Apri il menu principale

I diabolici (film 1955)

film del 1954 diretto da Henri-Georges Clouzot
I diabolici
I diabolici (film 1955).png
Una scena del film
Titolo originaleLes diaboliques
Paese di produzioneFrancia
Anno1955
Durata117 min
Dati tecniciB/N
Generethriller
RegiaHenri-Georges Clouzot
SoggettoPierre Boileau, Thomas Narcejac
FotografiaArmand Thirard
MontaggioMadeleine Gug
MusicheGeorges Van Parys
Interpreti e personaggi

I diabolici (Les diaboliques) è un film thriller psicologico del 1955 diretto da Henri-Georges Clouzot.

Il film è tratto dal romanzo I diabolici, titolo originale Celle qui n'était plus di Pierre Boileau e Thomas Narcejac.

TramaModifica

In un collegio per ragazzi alla periferia di Parigi, la direttrice Christina Delassalle, malata di cuore, è tiranneggiata dal marito fedifrago Michel, che l'ha sposata otto anni prima solo per interesse. L'amica Nicole, amante del marito, la convince che l'unico modo per liberarsi, entrambe, della violenza dell'uomo è di ucciderlo. Nicole ha in mente il piano perfetto: durante la chiusura del collegio per un lungo fine settimana, le due donne andranno nella città natale di Nicole, Niort, a quasi dieci ore di auto da Parigi, e attrarranno lì Michel, per annegarlo e riportarne poi il cadavere al collegio per farlo ritrovare nella piscina. Il piano viene messo in opera, ma al ritorno al collegio strani fatti cominciano ad accadere: la scomparsa del cadavere e una serie di misteriose apparizioni fanno precipitare Christina, rosa dal senso di colpa, in un vortice di terrore.

ParticolaritàModifica

Il film rappresenta uno dei primi grandi esempi di cinema thriller, ad opera di quello che fu definito l'Hitchcock francese. A contribuire al clima di tensione c'è la totale assenza di musica nel film: la colonna sonora, composta da Georges Van Parys, è infatti limitata a 2 minuti 21 secondi (1 minuto e 57 secondi nei titoli di testa e 24 secondi alla fine).

Un messaggio per lo spettatore chiude il film:

(FR)

«Ne soyez pas DIABOLIQUES! Ne détruisez pas l'intéret que pourraient prendre vos amis à ce film. Ne leur racontez pas ce que vous avez vu. Merci pour eux.»

(IT)

«Non siate DIABOLICI! Non distruggete l'interesse che i vostri amici potrebbero nutrire per questo film. Non raccontate loro quello che avete visto. Grazie per loro.»

Alla sua uscita nelle sale il film creò sensazione. La critica accostò l'opera ai film di Alfred Hitchcock; alcuni si spinsero fino ad affermare che Hitchcock avesse fallito nel tentativo di acquistare i diritti sul romanzo di Boileau & Narcejac arrivando solo poche ore dopo che Clouzot aveva già concluso l'affare.[1]

Il film ottenne in seguito ulteriore esposizione mediatica quando, solo cinque anni dopo l'uscita nei cinema, Véra Clouzot morì a causa di un infarto all'età di 46 anni, in maniera simile a quanto accadeva al suo personaggio nel film, anch'esso con problemi di cuore.

Un Johnny Hallyday ancora adolescente compare, non accreditato, fra i collegiali del film. Il film fu al terzo posto in Francia negli incassi del 1954 con 3.674.000 biglietti venduti.

RiconoscimentiModifica

Il film ha ricevuto il premio Louis-Delluc nel 1954, e il premio come miglior film straniero agli New York Film Critics Circle Awards nel 1955 e agli Edgar Allan Poe Awards nel 1956.

Nel 1955 il National Board of Review of Motion Pictures l'ha inserito nella lista dei migliori film stranieri dell'anno.

RemakeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Diabolique.

Una versione americana del film di Clouzot, intitolata Reflections of Murder, venne prodotta e trasmessa dalla ABC-TV nel 1974 con Tuesday Weld, Joan Hackett, e Sam Waterston. Nel 1993, venne prodotto un altro tv movie basato sull'opera; questa volta intitolato House of Secrets, e con la partecipazione di Melissa Gilbert. Nel 1996, il film fu infine oggetto di un remake vero e proprio intitolato Diabolique, diretto da Jeremiah S. Chechik, con Sharon Stone e Isabelle Adjani nel ruolo delle due protagoniste, Chazz Palminteri come marito del personaggio della Adjani, e Kathy Bates nei panni della detective.

NoteModifica

  1. ^ François Truffaut, nel suo libro-intervista a Hitchcock del 1967, suggerisce che Boileau & Narcejac all'epoca avessero scritto D'Entre des Morts specificatamente per Hitchcock. Tuttavia, Narcejac smentì la tesi di Truffaut.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema