Apri il menu principale

Gradi e qualifiche della Marina Militare

Caporal maggiore in marina

Gradi e qualifiche della Marina Militare italiana.

Sulla divisa invernale ordinaria, sulla grande uniforme invernale, sulla uniforme di sera invernale e sul cappotto, sia maschili che femminili, gli ufficiali indossano il distintivo di grado sul paramano, i sottufficiali marescialli sul controspallino, mentre gli altri gradi indossano il distintivo sulla manica tra gomito e spalla.

Sull'uniforme di servizio estiva bianca e sull'uniforme da lavoro di mezza stagione il distintivo di grado è indossato sulla controspallina.

Sottufficiali e truppa mostrano, assieme al distintivo di grado, anche un distintivo di categoria.

Tavola riassuntiva per le misure dei distintivi di grado per controspallina della Marina Militare[1]

Indice

Tabella riassuntiva dei gradiModifica

Grado Distintivo per controspallina Distintivo per paramano o manica Distintivo per mimetica Codice NATO
Ufficiali
Ufficiali ammiragli
ammiraglio[2]    
OF-10
ammiraglio di squadra
con incarichi speciali
[3]
    OF-9
ammiraglio di squadra
o
ammiraglio ispettore capo (corpi tecnici)[4]
    OF-8
Ammiraglio ispettore Comandante[5]     OF-7
ammiraglio di divisione
o
ammiraglio ispettore (corpi tecnici)
   
contrammiraglio
    OF-6
Ufficiali superiori
capitano di vascello     OF-5
capitano di fregata     OF-4
capitano di corvetta     OF-3
Ufficiali inferiori
primo tenente di vascello[6]     OF-2
tenente di vascello    
Ufficiali subalterni
sottotenente di vascello     OF-1
guardiamarina    
aspirante guardiamarina     OF-D
Sottufficiali
Marescialli
primo luogotenente[7]     OR-9
luogotenente    
primo maresciallo    
capo di prima classe    
capo di seconda classe     OR-8
capo di terza classe    
Sergenti
secondo capo scelto
"qualifica speciale"[7]
    OR-7
secondo capo scelto
(istituito nel 1995[8])
   
secondo capo     OR-6
sergente     OR-5
Graduati
Volontari in Servizio Permanente
sottocapo di prima classe scelto
"qualifica speciale"
[7]
    OR-4
sottocapo di prima classe scelto
(istituito nel 1995[8])
(Volontari in servizio permanente)
   
sottocapo di prima classe
(istituito nel 1995[8])
(VSP)
   
sottocapo di seconda classe
(istituito nel 1995[8])
(VSP)
   
sottocapo di terza classe
(istituito nel 1995[8])
(VSP)
   
Volontari in Ferma Prefissata
Truppa
sottocapo
(dopo 18 mesi nel ruolo VFP4)
    OR-3
comune di prima classe
(VFP4)
    OR-2
comune di seconda classe
(VFP1)
Nessun distintivo OR-1

Varianti dei distintiviModifica

I distintivi per gli ufficiali inferiori e superiori della Marina sono contraddistinti da diversi colori del sottopanno del gallone, che varia a seconda del Corpo in cui il militare appartiene (i distintivi sono quelli del grado di guardiamarina ad eccezione dei cappellani che partono dal grado di cappellano militare addetto equivalente a quello di sottotenente di vascello):

Distintivi storiciModifica

Con la circolare di gabinetto B 8530 del 30 settembre 1946, «Modifiche alle divise» i gradi degli ammiragli erano così modificati:

Grado Distintivo per controspallina Distintivo per paramano Distintivo per sottogola
grande ammiraglio    
ammiraglio d'armata    
ammiraglio di squadra
designato d'armata
   
ammiraglio di squadra
(e corrispondenti)
   
ammiraglio di divisione
(e corrispondenti)
   
contrammiraglio
(e corrispondenti)
   

Il distintivo di grado di grande ammiraglio scomparve con la morte dell'amm. Thaon di Revel il 24 marzo 1948. Il distintivo degli ammiragli di squadra cambiò in quello attuale nel 1948, mentre l'uso della quarta stella venne applicato dal foglio d'ordini nº 27 del 1º aprile 1952, che recepiva la circolare del Ministero della Difesa del 25 gennaio 1952.

EquiparazioneModifica

La tabella seguente riporta l'equiparazione tra i gradi delle forze armate e le qualifiche delle forze di polizia ad ordinamento militare, civile, soccorso pubblico e difesa civile come stabilito dall'art. 632 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66[9], ovvero "Codice dell'ordinamento militare", entrato in vigore il 9 ottobre 2010.

 

Comparazione gerarchica tra i gradi delle Forze armate e le qualifiche delle Forze di polizia italiane

 

Ruoli

Esercito

Marina

Aeronautica

Carabinieri

Guardia di Finanza

Polizia di Stato

Polizia penitenziaria

Corpo forestale dello Stato

Corpo nazionale dei vigili del fuoco

Ruoli

ufficiali generali

 

generale - ammiraglio

 

(capo di stato maggiore della difesa)

-

-

 

prefetto

 

capo della polizia - direttore generale della pubblica sicurezza

-

-

-

dirigenti

generale di corpo d'armata

con incarichi speciali

 

capo di stato maggiore dell'esercito

ammiraglio di squadra con incarichi speciali

 

capo di stato maggiore della marina

generale di squadra aerea con incarichi speciali

 

capo di stato maggiore dell'aeronautica

 

generale di corpo d'armata
comandante generale

 

generale di corpo d'armata
comandante generale

-

-

-

generale di corpo d'armata

/

tenente generale

ammiraglio di squadra

/

ammiraglio ispettore capo

generale di squadra aerea

/

generale ispettore capo

generale di corpo d'armata

generale di corpo d'armata

prefetto

-

dirigente generale

 

capo del corpo

dirigente generale

 

capo del corpo

generale di divisione

/

maggior generale

ammiraglio di divisione

/

ammiraglio ispettore

generale di divisione aerea

/

generale ispettore

generale di divisione

generale di divisione

dirigente generale

-

dirigente generale

dirigente generale

generale di brigata

/

brigadier generale

contrammiraglio

generale di brigata aerea

/

brigadier generale

generale di brigata

generale di brigata

dirigente superiore

dirigente superiore

dirigente superiore

dirigente superiore

ufficiali superiori

colonnello

capitano di vascello

colonnello

colonnello

colonnello

primo dirigente

primo dirigente

primo dirigente

primo dirigente

tenente colonnello

capitano di fregata

tenente colonnello

tenente colonnello

tenente colonnello

vicequestore aggiunto

commissario coordinatore penitenziario

vicequestore aggiunto forestale

direttore
vicedirigente
dei
vigili del fuoco

commissari

 -

direttivo

-

direttivo dei

funzionari

maggiore

capitano di corvetta

maggiore

maggiore

maggiore

ufficiali inferiori

primo capitano

primo tenente di vascello

primo capitano

primo capitano

primo capitano

-

-

-

-

capitano

tenente di vascello

capitano

capitano

capitano

commissario capo

commissario capo penitenziario

commissario capo forestale

direttore dei vigili del fuoco

tenente

sottotenente di vascello

tenente

tenente

tenente

commissario

commissario penitenziario

commissario forestale

vicedirettore dei vigili del fuoco

sottotenente

guardiamarina

sottotenente

sottotenente

sottotenente

vicecommissario

vicecommissario penitenziario

vicecommissario forestale

-

marescialli primo maresciallo luogotenente primo maresciallo luogotenente primo maresciallo luogotenente maresciallo aiutante s.ups luogotenente maresciallo aiutante luogotenente ispettore superiore s.ups
sostituto commissario
ispettore superiore sostituto commissario ispettore superiore scelto sostituto direttore antincendi capo ispettori
primo maresciallo primo maresciallo primo maresciallo maresciallo aiutante s.ups maresciallo aiutante ispettore superiore s.ups ispettore superiore ispettore superiore sostituto direttore antincendi
maresciallo capo capo di 1ª classe maresciallo di 1ª classe maresciallo capo maresciallo capo ispettore capo ispettore capo ispettore capo ispettore antincendi esperto
maresciallo ordinario capo di 2ª classe maresciallo di 2ª classe maresciallo ordinario maresciallo ordinario ispettore ispettore ispettore ispettore antincendi
maresciallo capo di 3ª classe maresciallo di 3ª classe maresciallo maresciallo viceispettore viceispettore viceispettore viceispettore antincendi
sergenti sergente maggiore capo 2º capo scelto sergente maggiore capo brigadiere capo brigadiere capo sovrintendente capo sovrintendente capo sovrintendente capo caporeparto esperto sovrintendenti
caporeparto
sergente maggiore 2º capo sergente maggiore brigadiere brigadiere sovrintendente sovrintendente sovrintendente caposquadra esperto
sergente sergente sergente vicebrigadiere vicebrigadiere vicesovrintendente vicesovrintendente vicesovrintendente caposquadra


graduati

caporale maggiore capo scelto sottocapo di 1ª classe scelto primo aviere capo scelto appuntato scelto appuntato scelto assistente capo assistente capo assistente capo vigile coordinatore

appuntati e carabinieri

-

appuntati e finanzieri

-

assistenti ed agenti

caporale maggiore capo sottocapo di 1ª classe primo aviere capo appuntato appuntato assistente assistente assistente vigile esperto
caporale maggiore scelto sottocapo di 2ª classe primo aviere scelto carabiniere scelto finanziere scelto agente scelto agente scelto agente scelto vigile qualificato
primo caporale maggiore sottocapo di 3ª classe aviere capo carabiniere finanziere agente agente agente vigile del fuoco

militari
di
truppa
prefissata

(VFP1 e VFP4)

 

*solo VFB

caporale maggiore sottocapo primo aviere - - - - - -
caporale scelto* - - - - - - - -
caporale comune di 1ª classe aviere scelto - - - - - -

soldato

comune di 2ª classe

aviere

allievo carabiniere

allievo finanziere

allievo agente

allievo agente

allievo agente

allievo vigile
del fuoco



NoteModifica

  1. ^ Foglio d'ordini del Ministero della Difesa del 20 settembre 1946
  2. ^ Grado riservato al militare ricoprente la carica di capo di stato maggiore della difesa,, quando ufficiale della Marina Militare. Precedentemente classificato come OF-9, il grado è attualmente parificato alla categoria OF-10. Vedi [1] e "STANAG 2116 LO (Edition 6) - NATO codes for grades of military personnel" del 25 febbraio 2010, pagina A-2.
  3. ^ Grado riservato ai militari ricoprenti le cariche di:
    • capo di stato maggiore della Marina;
    • segretario generale della difesa;
    • comandante del Mediterraneo centrale;
    • comandante navale del Sud Europa.
  4. ^ Riservato al Comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto - Guardia costiera, al Comandante del Corpo del Genio Navale e al comandante del Corpo delle Armi navali
  5. ^ Riservato all'Ispettore generale del Corpo sanitario militare marittimo e all'Ispettore generale del Corpo di commissariato militare marittimo
  6. ^ Qualifica, non grado, attribuito ai tenenti di vascello con più di 9 anni di permanenza nel medesimo. Oggi è usato raramente.
  7. ^ a b c Riordino delle carriere del 27/02/2018 (PDF), su forzearmate.eu.
  8. ^ a b c d e Con decreto legislativo nº 196 del 12 maggio 1995 e modificato dal decreto legislativo nº 82 del 28 febbraio 2001.
  9. ^ Decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66. Art. 632 a p. 92 del documento pdf.

BibliografiaModifica

Riferimenti normativiModifica

  • Decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 ovvero "codice dell'ordinamento militare", entrato in vigore il 9 ottobre 2010.

Testi storiograficiModifica

  • Elio e Vittorio del Giudice, Atlante delle uniformi militari italiane dal 1934 ad oggi, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1984, ISBN 978-600-140-093-3.
  • Elio e Vittorio del Giudice, La Marina militare italiana: uniformi, fregi e distintivi dal 1861 a oggi, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1997, ISBN 978-88-85909-88-5.
  • Gino Galuppini, Le uniformi della Marina militare, 2 voll. (1919-1995), Roma, Ufficio storico della Marina militare, 1999.
  • Gino Galuppini, Storie di una marina che non c'è più, 2 voll., Roma, Ufficio storico della Marina militare, 2000.

Voci correlateModifica