in terza e quarta posizione Boutsen e Nannini; tuttavia, i due furono successivamente squalificati per aver utilizzato benzina non regolamentare. Il terzo posto passò, a tavolino, a Capelli; in zona punti entrarono, oltre a Piquet, Warwick e Cheever.

Con questa vittoria Senna conquistò la testa del mondiale piloti, risultando favorito rispetto al compagno di squadra anche per la regola degli scarti (il brasiliano aveva nove risultati utili contro i dieci di Prost; per la classifica finale sarebbero stati validi solo gli undici migliori risultati). A cinque gare dal termine, la McLaren conquistò matematicamente il Campionato Mondiale Costruttori.

ClassificaModifica

Pos N. Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 12   Ayrton Senna McLaren - Honda 43 1h28'00"549 1 9
2 11   Alain Prost McLaren - Honda 43 + 30"470 2 6
3 16   Ivan Capelli March - Judd 43 + 1'15"768 14 4
4 1   Nelson Piquet Lotus - Honda 43 + 1'23"628 9 3
5 17   Derek Warwick Arrows - Megatron 43 + 1'25"355 10 2
6 18   Eddie Cheever Arrows - Megatron 42 + 1 giro 11 1
7 5   Martin Brundle Williams - Judd 42 + 1 giro 12
8 36   Alex Caffi Dallara Scuderia Italia - Ford 42 + 1 giro 15
9 30   Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 42 + 1 giro 16
10 14   Philippe Streiff AGS - Ford 42 + 1 giro 18
11 26   Stefan Johansson Ligier - Judd 39 Motore 20
12 3   Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 39 Problemi all'acceleratore 21
13 10   Bernd Schneider Zakspeed 38 Cambio 25
SQ 20   Thierry Boutsen Benetton - Ford 43 Benzina irregolare[1] 6
SQ 19   Alessandro Nannini Benetton - Ford 43 Benzina irregolare[1] 7
Rit 31   Gabriele Tarquini Coloni - Ford 36 Problemi allo sterzo 22
Rit 27   Michele Alboreto Ferrari 35 Motore 4
Rit 6   Riccardo Patrese Williams - Judd 30 Motore 5
Rit 15   Maurício Gugelmin March - Judd 29 Testacoda 13
Rit 9   Piercarlo Ghinzani Zakspeed 25 Problema alla perdita d'olio 24
Rit 2   Satoru Nakajima Lotus - Honda 22 Motore 8
Rit 21   Nicola Larini Osella - Alfa Romeo 14 Problemi al sistema di benzina 26
Rit 28   Gerhard Berger Ferrari 11 Problemi d'iniezione 3
Rit 29   Yannick Dalmas Lola Larrousse - Ford 9 Motore 23
Rit 22   Andrea De Cesaris Rial - Ford 2 Collisione con R.Arnoux 19
Rit 25   René Arnoux Ligier - Judd 2 Collisione con A.De Cesaris 17
NQ 24   Luis Pérez-Sala Minardi - Ford
NQ 23   Pierluigi Martini Minardi - Ford
NQ 33   Stefano Modena EuroBrun - Ford
NQ 4   Julian Bailey Tyrrell - Ford
NPQ 32   Oscar Larrauri EuroBrun - Ford

ClassificheModifica

FontiModifica

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1988
                               
   

Edizione precedente:
1987
Gran Premio del Belgio
Edizione successiva:
1989

NoteModifica

  1. ^ a b Le Benetton di Boutsen e Nannini, rispettivamente terzo e quarto al traguardo, furono squalificate, a stagione terminata, per avere utilizzato benzina con un numero di ottani superiore a 102. ( Adriano Cimarosti, Grand Prix Story, Milano, Giorgio Nada editore, 1990, p.392, ISBN 88-7911-025-X.)
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1