Apri il menu principale

Casa Ricordi (film 1954)

film del 1954 diretto da Carmine Gallone
Casa Ricordi
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1954
Durata110 min
Generebiografico, musicale, drammatico, sentimentale
RegiaCarmine Gallone
SceneggiaturaLeonardo Benvenuti, Luigi Filippo D'Amico, Carmine Gallone, Agenore Incrocci, Vittorio Nino Novarese, Furio Scarpelli
Dialoghi: Nello Meniconi
ProduttoreFranco Riganti e, non accreditato, Jacques Bar
Casa di produzioneCormoran Films, Documento Film, Franco London Films, Industrie Cinematografiche Sociali (ICS), Le Louvre Film
Distribuzione in italianoMinerva Film
FotografiaMarco Scarpelli
MontaggioNiccolò Lazzari
Effetti specialiJoseph Nathanson (con il nome Joséf Natensen)
MusicheRiccardo Zandonai
ScenografiaMario Chiari Arredatore: Beni Montresor - Assistente scenografo: Mario Garbuglia
CostumiMaria De Matteis
TruccoAlberto De Rossi, Raimondo Van Riel
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Casa Ricordi è un film musicale del 1954 diretto da Carmine Gallone.

TramaModifica

Il film ripercorre la storia romanzata della grande dinastia di editori musicali (dapprima solo tramite spartiti e poi dischi) Ricordi, che si svolse per tutto l'Ottocento con Giovanni, il fondatore, e poi il figlio Tito e il nipote Giulio. Il film descrive gli incontri con i grandi protagonisti dell'opera italiana: da Rossini a Bellini, da Donizetti a Verdi, per finire con Puccini all'inizio del Novecento, tutti passati dagli editori Ricordi per far stampare le loro opere.

ProduzioneModifica

Il film, una co-produzione italo-francese, fu prodotto da Cormoran Films, Documento Film, Franco London Films, Industrie Cinematografiche Sociali (ICS), Le Louvre Film. Fu girato in Italia e a Parigi.

DistribuzioneModifica

Date di uscitaModifica

  • Italia: 1º dicembre 1954
  • Francia: 26 luglio 1955

Incongruenze storicheModifica

  • La morte di Vincenzo Bellini viene situata la sera della prima dell'opera I puritani. In realtà l'opera venne data per la prima volta alle scene il 24 gennaio 1835 ma Bellini morì il 23 settembre di quello stesso anno.
  • Nel film viene indicata la data del primo spostamento della sede della Ricordi verso la Casa degli Omenoni al 23 marzo 1848 ad opera di Tito Ricordi che vediamo appendere ad una parete il ritratto del defunto padre. In realtà Giovanni Ricordi morirà solo nel 1853.
  • Nel film viene detto che Giulio Ricordi combatté appena sedicenne sulle barricate delle Cinque giornate di Milano, ma in realtà nel 1848 egli aveva appena 8 anni.

CuriositàModifica

La doppiatrice Andreina Pagnani dà la voce a due personaggi diversi: Isabella Colbran (interpretata da Märta Torén) e Luisa Lewis (interpretata da Myriam Bru).

Fosco Giachetti torna qui a vestire i panni di Giuseppe Verdi, da lui già interpretato 16 anni prima (in quel caso come protagonista) nell'omonimo film anch'esso diretto da Carmine Gallone.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica