Mike Nichols

regista, comico e produttore cinematografico statunitense (1931-2014)

Mike Nichols, pseudonimo di Michael Igor Peschkowsky (Berlino, 6 novembre 1931New York, 19 novembre 2014[1]), è stato un regista, comico e produttore cinematografico tedesco naturalizzato statunitense.

BiografiaModifica

Di origini ebraiche, era figlio di un intellettuale russo che conosceva Vladimir Vladimirovič Nabokov e Boris Pasternak. Nel 1935, con la promulgazione delle leggi razziali, dalla Germania la famiglia emigrò a Chicago. Nel 1943 il padre morì in guerra e quindi, rimasto orfano a dodici anni, Mike Nichols s'industrio' a svolgere vari mestieri finché si trasferì a New York dove entrò all'Actors Studio. Durante gli anni cinquanta, con Elaine May e altri formò un gruppo di cabaret e diresse delle commedie piene di critica e satira sociale a Broadway, tipici ingredienti di numerosi suoi film.

Approdò al cinema a 35 anni dirigendo il film Chi ha paura di Virginia Woolf? (1966) con un'"invecchiata" (per esigenze di copione) Elizabeth Taylor, all'epoca una delle donne più belle del mondo, dopo aver chiesto a Marlene Dietrich. Il successivo film Il laureato (1967) sbancò ai botteghini, vincendo un Oscar (proprio per la regia) e consacrando Dustin Hoffman. Dopo questo film Nichols diresse l'antimilitarista Comma 22 (1970), avvalendosi della presenza di Orson Welles, Anthony Perkins e Martin Balsam. Seguì la difficile pellicola Conoscenza carnale (1971) con Jack Nicholson, con cui girerà ancora Due uomini e una dote (1974), Heartburn - Affari di cuore (1986) e Wolf - La belva è fuori (1994).

Nel 1984 diresse Silkwood con Meryl Streep nel ruolo di un'operaia che si batte per la salute dei propri colleghi all'interno di un impianto nucleare. Un altro grande successo fu Cartoline dall'inferno (1990) in cui duettarono due signore del cinema come Meryl Streep e Shirley MacLaine, dopodiché lavorò con Harrison Ford in A proposito di Henry (1991), e con Robin Williams in Piume di struzzo (1996), remake del Vizietto di Molinaro; riportò al successo la carriera di John Travolta, interprete di un presidente degli Stati Uniti d'America coinvolto in scandali sessuali con I colori della vittoria (1998), affiancato a Emma Thompson e Kathy Bates. I suoi ultimi film furono Closer (2004) e La guerra di Charlie Wilson (2007).

Apprezzato e prolifico regista e produttore teatrale, Nichols diresse oltre trenta allestimenti di opere di prosa e musical a Broadway, tra cui le prime di celebri commedie come A piedi nudi nel parco, La strana coppia e The Real Thing, oltre che acclamati revival di Le piccole volpi, Morte di un commesso viaggiatore, Zio Vanja e Tradimenti[2]. La sua attività teatrale gli valse nove vittorie ai Tony Award: sei per la miglior regia di un'opera teatrale, uno alla miglior regia di un musical e due come produttore[3].

Morì a New York il 19 novembre 2014, all'età di 83 anni, a seguito di un infarto.

Vita privataModifica

Mike Nichols si sposò quattro volte: dapprima con la cantante Patricia Scot dal 1957 al 1960; poi dal 1963 al 1974 con Margot Callas, da cui ebbe una figlia, Daisy (1964); nel 1973 ebbe un altro figlio, Max, nato dalla relazione con la sceneggiatrice Annabel Davis-Goff, che sposò nel 1975 e da cui divorzio' nel 1986 dopo aver avuto da lei un'altra figlia, Jenny (1977); infine dal 1988 fino alla morte fu sposato con la giornalista Diane Sawyer.

FilmografiaModifica

TeatroModifica

RegistaModifica

ProduttoreModifica

  • Annie, colonna sonora di Charles Strouse, libretto di Thomas Meehan, testi e regia di Martin Charni. Alvin Theatre di Broadway (1977)
  • Billy Bishop Goes to War, di John Gray ed Eric Paterson. Morosco Theatre di Broadway (1980)
  • Gin Game, di Donald L. Coburn. John Golden Theatre di Broadway (1977)
  • Grown Ups, di Jules Feiffer. Lyceum Theatre di Broadway (1982)
  • The Real Thing, di Tom Stoppard. Plymouth Theatre di Broadway (1984)
  • Hurlyburly, di David Rabe. Ethel Barrymore Theatre di Broadway (1984)
  • Whoopi Goldberg. Lyceum Theatre (1984)
  • The Play What I Wrote, di Hamish McColl, Sean Foley ed Eddie Braben, regia di Kenneth Branagh. Lyceum Theatre di Broadway (2003)
  • Whoopi, di Whoopi Goldberg. Lyceum Theatre di Broadway (2004)

PremiModifica

Nel 2001 vincendo l'Emmy, Mike Nichols diventa il nono artista ad aggiudicarsi l'EGOT, il "premio" che comprende coloro che hanno vinto tutti i quattro principali premi del mondo dello spettacolo (Oscar, Emmy, Tony Award e Grammy)

NoteModifica

  1. ^ È morto Mike Nichols, regista de "Il laureato", in La Repubblica, 20 novembre 2014. URL consultato il 21 agosto 2016.
  2. ^ Daniel Craig, Rachel Weisz heading to Broadway in 'Betrayal' - MSN Movies News, su web.archive.org, 2 giugno 2013. URL consultato il 2 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2013).
  3. ^ (EN) Theater, in The New York Times. URL consultato il 2 febbraio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85449187 · ISNI (EN0000 0001 2102 822X · LCCN (ENn82221104 · GND (DE118967088 · BNF (FRcb139397465 (data) · BNE (ESXX1093817 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82221104