Apri il menu principale
Policija
Полиция
Police emblem of Russia.svg
Emblema della polizia della Russia
Descrizione generale
Attiva1 marzo 2011
NazioneRussia Russia
ServizioPolizia
TipoForza di polizia ad ordinamento civile, militarmente organizzata e a statuto speciale
Colorinero, celeste
Sito internethttps://мвд.рф
Parte di
Comandanti
Ministro degli InterniVladimir Kolokolсev
Voci di forze di polizia presenti su Wikipedia

La Policija (in russo: Полиция? pron. [pɐˈlʲitsɨjə], Polizia) è il corpo di polizia della Russia. Dipende dal ministero degli affari interni. È stato istituito nel 2011, sostituendo il militia, l'ex servizio di polizia. È il servizio di polizia federale della Russia che opera secondo la legge sulla polizia (in russo: Закон "О полиции"?),[1] come approvato dall'Assemblea federale e successivamente firmato in legge il 7 febbraio 2011 dall'allora Presidente della Federazione Russa, Dmitrij Medvedev.

Indice

StoriaModifica

L'attuale sistema di servizi pubblici per la protezione dell'ordine pubblico e la lotta contro la criminalità nell'Impero russo e riorganizzato dal 1 ° marzo 2011 della Federazione Russa.

14 ° secoloModifica

Nel 1504 a cavallo di Frisia vennero installate a Mosca, sotto le quali si trovavano le guardie. Le guardie erano tenute dai locali. La città è stata divisa in aree, tra le quali sono state costruite porte con reticoli. Era proibito muoversi in città di notte o senza illuminazione. Successivamente, il Gran Principe Ivan IV istituì delle pattuglie attorno a Mosca per osservare la sicurezza.

Sudebnik di Ivan IV trasferì i casi di "ladri guidati" sotto la giurisdizione degli anziani onorari. Prima di questo, le lettere d'onore erano nella natura dei premi, e sono state date dalla petizione della popolazione stessa. Il onorare della lettera diede il permesso alla società locale di gestire indipendentemente nel campo del lavoro onorare. Nelle città, le funzioni di polizia sono state eseguite dal sindaco.

L'amministrazione dei ladri fu menzionata per la prima volta nel 1571 e da allora è esistita ininterrottamente fino al XVIII secolo. Dal 1539, a Mosca, i boiardi sono citati in fonti scritte, con le quali viene ordinata la rapina. Konstantin Nevolin riteneva che fosse stata istituita una commissione temporanea per distruggere le rapine, che poi si intensificarono. Ma poiché le rapine non si sono fermate, la commissione temporanea si è trasformata in una commissione permanente e quindi è apparso l'amministrazione dei ladri.

17 ° secoloModifica

Con decreto del 14 agosto 1687, gli affari dell'amministrazione ladro furono trasferiti alle amministrazioni di zemstvo. Nell'aprile del 1649, il gran principe Alessio I emise un decreto sulla benedizione urbana. Per decreto nella Città Bianca, fu creata una squadra sotto la guida di Ivan Novikov e dell'impiegata Vikula Panov. Sono stati traditi da cinque impiegati del reticolo e "una persona da 10 metri" con ruggiti, asce e tubi dell'acqua. Il distaccamento doveva proteggere la sicurezza e l'ordine del fuoco.

Ufficiali di polizia in grandi città chiamate come Zemsky Yaryg. A Mosca, erano vestiti con abiti rossi o verdi. In altre città, il colore degli abiti potrebbe essere diverso. Sul petto avevano le lettere "З" (Z) e "Я" (JA) cucite.

Nel 1669, invece degli anziani, i detective furono introdotti ovunque.

18 ° secoloModifica

 
Dragone (a sinistra) e un ufficiale di polizia. 1718. Francobollo Russia 2013.

La polizia di San Pietroburgo fu istituita come la polizia principale nel 1715 con decreto di imperatore Pietro I. Inizialmente, il personale della polizia di San Pietroburgo era composto dal vice capo della polizia generale, 4 ufficiali e 36 gradi inferiori. Il clericale e dieci impiegati hanno continuato a lavorare nell'ufficio principale della stazione di polizia. La polizia non solo ha mantenuto l'ordine in città, ma ha anche svolto una serie di funzioni economiche, impegnandosi nel miglioramento della città - pavimentando le strade, prosciugando i luoghi paludosi, la raccolta dei rifiuti, ecc.

Il 7 giugno 1718, il generale aggiunto Anton de Vieira fu nominato generale Polizeimeister.[2] Per risolvere i compiti, l'Ufficio di Polizia Capo creato e un reggimento militare furono consegnati al generale Polizeimeister. Tutti i ranghi di questo reggimento divennero agenti di polizia. Attraverso gli sforzi del generale de Vieira nel 1721, le prime lanterne e le panchine per il riposo furono installate a San Pietroburgo.

Il 19 gennaio 1722 il Senato governativo istituì la polizia di Mosca. L'Ober-Polizeimeister fu nominato dall'imperatore da ranghi militari o civili. In conformità con le istruzioni del 20 luglio 1722, l'Ober-Polizeimeister supervisionò la protezione della pace pubblica a Mosca, era il capo dell'Ufficio di polizia di Mosca. Nel 1729-1731 e nel 1762-1764, il capo della polizia di Mosca fu chiamato il generale Polizeimeister.

Il 23 aprile 1733, l'imperatrice Anna I firmò un decreto "Sull'insediamento della polizia nelle città". La polizia ha ricevuto l'autorità del tribunale e ha avuto l'opportunità di imporre sanzioni nei procedimenti penali.

19 ° e 20 ° secoliModifica

Il Dipartimento investigativo fu fondato nel 1866 e funzionava sotto il dipartimento di polizia del Ministero degli affari interni e nel 1907 reparti simili erano stati creati in altre grandi città dell'impero russo, tra cui Mosca, Kiev, Riga, Odessa, Tiflis, Baku e Rostov- sul-Don. Altri distretti erano sorvegliati dalla polizia rurale o unità di gendarmeria.

Le 3.500 forze di polizia di Pietrogrado hanno fornito la principale opposizione alle rivolte che hanno segnato lo scoppio iniziale della rivoluzione di febbraio. Dopo che le unità dell'esercito presidiarono la città disertata, la polizia divenne l'obiettivo principale dei rivoluzionari e un numero fu ucciso. La polizia dell'impero russo fu sciolta il 10 marzo 1917 e il 17 aprile il governo provvisorio istituì la Milizia popolare (Militia) come nuovo corpo di polizia.

Militia sovieticaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Militia (polizia).

La militia fu formata il 10 marzo 1917. Sostituì la polizia e un corpo separato di gendarmi. C'erano distaccamenti della militsiya popolare e della militsiya operaia. Dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica, la militia in Russia esisteva fino al 1 marzo 2011. Dopo di che è stata ribattezzata alla polizia.

Riforma della polizia del 2011Modifica

 
Agento di polizia, 2018
 
Uniforme estiva di un agento di polizia russo

La riforma della polizia russa (in russo: Закон РФ "О полиции"?) è uno sforzo in corso avviato dall'ex presidente Dmitrij Medvedev per migliorare l'efficienza delle forze di polizia russe, diminuire la corruzione e migliorare l'immagine pubblica delle forze dell'ordine. Il 7 febbraio 2011 sono state apportate modifiche alle leggi sulle forze di polizia, sul codice penale e sul codice di procedura penale. Gli emendamenti sono entrati in vigore il 1 ° marzo 2011. Questi cambiamenti prevedono una riduzione del personale del 20% nelle forze dell'ordine, una ridenominazione delle forze dell'ordine russe da "milicija" (militia) a "policija" (polizia), aumenti sostanziali delle retribuzioni, centralizzazione di finanziamento e molti altri cambiamenti. Circa 217 miliardi di rubli (7 miliardi di dollari) sono stati stanziati dal bilancio federale per finanziare la riforma.

Principali cambiamenti e obiettivi della riformaModifica

  • Cambio di nome. Sotto la riforma, il nome delle forze dell'ordine russe è stato cambiato dal termine dell'era sovietica "militsiya" (milizia) alla più universale "policija" (polizia) il 1 marzo 2011.[3][4]
  • Riduzione del personale e aumento del salario. Il numero di agenti di polizia è stato ridotto del 20%, passando da 1,28 milioni a 1,1 milioni entro il 2012. La riduzione è stata effettuata attraverso una valutazione completa di tutti gli ufficiali. La valutazione è stata condotta prima del giugno 2011 e coloro che non hanno superato la valutazione finiranno per perdere il lavoro. Tutti gli agenti che in passato hanno ricevuto sanzioni amministrative o che hanno legami con la malavita criminale saranno licenziati.[5] Per quegli ufficiali che sopravvivono alla riduzione, i salari saranno aumentati del 30%.
  • Centralizzazione. A seguito della riforma, la polizia russa è stata trasformata in un'istituzione a livello federale, con fondi interamente finanziati dal bilancio federale. Sotto il vecchio sistema, le unità di polizia responsabili dell'ordine pubblico e piccoli crimini erano sotto la giurisdizione delle autorità regionali e cittadine, finanziate dal bilancio regionale e responsabili di più per i governatori regionali che per il centro federale.[6]
  • Modifiche ai diritti di polizia e detenuti. Secondo la nuova legge, il detenuto riceverà il diritto di effettuare una telefonata entro 3 ore dalla detenzione. Riceveranno inoltre il diritto di avere un avvocato e un interprete dal momento della loro detenzione e la polizia deve informare i detenuti dei loro diritti e doveri. La polizia perderà il diritto di effettuare e richiedere controlli sulle attività finanziarie e commerciali di un'azienda. La polizia potrebbe anche non detenere più un cittadino per un'ora solo per verificare la sua identità.[7]

Amministrazione centraleModifica

Servizio di polizia criminaleModifica

Servizio di polizia criminale: Dipartimento investigazioni criminali (in russo: Уголовный розыск?)

  • Ufficio principale per indagini criminali (in russo: Главное следственное управление?)
  • Ufficio principale per la lotta contro i reati economici e fiscali (in russo: Отдел борьбы с экономическими преступлениями?)
  • Ufficio per informazioni sulle indagini operative (in russo: Управление оперативно-розыскной деятельностью?)
  • Ufficio di coordinamento del servizio di polizia criminale (Polizia giudiziaria) (in russo: Главное управление уголовного розыска?)
  • Ufficio principale per la manutenzione dell'ordine pubblico (in russo: Главное управление по обеспечению охраны общественного порядка?)
  • Ufficio principale per la sicurezza del traffico (in russo: Главное управление по обеспечению безопасности дорожного движения?)

NoteModifica

  1. ^ Федеральный закон РФ О полиции N 3-ФЗ от 07.02.2011, su www.zakonrf.info. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  2. ^ Просмотр документа - dlib.rsl.ru, su dlib.rsl.ru. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Police reform: easy rebranding followed by complicated actions, su RT International. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Bill Backed by Kremlin Gives Police Officers 'Manna', su themoscowtimes.com. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  5. ^ (EN) Russia’s rebranded police initiated with major layoffs, su RT International. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  6. ^ Will Russian police reforms be more than a name change?. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) Sputnik, Changes to the law “On Police”, su sputniknews.com. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia