Miss Potter

film del 2006 diretto da Chris Noonan
Miss Potter
Miss Potter.png
Beatrix Potter (Renée Zellweger) in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito, Stati Uniti d'America
Anno2006
Durata92 min
Rapporto2,35:1
Generebiografico, drammatico
RegiaChris Noonan
SceneggiaturaRichard Maltby Jr.
ProduttoreMike Medavoy, David Kirschner, Corey Sienega, Arnold W. Messer, David Thwaites
Produttore esecutivoRenée Zellweger, Louis Phillips, Nigel Wooll, Steve Christian
Casa di produzionePhoenix Pictures, Isle of Man Film, UK Film Council
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaAndrew Dunn
MontaggioRobin Sales
MusicheNigel Westlake
ScenografiaMartin Childs (scenografo), Tina Jones (arredatore)
CostumiAnthony Powell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Miss Potter è un film del 2006 diretto da Chris Noonan e ispirato alla vita dell'artista Beatrix Potter.

TramaModifica

Londra, 1902. Beatrix Potter è una donna nubile di buona famiglia, determinata e anticonformista che aspira a diventare autrice di libri per bambini. Per questo, insieme alla sua accompagnatrice Miss Wiggin, visita la casa editrice Frederick Warne & Co. per convincere i proprietari a pubblicare Il racconto di Peter Coniglio; Harold e Fruing Warne accettano pur pensando che sia destinato al fallimento, e solo perché hanno promesso la direzione di un progetto al fratello minore Norman.

Al primo incontro tra Norman e Beatrix, il primo ammette che si tratta della sua prima esperienza editoriale, ma di aver adorato il suo libro, ed entrambi sono determinati nel dimostrare ai fratelli di Norman di poter raggiungere un risultato soddisfacente; Norman porta Beatrix alla tipografia e iniziano a vendere le copie del libro. Norman presenta a Beatrix il resto della sua famiglia, composta dalla madre costretta su una sedia a rotelle e dalla sorella Millie; con quest'ultima in particolare, felicemente nubile come lei, stringe subito amicizia. Helen, la madre di Beatrix, non gradisce che la figlia non pensi al matrimonio e che frequenti un uomo che per vivere ha bisogno di lavorare, ma Beatrix non le dà ascolto e, anzi, progetta di pubblicare altri libri, che riscuotono molto successo e le cui copie vengono esposte in molte vetrine; il padre di Beatrix, Rupert, con la quale ha sempre avuto un ottimo rapporto, acquista una copia di La storia di due topini cattivi grazie al passaparola di alcuni amici al Reform Club, e si complimenta con la figlia per gli ottimi risultati che sta ottenendo.

Incoraggiata da questo successo e dal sostegno di suo padre, Beatrix invita Norman e Millie alla festa di Natale della sua famiglia; Norman, rimasto solo con Beatrix e approfittando di un sonnellino di Mrs Wiggin per il troppo brandy, balla con lei e le fa una proposta di matrimonio, ma Helen li interrompe prima che Beatrix possa rispondere. Dopo che Beatrix racconta di fronte agli ospiti una storia che sta scrivendo appositamente per Norman, La festa di Natale dei conigli, si confida a Millie riguardo la proposta di Norman, e lei la incoraggia a dire di sì. Mentre gli ospiti se ne vanno, Beatrix sussurra a Norman di aver accettato la sua proposta. Qualche tempo dopo, Beatrix litiga con i genitori perché non sono convinti che sposarsi con Norman sia una buona idea; in particolare, sua madre le dice che nessun Potter può sposarsi con dei commercianti, ma Beatrix le ricorda che i suoi nonni lo erano entrambi, e quando la minaccia di toglierle l'eredità le ricorda anche che quando suo fratello Bertram fuggì con la figlia di un vinaio non venne diseredato; Beatrix afferma comunque che, essendo una scrittrice, ha il suo introito. Il signor Potter tenta di ragionare con sua figlia, ma lei gli dice che vuole essere amata e non semplicemente sposare qualcuno perché può provvedere a lei. Beatrix, informatasi sui guadagni derivanti dalle royalty, apprende che le vendite dei libri l'hanno resa abbastanza ricca da acquistare diverse tenute e una casa in città, se lo desidera. Quando torna a casa, i suoi genitori fanno una proposta: se Beatrix mantiene segreto il suo fidanzamento con Norman fino alla fine delle vacanze estive con loro nella Regione dei Laghi, potranno sposarsi senza problemi.

Norman e Beatrix si salutano alla stazione ferroviaria e si scambiano molte lettere durante la separazione. Nel frattempo, Beatrix rincontra dopo molti anni William Heelis, figlio del custode della fattoria, il quale da ragazzo si era trasferito a Manchester per studiare legge e migliorare la sua istruzione; fu proprio lui a incoraggiarla a prendere sul serio la scrittura. Insieme visitano Hill Top Farm, una splendida fattoria in vendita che Beatrix vorrebbe acquistare per renderla una perfetta casa di campagna. Ad un certo punto Beatrix riceve una lettera da Millie, che le rivela che Norman è malato; Beatrix torna a Londra, scoprendo purtroppo che Norman è morto da poco, cosa che la fa sprofondare nella tristezza, che supera solo grazie alle parole di conforto di Millie.

Con l'aiuto di William Heelis, Beatrix acquista Hill Top Farm e vi si trasferisce per riprendere a dipingere, assumendo il contadino Mr. Cannon per gestire la fattoria come fosse un'azienda agricola e trovando sollievo nella natura, ricevendo le visite del fratello Bertram, dei loro genitori e di Millie. Sempre grazie a William, Beatrix supera alle aste gli speculatori e acquista molti poderi locali per preservare la natura.

«C'è qualcosa di eccitante nello scrivere le prime parole di un racconto: non puoi mai prevedere dove ti porteranno. Le mie mi hanno portata qui, nel luogo a cui appartengo.»

(Beatrix Potter)

«Otto anni dopo essersi trasferita nella Regione dei Laghi, Beatrix sposò William Heelis. Sua madre non approvò. Beatrix donò 4.000 acri di terreno coltivabile al popolo inglese tramite un fondo fiduciario per la tutela della terra. I racconti di Beatrix Potter divennero i libri per bambini più venduti di tutti i tempi.»

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora, composta da Nigel Westlake, è stata pubblicata l'8 gennaio 2007; la durata complessiva è di 42:27.[1] Le musiche aggiuntive sono di Rachel Portman.[2]

  1. Miss Potter – 3:47
  2. The Park – 3:03
  3. "A Bunny Book to Conjure With" – 3:17
  4. The Story of Peter Rabbit – 2:49
  5. Mother – 1:34
  6. Jemima Puddle Duck – 3:14
  7. The Rabbit's Christmas Party – 1:39
  8. "Mr. Warne!" – 2:36
  9. Beatrix & Norman – 5:59
  10. Return to London – 1:13
  11. Beatrix Locks Herself Away – 3:12
  12. Recovery – 1:26
  13. "I'm Painting Again" – 1:29
  14. The Lakes – 3:45
  15. When You Taught Me How to Dance – 3:24
    Cantata da Katie Melua
    Musica di Nigel Westlake e Mike Batt
    Testo di Mike Batt e Richard Maltby Jr.
    Prodotta e arrangiata da Mike Batt

DistribuzioneModifica

Dopo un'anteprima londinese e statunitense (rispettivamente il 3 e il 10 dicembre 2006), il film è stato distribuito negli Stati Uniti d'America prima in forma limitata il 29 dicembre 2006, e poi nel Regno Unito dal 5 gennaio 2007. In Italia è uscito il 2 febbraio 2007, distribuito da Eagle Pictures e doppiato presso la società CDC Sefit Group, con l'adattamento dei dialoghi e la direzione del doppiaggio di Alessandro Rossi.

AccoglienzaModifica

Il film è stato accolto positivamente dalla critica. Sul sito Rotten Tomatoes ha un indice di approvazione professionale del 67% basato su 129 recensioni, con un voto ponderato di 6,22/10 e un giudizio generale che recita «Un incantevole film biografico che mantiene la sua dolcezza anche nei momenti più tristi»;[3] su Metacritic ha un punteggio di 57 su 100, basato su 29 recensioni.[4]

RiconoscimentiModifica

  • 2007 - Young Artist Award
    • Candidatura per la miglior attrice giovane non protagonista a Lucy Boynton
  • 2007 - APRA Music Awards [7][8]
    • Screen Music Awards per la colonna sonora dell'anno a Nigel Westlake
    • Screen Music Awards per il miglior album a Nigel Westlake
  • 2007 - World Soundtrack Awards
    • Candidatura per la miglior canzone originale a Mike Batt, Nigel Westlake, Richard Maltby Jr. e Katie Melua

Inesattezze storicheModifica

  • Nel film Beatrix ha trentadue anni, mentre in realtà nel 1902 al momento della pubblicazione del primo libro ne aveva trentasei (essendo nata nel 1866). Anche la storia con Norman Warne, che nel film pare svolgersi nell'arco di circa un anno, si protrasse per tre anni: dall'iniziale conoscenza nel 1902 fino al fidanzamento tenuto segreto e alla morte di Norman avvenuta nell'agosto del 1905.
  • La storia di Jemima Anatra è stata scritta e pubblicata dopo che Beatrix si era trasferita a Hill Top Farm.
  • Il film fa intendere che dopo la morte di Norman Warne, Beatrix non abbia pubblicato altri libri, tranne quelli di Peter Coniglio, Jemima Anatra e i due topini Tom Pollice e Anca Manca, mentre in realtà ne ha pubblicati in totale ventitré.
  • Nella realtà, a causa della sua decisione di sposare Norman Warne, Beatrix aveva troncato per sempre ogni rapporto con la sua famiglia, mentre nel film fa un accordo con i genitori.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Miss Potter (Original Motion Picture Soundtrack, su music.apple.com. URL consultato il 9 luglio 2020.
  2. ^ (EN) Sue Harris, 'Miss Potter' score by Nigel Westlake and Rachel Portman to be released in January 2007, su soundtrack.net, 6 dicembre 2006. URL consultato il 9 luglio 2020.
  3. ^ (EN) Miss Potter, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 9 luglio 2020.  
  4. ^ (EN) Miss Potter, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 9 luglio 2020.  
  5. ^ (EN) Miss Potter, su goldenglobes.com. URL consultato il 9 luglio 2020.
  6. ^ a b (FR) Renée Zellweger, su allocine.fr. URL consultato il 9 luglio 2020.
  7. ^ (EN) Feature Film Score of the Year, su apraamcos.com.au. URL consultato il 9 luglio 2020.
  8. ^ (EN) Best Soundtrack Album, su apraamcos.com.au. URL consultato il 9 luglio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema