Apri il menu principale

Valentina di Bernabò Visconti

Valentina Visconti (... – XV secolo) è stata una nobildonna italiana.

Signoria di Milano
Casato dei Visconti

(1277-1395)
Coat of arms of the House of Visconti (1277).svg
'Vipereos Mores Non Violabo'
Stemma dei Visconti dal 1277 al 1395
Ottone
Nipoti
Matteo I
Galeazzo I
Figli
Azzone co-signore con gli zii Luchino e Giovanni
Matteo II co-signore coi fratelli Galeazzo II e Bernabò
Galeazzo II co-signore coi fratelli Matteo II e Bernabò
Figli
Bernabò co-signore coi fratelli Matto II e Galeazzo II
Gian Galeazzo
Modifica

BiografiaModifica

Era figlia naturale, in seguito legittimata, di Bernabò Visconti, signore di Milano.

Nel 1413 si trovava nel castello di Monza assediato dalle truppe del duca Filippo Maria Visconti. Morto durante un attacco il fratello Estorre,[1] Valentina ne assunse il possesso e la difesa, ma fu costretta alla capitolazione dopo due mesi.
Le furono riconsegnati tutti i beni e perdonati tutti i suoi seguaci, ad accezione di coloro che avevano partecipato all'uccisione di Giovanni Maria Visconti.

DiscendenzaModifica

Valentina sposò in prime nozze Gaspare Visconti (per errore nominato Gentile) e in seconde nozze Giovanni Aliprandi,[2] decapitato nel 1426 per aver tramato contro il condottiero Francesco Bussone detto "il Carmagnola".

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri di Italia. Visconti di Milano, Milano, 1832.