Apri il menu principale
Renaud Lavillenie
2014 DécaNation - Pole vault 10.jpg
Renaud Lavillenie nel 2014
Nazionalità Francia Francia
Altezza 177 cm
Peso 69 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Salto con l'asta
Record
Asta 6,05 m Record nazionale (2015)
Asta 6,16 m Record mondiale (indoor - 2014)
Società Clermont Athletisme Auvergne
Carriera
Nazionale
2008- Francia Francia37
Palmarès
Giochi olimpici 1 1 0
Mondiali 0 1 4
Mondiali indoor 3 0 0
Europei 3 0 1
Europei indoor 4 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 12 agosto 2018

Renaud Lavillenie (Barbezieux-Saint-Hilaire, 18 settembre 1986) è un astista francese, campione olimpico a Londra 2012.

BiografiaModifica

Figlio di Gilles Lavillenie, si è avvicinato al salto con l'asta all'età di sette anni nel Cognac Athlétique Club sotto la guida del padre. Suo fratello minore Valentin, classe 1991, è anche lui saltatore con l'asta.

Il 21 giugno del 2009, in occasione degli Europei a squadre di Leiria è stato il primo astista francese in assoluto a valicare l'asticella oltre i 6 metri in una gara outdoor. Ai Mondiali di Berlino era stato annunciato come il probabile protagonista della finale. Durante gli ultimi salti si fece battere da Steve Hooker, medaglia d'oro, e dal suo connazionale Romain Mesnil medaglia d'argento.

Il 5 marzo 2011 si è aggiudicato per la seconda volta consecutiva il titolo di campione d'europa indoor, a Parigi, ottenendo la misura di 6,03 m e stabilendo il nuovo record dei campionati, oltre a migliorare il record nazionale francese. Si trattava, all'epoca, della terza prestazione indoor di sempre: meglio di lui solo Serhij Bubka e Steve Hooker. Il trionfo francese è stato completato dal secondo posto del suo connazionale Jérôme Clavier.

Il 15 febbraio 2014, a Donec'k (Ucraina), ha ottenuto il record mondiale con la misura di 6,16 m.[1]

Record nazionaliModifica

SenioresModifica

  • Salto con l'asta : 6,16 m (  Donec'k 15 febbraio 2014, indoor)  

PalmarèsModifica

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2008 Mondiali indoor   Valencia Salto con l'asta 13º 5,55 m
2009 Europei indoor   Torino Salto con l'asta   Oro 5,81 m  
Mondiali   Berlino Salto con l'asta   Bronzo 5,80 m
2010 Mondiali indoor   Doha Salto con l'asta 10º 5,45 m
Europei   Barcellona Salto con l'asta   Oro 5,70 m
2011 Europei indoor   Parigi Salto con l'asta   Oro 6,03 m  
Mondiali   Taegu Salto con l'asta   Bronzo 5,85 m
2012 Mondiali indoor   Istanbul Salto con l'asta   Oro 5,95 m  
Europei   Helsinki Salto con l'asta   Oro 5,97 m  
Giochi olimpici   Londra Salto con l'asta   Oro 5,97 m  
2013 Europei indoor   Göteborg Salto con l'asta   Oro 6,01 m  
Mondiali   Mosca Salto con l'asta   Argento 5,89 m
2014 Europei   Zurigo Salto con l'asta   Oro 5,90 m
2015 Europei indoor   Praga Salto con l'asta   Oro 6,04 m  
Mondiali   Pechino Salto con l'asta   Bronzo 5,80 m
2016 Mondiali indoor   Portland Salto con l'asta   Oro 6,02 m  
Europei   Amsterdam Salto con l'asta Finale nm
Giochi olimpici   Rio de Janeiro Salto con l'asta   Argento 5,98 m
2017 Mondiali   Londra Salto con l'asta   Bronzo 5,89 m  
2018 Mondiali indoor   Birmingham Salto con l'asta   Oro 5,90 m
Europei   Berlino Salto con l'asta   Bronzo 5,95 m  
2019 Mondiali   Doha Salto con l'asta 15º (q) 5,60 m

Altre competizioni internazionaliModifica

2010
2011
  •   Vincitore della Diamond League nella specialità del salto con l'asta (20 punti)
2012
  •   Vincitore della Diamond League nella specialità del salto con l'asta (24 punti)
2013
  •   Vincitore della Diamond League nella specialità del salto con l'asta (22 punti)
2014
  •   Vincitore della Diamond League nella specialità del salto con l'asta (28 punti)
2015
  •   Vincitore della Diamond League nella specialità del salto con l'asta (21 punti)
2016
  •   Vincitore della Diamond League nella specialità del salto con l'asta (72 punti)
2018

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Salto con l'asta, Lavillenie cancella record di Bubka dopo 21 anni, su repubblica.it (la Repubblica), 15 febbraio 2014. URL consultato il 15 febbraio 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN308183747 · ISNI (EN0000 0004 3071 9366 · BNF (FRcb169263723 (data) · WorldCat Identities (EN308183747