Apri il menu principale

Something, Something, Something, Dark Side

episodio della serie TV d'animazione I Griffin
Something, Something, Something, Dark Side
Somethingdarkside.JPG
Una scena dell'episodio
SerieI Griffin
Stagione8
Episodio n.20
Trasmissione originale22 dicembre 2009 (DVD)
Trasmissione italiana3 febbraio 2010 (DVD)
Durata52 min
Interpreti e personaggi
RegistaDominic Polcino
SceneggiatoreKirker Butler, Seth MacFarlane
MontaggioHarold McKenzie, Karyn Finley Thompson
ScenografiaSalene Weatherwax
Produzione n.6ACX21
6ACX22
Cronologia
Ep. precedenteEp. successivo
La fonte meravigliosaAffettuosamente al bivio

Something, Something, Something, Dark Side (noto anche come I Griffin presentano Something, Something, Something, Dark Side) è il ventesimo episodio dell'ottava stagione I Griffin.

È la parodia del film L'Impero colpisce ancora. È il sequel di Blue Harvest ed è seguito da It's a Trap!

Il titolo potrebbe essere reso in italiano come "Bla, bla, bla, Lato Oscuro", e fa riferimento alla "formula segreta" dei dialoghi di Guerre stellari enunciata nell'episodio della quinta stagione Al limite della legalità.

Indice

TramaModifica

La famiglia Griffin è in salotto a guardare la televisione quando la corrente salta nuovamente. Peter inizia a raccontare il seguito della storia raccontata precedentemente. Da una nave imperiale parte una sonda droide che atterra su Hoth in cerca dei ribelli. Il comandante Luke Skywalker crede che sia un meteorite, quindi va a controllare ma viene assalito da un Wampa. Preouccupato per il mancato rientro alla base, Ian Solo esce a cercarlo. Luke ha una visione di Obi-Wan Kenobi che gli dice di recarsi sul pianeta Dagobah dove Yoda gli insegnerà a padroneggiare la Forza, poi viene soccorso da Ian Solo.

Nel frattempo Dart Fener si sta dirigendo con la flotta imperiale verso Hoth, i ribelli affrontano in battaglia le truppe d'assalto e gli AT-AT con i loro snowspeeder, ma le truppe imperiali riescono a conquistare la base. Ian Solo, Leila, Chewbecca e C-3PO fuggono a bordo del Millennium Falcon e riescono a seminare gli inseguitori infilandosi in un campo di asteroidi. Luke invece, a bordo del suo X-wing, assieme a R2-D2 si dirige verso il sistema di Dagobah, attera in una palude dove incontra Yoda e in seguito inizia l'addestramento per diventare uno Jedi. L'Imperatore affida a Dart Fener il compito di trovare Luke e di farlo passare al Lato Oscuro. Ian Solo decide di andare a rifugiarsi dal suo amico Lando Calrissian nella Città delle nuvole su Bespin, ma il Millennium Falcon è stato pedinato da Boba Fett. Luke sente che i suoi amici sono in pericolo e dedice di andarli a salvare; Dart Fener li ha catturati e ha fatto congelare Ian Solo in un blocco di grafite. Lando, Leila, Chewbecca e i droidi riescono a liberarsi.

Luke giunge nella Città delle nuovole e, nonostante Yoda lo abbia avvertito che non è ancora un cavaliere Jedi, affronta Dart Fener in un duello con le spade laser. Nello scontro Dart Fener rivela al ragazzo che in realtà lui è suo padre, Luke però non vuole unirsi al Lato Oscuro e si lancia in un condotto di aerazione. Leila sente che Luke ha bisogno di aiuto, a bordo del Millennium Falcon tornano indietro a recuperarlo e si salvano saltando nell'iperspazio raggiungendo poi la Fregata Nebulon-B. A questo punto, Peter finisce di raccontare la storia e in casa torna la luce.

PersonaggiModifica

Edizioni home videoModifica

Prima di essere trasmesso in TV il film è stato pubblicato su DVD e Blu-ray Disc, negli Stati Uniti il 22 dicembre 2009 mentre in Italia il 3 febbraio 2010. I contenuti speciali contenuti nella versione italiana sono i seguenti:

  • il commento di Seth McFarlane, Mark Hentermann, David A. Goodman, Kirker Butler, Dominic Polcino e Seth Green;
  • "Finestra su Family Guy", il film con dei pop up informativi;
  • "Creare un manifesto";
  • la versione animatic con il commento di Dominic Polcino;
  • tavola rotonda con le voci originaki di Something, Something, Something, Dark Side;
  • preview del capitolo successivo We Have a Bad Feeling About This.

Citazioni e riferimentiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica