Apri il menu principale

Upminster Bridge (metropolitana di Londra)

stazione della Metropolitana di Londra
Underground.svg Upminster Bridge
Upminster Bridge tube station 4.jpg
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore Transport for London
Inaugurazione 1934
Linea District line flag box.png
Localizzazione Upminster Bridge, Havering
Tipologia Stazione in superficie
Interscambio London Buses square.png 193, 248, 370
Flusso passeggeri 2007 Decrease2.svg 0.781 milioni[1]
2008 Increase2.svg 0.930 milioni[1]
2009 Decrease2.svg 0.865 milioni[1]
2010 Increase2.svg 0.890 milioni[1]
2011 Increase2.svg 0.990 milioni[2]
Mappa di localizzazione: Londra
Upminster Bridge
Upminster Bridge
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°33′28.8″N 0°14′02.76″E / 51.558°N 0.2341°E51.558; 0.2341

Upminster Bridge (IPA: /ʌpmɪn.stəʳ brɪdʒ/) è una stazione della metropolitana di Londra situata nell'omonimo quartiere, nel borgo londinese di Havering.

La stazione, la penultima della District line, è compresa nella sesta zona tariffaria della metrò londinese; difatti essa è usata ben poco, considerando che nel 2008 ha visto il transito di circa 0,8 milioni di passeggeri.[1]

La stazione di Upminster Bridge è stata aperta al pubblico il 17 dicembre 1934 dalla London, Midland and Scottish Railway. L'inaugurazione della stessa è stata resa possibile grazie alla rete ferroviaria elettrificata fatta costruire tra Upminster e Barking nel 1932.[3]

Indice

Cenni storiciModifica

Nel 1902, in seguito all'inaugurazione della Whitechapel and Bow Railway, la Metropolitan District Railway (spesso abbreviata in MDR) venne estesa fino alla stazione di Upminster passando per quella di Hornchurch. Nel 1905 la stessa società sostituì le classiche locomotive a vapore con i treni elettrici: quindi, per completare la rete ferroviaria elettrificata, vennero chiusi tutti gli scali ubicati dopo quello di East Ham.[4] Dopo un lungo ritardo conseguito a causa della prima guerra mondiale,[5] la rete elettrificata venne estesa fino ad Upminster dalla London, Midland and Scottish Railway nel 1932.[3]

Il percorso elettrificato costruito dalla London, Midland and Scottish Railway permise la costruzione di nuove stazioni nell'area. Tale proposta fu subito accettata dalle autorità locali, anche a causa del significativo aumento demografico ivi avvenuto durante il periodo interbellico.[6]

La stazione di Upminster Bridge venne quindi inaugurata il 17 dicembre 1934.[7] La stazione, benché fosse gestita dalla London, Midland and Scottish Railway, era servita esclusivamente dai treni della District line. Dopo il Transport Act 1947, che comportò la nazionalizzazione di tutte le ferrovie britanniche, la gestione della stazione passò alle British Railways. Tuttavia lo scalo diventò proprietà della London Underground nel 1969.[8]

 
La stazione di Upminster Bridge. Si notino la piattaforma ad isola che compone la stazione e la coppia di binari che viaggia verso sud.

DesignModifica

La stazione consiste in una piattaforma ad isola centrale con i binari che scorrono accanto. Per essa passano quattro coppie di binari. Due, ovviamente, appartengono alla metropolitana di Londra; gli altri due, invece, sono utilizzati dalla c2c, la linea ferroviaria che connette la città dell'Essex di Southend-on-Sea con lo scalo ferroviario londinese di Fenchurch Street.[9]

La stazione di Upminster Bridge, interamente coperta da un tettuccio, è dotata di una sala d'attesa ubicata al suo centro. La biglietteria in Art déco, composta da mattoni rossi, è situata al di sotto del livello delle banchine; è possibile raggiungerla attraverso l'ausilio di una scalinata. Sebbene Upminster Bridge sia molto simile ad altre stazioni della District line, essa è molto nota per la sua particolare forma poligonale.[10] Inoltre il pavimento della sala biglietteria è decorato con delle svastiche rovesciate, all'epoca un tipo di piastrellatura molto popolare.[11]

La stazione è stata inoltre ristrutturata dalla Metronet nel 2005 e nel 2006. In questi due anni, infatti, sono stati installati dei nuovi corrimani e delle telecamere a circuito chiuso, è stata aggiunta maggiore segnaletica per aiutare i passeggeri, è stata migliorata l'illuminazione e sono stati installati dei tabelloni dove sono riportati gli orari di partenza dei treni.[12] La stazione, infine, non è dotata di un accesso senza gradini dalla strada ai binari.[12]

DintorniModifica

 
La stazione vista dall'esterno.

La stazione è stata chiamata «Upminster Bridge» a causa del un ponte omonimo che scavalca il fiume Ingrebourne.[13] Quest'ultimo, anticamente, faceva da confine tra gli antichi distretti di Hornchurch ed Upminster: se queste circoscrizioni esistessero ancora la stazione sarebbe sita nella parte occidentale di Hornchurch.[14]

L'edificio si affaccia su Upminster Road, che come già accennato fa parte del borgo londinese di Havering, ed è circondato da numerosi negozi. Inoltre, la stazione è ubicata in un'area prevalentemente residenziale ed è vicina all'Havering Sixth Form College[15] ed all'Hornchurch Stadium.[16]

In aggiunta per la stazione passano gli autobus n° 193, 248 e 370, i quali connettono la stazione con le zone di Hornchurch, Lakeside, Romford ed Upminster.[17]

Per il resto la stazione è lontana 1,24 km da quella Hornchurch e 1,26 km da quella di Upminster.[18]

ServiziModifica

 
Posizione della stazione nella District line.

Come già accennato, la stazione è compresa nella Travelcard Zone 6. Solitamente per la stazione passano, ogni ora, dodici treni diretti ad Upminster, sei treni indirizzati alla stazione di Wimbledon ed altri sei che terminano a quella di Richmond.[19] Inoltre, nelle ore di punta, il numero di treni per ora aumenta a 15.[19] Per la stazione, quindi, sosta un treno ogni cinque minuti.

I treni diretti verso Upminster si fermano alla stazione dalle 06:00 alle 01:30; al contrario quelli destinati a Earl's Court sostano alla stazione dalle 05:00 alle 23:30.[20]

Per arrivare alla stazione di London Victoria, partendo da quella di Upminster Bridge, si impiegano circa 56 minuti; invece, per arrivare a quelle di Upminster e di Barking, si occupano rispettivamente 2 e 20 minuti.[20]

Per il resto la stazione è dotata di:

  •   biglietteria
  •   servizi igienici
  •   sala d'attesa

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Customer metrics: entries and exits, Transport for London, 2003-2011.
  2. ^ (EN) COUNTS - 2011 - annual entries & exits (XLS), Transport for London, 2011. URL consultato il 18 agosto 2012.
  3. ^ a b Wolmar, p. 258.
  4. ^ Bruce, p. 46-47.
  5. ^ (EN) The London, Tilbury and Southend Railway (PDF), Barking and Dagenham Council (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2011)..
  6. ^ (EN) Upminster population, su visionofbritain.org.uk. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  7. ^ (EN) District line, Clive's UndergrounD Line Guides. URL consultato il 3 novembre 2011.
  8. ^ (EN) Some basic UK rail statistics, FifthDimension Associates, 2009. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2012).
    «Numbers of passenger stations, freight and parcels depots on the main line network».
  9. ^ (EN) Stations and Route Map, c2c Online. URL consultato il 23 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2012)..
  10. ^ Menear, p. 89.
  11. ^ (EN) Upminster Bridge Underground station, District line, su Photographic collection, London Transport Museum, 1935. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  12. ^ a b Transforming the Tube (PDF), Transport for London, novembre 2009. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  13. ^ Mills.
  14. ^ Powell.
  15. ^ (EN) How to get to Havering Sixth Form College (PDF), su havering-sfc.ac.uk. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2011).
  16. ^ (EN) Tim Grose, Hornchurch Stadium, UK Running Track Directory, 1º ottobre 2004. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  17. ^ (EN) Buses from Upminster Bridge (PDF), Transport for London, aprile 2007. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  18. ^ (EN) Charles Baker, Inter Station Database (XLS), Transport for London, 2006. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  19. ^ a b (EN) Circle, Hammersmith and City, District and Metropolitan lines: Proposed Service Changes (PDF), Transport for London, febbraio 2009. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  20. ^ a b (EN) District line - First and last trains (PDF), Transport for London, 14 dicembre 2009. URL consultato l'8 febbraio 2010.

BibliografiaModifica

  • (EN) Anthony David Mills, A dictionary of London place-names, 2ª ed., Oxford University Press, 2010, ISBN 978-0-19-956678-5.
  • (EN) Christian Wolmar, The subterranean railway: how the London Underground was built and how it changed the city forever, Atlantic, 2004, ISBN 978-1-84354-022-9.
  • (EN) Douglas Rose, The London Underground: A diagrammatic history, 7ª ed., Sheffield Hallam University, 1995, ISBN 1-870354-06-0.
  • (EN) Laurence Menear, London's underground stations: a social and architectural study, Midas, 1983, ISBN 0-85936-124-1.
  • (EN) J.Graeme Bruce, Steam to Silver, London Transport Executive Staff, 1975, ISBN 0-85329-061-X.
  • (EN) W.R.Powell, A History of the County of Essex, vol. 7, Boydell & Brewer Inc, 2008 [1978].

Altri progettiModifica

Capolinea Stazione precedente District line Stazione successiva Capolinea
Richmond
Ealing Broadway
Wimbledon
  Hornchurch   Upminster Bridge   Upminster   Upminster
Questa è una voce di qualità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 11 aprile 2012 — vai alla segnalazione.
Naturalmente sono ben accetti altri suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.

Segnalazioni  ·  Criteri di ammissione  ·  Voci di qualità in altre lingue