Armand Duplantis

astista svedese
Armand Duplantis
Armand Duplantis in 2019-9-2.jpg
Armand Duplantis nel 2019
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 181 cm
Peso 68 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Salto con l'asta
Record
Asta 6,05 m Miglior prestazione mondiale under 20 (2018)
Asta 5,92 m Record nazionale (indoor - 2019)
100 m 10"69 (2018)
Lungo 7,15 m (2017)
Società LSU
Carriera
Nazionale
2017- Svezia Svezia
Palmarès
Mondiali 0 1 0
Europei 1 0 0
Mondiali under 20 1 0 1
Mondiali under 18 1 0 0
Europei under 20 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 1º ottobre 2019

Armand Duplantis, detto Mondo (Lafayette, 10 novembre 1999), è un astista svedese, campione europeo a Berlino 2018.

BiografiaModifica

È figlio dell'astista statunitense Greg Duplantis. Cittadino statunitense, dal 2015 ha optato per la nazionalità sportiva svedese della madre.

All'età di diciotto anni ai campionati europei di atletica leggera di Berlino 2018 ha vinto la medaglia d'oro nel salto con l'asta, con la misura di 6,05 metri.[1] Nell'occasione ha stabilito il nuovo record mondiale under 20. Nella gara ha superato il ventunenne russo Timur Morgunov (6,00 metri) ed il francese Renaud Lavillenie, primatista mondiale.[2]

PalmarèsModifica

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2015 Mondiali under 18   Cali Salto con l'asta   Oro 5,30 m  
2016 Mondiali under 20   Bydgoszcz Salto con l'asta   Bronzo 5,45 m
2017 Mondiali   Londra Salto con l'asta 5,50 m
Europei under 20   Grosseto Salto con l'asta   Oro 5,65 m  
2018 Mondiali indoor   Birmingham Salto con l'asta 5,70 m
Mondiali under 20   Tampere Salto con l'asta   Oro 5,82 m  
Europei   Berlino Salto con l'asta   Oro 6,05 m    
2019 Mondiali   Doha Salto con l'asta   Argento 5,97 m

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Duplantis vaults 6.05m while Asher-Smith completes sprint triple as European Championships conclude, su worldathletics.org, 12 agosto 2018. URL consultato il 13 agosto 2018.
  2. ^ Atletica, Europei: la 4x100 di Tortu squalificata. La staffetta femminile è solo settima, su repubblica.it, 12 agosto 2018. URL consultato il 13 agosto 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica