China Eastern Airlines

compagnia aerea cinese
China Eastern Airlines
Logo
B-2001@HKG (20190321121341).jpg
StatoCina Cina
Borse valori
Fondazione25 giugno 1988 a Shanghai
Sede principaleShanghai
GruppoChina Eastern Air Holding Company
Controllate
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Sito webglobal.ceair.com
Compagnia aerea maggiore
Codice IATAMU
Codice ICAOCES
Indicativo di chiamataCHINA EASTERN
Hub
Frequent flyerEastern Miles
AlleanzaSkyTeam
Flotta583 (nel 2021)
Destinazioni250+ (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

China Eastern Airlines Corporation Limited (cinese semplificato: 中国 东方 航空公司; cinese tradizionale: 中國 東方 航空公司), nota anche come China Eastern, è una compagnia aerea maggiore con sede nel China Eastern Airlines Building, sui terreni dell'aeroporto Internazionale di Shanghai-Hongqiao, nel distretto di Changning, Shanghai.[1][2] È una delle tre grandi compagnie aeree (insieme ad Air China e China Southern Airlines) della Repubblica popolare cinese, che opera rotte internazionali, nazionali e regionali. I suoi hub principali sono l'aeroporto Internazionale di Shanghai Pudong e l'aeroporto Internazionale di Shanghai-Hongqiao.[3]

China Eastern Airlines è il secondo vettore cinese per numero di passeggeri dopo China Southern Airlines. China Eastern e la sua sussidiaria Shanghai Airlines sono diventate il 14° membro di SkyTeam il 21 giugno 2011.[4] La società madre di China Eastern Airlines Corporation Limited è China Eastern Air Holding Company.

StoriaModifica

 
La sede della China Eastern all'aeroporto di Shangai.

China Eastern Airlines è stata fondata il 25 giugno 1988 sotto la Civil Aviation Administration of China. Nel 1997, rilevò la non redditizia China General Aviation diventando anche la prima compagnia aerea del paese a offrire azioni sul mercato internazionale. Nel 1998, fondò China Cargo Airlines in una joint venture con COSCO. Nel marzo 2001, completò l'acquisizione di Great Wall Airlines. China Yunnan Airlines e China Northwest Airlines si fusero in China Eastern Airlines nel 2003.[3] Lo slogan della società era "Ospitalità di classe mondiale con fascino orientale" (世界 品位 , 东方 魅力).

Il governo cinese aveva una quota di partecipazione di maggioranza in China Eastern Airlines (61,64%), mentre alcune azioni erano detenute pubblicamente (H share, 32,19%); A-share, 6,17%. Il 20 aprile 2006, i media diedero la notizia di una possibile vendita fino al 20% della sua partecipazione a investitori stranieri, tra cui Singapore Airlines, Emirates e Japan Airlines, con Singapore Airlines che confermò che i negoziati erano in corso.[5]

Dopo aver ricevuto l'approvazione del Consiglio di Stato cinese, venne annunciato il 2 settembre 2007 che Singapore Airlines e Temasek Holdings (holding che detiene il 55% di Singapore Airlines) avrebbero acquisito congiuntamente azioni di China Eastern Airlines.[6][7] Il 9 novembre 2007, gli investitori firmarono un accordo finale per acquistare una partecipazione complessiva del 24% in China Eastern Airlines: Singapore Airlines avrebbe acquisito il 15,73% e Temasek Holdings l'8,27%.[8] L'imminente ingresso di Singapore Airlines nel mercato cinese spinse il vettore di Hong Kong Cathay Pacific a tentare di bloccare l'accordo acquistando una quota significativa in China Eastern e votando l'accordo insieme ad Air China (che già deteneva una partecipazione dell'11% in China Eastern) all'assemblea degli azionisti del dicembre 2007.[9] Tuttavia, il 24 settembre Cathay Pacific annunciò di aver abbandonato questi piani.[10]

La società madre di Air China, la China National Aviation Corporation di proprietà statale, annunciò nel gennaio 2008 che avrebbe offerto il 32% in più rispetto a Singapore Airlines per la partecipazione del 24% in China Eastern, complicando potenzialmente l'accordo che Singapore Airlines e Temasek avevano proposto.[11] Alla fine, gli azionisti di minoranza rifiutarono l'offerta fatta da Singapore Airlines. Si pensa che ciò sia stato dovuto al massiccio sforzo compiuto da Air China per acquistare la quota del 24%.[12]

L'11 giugno 2009 è stato annunciato che China Eastern Airlines si sarebbe fusa con Shanghai Airlines.[13] Si prevedeva che tale fusione avrebbe ridotto la concorrenza eccessiva tra i due vettori con sede a Shanghai, consolidando al contempo lo status di Shanghai come hub internazionale dell'aviazione. La fusione è stata completata nel febbraio 2010.[14] Shanghai Airlines è diventata una sussidiaria controllata al 100% da China Eastern Airlines. Tuttavia, Shanghai Airlines ha mantenuto il suo marchio e la sua livrea. La nuova compagnia aerea avrebbe dovuto detenere oltre la metà della quota di mercato a Shanghai, l'hub finanziario della Cina. China Eastern Airlines ha anche acquisito China United Airlines nell'ottobre 2010.[15]

 
Liu Shaoyong, il CEO della compagnia, nel 2014.

Nel marzo 2012, è stato annunciato che China Eastern stava stringendo un'alleanza strategica con il gruppo Qantas per creare Jetstar Hong Kong, una nuova compagnia aerea a basso costo con sede all'aeroporto Internazionale di Hong Kong, che avrebbe iniziato le operazioni nel 2013.[16] China Eastern avrebbe detenuto una partecipazione del 50% nella nuova compagnia aerea, con il restante 50% di prorpietà di Qantas, rappresentando un investimento totale di 198 milioni di dollari.[17] Tuttavia, nel giugno 2015, l'autorità di Hong Kong ha rifiutato di rilasciare la licenza operativa a Jetstar Hong Kong. China Eastern e Qantas hanno successivamente annunciato la fine dell'investimento.

Nel 2012, China Eastern ha ricevuto il "Golden Ting Award" alla China Capital Market Annual Conference 2012, riconoscendolo come uno dei 50 marchi cinesi di maggior valore da WPP e classificandosi tra i primi dieci della classifica CSR di FORTUNE China 2013.

Nell'aprile 2013, China Eastern ha ottenuto un permesso temporaneo per operare nelle Filippine, ma l'autorità per l'aviazione civile delle Filippine ha richiesto loro di ottenere un permesso tecnico e uno slot aeroportuale.[18][19]

Il 9 settembre 2014, China Eastern ha introdotto un nuovo logo e una nuova livrea.[20] Nel 2015, la compagnia ha stretto una partnership con Delta Air Lines in cui Delta avrebbe acquistato una quota del 3,55% in China Eastern per 450 milioni di $.[21]

Il 30 giugno 2015, China Eastern ha lanciato un nuovo servizio per gli Stati Uniti, operando trisettimanalmente la rotta Chengdu - Nanchino - Los Angeles con Airbus A330-200.[22]

Nel 2017, China Eastern Airlines ha registrato un utile netto di CNY6,4 miliardi ($ 983 milioni), in crescita del 41% rispetto all'utile netto di CNY 4,5 miliardi nel 2016.[23]

Il 26 febbraio 2020, China Eastern Airlines ha lanciato OTT Airlines come sussidiaria per operare aeromobili di produzione nazionale, come il Comac C919 e il Comac ARJ21, nella regione del delta del Fiume Azzurro, oltre alle operazioni di business jet.[24]

DestinazioniModifica

China Eastern Airlines ha una forte presenza sulle rotte in Asia, Nord America e Australia. La compagnia aerea cerca di sfruttare il potenziale del mercato interno aumentando le frequenze dei voli da Shanghai ad altre città cinesi. La compagnia aerea sta inoltre accelerando il ritmo di espansione internazionale aumentando le frequenze dei voli verso destinazioni internazionali. Nel 2007, ha iniziato le operazioni a New York City da Shanghai, rendendola la rotta non-stop più lunga per la compagnia aerea. Nel 2016, ha lanciato voli diretti da Shanghai a Praga, Amsterdam, Madrid e San Pietroburgo.

ServiziModifica

CargoModifica

Dopo la fusione con Shanghai Airlines, China Eastern Airlines annunciò che avrebbe unito anche le sussidiarie cargo dei due vettori. Il nuovo vettore cargo della compagnia, costituito dalle attività di China Cargo Airlines, Great Wall Airlines e Shanghai Airlines Cargo, ha iniziato le operazioni nel 2011 dalla sua base a Shanghai.[25] China Eastern Airlines ha firmato un accordo di cooperazione strategica con lo Shanghai Airport Group, che controlla sia l'aeroporto Internazionale di Shanghai-Hongqiao che l'aeroporto Internazionale di Shanghai Pudong.

Eastern MilesModifica

Il programma frequent flyer di China Eastern Airlines si chiama Eastern Miles (cinese semplificato: 东方 万里行; cinese tradizionale: 東方 萬里行). Anche Shanghai Airlines e China United Airlines, sussidiarie di China Eastern, fanno parte del programma. I soci possono accumulare miglia sui voli e tramite il consumo con la carta di credito di China Eastern. Quando vengono raccolte miglia sufficienti, i membri possono passare all'abbonamento Elite in tre livelli: Platinum, Gold e Silver.[26]

CabinaModifica

 
Un Airbus A320-200.

Prima classeModifica

China Eastern offre la prima classe su tutti i Boeing 777. I sedili sono reclinabili fino a 180° a formare un letto piatto ed è presente un separé per la privacy. Gli aerei sono dotati di un bar dove i passeggeri possono servirsi da soli e socializzare con gli altri. I sedili centrali del Boeing 777 possono essere trasformati in un letto matrimoniale.[27]

Business PlusModifica

I prodotti business plus si trovano su tutti gli A350-900 e B787-9.[28] Le suite hanno uno spazio più ampio e un'eccellente lunghezza rispetto ai posti nella normale business class. Le suite dispongono inoltre di porta scorrevole e minibar. I sedili centrali possono essere trasformati in un soggiorno con posti a sedere per quattro.[29]

Business classModifica

La business class è disponibile in molte versioni differenti. Sulla flotta a fusoliera stretta di China Eastern, i sedili sono poltrone reclinabili disposte in una configurazione 2-2. Su A330 selezionati, i sedili della sono Zodiac Cirrus o Thompson Vantage XL in una configurazione 1-2-1, oppure possono essere letti piani ad angolo disposti in una configurazione 2-2-2. Sugli A350 e B787, i sedili della business class sono Thompson Vantage XL modificati con porte simili alle suite Delta one.[30] Sui 777, i posti sono Zodiac Cirrus.[27]

Premium EconomyModifica

La Premium Economy si trova su tutti i Boeing B787 e Airbus A350.[31]

EconomyModifica

China Eastern offre un servizio pasti gratuito e alcuni A330, tutti gli A350, B777 e B787 hanno intrattenimento on demand sullo schienale.[32]

SussidiarieModifica

 
Un Comac ARJ21 di OTT Airlines.

China Cargo AirlinesModifica

La sussidiaria cargo di China Eastern Airlines, China Cargo Airlines, è stata la prima compagnia aerea all-cargo della Cina che opera servizi di trasporto merci dedicati utilizzando la struttura delle rotte di China Eastern Airlines. La compagnia aerea porta lo stesso logo di China Eastern Airlines.[33]

China United AirlinesModifica

China United Airlines è un vettore low cost con sede all'aeroporto internazionale di Pechino-Daxing. È diventata una sussidiaria di China Eastern nel 2010.[15]

OTT AirlinesModifica

OTT Airlines è una controllata della China Eastern che è stata lanciata nel febbraio 2020 per operare aerei di produzione nazionale come il Comac C919 e il Comac ARJ21 nella regione del delta del Fiume Azzurro.[34][35]

FlottaModifica

Flotta attualeModifica

 
Un Airbus A330-200.
 
Un Boeing 777-300ER visto a Los Angeles.
 
Un Boeing 787-9.
 
Un Airbus A350-900.

Ad aprile 2021 la flotta di China Eastern Airlines è così composta[36]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
F J+ J Y+ Y Totale
Airbus A319-100 35 8 114 122
Airbus A320-200 178 8 150 158
Airbus A320neo 54 8 150 158
Airbus A321-200 77 20 155 175
12 170 182
Airbus A330-200 30 30 204 234
Airbus A330-300 25 32 32 230 294
38 262 300
Airbus A350-900 9 11 4 36 32 216 288 Consegnati entro il 2022.[37]
Boeing 737-700 40 8 126 134
140 140
Boeing 737-800 109 12 150 162
8 168 174
Boeing 737 MAX 8 3 2 8 168 174
Boeing 777-300ER 20 6 52 258 316
Boeing 787-9 3 2 4 26 28 227 285 Consegnati entro il 2022.[38]
Comac ARJ21-700 35 TBA Consegne dal 2025.
Comac C919 20 TBA Cliente di lancio.[39]
Totale 583 70

Flotta storicaModifica

 
Uno degli ex A310-200 della compagnia.
 
Uno degli ex MD-11.

China Eastern Airlines operava in precedenza con i seguenti aeromobili[36]:

Aereo Esemplari Inserimento Dismissione Note
Airbus A300-600R 13 1993 2015
Airbus A310-200 3 2003 2007
Airbus A310-300 2 1988 1994
Airbus A340-300 5 1996 2012
Airbus A340-600 5 2003 2015
Boeing 767-300ER 3 2003 2011
Bombardier CRJ200 5 2004 2013
British Aerospace 146 13 1987 2009
Embraer ERJ 145 10 2005 2016
Fokker F100 10 1992 1999
McDonnell Douglas MD-11 6 1991 2005
McDonnell Douglas MD-82 16 1987 2007
McDonnell Douglas MD-90 9 1997 2010
Xian MA60 Acquisiti da Wuhan Airlines.
Yakovlev Yak-42 Acquisiti dalla CGAC.

IncidentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) CEA Profile | China Eastern Airlines Corporat Stock - Yahoo! Finance, su web.archive.org, 31 marzo 2016. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2016).
  2. ^ (EN) China Eastern, Exhibit B (PDF), su webcitation.org.
  3. ^ a b (EN) Directory: World Airlines, in Flight International, 3 aprile 2007, p. 64.
  4. ^ (EN) China Eastern becomes 14th SkyTeam member, su www.webcitation.org. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  5. ^ (EN) China Eastern seeking investment from SIA, other foreign giants: report, su web.archive.org, 30 settembre 2007. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  6. ^ (EN) SIA approved to buy into China Eastern, su web.archive.org, 7 gennaio 2016. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 7 gennaio 2016).
  7. ^ (EN) SIA, China Eastern Airlines announce strategic tie-up, su web.archive.org, 4 settembre 2007. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2007).
  8. ^ (EN) Singapore Airlines, Temasek sign China Eastern deal, su web.archive.org, 11 novembre 2007. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2007).
  9. ^ (EN) Cathay Pacific to try and block Singapore Airlines report - Channel N…, su archive.vn, 23 luglio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  10. ^ (EN) Cathay Pacific abandons China Eastern plan - Telegraph, su web.archive.org, 6 maggio 2014. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2014).
  11. ^ (EN) Air China pursues China Eastern stake - FT.com, su web.archive.org, 8 ottobre 2012. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale l'8 ottobre 2012).
  12. ^ (EN) Shareholders reject Singapore Air offer, su www.ft.com. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  13. ^ (EN) China Eastern Airlines announces detailed merger plan with Shanghai Airlines_English_Xinhua, su web.archive.org, 3 marzo 2016. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  14. ^ (EN) China Eastern Air Holding Company Airline Group Profile | CAPA, su web.archive.org, 15 dicembre 2019. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2019).
  15. ^ a b (ZH) 关于联航 - 中国联合航空, su web.archive.org, 21 ottobre 2019. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2019).
  16. ^ (EN) China Eastern Airlines and Qantas announce Jetstar Hong Kong, su web.archive.org, 12 maggio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2012).
  17. ^ (EN) Sky News: Qantas creates Jetstar Hong Kong, su web.archive.org, 26 marzo 2012. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2012).
  18. ^ (EN) China Eastern Airlines bags temporary permit - Civil Aeronautics Board :: Philippines, su web.archive.org, 24 marzo 2014. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  19. ^ (EN) BusinessWorld | China Eastern Airlines bags temporary permit, su web.archive.org, 23 settembre 2015. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  20. ^ (ZH) 东方航空正式发布全新VI体系 - 东航新闻 - 中国东方航空公司, su web.archive.org, 12 settembre 2014. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2014).
  21. ^ (EN) China Eastern and Delta solidify strategic partnership, su www.skyteam.com. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  22. ^ (EN) China Eastern Adds Chengdu / Nanjing – Los Angeles Service from late-June 2015, su Routesonline. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  23. ^ (EN) China Eastern’s 2017 net profit up 41% as demand, exchange rates improve | Airline Financials content from ATWOnline, su web.archive.org, 14 dicembre 2018. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2018).
  24. ^ (EN) OTT Airlines unveiled, mainly to operate China-made aircraft like ARJ21 and C919__Commercial Aircraft Corporation of China, Ltd., su english.comac.cc. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  25. ^ (EN) New China Eastern cargo carrier to launch Jan. 1 from Shanghai | ATW Online, su web.archive.org, 27 febbraio 2011. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2011).
  26. ^ (EN) Welcome to Eastern Miles, su web.archive.org, 28 aprile 2012. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 28 aprile 2012).
  27. ^ a b (EN) First Look: China Eastern's Revamped Business and First Class Seats, su web.archive.org, 6 aprile 2018. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2018).
  28. ^ (EN) China Eastern Boeing 787 brings business class suites to Melbourne, su Executive Traveller. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  29. ^ (EN) China Eastern Airbus A350 to fly Sydney-Shanghai from March 31, su Executive Traveller. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  30. ^ (EN) China Eastern Airbus A350 gets business class suites and 'living room' - Australian Business Traveller, su web.archive.org, 17 gennaio 2019. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2019).
  31. ^ (EN) China Eastern to introduce premium economy, su web.archive.org, 10 aprile 2019. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2019).
  32. ^ (EN) Touring China Eastern's New 777-300ER Products - Travel Codex, su web.archive.org, 2 ottobre 2017. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2017).
  33. ^ (EN) Groteszk Kreatív Társulat, China Eastern Cargo, su https://www.r-bag.hu/china-eastern-cargo. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  34. ^ (EN) Reuters Staff, China Eastern unveils OTT Airlines to operate Chinese-made jets, in Reuters, 26 febbraio 2020. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  35. ^ (EN) OTT Airlines unveiled, mainly to operate China-made aircraft like ARJ21 and C919__Commercial Aircraft Corporation of China, Ltd., su web.archive.org, 2 marzo 2020. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2020).
  36. ^ a b (EN) China Eastern Airlines Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  37. ^ (EN) China Eastern to Buy 20 Airbus A350 Jets, 15 Boeing 787s, in Bloomberg.com, 28 aprile 2016. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  38. ^ (EN) Boeing: China Eastern Airlines Finalizes Order for 15 787-9 Dreamliners, su www.boeing.com. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  39. ^ (EN) China Eastern to operate COMAC C919 on Shanghai-Beijing route | Airports & Routes content from ATWOnline, su web.archive.org, 10 agosto 2018. URL consultato il 17 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2018).
  40. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Antonov An-24RV B-3417 Shanghai-Hongqiao Airport (SHA), su aviation-safety.net. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  41. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident McDonnell Douglas MD-11 B-2171 Shemya, AK, su aviation-safety.net. URL consultato il 17 gennaio 2021.
  42. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident McDonnell Douglas DC-9-82 (MD-82) B-2103 Fuzhou Yixu Airport (FOC), su aviation-safety.net. URL consultato il 17 gennaio 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica