Charlotte Rae

attrice e cantante statunitense

Charlotte Rae, nome d'arte di Charlotte Rae Lubotsky (Milwaukee, 22 aprile 1926Los Angeles, 5 agosto 2018), è stata un'attrice e cantante statunitense.

Charlotte Rae nel 2012

È nota per aver interpretato Edna Garrett nella sitcom Il mio amico Arnold e nel suo spin-off, L'albero delle mele, in cui ha avuto il ruolo di protagonista dal 1979 al 1986 e per cui ha ricevuto una nomination nel 1982 agli Emmy Awards. È anche apparsa in due film per la televisione della serie: The Facts of Life Goes to Paris (1982) e Quattro amiche, nuovi amori (2001). La Rae ha interpretato il personaggio di Edna Garrett anche in un episodio di Hello, Larry.

BiografiaModifica

 
Charlotte Rae agli Emmy Awards del 1988

Charlotte nasce a Milwaukee, nel Wisconsin, da Esther Ottenstein, un'immigrata ebrea russa, amica di infanzia del Primo Ministro Israeliano Golda Meir, e da Meyer Lubotsky, un venditore di pneumatici al dettaglio. Aveva una sorella maggiore di nome Beverly e una minore di nome Miriam.[1] Per i primi dieci anni della sua vita, la famiglia ha vissuto a Milwaukee per poi trasferirsi a Shorewood, sempre nello stato del Wisconsin. Lì, Charlotte ha cominciato a lavorare per una radio e con la compagnia teatrale per bambini di Wauwatosa. A 16 anni entra a far parte di una compagnia teatrale venuta per l'estate a Milwaukee.[1] Dopo essersi diplomata dal liceo di Shorewood nel 1944, ha frequentato la Northwestern University, dove ha incontrato diversi volti televisivi allora sconosciuti, come Paul Lynde, Claude Akins, Agnes Nixon, Charlton Heston e Sheldon Harnick. Ha lasciato il college dopo qualche anno senza aver completato gli studi. Si è trasferita a New York nel 1948 e ha cominciato a lavorare in diversi teatri e locali notturni, come il Village Vanguard, insieme a talenti come Barbra Streisand, Mike Nichols ed Elaine May. È apparsa in L'opera da tre soldi e in diversi altri spettacoli teatrali e musical.[1] Nel 1955 ha pubblicato il suo primo e unico album da solista, Songs I Taught My Mother.[1] Charlotte ha ricevuto due candidature ai Tony Awards durante la sua carriera a Broadway. La prima nel 1966 per la categoria Miglior attrice non protagonista in un musical, la seconda nel 1969 per la categoria Miglior attrice non protagonista in un'opera teatrale. Successivamente, ha preferito dedicarsi esclusivamente al mondo della televisione.[1] Inizialmente voleva essere un'attrice drammatica ma alla fine ha preferito diventare una comica e, dopo il trasferimento a Los Angeles nel 1974, ha recitato in alcune serie televisive come Arcibaldo, Good Times, Phyllis, Barney Miller, All's Fair, In casa Lawrence, The Eddie Capra Mysteries e Angeli volanti. Il vero successo però è arrivato alla fine degli anni settanta. La NBC stava progettando una nuova sitcom insieme a Norman Lear, quella che è poi divenuta Il mio amico Arnold. Essendo a conoscenza che la Rae era una delle attrici preferite di Lear, la rete l'ha assunta immediatamente per il ruolo della governante, Edna Garrett. La serie, di cui è il primo personaggio in ordine di apparizione, è un successo immediato e diviene rapidamente una delle poche hit della NBC. La Rae ha partecipato a tutti gli episodi della prima stagione e, visto che il suo personaggio era diventato così popolare, i produttori hanno realizzato un backdoor pilot, intitolato Le compagne di scuola, per trasferire la signora Garrett in uno spin-off a lei dedicato. L'attrice, inizialmente titubante, ha deciso di proseguire a patto di ottenere una clausola nel suo contratto che le avrebbe permesso di poter tornare in Arnold se la nuova serie fosse stata cancellata. La NBC ha accettato e ha creato The Facts of Life (in Italia trasmessa con il titolo L'albero delle mele), serie che vede la signora Garrett lasciare la famiglia Drummond per lavorare come istitutrice e dietologa presso la prestigiosa Eastland School, la scuola femminile in cui è iscritta Kimberly. Inizialmente Charlotte ha lavorato in entrambe le sitcom. L'albero delle mele ha dato alla Rae il suo ruolo più noto e l'ha consacrata a star televisiva vera e propria. Edna Garrett era il personaggio centrale della serie oltre che una figura materna per le ragazze. Molti dei personaggi della serie prendono il nome da persone realmente esistite e legate alla Rae: è il caso di Natalie, Andy e Beverly Ann, chiamati rispettivamente come un'amica d'infanzia, come il figlio e come la sorella dell'attrice. Durante la prima stagione, lo show non era molto seguito ma, dopo diversi interventi, è diventato uno dei programmi più famosi allora trasmessi. Tra la prima e la seconda stagione, la Rae ha seguito una dieta molto rigorosa ed è riuscita così a perdere molto peso. Nella sesta e settima stagione, l'attrice si è assentata in diversi episodi in quanto stava progettando di lasciare la serie, ormai stanca fisicamente e dell'opinione che le ragazze erano cresciute e non avevano più bisogno dell'aiuto della signora Garrett. Nonostante le continue implorazioni da parte della NBC, nel 1986, all'inizio dell'ottava stagione, il personaggio di Edna Garrett esce di scena e viene sostituito nelle ultime due stagioni da Cloris Leachman, interprete di Beverly Ann Stickle, sorella di Edna. Nonostante il personaggio di Beverly Ann non abbia ottenuto la stessa popolarità della signora Garrett, la Leachman è rimasta fino alla cancellazione della serie, avvenuta nel 1988.[1] Nel 1987 è apparsa in un episodio de La signora in giallo. Nel 1993 ha doppiato il personaggio di Pristina Bova in Tom & Jerry: Il film. Nel 1996 è ritornata a teatro con I monologhi della vagina. Nel 2001 lei e le colleghe de L'albero delle mele si sono ritrovate per il film Quattro amiche, nuovi amori. Nel 2008 ha interpretato il ruolo dell'anziana signora Greenhouse in Zohan - Tutte le donne vengono al pettine. Nell'aprile del 2011 ha partecipato ai TV Land Awards con l'intero cast de L'albero delle mele per ritirare il Premio icona della cultura pop. Per l'occasione, le colleghe Kim Fields e Nancy McKeon hanno preparato un discorso in suo onore. Il cast ha fatto lo stesso anche a Good Morning America, dove ha cantato la sigla iniziale dello show in compagnia della giornalista Cynthia McFadden.[1] Nel 2015 è ritornata sul grande schermo con il film Dove eravamo rimasti, recitando al fianco di Meryl Streep, Kevin Kline e Rick Springfield. Nel novembre dello stesso anno, Charlotte ha pubblicato la sua autobiografia, The Facts of My Life, scritta con l'aiuto del figlio Larry Strauss.[1]

Charlotte è morta il 5 agosto 2018 nella sua casa a Los Angeles all'età di 92 anni. Da tempo era malata di cancro alle ossa e aveva preferito non curarsi, ritirandosi a vita privata e apparendo pubblicamente di tanto in tanto. Il suo corpo è stato cremato e le ceneri gettate nell'Oceano Pacifico.[1]

Vita privataModifica

Ha sposato il compositore John Strauss il 4 novembre 1951. Dopo oltre vent'anni di matrimonio, Strauss le ha confessato di essere bisessuale e nel 1976 i due hanno divorziato. L'uomo è morto nel 2011 a 90 anni dopo una lunga battaglia contro il morbo di Parkinson. La coppia ha avuto due figli, Andrew e Larry. Il primogenito era affetto da autismo ed è morto nel 1999 all'età di 44 anni. Charlotte era anche nonna di tre nipoti.[1]

Problemi di saluteModifica

Nei primi anni settanta si è unita agli Alcolisti Anonimi. Nel 1982 le è stato impiantato un pacemaker nel cuore.[1] Nel 2009 le è stato diagnosticato un tumore al pancreas, malattia per cui la madre, la sorella maggiore e uno zio hanno trovato la morte.[1] Nel 2017, dopo soli due anni dalla guarigione, l'attrice ha dichiarato di avere un cancro alle ossa e di aver preso la decisione di non curarsi. Charlotte, con l'aggravarsi della malattia, è morta il 5 agosto 2018 all'età di 92 anni nella sua casa a Los Angeles.[1]

FilmografiaModifica

TeatroModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DiscografiaModifica

  • Songs I Taught My Mother (1955)

BibliografiaModifica

  • The Facts of My Life (2015)

RiconoscimentiModifica

Tony AwardsModifica

  • Per il ruolo in Pickwick: Miglior attrice non protagonista in un musical (1966) - Nominata
  • Per il ruolo in Morning, Noon and Night: Miglior attrice protagonista in un'opera teatrale (1969) - Nominata

Emmy AwardsModifica

Looking Ahead AwardsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m Charlotte Rae, su IMDb. URL consultato il 16 gennaio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN38447754 · ISNI (EN0000 0000 7880 1941 · Europeana agent/base/149540 · LCCN (ENn87922149 · GND (DE134786181 · BNF (FRcb14218488j (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n87922149