Apri il menu principale

Regole d'onore

film del 2000 diretto da William Friedkin
Regole d'onore
Titolo originaleRules of Engagement
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito
Anno2000
Durata128 min
Generedrammatico, azione
RegiaWilliam Friedkin
SoggettoJames Webb
SceneggiaturaStephen Gaghan
FotografiaWilliam A. Fraker, Nicola Pecorini
MontaggioAugie Hess
MusicheMark Isham
ScenografiaRobert W. Laing
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Regole d'onore (Rules of Engagement) è un film del 2000 diretto da William Friedkin, con protagonisti Tommy Lee Jones e Samuel L. Jackson.

TramaModifica

L'ufficiale pluridecorato Terry Childers è accusato di crimini di guerra dopo aver ordinato di aprire il fuoco sulla folla che manifestava davanti all'ambasciata statunitense dello Yemen, nel conflitto hanno perso la vita 83 persone, tra cui donne e bambini. Childers cerca di difendersi davanti alla corte marziale, sostenendo di aver semplicemente risposto al fuoco nemico dopo la morte di tre marines. Ad aiutarlo arriverà il suo vecchio amico ed ex-compagno di trincea colonnello Hodges, divenuto avvocato militare dopo le ferite riportate in guerra.

CriticheModifica

Il Comitato Arabo-Americano contro la Discriminazione ha dichiarato che "probabilmente si tratta del film più razzista contro gli Arabi mai prodotto a Hollywood".[1]

Il regista William Friedkin, tuttavia, ha respinto le accuse che il film sia di stampo razzista:

«Mi permetta di affermare il giusto di fronte a lei, il film non è anti-Arabo, non è anti-Musulmano, e non è certamente anti-Yemen. Al fine di realizzare il film in Marocco, l'attuale Re del Marocco ha dovuto leggere il copione e approvarlo e firmare con il suo nome ... e nessuno dei partecipanti arabi della parte Araba delle cose, ha ritenuto che il film fosse anti-Arabo. Il film è anti-terrorismo. Si prende una posizione forte contro il terrorismo e si dice che il terrorismo indossa molte facce ... ma non abbiamo fatto questo film per calunniare o diffamare il governo dello Yemen. È una democrazia, e non credo per un istante che sostengono i terroristi più di quanto faccia l'America.[2]»

(William Friedkin)

LocationModifica

Le scene di azione sono state girate in Marocco, e precisamente nella kasbah della città di Ouarzazate.

NoteModifica

  1. ^ Whitaker, Brian. "The 'towel-heads' take on Hollywood", The Guardian. Friday August 11, 2000.
  2. ^ Films - interview - William Friedkin. BBC. Retrieved on 2014-05-22.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema