Apri il menu principale
Meteo 5
PaeseItalia
Anno1992 - 2013
Generemeteo
Durata1-2 o 3 minuti (proporzionale alla messa in onda)
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreDescritti nel testo
IdeatoreCentro Epson Meteo e TG5
Casa di produzioneCentro Epson Meteo e TG5
Rete televisivaCanale 5

Meteo 5 era la rubrica meteorologica del TG5 e di Canale 5, la rete ammiraglia di Mediaset.

StoriaModifica

Il Meteo 5 nasce nel 1992, in simultanea con il TG5, prima della creazione del Centro Epson Meteo avvenuta nel 1995, il quale fornisce le previsioni, che vengono redatte da un gruppo di meteorologi tra i quali spiccano le figure di punta dei colonnelli Mario Giuliacci e Aldo Foglia[1]. I due esperti meteorologi appaiono in video, sia nell'edizione che segue il TG5 delle ore 20 sia nel collegamento durante il TG5 Mattina, verso le ore 8.15-8.30: a loro si aggiungeranno, nel corso degli anni anche altri meteorologi, quali Raffaele Salerno e Giovanni Di Pierro, che iniziano il loro lavoro durante l'edizione mattutina e in seguito serale.

In tutte le altre edizioni (mattutina, diurna, durante i film e notturna) le previsioni sono lette da una voce fuori campo mentre in video apparivano gli stessi cartelli grafici con l'animazione dei fronti sulla carta al suolo, completa.

A partire dal 2008 la rubrica è condotta dagli altri meteorologi del centro Epson Meteo, anziché dagli speaker (tranne che nel TG5 Prima Pagina).

Da ottobre 2008 fino al 13 gennaio 2013 la rubrica, solo nell'intervallo dei film, viene sostituita da Meteo Mediaset.

Dal 14 gennaio 2013 la rubrica viene chiusa e sostituita da Meteo.it, rimpiazzando vetrine dei film ed edizioni post-tg precedenti.

SiglaModifica

La musica di sottofondo usata dal 1992 al 2013 è suonata con un sintetizzatore (come la sigla del meteo) ed è composta da Franz Di Cioccio e Patrick Djivas della PFM, autori anche della musica della sigla del TG5 e del jingle dei programmi prodotti da RTI. La base musicale della sigla di sottofondo è quella già usata all'inizio del brano Il più grande motore dello Zecchino d'Oro 1991.

Dal 13 gennaio 1992 al 3 gennaio 1999 era utilizzata come sigla finale la stessa sigla ma abbreviata.

Dal 29 dicembre 2003 al 7 gennaio 2007, con la sigla del 1999-2005 e 2005-2007, solo per l'edizione serale aggiunsero come sigla iniziale e finale un remake della sigla breve usata nel periodo 1992-1998.

Poi con la nuova sigla del 2007 mantennero solo come sigla iniziale dell'edizione serale la sigla del 2004, ossia quella breve, mentre nelle altre edizioni di Meteo 5, veniva mandata in onda quella lunga, utilizzata anche come sigla finale dell'edizione serale.

Il sottofondo musicale (sempre composto dagli stessi autori) è intitolato Meteo 5, per un periodo era disponibile a pagamento su MusicShop (un sito Mediaset che successivamente ha chiuso).

Nel meteo del TG5 Prima Pagina (da non confondere con il Meteo 5 successivo al TG5 normale) invece era utilizzato lo stesso sottofondo per i titoli del notiziario, composto da Stefano Previsti ed Alberto Radius è intitolato Prima Pagina Sottofondo.

Orari e edizioniModifica

Ecco gli orari della rubrica:

  • Orario mattutino (3 edizioni): andava in onda dopo tutte le edizioni del TG5 Prima Pagina (letto da una voce femminile e da una maschile la domenica e successivamente anche il giovedì) e all'interno del TG5 Mattina (quindi in orario compreso tra le 8:10 e le 8:30 circa) condotto da un meteorologo in diretta e in video, il sabato e la domenica il Meteo di TG5 Prima Pagina veniva replicato anche dopo l'edizione mattutina (letto invece da un'altra voce femminile), precedentemente andava in onda anche da lunedì a domenica.
  • Orario pomeridiano (edizione unica): l'edizione pomeridiana andava in onda alle 13:35 circa (quindi dopo il TG5 delle 13:00). Il meteo dell'edizione pomeridiana era letto inizialmente dalle voci fuoricampo dei conduttori del TG5 e non (spicca Benedetta Brugia, la storica voce della rubrica dal 1992 al 2009), poi da meteorologi in diretta dal 2008.
  • Orario serale e notturno (edizioni divise): l'edizione serale andava in onda in orario compreso tra le 20:30 e le 20:35, e aveva dei meteorologi in diretta e in video, anche se in alcune edizioni aveva le voci fuori campo in precedenza, ma usate dal 1992 al 1998 e anche successivamente (per assenza dei suddetti); l'edizione notturna andava in onda al termine del TG5 della notte, con lo stesso modo dell'appuntamento serale, ma con evoluzione d'inizio giornata, e solo con le voci fuori campo.

Sigle inizialiModifica

  • 13 gennaio 1992-23 giugno 1996: lo sfondo era coperto di nuvole e c'era una barra blu con la scritta "Meteo" che era uguale prima allo sfondo, poi al sole, dopo al temporale e infine ancora allo sfondo: sotto di essa c'era scritto "una produzione R.T.I.". Lo sfondo poi scompariva lasciando lo spazio alle previsioni.
  • 24 giugno 1996-3 gennaio 1999: si vedevano quattro paesaggi importanti in altrettanti posti diversi: in senso orario si vedevano alcune nuvole con schiarite, dei fulmini da un temporale, un campo di mimose illuminate dal sole e il sentiero di un bosco coperto di neve: si allungava una barra blu con la scritta bianca "Meteo" e sotto di essa c'era la scritta "Una Produzione R.T.I. - MEDIASET".
  • 4 gennaio 1999-18 settembre 2005: si vedeva un globo con la pioggia e un temporale, il sole, il vento con le foglie, la neve: raggiungendo il centro dello schermo si vedeva la scritta grigia "Meteo" e sotto di essa "Una Produzione R.T.I. - MEDIASET" in un carattere con il grassetto. Dal 29 dicembre 2003 al 18 settembre 2005, vale a dire solo dopo l'edizione delle 20:00 del TG5, c'era scritta la stessa frase, ma in carattere Futura.
  • 19 settembre 2005-4 novembre 2007: sullo sfondo si vedevano il globo con il sole e alcune nuvole e al centro immagini dei diversi fenomeni atmosferici: c'era una barra blu con la scritta "METEO", tornata a essere nuovamente bianca dopo essersi costruita all'interno del portapenne acquatico e sotto "UNA PRODUZIONE R.T.I.".
  • 5 novembre 2007-13 gennaio 2013: sullo sfondo della sigla del TG5 del periodo 5 novembre 2007-15 aprile 2018 si vedevano il globo del telegiornale coperto di isobare e fronti e usando la transizione caratteristica della sigla c'era una barra blu con la scritta bianca "METEO", che sfumava verso un colore più chiaro e il riquadro arancione e sotto di essa la striscia bianca con il logo EPSON, la cui scritta era blu e sotto "UNA PRODUZIONE RTI".

Saluti finaliModifica

Questi sono i saluti finali pronunciati dalle speaker che chiudono in bellezza la rubrica:

  • "Elaborazioni Epson Computer" (13 gennaio 1992-23 giugno 1996)
  • "Dati servizio meteo aeronautica, elaborazioni Epson Computer" (24 giugno 1996-3 gennaio 1999)
  • "Dati servizio meteo aeronautica, elaborazioni e grafica Epson" (4 gennaio 1999-28 dicembre 2003)
  • "Previsioni e grafica Epson" (29 dicembre 2003-7 gennaio 2007)
  • "Elaborazioni e foto digitali Epson" (8 gennaio 2007-12 aprile 2009)
  • "Centro di ricerche sul clima e l'ambiente Epson Meteo" (13 aprile 2009-29 luglio 2012)

Sempre nella sigla finale, dal 30 luglio 2012 al 13 gennaio 2013 la voce femminile fu cambiata in quella del doppiatore dei promo di TGcom24 Gigio D'Ambrosio che dice "Meteo.it, centro di ricerche su clima e ambiente Epson Meteo".

Per le previsioni dopo il telegiornale i saluti finali andavano in onda durante la sigla finale mentre per le previsioni durante gli intervalli dei film in alcuni casi non c'erano mentre in altri andavano in onda durante la sigla finale.

NoteModifica

  1. ^ Deceduto il 30 gennaio 2018.

Voci correlateModifica