Apri il menu principale

Luigi Capuzzo

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Luigi Capuzzo
Luigi Capuzzo, Juventus 'Primavera'.jpg
Capuzzo con la formazione Primavera della Juventus a metà degli anni 1970
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1991 - giocatore
Carriera
Giovanili
1973-1974Padova
1974-1976Juventus
Squadre di club1
1976-1977Juventus 0 (0)
1977-1978Cagliari 18 (4)
1978-1979Pistoiese 32 (9)
1979-1981Verona 57 (4)
1981-1982SPAL 29 (3)
1982-1987Venezia 116 (35)
1987-1988Trento 32 (8)
1988-1989Caerano ? (16)
1989-1990Treviso 28 (10)
1990-1991Pievigina 29 (5)
1991-1992Bassano Virtus 29 (7)
Nazionale
1977Italia Italia U-203 (1)
Carriera da allenatore
1992-1995Padova Giovanili
1995-1996Giorgione
1996Fiorenzuola
1997-1998Giorgione
1998Taranto
1999-2001Trento
2001-2002Città di Jesolo
2002-2004Schio
2004-2005Castel di Sangro
2005-2007San Paolo PD [1]
2007-2008Trento [2]
2009-2010Thermal Abano Teolo
2010-2011San Paolo PD Collab. giov.
2011-2013Padova Collab. giov.
2013-2014Cittadella Primavera
2014Sambonifacese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 novembre 2014

Luigi Capuzzo (Anguillara Veneta, 1º aprile 1958) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Prodotto del vivaio del Padova, nel 1974 passa alla Juventus. Nella stagione 1976-1977 viene incluso nella rosa della prima squadra[3] e colleziona coi bianconeri tre presenze in Coppa Italia, tre panchine in Coppa UEFA e una panchina in Serie A[4].

 
Capuzzo al Caerano nella stagione 1988-1989

Nel 1977 la Juventus lo inserisce, insieme ad Alberto Marchetti, come contropartita nell'affare che porta Virdis dal Cagliari ai bianconeri[5]. Nel campionato cadetto disputa 18 partite con 4 reti, e nella stagione successiva si trasferisce alla Pistoiese, sempre in Serie B. Con gli arancioni gioca da titolare, realizzando 9 reti e contribuendo al quarto posto finale; inoltre partecipa al Torneo di Viareggio, con cui raggiunge il terzo posto realizzando una doppietta nella finalina giocata contro la Juventus[6].

Nelle annate successive gioca nel Verona[7] e nella SPAL, entrambe in Serie B, senza lasciare il segno sul piano realizzativo. Nel 1983, dopo 136 presenze complessive e 10 reti fra i cadetti, scende di due categorie, acquistato dal Venezia in Serie C2: vi rimane per quattro stagioni senza conseguire la promozione in C1. Dopo un'annata al Trento, in C1, nel 1988 scende in Interregionale, nelle file del Caerano: realizza 16 reti, conquistando il titolo di capocannoniere del girone e conducendo la squadra al secondo posto dietro al Cittadella[8]. Chiude la carriera con una stagione nel Treviso[9], una alla Pievigina, entrambe in Serie C2, e una al Bassano Virtus in Interregionale nel 1991-1992.

NazionaleModifica

Convocato nelle nazionali giovanili, nel 1977 prende parte alla prima edizione del Campionato mondiale di calcio Under-20[4] segnando contro la Costa d'Avorio l'unica rete realizzata dagli azzurri nel torneo[10].

AllenatoreModifica

Allena le giovanili del Padova prima di esordire sulla panchina di una prima squadra guidando il Giorgione, in Serie C2, tra il 1995 e il 1998, con una parentesi al Fiorenzuola (Serie C1) dove viene esonerato dopo poche giornate[11]. In seguito allena tra i dilettanti, al Taranto (nuovamente esonerato[12]) e poi nel Triveneto, con l'eccezione di una stagione in Serie C2 al Castel di Sangro[13].

Dal 2010 al 2013 è stato maestro della tecnica nel settore giovanile del San Paolo Padova prima[14] e Padova[15] poi.

Dal 2013 al 2014 ha allenato la formazione Primavera del Cittadella.[15] Il 22 luglio 2014 il suo posto viene preso da Giulio Giacomin, già vice allenatore del Cittadella.[16]

Nell'agosto 2014 diventa l'allenatore della Sambonifacese, nel campionato di Eccellenza[17]. L'8 novembre, risolve consensualmente il rapporto con la società, per via dei problemi economici legati alla società stessa[18].

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Juventus: 1976-1977
Venezia: 1982-1983
Competizioni internazionaliModifica
Juventus: 1976-1977

NoteModifica

  1. ^ San Paolo, divieto di svolta Il Mattino di Padova, 14 novembre 2005
  2. ^ Trento, ecco mister Capuzzo[collegamento interrotto] Il Trentino, 20 giugno 2007
  3. ^ I giovani attaccanti juventini vogliono recitare la loro parte, L'Unità, 9 agosto 1976, pag.6
  4. ^ a b Alessandrelli, muffa e lacrime alle spalle di Zoff Archiviato l'8 giugno 2011 in Internet Archive. calciogp.it
  5. ^ Il mercato si è chiuso senza scosse col passaggio di Virdis alla Juve, L'Unità, 16 luglio 1977, pag.12
  6. ^ Il «Viareggio» alla Fiorentina. Alla Pistoiese il terzo posto, L'Unità, 27 febbraio 1979, pag.12
  7. ^ La Pistoiese ora punta solo alla salvezza: ma terranno i «vecchi»?, L'Unità, 27 agosto 1979, pag.10
  8. ^ Interregionale 1988-1989 calciodieccellenza.it
  9. ^ La Storia del Treviso Calcio forzatreviso.it
  10. ^ Lamela trova subito il gol spazio agli irresistibili Under 20 La Repubblica, 31 luglio 2011, pag.45
  11. ^ Stagione 1996-1997 Archiviato il 16 settembre 2016 in Internet Archive. Fiorenzuola1922.com
  12. ^ Taranto Calcio 1998-1999 xoomer.virgilio.it
  13. ^ Il Castello esordirà domenica a Roma in Coppa Capuzzo visionerà anche Isolini, Antonelli e Lenci Il Centro, 15 agosto 2004, pag.29
  14. ^ LUNEDI´INCONTRO TECNICO CON IL MAESTRO LUIGI CAPUZZO sanpaolocalcio.it
  15. ^ a b Qui Cittadella Il capitano sarà Michele Pellizzer, Il Mattino di Padova, 19 luglio 2013
  16. ^ Primavera ai nastri di partenza, Associazione Sportiva Cittadella, 22 luglio 2014
  17. ^ Ambrosiana, ormai ci siamo Sambo-rebus, in L'Arena, 11 agosto 2014. URL consultato il 25 agosto 2014.
  18. ^ LA SAMBONIFACESE SALUTA PAVAN E CAPUZZO. A BOGNIN LA PANCHINA, in pianeta-calcio.it, 8 novembre 2014. URL consultato il 5 ottobre 2016.

Collegamenti esterniModifica