Sissy Spacek

attrice statunitense

Sissy Spacek, nata Mary Elizabeth Spacek (Quitman, 25 dicembre 1949), è un'attrice e cantante statunitense.

Sissy Spacek al Tribeca Film Festival 2010
Statuetta dell'Oscar Oscar alla miglior attrice 1981

Biografia modifica

Nasce e cresce nel Texas frequentando il Quitman High School, dove è eletta reginetta dell'anno. Dopo la morte del fratello maggiore per leucemia, consegue il diploma ma decide di non proseguire gli studi. Tenta così la strada della musica come cantante rock trasferendosi a New York, da suo cugino Rip Torn, attore, e inizia a esibirsi in alcuni locali del Greenwich Village e come corista per spot pubblicitari, arrivando a incidere un disco, John, You Went Too Far This Time. Nel frattempo, si iscrive ai corsi di Lee Strasberg all'Actors Studio, che frequenta per meno di un anno.

Dopo alcune apparizioni in televisione, esordisce sul grande schermo nel 1972 in Arma da taglio, ma il successo arriva qualche anno dopo con il ruolo di Carrie White in Carrie - Lo sguardo di Satana (1976) di Brian De Palma, pellicola che le frutta la sua prima candidatura all'Oscar alla miglior attrice.

Nel 1981 vince l'Oscar alla miglior attrice e il Golden Globe grazie al film La ragazza di Nashville interpretando Loretta Lynn, la celebre cantante country e per prepararsi al ruolo non si limita a sfruttare le sue doti canore, ma si impegna duramente, seguendo la Lynn durante un tour e passando mesi a studiare. Ottiene altre quattro candidature ai Premi Oscar come miglior attrice per Missing - Scomparso (1982), Il fiume dell'ira (1984), Crimini del cuore (1986) e per In the Bedroom (2001); con questi ultimi due vince il suo secondo e terzo Golden Globe.

Dagli anni 90 decide di diradare le sue apparizioni sullo schermo per dedicarsi alla sua famiglia e ai cavalli del suo ranch in Virginia. In questo decennio appare nel film Storie d'amore, dove si ritrova, a distanza di quasi vent'anni, di nuovo a condividere il set con Piper Laurie, che interpretava sua madre in Carrie: questa volta la Spacek e la collega recitano nel ruolo di due sorelle.

Nel 2015 recita nella serie televisiva di successo Bloodline, disponibile su Netflix.

Vita privata modifica

È sposata dal 1974 con lo scenografo Jack Fisk,[1] da cui ha avuto due figlie: Shuyler (1982) e Madison (1988).

Filmografia modifica

Cinema modifica

Televisione modifica

Riconoscimenti modifica

 
Sissy Spacek e la sua stella alla Hollywood Walk of Fame

Doppiatrici italiane modifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Sissy Spacek è stata doppiata da:

Discografia modifica

Album modifica

Singoli modifica

Anno Singoli Posizioni hit-parade Album
US Country US Bubbling CAN Country
1980 "La ragazza di Nashville" 24 7 La ragazza di Nashville (colonna sonora)
"Back in Baby's Arms" 71
1983 "Lonely but Only for You" 15 10 13 Hangin' Up My Heart
1984 "If I Can Just Get Through the Night" 57 41
"If You Could Only See Me Now" 79

Note modifica

Bibliografia modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46947689 · ISNI (EN0000 0001 1838 7678 · Europeana agent/base/147101 · LCCN (ENn80144170 · GND (DE119474085 · BNE (ESXX1288303 (data) · BNF (FRcb138999532 (data) · J9U (ENHE987007428888405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n80144170