Apri il menu principale

Vladimir Ivanov (motociclista)

pilota motociclistico russo
Vladimir Ivanov
Ivanov60.jpg
Nazionalità Russia Russia
Ucraina Ucraina
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Supersport
Esordio 2006
Miglior risultato finale 20º
Gare disputate 39
Punti ottenuti 30
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2010 in Moto2
Miglior risultato finale 37º
Gare disputate 15
Punti ottenuti 2
 

Vladimir Anatol'evič Ivanov (in russo: Владимир Анатольевич Иванов?; San Pietroburgo, 25 gennaio 1983) è un pilota motociclistico russo. Nel corso della sua carriera ha impiegato anche licenza ucraina.[1]

CarrieraModifica

Inizia a correre nei kart all'età di 4 anni e solo a 16 anni decide di passare alle due ruote, correndo inizialmente con minimoto e scooter. Nel 2000 entra nelle competizioni nazionali russe. Nel 2003 e nel 2004 vince il campionato russo supersport. Nel 2005 inizia a correre nella stessa categoria del campionato tedesco e ottiene un risultato a punti nell'europeo.[2]

Nel 2006 esordisce nel mondiale Supersport con una Yamaha YZF-R6 del team Vector Racing.[3] Ottiene come miglior risultato in gara il sedicesimo posto nel Gran Premio di Germania tenutosi sull'Eurospeedway[4] e termina la stagione senza marcare punti per la classifica generale piloti.

 
Ivanov sulla Moriwaki MD600 del team Gresini nel 2010

Nel 2007 viene confermato dal team Vector Racing sempre con la Yamaha YZF-R6.[5] Anche in questa stagione non marca punti validi per la graduatoria piloti, il suo miglior risultato in gara è stato il sedicesimo posto ottenuto in quattro gran premi.

Nello stesso periodo continua a correre nel campionato tedesco supersport, ottenendo tre vittorie nel 2007,[6] mentre nel 2008 termina la stagione al secondo posto alle spalle di Arne Tode con quattro vittorie all'attivo.[7] Nel 2009 corre nella stessa classe del campionato italiano velocità, finendo 12º.[8]

Nel 2010 diventa il primo pilota a correre con licenza ucraina nel motomondiale[9] gareggiando nella nuova classe Moto2 con una Moriwaki MD600 del team Gresini Racing, con Toni Elías come compagno di squadra.[10] Ottiene come miglior risultato un quattordicesimo posto in Germania e termina la stagione al 37º posto con 2 punti. In questa stagione è costretto a saltare i GP di San Marino e Aragona per infortunio.

Nel 2011 torna al mondiale Supersport guidando una Honda CBR600RR del team Step Racing; ottiene due piazzamenti a punti ed il 20º posto finale.

Risultati in garaModifica

Campionato mondiale SupersportModifica

2006 Moto                         Punti Pos.
Yamaha 20 19 23 22 25 Rit Rit 24 19 16 25 Rit 0
2007 Moto                           Punti Pos.
Yamaha 16 16 19 19 17 16 16 20 Rit 20 Rit 19 0
2011 Moto                         Punti Pos.
Honda 16 Rit 9 Rit 16 11 Rit 16 21 12 20º
2013 Moto                           Punti Pos.
Kawasaki 11 Rit 15 9 11 18 NP 18 21º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

MotomondialeModifica

2010 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Moriwaki 26 23 21 Rit 19 21 18 14 NE 27 Rit Inf Inf 32 Rit 29 25 29 2 37º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica