Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi San Antonio (disambigua).
San Antonio
city
City of San Antonio
San Antonio – Stemma San Antonio – Bandiera
San Antonio – Veduta
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaBexar
Comal
Medina
Amministrazione
SindacoRon Nirenberg (I)
Territorio
Coordinate29°25′43″N 98°29′36″W / 29.428611°N 98.493333°W29.428611; -98.493333 (San Antonio)Coordinate: 29°25′43″N 98°29′36″W / 29.428611°N 98.493333°W29.428611; -98.493333 (San Antonio)
Altitudine198 m s.l.m.
Superficie1 205,4 km²
Abitanti1 327 407 (2010)
Densità1 101,22 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale78201-66, 78268-70, 78275, 78278-80, 78283-89, 78291-99
Prefisso210 (maggioranza), 830 (porzioni), 726
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
San Antonio
San Antonio
San Antonio – Mappa
Sito istituzionale

San Antonio (dallo spagnolo, "Sant'Antonio"), ufficialmente "la" Città di San Antonio (City of San Antonio), è la settima città più popolosa degli Stati Uniti e la seconda città più popolosa del Texas e degli Stati Uniti meridionali. Fondata come missione spagnola e avamposto coloniale nel 1718, la città divenne il primo insediamento civile istituito nel Texas nel 1731, rendendolo così il comune più antico dello stato.[1][2] La storia profonda della città è in contrasto con la sua rapida crescita: è stata la più rapida crescita tra le prime dieci città più grandi degli Stati Uniti dal 2000 al 2010 e la seconda dal 1990 al 2000.[3][4] A cavallo del divario regionale tra il Texas centrale e meridionale, San Antonio è l'ancora dell'angolo sud-occidentale di una megaregione urbana colloquialmente nota come "Texas Triangle".

San Antonio è il capoluogo della contea di Bexar; le recenti annessioni hanno esteso i confini della città nella contea di Medina e, per una piccola area nei pressi della città di Garden Ridge, nella contea di Comal.[5][6] Dal momento che San Antonio fu fondata durante l'era coloniale spagnola, ha una chiesa (la cattedrale di San Fernando) nel suo centro, sulla principale plaza civica di fronte, una caratteristica di molte città, paesini e villaggi fondati in Spagna e America Latina. Come in molti altri centri urbani western, le aree al di fuori dei confini della città sono scarsamente popolate.

San Antonio è il centro dell'area statistica metropolitana di San Antonio-New Braunfels. Comunemente chiamata Greater San Antonio, l'area metropolitana ha una popolazione di 2.473.974 abitanti, basata sulla stima del censimento degli Stati Uniti del 2017, che la rende la 24ª area metropolitana più grande negli Stati Uniti e la terza più grande del Texas. La crescita lungo i corridoi dell'Interstate 35 e dell'Interstate 10 a nord, ovest ed est rende probabile che l'area metropolitana continuerà ad espandersi.

San Antonio prese questo nome da una spedizione spagnola del 1691 intitolata a Sant'Antonio da Padova, la cui festa ricade il 13 giugno. La città contiene cinque missioni di frontiera spagnole del XVIII secolo, tra cui Alamo e il San Antonio Missions National Historical Park, che insieme sono state designate patrimoni dell'umanità dall'UNESCO nel 2015.[7] Altre attrazioni degne di nota sono il River Walk, la Tower of the Americas, SeaWorld, l'Alamo Bowl e Marriage Island. L'intrattenimento commerciale comprende i parchi divertimenti Six Flags Fiesta Texas e Morgan's Wonderland. Secondo il San Antonio Convention and Visitors Bureau, la città è visitata da circa 32 milioni di turisti all'anno. È la sede dei cinque volte campione della NBA, i San Antonio Spurs, e ospita annualmente il San Antonio Stock Show & Rodeo, uno dei più grandi eventi del genere negli Stati Uniti.

Le forze armate degli Stati Uniti hanno numerose strutture dentro e intorno a San Antonio; Fort Sam Houston è l'unico entro i confini della città. La Lackland Air Force Base, la Randolph Air Force Base, la Lackland AFB/Kelly Field Annex, Camp Bullis e Camp Stanley sono fuori dai confini della città. La Kelly Air Force Base operò fuori da San Antonio fino al 2001, quando l'aeroporto fu trasferito alla Lackland AFB. Le restanti parti della base sono state sviluppate come Port San Antonio, un parco industriale/commerciale e complesso aerospaziale. San Antonio è sede di sei compagnie della Fortune 500 e del South Texas Medical Center, l'unico centro di ricerca e assistenza medica nella regione del Texas meridionale.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

San Antonio è situata circa 75 miglia (121 km) a sud-ovest della sua città vicina, Austin, la capitale statale, a circa 190 miglia (310 km) a ovest di Houston e a circa 250 miglia (400 km) a sud dell'area di Dallas-Fort Worth. La città ha una superficie totale di 465,4 miglia quadrate (1,205,4 km²) - di cui 460,93 miglia quadrate (1,193,8 km²) è coperto da terre e 4,5 miglia quadrate (11,7 km²) è coperto da acque.[8] La città è stata costruita su un terreno boscoso e si trova sulla scarpata di Balcones. La sua altitudine è di 650 piedi (198 m) sul livello del mare.

ClimaModifica

Secondo la classificazione dei climi di Köppen, San Antonio possiede un clima subtropicale umido (Cfa).[9][10][11] Nel 1985 caddero 41 cm di neve, il record per la città.[12] Il tornado avuto luogo nel 1953 ha causato due morti e 15 feriti.[13] La temperatura più bassa registrata è stata di 0 °F (-18 °C), il 31 gennaio 1949.[14]

San Antonio[15][16][17] Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 17,219,423,126,930,633,534,835,632,427,922,317,818,126,934,627,526,8
T. min. mediaC) 4,86,810,414,519,322,623,723,720,615,610,15,45,714,723,315,414,8
Precipitazioni (mm) 44,745,558,753,3101,9105,269,653,177,0104,457,948,5138,7213,9227,9239,3819,8
Umidità relativa media (%) 67,165,263,266,370,568,865,064,768,067,268,368,066,866,766,267,866,9

StoriaModifica

Al tempo dell'incontro europeo, gli indiani Payaya vivevano vicino alla valle del fiume San Antonio nell'area delle San Pedro Springs. Al loro insediamento diedero il nome di Yanaguana, che significa "acque rinfrescanti". Nel 1691, un gruppo di esploratori e missionari cattolici spagnoli si imbatté nel fiume e nell'insediamento dei Payaya il 13 giugno, giorno della festa di Sant'Antonio da Padova. Chiamarono la località e il fiume "San Antonio" in suo onore.[18]

Erano passati anni prima che si verificasse un insediamento spagnolo. Padre Antonio de Olivares visitò il sito nel 1709 ed era determinato a fondare lì una missione e un insediamento civile. Il viceré diede l'approvazione formale per una missione e un presidio alla fine del 1716, poiché voleva evitare qualsiasi espansione francese nell'area dalla loro colonia La Louisiane ad est, oltre a impedire il commercio illegale con i Payaya. Ha diretto Martín de Alarcón, il governatore di Coahuila y Tejas, per istituire il complesso della missione. Le differenze tra Alarcón e Olivares portarono a ritardi e la costruzione non ebbe inizio fino al 1718.[19] Olivares costruì, con l'aiuto degli indiani Payaya, la Misión de San Antonio de Valero (Alamo), il Presidio San Antonio de Bexar, il ponte che collegava entrambi, e l'Acequia Madre de Valero.[20]

Le famiglie riunite attorno al presidio e alla missione formarono l'inizio di Villa de Béjar, destinata a diventare la città più importante del Texas spagnolo.[21] Il 1º maggio, il governatore trasferì la proprietà della Missione San Antonio de Valero (in seguito famosa come Alamo) a Fray Antonio de Olivares.[20] Il 5 maggio 1718 commissionò il Presidio San Antonio de Béxar ("Béjar" nella moderna ortografia spagnola) sul lato ovest del fiume San Antonio, un quarto della lega dalla missione.[19]

Il 14 febbraio 1719 il marchese di San Miguel de Aguayo propose al re di Spagna che 400 famiglie venissero trasportate dalle Isole Canarie, dalla Galizia o dall'Avana per popolare la provincia del Texas. Il suo piano fu approvato e fu dato l'avviso al popolo delle Canarie (isleños) di fornire 200 famiglie; il Consiglio delle Indie suggerì che 400 famiglie dovevano essere inviate dalle Canarie al Texas attraverso l'Avana e Veracruz. Nel giugno del 1730, 25 famiglie avevano raggiunto Cuba e 10 famiglie erano state mandate a Veracruz prima che gli ordini dalla Spagna venissero a fermare il reinsediamento.[22]

Sotto la guida di Juan Leal Goraz, il gruppo ha marciato via terra da Veracruz al Presidio San Antonio de Béxar, dove arrivò il 9 marzo 1731. A causa dei matrimoni lungo la strada, il partito ora comprendeva 15 famiglie, per un totale di 56 persone. Si unirono alla comunità militare fondata nel 1718. Gli immigrati formarono il nucleo del villaggio di San Fernando de Béxar, il primo governo civile regolarmente organizzato in Texas. Diverse famiglie più anziane di San Antonio seguono la loro discesa dai coloni delle Canarie. María Rosa Padrón fu la prima bambina nata nella discendenza dalle Canarie a San Antonio.[22]

Durante l'insediamento messicano spagnolo delle terre del sud-ovest, che ebbe luogo nel secolo successivo, Juan Leal Goraz Jr. fu una figura di spicco. Ha rivendicato quasi 100,000 miglia quadrate (153 766 acri) come territorio spagnolo e detenuto un certo controllo per quasi tre decenni: quest'area si estendeva attraverso sei stati attuali. San Antonio venne designata come capitale di Leal Goraz. Rappresentava l'espansione messicana nell'area. Con le sue solide forze militari, guidò l'esplorazione e stabilì basi coloniali spagnole fino a San Francisco, California. La bancarotta generalizzata costrinse l'esercito di Leal Goraz Jr. a rientrare negli attuali confini del Messico; caddero in conflitti interni e tumulti con entità vicine.

San Antonio è cresciuta fino a diventare il più grande insediamento spagnolo in Texas; fu designata come capitale spagnola, in seguito messicana, della provincia di Tejas. Da San Antonio, il Camino Real (oggi Nacogdoches Road), fu costruito nella piccola città di frontiera di Nacogdoches. Il Messico permise ai coloni euroamericani dagli Stati Uniti di entrare nel territorio; occuparono principalmente la terra nella parte orientale. Quando Antonio López de Santa Anna abolì unilateralmente la costituzione messicana del 1824, la violenza seguì in molti stati del Messico.[23]

In una serie di battaglie, l'esercito texano riuscì a costringere i soldati messicani fuori dalle aree di insediamento a est di San Antonio, che erano dominate dagli americani. Sotto la guida di Ben Milam, nella battaglia di Bexar, nel dicembre 1835, le forze texane conquistarono San Antonio dalle forze comandate dal generale Martín Perfecto de Cos, cognato di Santa Anna. Nella primavera del 1836, Santa Anna marciò su San Antonio. Una forza volontaria sotto il comando di James C. Neill occupò e fortificò la missione abbandonata.[24]

Alla sua partenza, il comando congiunto di William Barret Travis e James Bowie fu lasciato a capo della difesa della vecchia missione. La battaglia di Alamo ebbe luogo dal 23 febbraio al 6 marzo 1836. La forza numerica numericamente inferiore fu infine sconfitta, con tutti i difensori di Alamo uccisi. Questi uomini furono visti come "martiri" per la causa della libertà del Texas e "ricordatevi di Alamo" divenne un grido di battaglia nell'esito finale dell'esercito texano per sconfiggere l'esercito di Santa Anna.[24]

Juan Seguín, che organizzò la compagnia dei patrioti Tejano, che combatterono per l'indipendenza del Texas, combatté nella battaglia di Concepción, nell'assedio di Bexar e nella battaglia di San Jacinto, e prestò servizio come sindaco di San Antonio. Fu costretto a lasciare l'ufficio a causa di minacce sulla sua vita da parte di nuovi arrivati e oppositori politici nel 1842, diventando l'ultimo sindaco Tejano per quasi 150 anni.[25]

Nel 1845, gli Stati Uniti decisero infine di annettere il Texas e includerlo come stato nell'Unione. Ciò portò alla guerra messicano-americana. Anche se alla fine gli Stati Uniti vinsero, la guerra fu devastante per San Antonio. Alla fine, la popolazione della città era stata ridotta di quasi due terzi, a 800 abitanti.[26] Forte di migranti e immigrati, nel 1860 all'inizio della guerra civile americana, San Antonio era cresciuta fino a raggiungere una città di 15000 persone.

Dopo la guerra civile americana, San Antonio prosperò come centro dell'industria del bestiame. Durante questo periodo, rimase una città di frontiera, con una miscela di culture che era diversa dalle altre città degli Stati Uniti. Negli anni 1850 Frederick Law Olmsted, l'architetto paesaggista che progettò Central Park a New York, viaggiò attraverso il Sud e il Sudovest e pubblicò resoconti delle sue osservazioni. Nel suo libro del 1859 sul Texas, Olmsted descriveva San Antonio come un "guazzabuglio di razze, costumi, lingue e edifici", che gli conferiva una qualità che solo New Orleans poteva rivaleggiare con ciò che descriveva come "strana e antiquata estraneità".[27][28]

Nel 1877, in seguito all'era della Ricostruzione, gli sviluppatori costruirono la prima ferrovia a San Antonio, collegandola ai mercati principali e alle città portuali. Il Texas fu il primo stato in cui le grandi città si sono sviluppate per ferrovia anziché per vie navigabili. In Texas, le ferrovie sostenevano un modello marcatamente diverso di sviluppo delle principali città interne, come San Antonio, Dallas e Fort Worth, rispetto allo sviluppo storico delle città portuali costiere negli stati orientali stabiliti.

All'inizio del XX secolo, le strade del centro della città sono state ampliate per accogliere le auto di strada e il traffico moderno. A quel tempo, molti dei vecchi edifici storici furono demoliti nel processo di questa modernizzazione.[29]

Dalla fine del XX secolo, San Antonio ha avuto una crescita costante della popolazione. La popolazione della città è quasi raddoppiata in 35 anni, da poco più di 650.000 nel censimento del 1970 a circa 1,2 milioni nel 2005, attraverso sia la crescita della popolazione che l'annessione delle terre (quest'ultima ha notevolmente ampliato l'area fisica della città).[30] Nel 1990, lo United States Census Bureau riportò la popolazione di San Antonio come ispanica al 55,6%, nera al 7,0% e bianca non ispanica al 36,2%.[31]

Il San Antonio Missions National Historical Park e Alamo sono diventati patrimoni mondiali dell'UNESCO nel 2015 ed è stata dichiarata "città della creatività per la gastronomia" (City of Creativity for Gastronomy) dall'UNESCO nel 2017, una delle 26 città creative a livello gastronomico nel mondo.[7]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Secondo il censimento[32] del 2010, la popolazione era di 1.197.816 abitanti.

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 50,7% di bianchi, il 25,0% di afroamericani, lo 0,7% di nativi americani, il 2,9% di asiatici, lo 0,0% di oceaniani, il 18,1% di altre razze, e il 2,6% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 42,4% della popolazione.

CulturaModifica

La missione Alamo è la principale attrazione turistica del Texas; a causa di questa missione la città viene spesso chiamata "Alamo City".[33] Nell'autunno del 2013 la Bexar County ha aperto BiblioTech - Bexar County's Digital Library, la prima biblioteca digitale della nazione.[34]

EconomiaModifica

San Antonio possiede un'economia diversificata, con circa 96,8 miliardi di dollari di prodotto interno lordo metropolitano. Di conseguenza, prendendo in considerazione il PIL, è la quarta area metropolitana del Texas e la 38ª degli Stati Uniti.[35] Venti milioni di turisti visitano ogni anno San Antonio e le sue attrazioni, contribuendo sensibilmente all'economia della città, principalmente grazie a The Alamo e River Walk.[36] San Antonio è sede di sei compagnie della Fortune 500: Valero Energy, Tesoro Corp, USAA, iHeartMedia, NuStar Energy e CST Brands, Inc.[37] L'industria della difesa militare in città impiega circa 89 000 persone e contribuisce con 5,25 miliardi di dollari all'economia della città.[38] San Antonio ha perso diverse aziende principali situate in precedenza nel territorio cittadino; una delle più importanti attività, la AT & T Inc. nel 2008 si è trasferita a Dallas "per servire meglio i clienti ed espandere l'attività in futuro".[39]

Infrastrutture e trasportiModifica

La città è servita dall'Aeroporto Internazionale di San Antonio. San Antonio possiede 219 km di piste o percorsi ciclabili.[40]

AmministrazioneModifica

SportModifica

Squadra Sport Campionato Fondazione Stadio (capacità)
UTSA Roadrunners Football americano NCAA Division I 2011 Alamodome (65 000)
San Antonio Spurs Pallacanestro NBA 1967 AT&T Center (18 580)
San Antonio Missions Baseball Texas League 1888 Wolff Stadium (9 200)
San Antonio Rampage Hockey su ghiaccio AHL 2002 AT&T Center (16 151)
San Antonio FC Calcio USL 2016 Toyota Field (8 300)

NoteModifica

  1. ^ "San Fernando de Bexar". Chabot, Frederick Charles. Texas State Historical Association. Uploaded 15 June 2010. Retrieved 17 September 2017.
  2. ^ "The First Civil Settlement in Texas". Guerra, Mary Ann Noonan. Excerpted from The San Antonio River (The Alamo Press, San Antonio: 1987). Retrieved 17 September 2017.
  3. ^ "Population Distribution and Change 2000 to 2010". 2010 United States Census. Retrieved June 1, 2012.
  4. ^ "Incorporated Places of 100,000 or More Ranked by Numeric Population Change: 1990 to 2000". United States Census 2000. Retrieved June 1, 2012.
  5. ^ San Antonio Annexation History (PDF), su Sanantonio.org\accessdate=10 ottobre 2018.
  6. ^ Comal GIS Map, su cceo.org (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2015).
  7. ^ a b Andrew Mach, San Antonio Missions among new UNESCO World Heritage Sites, PBS, 5 luglio 2015. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  8. ^ [1] Archiviato il March 28, 2009 Data nell'URL non combaciante: 28 marzo 2009 in Internet Archive.
  9. ^ The Roles of Geography and Climate in Forecasting Weather in South Texas, Theweatherprediction.com. URL consultato il 6 marzo 2013.
  10. ^ http://www.srh.noaa.gov/images/ewx/sat/satclisum.pdf
  11. ^ Climatemapusa2.PNG file- Wikimedia Commons (PNG), Commons.wikimedia.org. URL consultato il 6 marzo 2013.
  12. ^ San Antonio Suffers Worst Snowfall (Schenectady, New York, Schenectady Gazette, via Google News), 12 gennaio 1985.
  13. ^ San Antonio Bexar County Texas Tornado History and Damage Risk Grade, su homefacts.com.
  14. ^ San Antonio Climate Summary (PDF), National Weather Service. URL consultato il 19 agosto 2010.
  15. ^ NowData - NOAA Online Weather Data, National Oceanic and Atmospheric Administration. URL consultato il 20 giugno 2016.
  16. ^ Station Name: TX SAN ANTONIO INTL AP (TXT), National Oceanic & Atmospheric Administration. URL consultato il 27 marzo 2014.
  17. ^ WMO Climate Normals for SAN ANTONIO/INTL, TX 1961–1990 (TXT), National Oceanic and Atmospheric Administration. URL consultato il 10 marzo 2014.
  18. ^ San Antonio: The City of St. Anthony, Americancatholic.org, June 2004, St. Anthony Messenger Magazine Online. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  19. ^ a b [2] Spanish Texas, Texas State Historical Society: The Handbook of Texas Online
  20. ^ a b Adina Emilia De Zavala, History and Legends of The Alamo and Other Missions In and Around San Antonio (History legends of de Zarichs Online), 8 dicembre 1917, p. 8. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  21. ^ [3] Martin de Alarcon, Texas State Historical Society: The Handbook of Texas Online
  22. ^ a b [4] The Canary Islanders, Texas State Historical Society: The Handbook of Texas Online
  23. ^ John H. Jenkins, ed., Papers of the Texas Revolution (10 vols.; Austin: Presidial Press, 973), p.13
  24. ^ a b John H. Jenkins, ed., Papers of the Texas Revolution (10 vols.; Austin: Presidial Press, 973), p. 13
  25. ^ Gonzalez, Juan. Harvest of Empire. Penguin, 2000.
  26. ^ Lewis F. Fisher, Saving San Antonio: the precarious preservation of a heritage, Lubbock, Texas Tech University Press, 1996.
  27. ^ A Journey Through Texas, by Frederick Olmsted ISBN 978-1-144-80380-1
  28. ^ Frederick Law Olmsted, A Journey through Texas; or, A Saddle-trip on the South-western Frontier: with a statistical appendix (1859), on-line text at Internet Archive
  29. ^ Saving San Antonio by Lewis F. Fisher ISBN 978-0-89672-372-6
  30. ^ POPULATION DISTRIBUTION IN 2005 (PDF), su United States Census Bureau. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  31. ^ Texas – Race and Hispanic Origin for Selected Cities and Other Places: Earliest Census to 1990, U.S. Census Bureau. URL consultato il 10 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2012).
  32. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  33. ^ Barry Popik, Alamo City (San Antonio Nickname), su The Big Apple, 20 dicembre 2007.
  34. ^ Nation's first bookless library opens in San Antonio, in Dallas Morning News, 3 gennaio 2014.
  35. ^ US Bureau of Economic Analysis, http://www.bea.gov/newsreleases/regional/gdp_metro/2011b/pdf/gdp_metro0211b.pdf
  36. ^ San Antonio Tourism, SanAntonioRiverwalk.com. Recuperato il 7 gennaio 2007.
  37. ^ Fortune 500 2009: States: Texas Companies, in CNN. URL consultato il 23 maggio 2010.
  38. ^ Welcome to the City of San Antonio Economic Development Department-Index, Sanantonio.gov. URL consultato il 30 giugno 2010.
  39. ^ AT&T shareholder statement regarding corporate relocation [5], recuperato il 20 maggio 2013
  40. ^ San Antonio Bikes; City of San Antonio Official Web Site
  41. ^ a b c d e f g h i j Sister Cities Program. Sainternationalrelations.org. Retrieved on December 11, 2011.
  42. ^ Sister Cities, Public Relations, Guadalajara municipal government. URL consultato il 10 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2012).
  43. ^ Gwangju Sister Cities Archiviato il July 4, 2014 Data nell'URL non combaciante: 4 luglio 2014 in Internet Archive.
  44. ^ Mayor announces Chennai, India Sister City Agreement, Sanantonio.gov, 28 febbraio 2008. URL consultato il 10 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2011).
  45. ^ Windhoek becomes first San Antonio Sister City in Africa, 10th total, su Sanantonio.gov.
  46. ^ Sister Cities Program, su Sainternationalrelations.org.
  47. ^ The Greater San Antonio Chinese Chamber of Commerce - Wuxi and Suzhou Are Friends with San Antonio Archiviato il January 3, 2011 Data nell'URL non combaciante: 3 gennaio 2011 in Internet Archive.. Gsaccc.org (May 28, 2010). Retrieved on December 11, 2011.
  48. ^ San Antonio mayor boosts ties with Israel | JTA - Jewish & Israel News Archiviato il July 18, 2011 Data nell'URL non combaciante: 18 luglio 2011 in Internet Archive.. JTA (July 14, 2011). Retrieved on December 11, 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN153426020 · ISNI (EN0000 0004 0398 4914 · LCCN (ENn79054641 · GND (DE4124107-1 · BNF (FRcb122278859 (data) · WorldCat Identities (ENn79-054641
  Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Texas