Il Prix de Rome è una borsa di studio istituita dallo stato francese per gli studenti più meritevoli nel campo delle arti. Ai vincitori era data la possibilità di studiare all'Accademia di Francia a Roma, fondata da Jean-Baptiste Colbert nel 1666.

Indice

StoriaModifica

Nacque nel 1663 in Francia sotto il regno di Luigi XIV come ricompensa annuale a giovani e promettenti musicisti, pittori, scultori e architetti che dimostrassero la loro superiorità in una impegnativa competizione ad eliminazione con i propri pari. Le categorie di gara erano pittura, scultura, architettura e incisione all'acquaforte: nel 1803 venne aggiunta anche composizione musicale.

Gli studenti - cui la vittoria garantiva una borsa di studio comprendente l'ospitalità per un anno a carico dell'Accademia di Francia, nella sua sede romana - spesso gareggiavano per diversi anni di fila, soffrendone grandemente in caso di mancata vittoria. Tra gli artisti più famosi a competere nel campo della pittura, senza raggiungere la vittoria o nemmeno una menzione d'onore, possiamo citare Eugène Delacroix, Édouard Manet e Edgar Degas. Jacques-Louis David tentò il suicidio dopo aver perso la competizione per tre anni di seguito.

Per 300 anni, il francese Gran Prix de Rome di pittura è stato il più alto onore a cui un artista di qualsiasi parte del mondo potesse aspirare, dato l'effetto sull'attenzione della stampa internazionale e il lancio verso la fama e, spesso, lungo la via delle carriere artistiche finanziariamente redditizie che riusciva a dare. L'estenuante competizione per il premio venne abolita nel 1968 dal ministro della Cultura André Malraux, ma la borsa di studio è ancora elargita a giovani artisti che l'Accademia ritiene meritevoli di incoraggiamento.

Altre nazioniModifica

Oltre alla Francia, sono numerosi Paesi che oggi offrono i propri Prix de Rome: tra questi il Belgio, il Canada, i Paesi Bassi. Negli Stati Uniti d'America un premio annuale, il Rome Prize, è offerto direttamente dall'Accademia americana a Roma.

Elenco dei vincitori per l'architetturaModifica

Elenco dei vincitori per la pitturaModifica

Interruzione per la Rivoluzione francese

Elenco dei vincitori per la sculturaModifica

Elenco dei vincitori per l'incisioneModifica

Elenco dei vincitori per la musicaModifica

NoteModifica