Michael Clayton (film)

film del 2007 diretto da Tony Gilroy
Michael Clayton
Michael Clayton - Trailer.jpg
Titoli di testa del film
Titolo originaleMichael Clayton
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2007
Durata119 min
Rapporto2,35:1
Generethriller, drammatico
RegiaTony Gilroy
SoggettoTony Gilroy
SceneggiaturaTony Gilroy
ProduttoreSydney Pollack
Produttore esecutivoGeorge Clooney
Anthony Minghella
Steven Soderbergh
Distribuzione in italianoMedusa Film
FotografiaRobert Elswit
MontaggioJohn Gilroy
MusicheJames Newton Howard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Michael Clayton è un film del 2007 diretto da Tony Gilroy, esordio alla regia dello sceneggiatore.

Il film è stato presentato alla 64ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il 31 agosto 2007, ed è uscito nelle sale il 5 ottobre 2007.

TramaModifica

New York, anni Duemila. Michael Clayton, (George Clooney) benché sia un bravo avvocato, il prestigioso studio legale newyorkese per cui lavora lo utilizza per altre faccende, extra tribunale, come risolvere questioni tra clienti. La sua vita privata è complicata e difficile: è divorziato e ha 75 mila dollari di debito per un investimento in un ristorante con il fratello Timmy, soldi che Timmy ha sperperato per il suo vizio degli stupefacenti. Poiché lui si ritiene "uno che fa le pulizie" (usando tutte le scappatoie legali a beneficio dei clienti), tenta di aiutare l'amico e collega di studio Arthur Edens (Tom Wilkinson) che, incaricato della difesa della società U-North, durante la testimonianza di una giovane donna a sfavore della U-North stessa dichiara di esserne innamorato e, preso da apparente follia, urla, si sveste di tutti i suoi abiti e corre nudo nel parcheggio del tribunale. Nel frattempo, un avvocato della U-North, Karen Crowder, (Tilda Swinton), intenzionata a far carriera al suo interno, si adopera per occultare alcuni documenti che potevano incriminare la sua società, rea di aver prodotto (consapevolmente) diserbanti contenenti sostanze nocive che disperse in aria e acqua provocano il cancro.

Arthur trova i documenti ed è intenzionato a passarli ad Anna Kaiserson (Merritt Wever), la giovane donna di cui si è innamorato, affinché sostenga la denuncia della U-North. Tuttavia, l'azienda non si fa scrupoli nell'assassinare l'avvocato: due sicari lo attendono in casa, lo immobilizzano e gli iniettano sostanze chimiche per farlo collassare, poi spargono attorno a lui pillole di barbiturici, in modo da far credere che Arthur si sia suicidato. Sconvolto dal tragico evento, Michael, da subito, sospetta che si tratti di omicidio e non di suicidio, soprattutto per la mancanza di un biglietto lasciato da Arthur. Michael va a parlare con la ragazza di cui Arthur si era innamorato e, dopo aver visionato alcuni documenti, capisce chi è il vero responsabile della morte di Arthur: la U-North. Temendo di essere diventato il nuovo obiettivo, Michael si procura i documenti contro la U-North, su cui si basava l'accusa di Arthur, e li presenta senza timori a Marty Bach (Sydney Pollack), socio dello studio di avvocati, il quale, prima di lasciargli il tempo di mostrarli, gli offre un assegno da 80 mila dollari per coprire i suoi debiti, più contratto di quattro anni come socio dello studio legale. Michael accetta i soldi e ripiana i suoi debiti. Nel frattempo la U-North, che sta controllando tutti i suoi spostamenti, decide di eliminarlo: prima di una missione fuori città di Michael, due sicari della U-North inseriscono un dispositivo esplosivo nella sua Mercedes. Il dispositivo, però, non funziona, benché radiocomandato. L'ordigno esplode soltanto quando Michael, prima di rientrare a New York, avvista in lontananza in un prato alcuni cavalli allo stato brado e si avvicina a loro per accarezzarli e godere di una quiete inaspettata. Proprio in quel momento, a una distanza di oltre cento metri, l'auto dell'avvocato esplode; Michael si avvicina al rogo dell'auto e getta nel fuoco il suo orologio e i suoi documenti per far credere alla sua morte. Da avvocato senza morale o scrupoli, Michael si avvia gradualmente ad una presa di coscienza e decide di incastrare Karen e la U-North denunciandola all'FBI, registrando con un microfono nascosto la loro conversazione e il tentativo di corruzione. L'avvocatessa, scossa nel vederlo ancora in vita, scivola nel tranello e finisce arrestata, mentre Michael scende in strada, entra in un taxi e chiede all'autista di guidare per 50 dollari, in modo che possa schiarirsi le idee e decidere cosa fare della sua vita.

RiconoscimentiModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN188306572 · LCCN (ENno2008014243 · GND (DE7627619-3 · BNE (ESXX4785284 (data)
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema