Apri il menu principale

Eragon (film)

film del 2006 diretto da Stefen Fangmeier
Eragon
Titolo originaleEragon
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito, Ungheria
Anno2006
Durata110 min
Rapporto2.35:1
Genereepico, fantastico, avventura
RegiaStefen Fangmeier
SoggettoChristopher Paolini (autore del Ciclo dell'eredità)
SceneggiaturaPeter Buchman, Lawrence Konner, Mark Rosenthal e Jesse Wigutow
ProduttoreRoger Barton, Kevin Richard Buxbaum, John Davis, Wyck Godfrey, Adam Goodman, Kevin Halloran e Chris Symes.
Casa di produzione20th Century Fox
Distribuzione in italiano20th Century Fox
FotografiaHugh Johnson
MusichePatrick Doyle
CostumiKym Barrett, Carlo Poggioli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Eragon è un film del 2006 diretto da Stefen Fangmeier. La pellicola è tratta dal romanzo Eragon di Christopher Paolini, primo volume del Ciclo dell'Eredità, sebbene la trama si discosti notevolmente da quella dell'opera originale.

Il film è uscito nelle sale negli USA il 15 dicembre 2006, mentre in Italia è uscito il 22 dicembre 2006.

TramaModifica

La spaventosa e bellissima terra di Alagaësia sta attraversando un periodo oscuro a causa della caduta dei Cavalieri dei Draghi, traditi da uno di loro, Galbatorix, divenuto sovrano incontrastato.

Un giorno, l'elfa Arya, alleata dei Varden, una comunità di ribelli nemici del re, ruba una pietra magica e riesce ad impedire allo spettro-stregone Durza, un potente alleato di Galbatorix, di riprenderla. A trovarla è Eragon, un ragazzo di 17 anni, che vive in una fattoria insieme allo zio Garrow e al cugino Roran.

Eragon scopre che la pietra è in realtà un uovo di drago e viene a sapere dell'esistenza che fu dei Cavalieri ascoltando le storie di Brom, anziano del villaggio. Schiusosi l'uovo nasce Saphira, la dragonessa che si scopre essere di Eragon, che cresce molto in fretta e Eragon comprende che il suo destino è quello di diventare un Cavaliere dei Draghi.

Durza invia i Ra'zac a uccidere Eragon che riesce a sfuggirgli, tuttavia suo zio Garrow rimane ucciso. Eragon viene portato via da Carvahall da Brom, che conosce il suo segreto e si prende l'impegno di addestrare e istruire Eragon e condurlo dai Varden, dove sarà al sicuro.

Eragon e Brom arrivano a Daret, dove il ragazzo scopre di possedere poteri magici. Frattanto impara a cavalcare agilmente Saphira. Durante il viaggio Eragon scopre che Brom è un Cavaliere dei Draghi, la cui cavalcatura era stata uccisa da Morzan, un cavaliere rinnegato al servizio di Galbatorix.

Durza per catturare Eragon escogita il seguente tranello: evocando Arya in un sogno induce Eragon ad andare a Gil'ead per salvarla; cade così in un'imboscata e Brom rimane mortalmente ferito e, prima che possa uccidere anche lui, interviene Murtagh che colpisce lo spettro con una freccia alla testa, e aiuta Eragon a scappare dalla prigione. Però Brom muore perché la lama dei Ra'zac se infigge una ferita, essa non può guarire. Prima di morire Brom dona a Eragon la sua spada, Zar'roc.

Eragon, Murtagh e Arya riescono a scappare. A guidare Eragon verso i Varden è Arya, in stato di finto coma. I quattro raggiungono i Varden dove combattono la battaglia finale contro l'esercito di Durza: Eragon riesce a uccidere lo spettro con un colpo al cuore (l'unico modo per uccidere uno spettro) vendicando così la morte di Brom, ma per ucciderlo perde l'equilibrio e cade dalla sella di Saphira.

Eragon si sveglia mentre Arya sta tornando a Ellesmera e si affretta per raggiungerla. Dopo essersi salutati, Arya prosegue il suo viaggio, mentre Eragon torna dai Varden per festeggiare il primo trinfo sul Re. Intanto Galbatorix venuto a conoscenza del fallimento di Durza, giura vendetta.

ProduzioneModifica

Per la parte di Eragon, ovvero il protagonista, inizialmente la produzione aveva pensato a Elijah Wood e Shia LaBeouf, mentre per la parte di Brom a Ian McKellen[1]. Successivamente il ruolo di Eragon fu dato a Ed Speleers e quello di Brom a Jeremy Irons.

Le riprese del film sono iniziate il 1º agosto 2005 e sono terminate nel settembre 2005; si sono svolte a Budapest in Ungheria e a Vancouver in Canada[2]. Il primo trailer della pellicola fu presentato a settembre 2006. Il budget per la realizzazione del film è stato di circa 100.000.000 $.[2] Una parte della colonna sonora è cantata da Avril Lavigne, con la canzone Keep Holding On, scritta appositamente per il film.

Colonna sonoraModifica

Eragon: Music from the Motion Picture
ArtistaPatrick Doyle
Tipo albumColonna sonora
Pubblicazione2006
Durata55:24
Genere
EtichettaRCA Records
Patrick Doyle - cronologia
Album precedente
(2006)
Album successivo
(2007)
Singoli
  1. Keep Holding On
    Pubblicato: 17 novembre 2006

La colonna sonora del film è stata composta da Patrick Doyle, che ha realizzato anche le musiche di Harry Potter e il calice di fuoco. Anche Avril Lavigne ha registrato un brano per il film, intitolato "Keep Holding On", che è presente nei titoli di coda e nella colonna sonora.[3] Il brano è stato pubblicato come singolo nel 2006 (e in seguito come traccia per il suo album del 2007 The Best Damn Thing) e ha raggiunto la posizione 17 nella classifica dei singoli Billboard Hot 100 negli Stati Uniti.[4]

TracceModifica

  1. Eragon
  2. Roran Leaves
  3. Saphira's First Flight
  4. Ra'zac
  5. Burning Farm
  6. Fortune Teller
  7. If You Were Flying
  8. Brom's Story
  9. Durza
  10. Passing the Flame
  11. Battle for Varden
  12. Together
  13. Saphira Returns
  14. Legend of Eragon
  15. Avril LavigneKeep Holding On (Avril Lavigne, Lukasz "Dr. Luke" Gottwald)
  16. JemOnce in Every Lifetime

DistribuzioneModifica

Edizione home videoModifica

Il 28 marzo 2007 è stato messo nel mercato italiano il film in DVD disponibile nelle edizione disco singolo e doppio e anche in alta definizione Blu-ray Disc e con le scene tagliate nei contenuti extra.

Scene tagliateModifica

Nei contenuti extra dell'edizione DVD sono presenti delle scene tagliate:

  • Mentre Sloan induce Eragon ad andarsene ecco che entra Katrina, figlia di Sloan, la quale distraendo il padre (slacciandogli di nascosto il grembiule) afferra il pezzo di carne e spinge Eragon fuori, fingendo di scacciarlo. Una volta fuori gli chiede di salutargli Roran, di cui ella è innamorata.
  • Il combattimento tra Eragon e Roran è più lungo ed alla fine Eragon mostra allo zio il pezzo di carne raccontandogli come l'ha avuto. Lo zio si irrita esclamando "Noi non accettiamo elemosine" e si ripromette di pagarla in futuro.
  • Quando Eragon e Roran giungono in paese Katrina va loro incontro, Eragon viene così a sapere che ella sta scappando di casa per trasferirsi al villaggio vicino insieme a Roran. Dopo la loro partenza Eragon incontra Sloan che gli dice di aver cambiato idea sulla pietra e che è disposto ad acquistarla. Eragon tuttavia gli fa credere di averla riportata ove l'aveva trovata e va via.
  • Garrow "ricorda" ad Eragon, distratto dal prendersi cura della neonata dragonessa, che deve mungere la loro mucca.
  • Dopo l'arresto di Murtagh per ordine di Ajihad giungono sul posto due maghi gemelli i quali, servendosi delle regole dell'ordine sottopongono Eragon ad un esame mentale per accertarne le intenzioni. Essi vorrebbero in realtà scoprire alcuni segreti magici, ma Eragon riesce a tenerli nascosti. Ritenendo superato l'esame Ajihad approva il suo ingresso nella città-fortezza.
  • Mentre Eragon dorme, Murtagh afferra Zar'roc per saggiarla, ammirandone le caratteristiche. Improvvisamente il Cavaliere si sveglia e chiede a Murtagh di restituirgliela. Questi lo fa e poi dice all'altro che ognuno di loro due potrebbe imparare dall'altro, per esempio Eragon avrebbe potuto insegnargli i segreti dei Cavalieri dei Draghi, in cambio avrebbe potuto imparare da Murtagh l'arte del sopravvivere.
  • Durante il soggiorno di Eragon nella città-fortezza una donna gli porge una bambina in fasce, che è rimasta orfana. Eragon e Saphira la benedicono toccandole la fronte ed inaspettatamente il tocco di Saphira le lascia un simbolo luminoso a forma di stella, la donna lo considera un segno di benedizione. Invece nel libro l'orfanella, che in Eldest verrà chiamata Elva, gioca un ruolo molto più importante.

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film è riuscito ad avere un discreto incasso internazionale, circa 250.800.000 $, tra i più alti del 2006. Negli USA il film ha incassato 75.030.163 $, rivelandosi un flop con oltre 20 milioni di dollari di perdite, mentre in Italia il film è riuscito ad essere il più visto durante le festività natalizie, incassando circa 9.950.356 €.[5]

CriticaModifica

Il film è stato accolto in maniera principalmente negativa da parte della critica: sul sito Rotten Tomatoes ha ottenuto un punteggio di gradimento del 16% mentre su MyMovies ha ottenuto come voto 2,1/5.

La rivista britannica Empire ha collocato il film al 36º posto nella lista dei 50 film peggiori di sempre votati dai lettori.

Differenze tra libro e filmModifica

Le differenze tra il libro e il film sono innumerevoli. Oltre alla trama, in cui molti eventi importanti sono stati omessi oppure significativamente cambiati, anche quasi tutti i personaggi, compresi i protagonisti, hanno un aspetto, il carattere, o un destino diverso rispetto al libro. Il film condivide con il libro il tema della crescita del protagonista, Eragon, che vive nella stupenda terra di Alagaësia dove un tempo l'ordine e la giustizia erano mantenuti dai cavalieri dei draghi, che però furono traditi e sterminati da uno di loro, Galbatorix, che si autoproclamò re. In seguito al ritrovamento di un uovo, da cui nasce la dragonessa Saphira, Eragon si ritrova con lo zio, e padre adottivo, ucciso e viene quindi obbligato ad andarsene dal proprio villaggio in compagnia di un vecchio cantastorie, Brom, che nasconde la sua identità di ex cavaliere dei draghi. Dopo diverse avventure, Brom viene ucciso, ma Eragon riesce a salvare la portatrice dell'uovo di Saphira, Arya, per poi raggiungere, in compagnia anche di un ragazzo conosciuto durante il viaggio di nome Murtagh, dei Varden, cioè i ribelli che si oppongono a Galbatorix. Il nemico che Eragon affronta più volte durante la storia, fino a riuscire a sconfiggerlo nel bel mezzo di una battaglia, è lo spettro Durza.

NoteModifica

  1. ^ Eragon (2006) - Trivia
  2. ^ a b Eragon (2006) - Filming locations
  3. ^ (EN) "Keep Holding On" now playing at radio, Avril Lavigne, 20 novembre 2006. URL consultato il 6 novembre 2007 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2007).
  4. ^ Artist Chart History — Avril Lavigne, Billboard. URL consultato il 6 novembre 2007 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2007).
  5. ^ Eragon (2006) - Incassi e statistiche, su cinema.castlerock.it. URL consultato il 7 settembre 2007 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN208723082 · GND (DE7550414-5 · BNF (FRcb15126469z (data) · WorldCat Identities (EN208723082