Riccardo Misasi

politico italiano
Riccardo Misasi
Riccardo Misasi.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X, XI
Gruppo
parlamentare
DC
Circoscrizione Calabria
Collegio Catanzaro
Sito istituzionale

Ministro della pubblica istruzione
Durata mandato 1970 –
1972
Presidente Mariano Rumor, Emilio Colombo, Giulio Andreotti
Predecessore Mario Ferrari Aggradi
Successore Oscar Luigi Scalfaro

Durata mandato 1991 –
1992
Presidente Giulio Andreotti
Predecessore Gerardo Bianco
Successore Rosa Russo Iervolino

Ministro degli interventi straordinari nel mezzogiorno della Repubblica Italiana
Durata mandato 1989 –
1990
Presidente Giulio Andreotti
Successore Giovanni Marongiu

Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana
Durata mandato 1988 –
1989
Presidente Ciriaco De Mita

Dati generali
Partito politico DC
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione funzionario di partito

Riccardo Misasi (Cosenza, 14 luglio 1932Roma, 21 settembre 2000) è stato un politico italiano, deputato DC e ministro della Repubblica Italiana.

BiografiaModifica

Si è laureato in giurisprudenza con il massimo dei voti presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove studiò nel Collegio Augustinianum. È stato consigliere comunale e nel 1958, all'età di 26 anni, è stato eletto deputato. È stato ministro del Commercio con l'estero dal 1969 al 1970 e Ministro della pubblica istruzione dal 1970 al 1972 e dal 1991 al 1992. Ministro degli interventi straordinari per il Mezzogiorno nel Governo Andreotti VI, si dimise il 26 luglio 1990 insieme agli altri ministri della sinistra DC per protestare contro l'approvazione della Legge Mammì.

Nel 1982, con l'elezione di De Mita a segretario della DC, ricoprì la carica di Capo della segreteria politica del partito, e tra il 1988 ed 1989, durante il Governo De Mita, fu Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

Nel 1992 fu accusato dalla Procura di Reggio Calabria di Associazione di tipo mafioso (ex art. 416 bis codice penale) e Corruzione (ex artt. 319-319bis codice penale)[1], ma la Camera, con il solo voto contrario del MSI[Dettaglio di dubbia rilevanza], negò l'autorizzazione all'arresto e l'inchiesta fu, successivamente, di stralcio in stralcio, archiviata.

A Cosenza gli hanno intestato una delle principali strade cittadine, la ex Via Roma, che oggi si chiama appunto Viale Riccardo Misasi. Ha inoltre fondato l'università della Calabria con sede in Rende frazione Arcavacata.

Nel 1998 pubblicò un libro sulla storia del comune d'Orvieto dal titolo Storia di un libero comune. Dall'esperienza antica di Orvieto provocazioni e pensieri per oggi (Rubettino editore).

NoteModifica

Altri progettiModifica

Predecessore Ministro della pubblica istruzione della Repubblica Italiana Successore  
Mario Ferrari Aggradi 27 marzo 1970 - 6 agosto 1970 Riccardo Misasi I
Riccardo Misasi 6 agosto 1970 - 17 febbraio 1972 Riccardo Misasi II
Riccardo Misasi 17 febbraio 1972 - 26 giugno 1972 Oscar Luigi Scalfaro III
Gerardo Bianco 12 aprile 1991 - 28 giugno 1992 Rosa Russo Iervolino IV