Alderano Cybo-Malaspina (1552-1606)

nobile italiano
Cybo-Malaspina
Sovrani di Massa e Carrara
Coat of arms of the House of Cybo-Malaspina.svg

Ricciarda
Giulio I
Alberico I
Carlo I
Alberico II
Carlo II
Alberico III
Alderano I
Maria Teresa
Maria Beatrice

Alderano Cybo-Malaspina (Massa, 9 dicembre 1552Ferrara, 16 novembre 1606) è stato marchese titolare di Carrara (premorì al padre), patrizio di Roma e Genova, patrizio di Pisa e Firenze, patrizio di Napoli, nobile di Viterbo.

BiografiaModifica

Erede designato e legittimo del padre Alberico I, da questi istruito nell'arte del governo, venne deciso che egli sposasse un'appartenente alla casa d'Este per svincolare i domini cybei dalle ingerenze genovesi.

Sposò a Ferrara nel 1580 Marfisa d'Este (Ferrara, 1554 - Ferrara, 1608), figlia naturale di Francesco d'Este, marchese di Massa Lombarda, principe di Ferrara, Modena e Reggio.

DiscendenzaModifica

Alderano e Marfisa ebbero sette figli:

  • Carlo I (Ferrara 18 novembre 1581 - Massa, 13 febbraio 1662), Principe Sovrano di Massa e Marchese Sovrano di Carrara dal 1623 al 1662;
  • Francesco (Ferrara, 1584 - Massa, 1616), Patrizio Romano e Patrizio Genovese, Patrizio di Pisa e Firenze, Patrizio Napoletano, Nobile di Viterbo;
  • Odoardo (Ferrara, 1585 - Genova, 1612), Patrizio Romano e Patrizio Genovese, Patrizio di Pisa e Firenze, Patrizio Napoletano, Nobile di Viterbo, Colonnello delle Armate di S.M. Cattolica;
  • Cesare (nato e morto a Ferrara nel 1587);
  • Vittoria (Ferrara 1588 - Bologna 1635) sposa a Ferrara nel 1603 il Conte Senatore Ercole Pepoli, Conte di Castiglione, Conte del Sacro Romano Impero, Patrizio di Bologna e Senatore di Bologna;
  • Ferdinando (Ferrara 1590 - Massa 1623), Sacerdote, Canonico della Cattedrale di Genova;
  • Alessandro (Ferrara 1594 - Roma 1639), Cavaliere dell'Ordine di Malta, di cui professò i voti nel 1597;
  • Alfonso (Ferrara, nato e morto nel 1596), Patrizio Romano e Patrizio Genovese, Patrizio di Pisa e Firenze, Patrizio Napoletano, Nobile di Viterbo.

AscendenzaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica