Le ragazze del centralino

serie televisiva spagnola
Le ragazze del centralino
Le ragazze del centralino.jpg
Titolo originaleLas chicas del cable
PaeseSpagna
Anno2017-2020
Formatoserie TV
Generedrammatico, in costume, sentimentale
Stagioni5
Episodi42
Durata50 min (episodio)
Lingua originalespagnolo
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreRamón Campos, Gema R. Neira, Teresa Fernández Valdéz
RegiaCarlos Sedes, David Pinillos
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivoErik Barmack, Ramón Campos, Teresa Fernández Valdéz
Casa di produzioneNetflix, Bambú Producciones
Prima visione
Distribuzione originale
Dal28 aprile 2017
Al3 luglio 2020
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Dal28 aprile 2017
Al3 luglio 2020
DistributoreNetflix

Le ragazze del centralino (Las chicas del cable) è una serie televisiva spagnola. La prima stagione, composta da otto episodi, è stata distribuita il 28 aprile 2017 in tutti i paesi in cui Netflix è disponibile.

Si tratta della prima serie spagnola interamente ideata, prodotta e rilasciata da Netflix.

A maggio 2017 viene rinnovata per una seconda stagione, sempre di otto episodi, che è stata rilasciata il 25 dicembre dello stesso anno. Il 7 settembre 2018 Netflix pubblica anche la terza stagione e annuncia il rinnovo fino alla sesta.

Dopo la quarta stagione, uscita il 9 agosto 2019[1][2][3], tuttavia, gli sceneggiatori tornano sui loro passi e dichiarano che non ci sarà una sesta stagione. La quinta e ultima stagione sarà però composta da dieci episodi, invece dei canonici otto, e suddivisa in due parti. La prima parte viene pubblicata il 14 febbraio 2020, mentre la seconda parte, con l’episodio finale della serie, esce il 3 luglio 2020.

TramaModifica

Le protagoniste sono cinque giovani donne che vengono assunte come centraliniste dalla Compagnia telefonica nazionale spagnola. Le ragazze diventano amiche, nonostante abbiano caratteri e storie personali molto diverse, e promuovono una rivoluzione tra amori, amicizie e carriera nella Madrid del 1928.

La voce narrante è quella di Alba Romero, che si fa assumere come Lidia Aguilar per derubare la Compagnia. Verrà però scoperta dal Direttore, Francisco, il suo primo amore che aveva perso di vista appena arrivata a Madrid e che sceglierà di aiutarla, non denunciandola, a patto che non scappi via. I due scopriranno infatti di essere ancora innamorati, nonostante siano trascorsi dieci anni e lui sia ormai sposato con la figlia del proprietario della Compagnia, e inizieranno una tormentata storia d’amore. A complicare la situazione, infatti, interverrà Carlos, cognato e migliore amico di Francisco, che si innamorerà a sua volta di Lidia senza sapere chi sia davvero. Quest’ultima dovrà quindi scegliere tra i due e, contemporaneamente, fare i conti con il proprio passato in vista del futuro.

Al suo fianco ci saranno Carlota, Marga, Angeles e Sara, grazie alle quali Lidia scoprirà l’importanza dell’amicizia, vero valore centrale dell’intera serie.

Il ruolo della donnaModifica

L’obiettivo principale della serie è raccontare la condizione della donna nella società degli anni ‘20, attraverso le scelte e soprattutto le lotte delle protagoniste. Ognuna di loro ha infatti una storia personale diversa, ma sono tutte accomunate dal desiderio di rivalsa verso uomini (padri, zii, mariti, fidanzati) che pretendono di decidere il loro futuro. Proprio questo desiderio cementerà la loro unione, che a sua volta servirà a ciascuna per trovare il coraggio di ribellarsi, sempre supportata dalle altre.

Violenza sulle donneModifica

È un altro tema centrale nella serie, che sottolinea quanto gli abusi a danno delle donne fossero comuni nel periodo in cui è ambientata.

Già all’inizio della prima stagione, ad esempio, si vede Angeles subire violenza da Mario, il marito, che abusa di lei psicologicamente (costringendola a lasciare il lavoro e minacciando di non farle più vedere la figlia, se si separeranno) ma anche fisicamente, picchiandola mentre è incinta al punto da causarle un aborto.

Oltre a quella domestica, vengono mostrate diverse altre forme di violenza (medica, poliziesca) perpetrate a danno delle donne spesso da altre donne.

Vengono inoltre mostrate scene crude, per spingere lo spettatore ad una riflessione su un tema del passato ma ancora attuale.

Rotary 7-AModifica

Nel 1923 la Compagnia Telefonica Nazionale Spagnola (CTNE) iniziò a installare il Rotary 7-A, un nuovo sistema di telecomunicazioni, in tutto il Paese. L'inventore di questo sistema fu Almon B. Strowger nel 1889 negli Stati Uniti. Rotary 7-A permetteva la comunicazione automatica tra gli abbonati, senza la necessità di un teleoperatore per connettere entrambe le chiamate. Non solo era importante per il semplice fatto che il processo di chiamata era semplificato, ma aumentava la privacy delle chiamate. Ci viene mostrato come alcuni teleoperatori trascrivono i contenuti di alcune delle chiamate che hanno ricevuto al fine di conoscere informazioni riservate su governi o fazioni rivali.

Le vere "ragazze del centralino"Modifica

Sebbene inizialmente la professione di teleoperatore fosse destinata agli uomini, ben presto è diventato un lavoro prettamente femminile. Addirittura, in molti paesi l’operatrice telefonica è stato per decenni tra i pochi lavori che potevano svolgere le donne, insieme a maestra e segretaria.

Gli operatori dovevano collegare manualmente le chiamate (come mostrato nella serie), per contattare gli interlocutori.

Sebbene la serie sia ambientata negli anni '20, in Spagna esistevano già operatori telefonici dal 1886 e la Spagna ha avuto centrali elettriche manuali fino al 1988, quando ha finito di automatizzare completamente il servizio.

Per diventare operatrici telefoniche le ragazze dovevano avere alcuni requisiti: un'età compresa tra i 18 e i 27 anni, non portare gli occhiali, essere single e poter allargare le braccia fino a 155 centimetri. Inoltre, c’erano alcuni test attitudinali da superare.

Le prime operatrici telefoniche hanno segnato un prima e un dopo nel mercato del lavoro per le donne, perché sono uscite dai ruoli fino ad allora loro imposti e sono riuscite a ritagliarsi un posto nel mondo del lavoro, a quel tempo totalmente dominato dagli uomini. Tuttavia, la carriera da centralinista era piuttosto breve, visto che appena si sposavano le ragazze non potevano più lavorare.

EpisodiModifica

Stagione Episodi Pubblicazione Spagna Pubblicazione Italia
Prima stagione 8 2017 2017
Seconda stagione
Terza stagione 2018 2018
Quarta stagione 2019 2019
Quinta stagione 10 5 2020 2020
5

Personaggi e interpretiModifica

PrincipaliModifica

  • Alba Romero Méndez / Lidia Aguilar Dávila (stagioni 1-5), interpretata da Blanca Suárez, doppiata da Ilaria Latini.
    Donna forte e matura, voce narrante della storia ed eroina principale. Ha un passato doloroso alle spalle, che l'ha fatta finire in prigione a 15 anni per il furto di una valigia alla stazione del quale non era colpevole, quindi nel bordello di Victoria, fino a trasformarsi in ladra per seguire il sogno di fuggire in Argentina con l'amica Jimena. Questo sogno svanirà quando l'amica verrà uccisa, e Lidia, il cui vero nome è Alba, sarà accusata dell’omicidio e minacciata di finire alla garrota. Per evitarlo, sarà costretta da un poliziotto corrotto a farsi assumere nella Compagnia Telefonica di Madrid per rubare all’inizio dei soldi e poi alcuni progetti segreti.
  • Francisco Gómez (stagioni 1-5), interpretato da Yon González, doppiato da Gianfranco Miranda.
    Francisco, un giovane uomo, fin da piccolo deve rimboccarsi le maniche e crescere troppo in fretta. Ama Alba e decide di partire con lei per Madrid per formare una famiglia. Un brusco incidente però li separa appena scesi dal treno e si rincontrano 10 anni dopo, quando lui è direttore della Compagnia Telefonica di Madrid e scopre Alba, che ora si fa chiamare Lidia, a rubare nella cassaforte della Compagnia. È sposato inizialmente con Elisa, figlia dei proprietari della compagnia.
  • Ángeles Vidal (stagioni 1-4, guest star stagione 5), interpretata da Maggie Civantos, doppiata da Tiziana Avarista. Angeles è una centralinista già esperta e rispettata, sposata con il rude Mario Pérez e madre di una bambina, Sofia. Nel gruppo delle ragazze del centralino rappresenta la donna sottomessa. Suo marito infatti, uomo autoritario e violento, la tradisce, la sottopone a continui abusi psicologici e spesso la picchia. Angeles troverà la forza e il modo di lasciarlo solo grazie all'aiuto delle sue amiche.
  • Carlota Rodríguez de Senillosa (stagioni 1-5), interpretata da Ana Fernández García, doppiata da Benedetta Degli Innocenti.
    Carlota è la più anticonformista del gruppo. Figlia di un generale dell'esercito, non smette mai di lottare per la sua emancipazione e per il suo diritto al lavoro. Si fa assumere nella Compagnia Telefonica come atto di ribellione verso il padre, uomo all’antica che le proibisce di lavorare e ostacola in ogni modo la sua voglia di libertà. È fidanzata inizialmente con Miguel, ma poi si affeziona a Sara, la capo-centralinista.
  • Marga Suárez Pazos (stagioni 1-5), interpretata da Nadia de Santiago, doppiata da Selvaggia Quattrini.
    Marga è una ragazza timida, insicura e poco esperta del mondo. Orfana, è stata cresciuta dai nonni in un piccolo villaggio ed è proprio la nonna a mandarla a Madrid perché trovi un lavoro, visto che non possono darle una dote e di conseguenza sarà difficile per lei trovare un marito nel paese. Grazie all’amicizia delle altre ragazze acquisterà coraggio e fiducia in se stessa, fino a dimostrare una forza insospettabile. Si innamora, ricambiata, di Pablo, con cui si fidanzerà dopo averlo sottratto alle grinfie della storica fidanzata, Marisol.
  • Carlos Cifuentes (stagioni 1-5), interpretato da Martiño Rivas, doppiato da Marco Vivio. Unico figlio maschio dei Cifuentes, proprietari della Compagnia dei Telefoni di Madrid e fratello di Elisa, quindi cognato di Francisco di cui è anche migliore amico. Ha una relazione sentimentale con Lidia, molto osteggiata da Donna Carmen. I due hanno una figlia di nome Eva.
  • Sara/Óscar Millán (stagioni 1-5), interpretato da Ana Polvorosa, doppiato da Eleonora De Angelis.
    Capo-centralinista della Compagnia, è incaricata di supervisionare il lavoro delle ragazze. Inizia una relazione con Carlota, basata sugli stessi ideali, e entra così a far parte del gruppo. Nel corso delle prime stagioni, si porrà molte domande sulla sua identità di genere fin quando non capisce di sentirsi uomo e comincerà a vestirsi come tale, sempre appoggiata da Carlota e dalle altre.
  • Mario Pérez (stagioni 1-2), interpretato da Sergio Mur, doppiato da Francesco Pezzulli.
    Il rude marito di Ángeles che lavora alla Compagnia dei Telefoni come capo-contabile e che la tradisce ripetutamente.
  • Miguel Pascual (stagioni 1-4), interpretato da Borja Luna, doppiato da Stefano Crescentini.
    L'ingegnere della Compagnia dei Telefoni che ha una relazione con Carlota nelle prime due stagioni.
  • Pablo Santos (stagioni 1-5), interpretato da Nico Romero, doppiato da Emiliano Coltorti.
    Lavora come contabile della Compagnia. Timido ed impacciato, si fidanza con Marga.
  • Carolina Moreno (stagioni 1-2), interpretata da Iria Del Río, doppiata da Perla Liberatori.
    La diabolica segretaria di Francisco, nonché amante di Mario.
  • Elisa Cifuentes (stagioni 1-5), interpretata da Ángela Cremonte, doppiata da Virginia Brunetti.
    L'instabile sorella di Carlos, unica figlia femmina dei Cifuentes. Sposata con Francisco, è all'oscuro della sua relazione avuta con Alba. È manipolata dalla madre, che la fa persino internare in manicomio.
  • Beltrán (stagione 1), interpretato da Carlos Kaniowsky, doppiato da Gerolamo Alchieri.
    Un ispettore che ricatta Alba chiedendole ingenti somme di denaro e obbligandola a derubare la Compagnia.
  • Carmen Benevides (stagioni 1-5), interpretata da Concha Velasco, doppiata da Graziella Polesinanti.
    L'astuta madre di Carlos ed Elisa. Acerrima nemica di Lidia, tenta di ostacolare in ogni modo la relazione tra lei e il figlio, spesso con modi meschini. È una manipolatrice seriale, di cui le prime vittime sono i figli.
  • Cristóbal Cuevas Hernández (stagioni 2-5), interpretato da Antonio Velázquez, doppiato da Massimo De Ambrosis.
    È l'ispettore che intrattiene una relazione con Angéles.
  • Sebastián Uribe (stagioni 2-3), interpretato da Ernesto Alterio, doppiato da Franco Mannella. Acquisisce il controllo della Compagnia nel 1929.
  • Pedro Guzmán (stagione 3, guest star stagione 2), interpretato da Luis Fernández, doppiato da Paolo Vivio.
    Un pericoloso criminale, amico di Lidia e ricercato da Cristòbal.
  • Julio Santos (stagioni 3, 5), interpretato da Nico Romero, doppiato da Emanuele Ruzza.
    Fratello gemello di Pablo. Si innamora anche lui di Marga.
  • Sofía Pérez Vidal (stagione 5), interpretata da Denisse Peña, doppiata da Fabiola Bittarello. Figlia di Angèles e Mario, viene adottata da Lidia e si trasferisce con lei e Francisco a New York. Si arruola come volontaria nella Guerra Civile, costringendo Lidia e le altre ragazze a riunirsi per salvarla.
  • Felipe (stagione 5), interpretato da Raúl Mérida. Giovane volontario dell’esercito repubblicano. Si innamora, ricambiato, di Sofia.
  • Isidro Barrero (stagione 5), interpretato da Miguel Diosdado, doppiato da Davide Albano.
  • James Lancaster (stagione 5), interpretato da Alex Hafner. Giornalista americano. Aiuta le ragazze a salvare Sofia, prima di spostarsi in Germania per documentare l’ascesa del Nazismo.
  • Camila Salvador (stagione 5), interpretata da Valentina Zenere.
    Attrice, amica di Elisa. Aiuta Lidia ad organizzare la fuga in Argentina delle prigioniere dal campo diretto da Doña Carmen.

RicorrentiModifica

  • Ricardo Cinfuentes Navarro (stagione 1), interpretato da Simón Andreu, doppiato da Ambrogio Colombo.
    Padre di Carlos ed Elisa.
  • Emilio Rodríguez (stagioni 1, 3), interpretato da Joan Crosas, doppiato da Stefano De Sando.
    È il padre di Carlota. È rigido con la figlia e non vuole che lei lavori come centralista.
  • Pilar de Senillosa (stagioni 1, 3-4), interpretata da Luisa Gavasa, doppiata da Sonia Scotti.
    È la madre di Carlota. Cerca di aiutare la figlia a riappacificarsi con il padre e, saputo della relazione con Óscar, la accetta.
  • Lola (stagioni 1-3), interpretata da Tina Sainz, doppiata da Antonella Giannini.
    È l'anziana, gentile e molto religiosa direttrice della pensione dove abitano le Ragazze.
  • Eulalia (stagioni 1-2), interpretata da María Garralón, doppiata da Lorenza Biella.
    È la nonna di Marga. Ha molto a cuore il futuro della nipote, che le è molto affezionata. Incoraggia molto la sua relazione con Pablo.
  • Victoria (stagioni 1-5), interpretata da Kiti Mánver, doppiata da Ludovica Modugno.
    È la direttrice del bordello in cui per tanti anni ha lavorato Alba, dopo essere arrivata a Madrid e aver perduto Francisco.
  • Marisol (stagioni 1-2), interpretata da Agnés Llobet, doppiata da Alessia Amendola.
    È l'ex fidanzata di Pablo. Tenta di riconquistarlo in tutti i modi, ma alla fine sarà costretta ad arrendersi e tornare nel paesino da cui proviene.
  • Alex Uribe (stagione 2), interpretata da Andrea Carballo, doppiata da Rossella Acerbo.
    Affascinante sorella di Sebastián. È molto indipendente e ha fiuto per gli affari.

Premi e riconoscimentiModifica

Premio Feroz

Anno Categoria Candidato Risultato
2017 Miglior attrice non protagonista Ana Polvorosa Nomination

Premio Ondas

Anno Categoria Candidato Risultato
2017 Miglior serie televisiva online Le ragazze del centralino Vinto

Premio Fénix

Anno Categoria Candidato Risultato
2017 Miglior serie televisiva drammatica Le ragazze del centralino Nomination

Premio Platino

Anno Categoria Candidato Risultato
2018 Miglior serie televisiva iberoamericana Le ragazze del centralino Nomination
2018 Miglior interpretazione femminile in una serie televisiva Blanca Suárez Vinto

Premio dell'Unione degli Attori

Anno Categoria Candidato Risultato
2018 Miglior attrice in un ruolo secondario Ana Polvorosa Vinto

NoteModifica

  1. ^ (EN) Netflix Previews European Series 'Dark,' 'Suburra' and 'Cable Girls' in Berlin, su Hollywood Reporter, 1º marzo 2017. URL consultato il 23 marzo 2017.
  2. ^ Las Chicas del Cable – Le ragazze del centralino, la serie su Netflix, su antoniogenna.com, 19 luglio 2017. URL consultato il 4 ottobre 2017.
  3. ^ Ambra Romanazzi, Le ragazze del centralino 4 su Netflix il 9 agosto, nel teaser le protagoniste difendono la propria verità, su Optimagazine - webzine di Optima Italia, 18 giugno 2019. URL consultato il 18 giugno 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione