Apri il menu principale

Gran Premio di San Marino 1999

corsa automobilistica
San Marino Gran Premio di San Marino 1999
633º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 3 di 16 del Campionato 1999
Imola.svg
Data 2 maggio 1999
Luogo Autodromo Enzo e Dino Ferrari
Percorso 4.930 km / 3.064 US mi
circuito permanente
Distanza 62 giri, 305.660 km/ 189.937 US mi
Clima soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Mika Häkkinen Germania Michael Schumacher
McLaren - Mercedes in 1'26"362 Ferrari in 1'28"362
(nel giro 45)
Podio
1. Germania Michael Schumacher
Ferrari
2. Regno Unito David Coulthard
McLaren - Mercedes
3. Brasile Rubens Barrichello
Stewart - Ford

Il Gran Premio di San Marino 1999 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 2 maggio 1999 sull'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. La gara è stata vinta da Michael Schumacher, che firma il 34° successo in Formula 1, su Ferrari; il team di Maranello, inoltre, non vinceva ad Imola da ben 16 anni, con l'ultima vittoria di Patrick Tambay nel 1983. Secondo e terzo sono giunti rispettivamente Coulthard e Barrichello. Il brasiliano ha partecipato in questa occasione alla 100ª gara della sua carriera nella massima categoria.

Prima della garaModifica

  • Badoer, sostituito nel Gran Premio del Brasile da Sarrazin per un infortunio ad una mano riportato durante dei test con la Ferrari, torna alla guida della Minardi.
  • La BAR sostituisce Zonta, infortunatosi durante le prove del Gran Premio del Brasile, con Salo; il pilota finlandese sostituisce il brasiliano anche a Monaco e in Spagna.

QualificheModifica

ResocontoModifica

Häkkinen e Coulthard monopolizzano la prima fila per la terza gara consecutiva, con il finlandese che batte il compagno di squadra per appena ventidue millesimi; terzo è Michael Schumacher, staccato di meno di due decimi dai piloti della McLaren. Seguono Irvine, il sorprendente Villeneuve (quinto con la BAR), Barrichello, Frentzen, Hill, Ralf Schumacher e Zanardi. In difficoltà le Benetton, con Fisichella sedicesimo e Wurz diciassettesimo.

RisultatiModifica

Pos N Pilota Costruttore/Motore Giro Gap
1 1   Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 1'26"362
2 2   David Coulthard McLaren - Mercedes 1'26"384 +0"022
3 3   Michael Schumacher Ferrari 1'26"538 +0"176
4 4   Eddie Irvine Ferrari 1'26"993 +0"631
5 22   Jacques Villeneuve BAR - Supertec 1'27"313 +0"951
6 16   Rubens Barrichello Stewart - Ford 1'27"409 +1"047
7 8   Heinz-Harald Frentzen Jordan - Mugen-Honda 1'27"613 +1"251
8 7   Damon Hill Jordan - Mugen-Honda 1'27"708 +1"346
9 6   Ralf Schumacher Williams - Supertec 1'27"770 +1"408
10 5   Alessandro Zanardi Williams - Supertec 1'28"142 +1"780
11 18   Olivier Panis Prost - Peugeot 1'28"205 +1"843
12 17   Johnny Herbert Stewart - Ford 1'28"246 +1"884
13 11   Jean Alesi Sauber - Petronas 1'28"253 +1"891
14 19   Jarno Trulli Prost - Peugeot 1'28"403 +2"041
15 12   Pedro Diniz Sauber - Petronas 1'28"599 +2"237
16 9   Giancarlo Fisichella Benetton - Playlife 1'28"750 +2"388
17 10   Alexander Wurz Benetton - Playlife 1'28"765 +2"403
18 14   Pedro de la Rosa Arrows 1'29"293 +2"931
19 23   Mika Salo BAR - Supertec 1'29"451 +3"089
20 15   Toranosuke Takagi Arrows 1'29"656 +3"294
21 21   Marc Gené Minardi - Ford 1'30"035 +3"673
22 20   Luca Badoer Minardi - Ford 1'30"945 +4"583

GaraModifica

ResocontoModifica

Al via rimane fermo sulla griglia di partenza Villeneuve; il pilota canadese si deve ritirare immediatamente. Häkkinen mantiene la testa della corsa davanti al compagno di squadra; il finlandese comincia subito a distanziare i rivali, arrivando ad avere un vantaggio di circa tredici secondi. Nel corso del diciassettesimo passaggio, però, Häkkinen va largo all'ultima curva, sbandando sul cordolo e andando a sbattere contro le barriere; passa così in testa Coulthard, seguito da Michael Schumacher. Il pilota della Ferrari effettua il suo pit stop al 31º giro, mentre Coulthard rifornisce quattro tornate più tardi; quando torna in pista, lo scozzese è alle spalle del rivale. Rallentato da alcuni doppiati, Coulthard non riesce a riguadagnare la prima posizione neanche quando Schumacher si ferma nuovamente ai box.

Al 46º giro sulla Ferrari di Irvine, che occupava la terza posizione, si rompe il motore; Frentzen, che lo seguiva da vicino, scivola sull'olio perso dalla vettura del nordirlandese, andando in testacoda e ritirandosi. Alle spalle di Michael Schumacher e Coulthard chiude quindi Barrichello, che porta il primo podio stagionale alla Stewart; quarto è Hill, seguito da Fisichella ed Alesi. Questi ultimi approfittano del doppio ritiro, a quattro tornate dal termine, di Herbert e Zanardi, rispettivamente quinto e sesto; curiosamente, l'abbandono dei due avviene più o meno allo stesso modo di quello di Irvine e Frentzen, con Zanardi che scivola sull'olio perso dalla vettura di Herbert.

RisultatiModifica

Pos N Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 3   Michael Schumacher Ferrari 62 1h33'44"792 3 10
2 2   David Coulthard McLaren - Mercedes 62 +4"265 2 6
3 16   Rubens Barrichello Stewart - Ford 61 +1 giro 6 4
4 7   Damon Hill Jordan - Mugen-Honda 61 +1 giro 8 3
5 9   Giancarlo Fisichella Benetton - Playlife 61 +1 giro 16 2
6 11   Jean Alesi Sauber - Petronas 61 +1 giro 13 1
7 23   Mika Salo BAR - Supertec 59 +3 giri 19
8 20   Luca Badoer Minardi - Ford 59 +3 giri 22
9 21   Marc Gené Minardi - Ford 59 +3 giri 21
10 17   Johnny Herbert Stewart - Ford 58 Motore 12
11 5   Alessandro Zanardi Williams - Supertec 58 Testacoda 10
Rit 12   Pedro Diniz Sauber - Petronas 49 Testacoda 15
Rit 18   Olivier Panis Prost - Peugeot 48 Acceleratore 11
Rit 4   Eddie Irvine Ferrari 46 Motore 4
Rit 8   Heinz-Harald Frentzen Jordan - Mugen-Honda 46 Testacoda 7
Rit 15   Toranosuke Takagi Arrows 29 Pressione benzina 20
Rit 6   Ralf Schumacher Williams - Supertec 28 Acceleratore 9
Rit 1   Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 17 Incidente 1
Rit 14   Pedro de la Rosa Arrows 5 Collisione con A.Wurz 18
Rit 10   Alexander Wurz Benetton - Playlife 5 Collisione con P.de la Rosa 17
Rit 22   Jacques Villeneuve BAR - Supertec 0 Cambio 14
Rit 19   Jarno Trulli Prost - Peugeot 0 Testacoda 5

ClassificheModifica

FontiModifica

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1999
                               
   

Edizione precedente:
1998
Gran Premio di San Marino
Edizione successiva:
2000
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1