Blaze the Cat

personaggio immaginario della serie videoludica Sonic
Blaze the Cat
Blaze the Cat.png
Blaze in Sonic Generations
UniversoSonic
Nome orig.ブレイズ ・ザ・キャット (Bureizu za Kyatto)
Lingua orig.Giapponese
StudioSonic Team
EditoreSEGA
1ª app.2005
1ª app. inSonic Rush
Voce orig.Nao Takamori[1]
Voce italianaTania De Domenico[2] (da Sonic Generations)
Vedi doppiaggio per gli altri
SpecieGatto
SessoFemmina
Luogo di nascitaDimensione Sol
Poteri
  • Pirocinesi[3]
  • Super velocità
  • Levitazione
  • Super trasformazione[3]

Blaze the Cat (ブレイズ・ザ・キャット Bureizu za Kyatto?) è un personaggio immaginario primario appartenente alla serie di videogiochi a piattaforme Sonic. Apparve per la prima volta in Sonic Rush del 2005[4]. Da quel momento ha compiuto molte presenze in diversi videogiochi, fumetti e nel merchandising[5].

Blaze è un regina abitante nella Dimensione Sol, parallela a quella del mondo di Sonic. Ha l'aspetto di una gatta color lavanda, antropomorfa, e guardiana dei Sol Emerald. Il suo ruolo è simile a quello di Knuckles, protettore di Master Emerald.

DescrizioneModifica

Creazione e sviluppoModifica

Blaze fu concepita come un personaggio che doveva essere equivalente ma allo stesso tempo una versione alternativa di Sonic. Originariamente il suo design non era molto diverso da quello finale, difatti negli schizzi preparatori la mostravano con degli occhi più rotondi, la sua coda di cavallo era rivolto in avanti anziché all'indietro mentre avrebbe indossato degli abiti simili a quelli arabi, ovvero una salwar.

Secondo i primi dati presenti in Sonic the Hedgehog, avrebbe dovuto indossare un mantello per nascondere le fiamme perché era stata presa in giro da qualcuno, dettaglio mai mostrato in nessun titolo della serie, dove porta esclusivamente il suo classico vestito viola. Questo dettaglio è stato in seguito chiarito nella galleria di concept art sbloccabili nella versione per Nintendo 3DS di Sonic Generations, dove un'immagine mostra Blaze con un mantello allacciato di colore bianco e rosa.

Un ex membro di SEGA pubblicò sul sito web Sonic Wrecks un concept art del personaggio creato all'inizio del 2005 su alcuni documenti creati con PowerPoint[6]; qui il suo design è molto simile a quello di Shadow, tuttavia è anche possibile che questo disegno fosse semplicemente una silhouette del porcospino[7][8].

AspettoModifica

È una gatta di 95 cm, con dei capelli lunghi color lavanda con delle ciocchette viola e legati a coda di cavallo, ha dei ciuffetti di capelli ai lati della faccia ed i suoi occhi sono dorati[3]. Indossa sempre un vestito bianco ricoperto da un soprabito viola, che verso il basso, si divide in due punte, un elastico rosso al quale sono legati i suoi capelli, guanti bianchi, una collana d'oro, scarpette rosse e bianche con tacchi piuttosto alti[3].

Ha dei guanti simili a quelli indossati da Sonic, l'unica differenza è che non possiede i foderi. Anche le scarpe assomigliano a quelle di Sonic, eccetto per il colore più scuro ed il tacco alto. Indossa anche un mantello color porpora, allineato al collo con dell'oro, probabilmente una collana; in basso la sua vestaglia è di color magenta. Possiede anche un paio collant bianchi. Indossa sulla fronte una sfera rossa, probabilmente un gioiello.

Poteri e abilitàModifica

Blaze è la regina della dimensione Sol, una dimensione parallela a quella di Sonic e gli altri[3][9]. Deve custodire lo scettro e i sette Sol Emerald[3] (i Chaos Emerald del suo universo). Blaze è una maestra di pirocinesi, un potere attraverso il quale è possibile generare del fuoco controllando l'energia presente nell'atmosfera[3][9]. Questo potere la rende in grado, ad esempio, di sfruttare il fuoco sotto i suoi piedi per aumentare la propria velocità, creare esplosioni infuocate e resistere alle alte temperature[3]. Possiede inoltre un fisico molto atletico che la rende uno dei personaggi più agili e veloci dell'intera serie[3].

PersonalitàModifica

Dimostra inoltre di possedere un carattere tranquillo[9], controllato[9] e timido; solitamente tende ad essere seria, ma alcune volte sorride. In Sonic Rush, all'inizio è rivale di Sonic, ma poi diventeranno amici. Le sue migliori amiche sono Cream e Amy Rose, con le quali stringerà un grande legame durante gli eventi di Sonic Rush. Nel videogioco Sonic the Hedgehog, il suo migliore amico è Silver.

DoppiaggioModifica

 
Laura Bailey nel 2016

Fin dalla sua prima apparizione in Sonic Rush nel 2005, Blaze viene doppiata in giapponese dalla seiyū Nao Takamori[1], che tuttora ricopre il ruolo. Nelle versioni americane dei videogiochi a prestargli la voce si sono susseguite Bella Hudson da Sonic Rush a Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali[10], Laura Bailey da Sonic Colours a Sonic Forces[11] e Erica Lindbeck che la doppia da Team Sonic Racing in poi[12][13][14].

Blaze è doppiata in italiano da Tania De Domenico a partire da Sonic Generations[2].

BiografiaModifica

VideogiochiModifica

PrefazioneModifica

Blaze, come è già stato accennato, è una principessa di una dimensione alternativa, dove ricopre il ruolo di guardiana dei Sol Emerald[4][9]. Nacque con il potere della pirocinesi, ma, lei stessa, considera questa abilità alla stregua di una maledizione[9]. L'obbligo di diventare guardiana dei Sol Emerald le causa una sorta di isolamento dalla compagnia degli altri, isolamento che si protrae nel tempo[9]. Ma quando incontra Sonic, nel videogioco Sonic Rush, comprende che deve aprirsi con gli altri e da quel momento riesce a farsi dei nuovi amici. Il suo nemico più spietato e diabolico è il Dr. Eggman Nega mentre il suo migliore amico è Silver.

Anni 2000Modifica

(EN)

«I am the guardian of the Sol Emeralds... It is a fate that forces me to live with my curse, my flames... Because of my powers, I have always been alone... It's also why I must do this alone! It is my responsibility!»

(IT)

«Sono la protettrice dei Sol Emerald... Il destino mi costringe a convivere con la mia maledizione, le fiamme... A causa dei miei poteri, sono sempre stata sola... Per questo devo farlo senza l'aiuto di nessuno! È responsabilità mia!»

(Blaze in Sonic Rush)

In Sonic Rush, le due dimensioni, quella di Blaze e quella di Sonic, vengono unite, permettendo ai personaggi di viaggiare da una dimensione all'altra[15][16]. Blaze è uno dei due personaggi giocabili assieme a Sonic[17].

Quando il Dr. Eggman giunge nel suo mondo, ruba i Sol Emerald tramite il passaggio formatosi dalla dimensione di Sonic. Successivamente, Blaze, durante la sua missione di recupero degli smeraldi, incontra Cream, la quale diverrà subito la sua guida ed amica, malgrado i timori della stessa felina. Blaze si sorprende dell'apertura caratteriale e dell'ingenuità della giovane coniglietta, specialmente quando la invita a casa sua immediatamente dopo averla incontrata per la prima volta e sarà proprio lei ad insegnarle il valore dell'amicizia. Le due incontrano diversi amici di Cream, compresi Knuckles ed Amy, i quali le suggeriscono di chiedere aiuto a Sonic. Tuttavia Blaze è convinta di non aver bisogno del porcospino blu e quando lo incontra lo attacca. Dopo una breve battaglia, ammette il suo errore e cambia atteggiamento nei confronti di quest'ultimo.

Dopo lo scontro, Blaze ottiene l'ultimo Sol Emerald, tuttavia la pace non dura molto in quanto Cream viene rapita da Eggman. La gatta si arrabbia ed inizia uno scontro con l'ultima creazione di Eggman, un robot chiamato Unknown, distruggendolo. Infine, cerca tra i resti del macchinario l'amica che in seguito riesce a trovare sana e salva. Dopo aver raccolto tutti i Sol Emerald pensa di utilizzare quest'ultimi per far ritorno nel suo mondo ma con sua grande sorpresa l'energia da essi scaturita non le concede tale possibilità, così appaiono sulla scena Eggman ed Eggman Nega, a bordo di un mech gigante. Blaze combatte contro di loro ma viene facilmente sconfitta e finisce per prosciugare il potere dei Sol Emerald.

La situazione è oramai critica ed arriva sul posto anche Sonic, che le spiega che la vera potenza dei Chaos Emerald e dei Sol Emerald era scaturita dall'amicizia, e così la incoraggia ad aprirsi nei confronti della gente e di cominciare a farsi degli amici durante i suoi viaggi. Dopo aver compreso l'importanza di questo sentimento, accetta di buon grado di aiutare Sonic e gli altri, e così i Sol Emerald le concedono finalmente tutto il loro potere che le permettono di effettuare la sua super trasformazione in Burning Blaze. Con l'aiuto di Super Sonic ferma i due scienziati pazzi nella realizzazione del loro progetto di attraversare l'intero universo, riuscendo a rimettere a anche a correggere la linea spazio temporale, ma tutto ciò comporta però ad una conseguenza, quella di dividere nuovamente le dimensioni e quindi di separare Blaze dai suoi nuovi amici. Così Blaze e Sonic si stringono le mani promettendosi a vicenda di rincontrarsi in futuro, dopodiché vengono riportati nei rispettivi mondi. Tornata nella propria dimensione, comincia a ricordarsi del mondo del porcospino blu e dei legami d'amicizia che aveva stretto in quel poco tempo, e si rende conto di essere divenuta più forte di prima, affermando di non vedere l'ora di rincontrare Sonic e di andare nuovamente nel suo mondo a fargli visita.

In Sonic the Hedgehog proviene dal futuro del mondo di Sonic[4], dove combatte in modo costante con Iblis, insieme all'amico Silver[4]. Quando è da solo, il porcospino mostra segni di insicurezza, dato che la gatta si rivela essere anche la persona con cui parla di più nonché la sua confidente. Alla fine della storia di Silver prova a sigillare Iblis dentro alla sua anima, ma le fiamme del disastro non lo accettano come contenitore, allora Blaze rinchiude Iblis all'interno della sua anima supplicando Silver di usare il Chaos Control per rinchiuderla in un'altra dimensione[18]. Silver rifiuta, poiché che non avrebbe mai voluto farle una cosa del genere, ma Blaze lo consola, affermando che aveva sempre amato questo lato del suo carattere, dopodiché finisce in un'altra dimensione. Più tardi, Sonic e gli altri distruggono la Solaris del passato, del presente e del futuro[19], un essere che aveva cancellato gli eventi della storia e con la sua eliminazione scompare di conseguenza anche Iblis, e perciò questo annulla anche il sacrificio di Blaze per sigillare quest'ultimo ma anche il fatto di non avere avuto a che fare con Silver, con il quale però instaurerà nuovamente una relazione d'amicizia nella versione per Nintendo DS di Sonic Colours.

In Sonic Rush Adventure è nuovamente assieme a Sonic uno dei due personaggi giocabili[20]. Compare mentre cerca di fermare il Capitano Whiskers, un pirata robot, intento a rubare uno scettro mistico, che gli sarebbe servito per ottenere il potere di controllare le attività geologiche del suo mondo[21]. Mentre cerca di proteggere il prezioso, Blaze si trova davanti Sonic, ed entrambi si sorprendono di vedere l'altro dopo diverso tempo. Alla fine, dopo che Super Sonic e Burning Blaze hanno sconfitto Eggman ed Eggman Nega, Tails per aiutarli a tornare nel loro universo, crea un portale, sia per lui che per Sonic. Prima della partenza di Sonic, lui e Blaze si stringono ancora una volta la mano, mostrando la crescita della loro amicizia.

Nel gioco Sonic e il Cavaliere Nero, veste i panni di Sir Parsifal. È l'ultimo cavaliere della Tavola Rotonda che Sonic dovrà combattere. Dopo la loro battaglia, Blaze sta per cadere in un precipizio, ma Sonic e Caliburn la salvano appena in tempo. Inizialmente è confusa sul motivo per cui Sonic l'abbia salvata, dato che è abituata alla consuetudine di uccidere l'avversario dopo che questi ha perso la battaglia. In seguito Sonic sconfigge un sicario inviato per uccidere Parsifal, dopodiché ottiene finalmente il rispetto di Caliburn. Dopo che, per la seconda volta, Merlino ha diffuso la magia nera, Parsifal colloca la propria spada nel santuario. Poiché rappresenta la controparte di Blaze, anche lei può usare il fuoco. Durante il gioco viene chiamata Sir Parsifal, anche se è una femmina, mentre il titolo di Sir viene usato da tutti i cavalieri dello stesso tipo.

Anni 2010Modifica

Blaze compare nella versione DS di Sonic Colours come personaggio non giocabile nel livello Sweet Mountain Zone. Appare nella missione 2-1, dove spiega che il Sol Emerald in suo possesso aveva iniziato ad illuminarsi e l'aveva trasportata in quel luogo. La missione che affida a Sonic è quella di distruggere venti robot di Eggman. La seconda volta viene vista in compagnia di Silver con il quale riesce a spaventare con i loro poteri Orbot e Cubot. Dopo questo i due chiedono a Sonic di completare una missione a tempo, completata quest'ultimo lo ringraziano e l'eroe si reca altrove.

Torna nella versione console di Sonic Generations, dove è una delle partecipanti alla festa di compleanno di Sonic e nel corso dell'evento viene risucchiata assieme agli altri amici dal Time Eater in una falla spazio temporale ma viene in seguito salvata da Sonic a Crisis City. Nel livello Center of Time fa la sua apparizione assieme a Silver per incoraggiare i due Sonic a sconfiggere il nemico; sconfitto quest'ultimo tornerà a festeggiare la pace ritrovata.

Altre apparizioniModifica

Altre apparizioni secondarie del personaggio avvengono in Sonic Rivals e in Sonic Rivals 2 come carta collezionabile, in Sonic e gli Anelli Segreti come personaggio sbloccabile nella modalità Party[22], in Sonic Riders: Zero Gravity dove è un personaggio sbloccabile di tipo Speed ma non ha un ruolo nella storia del gioco[23], compie un cameo nel livello giorno Empire City di Sonic Unleashed esclusivamente nelle versioni per PlayStation 3 e Xbox 360 dove compare un cartello pubblicitario con la scritta "Blaze Rd", in Sega Superstars Tennis come spettatrice nel campo Green Hill Zone[24][25] e come adesivo e trofeo da collezionare in Super Smash Bros. Brawl[24].

Appare anche in Mario & Sonic ai Giochi Olimpici, Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali, Sonic Free Riders, Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012, Sonic Jump[26] (nel remake del 2012), Sonic Dash[27], Sonic Jump Fever, Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014, Sonic Runners[28], Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Rio 2016[29], Team Sonic Racing[30][31] e Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020[32] come personaggio giocabile.

Versioni alternativeModifica

FumettiModifica

Blaze compare anche nelle serie a fumetti Sonic the Hedgehog e Sonic Universe, pubblicati da Archie Comics. Nella prima apparizione di Blaze, Sonic la trova in cattività, catturata da un gruppo dei malvagi Swatbots fuori da Knothole[33]. All'inizio è ostile nei confronti di Sonic, infatti i due hanno una breve battaglia, ma alla fine lei gli offre la sua amicizia[34]. Prima che Sonic se ne vada, Blaze promette al porcospino di seguire i suoi sogni[34]. Più tardi assiste Sonic, Tails e Marine nel combattimento contro Capitano Whisker, Johnny e il Dr. Eggman Nega, nel recupero di un Chaos Emerald[35]. In seguito farà squadra con Shadow e Marine per sconfiggere Metal Sonic[35].

Una volta giunta a Mobius, parte alla ricerca di un Sol Emerald con l'aiuto di Cream, Cheese ed Amy[36]. Ma anche altri tre gruppi stanno cercando lo smeraldo, i tre team sono: il Team Dark, il Team Rogues ed il Team Hooligan[36]. Con l'aiuto del Team Dark, Blaze riottiene il Sol Emerald e la pace viene restaurata nella sua dimensione[37].

Nella serie spin-off Sonic the Hedgehog edita da IDW Publishing, Blaze è identica alla sua controparte dei videogiochi e perciò è la guardiana dei Sol Emerald, tuttavia in questa versione della storia si reca nella dimensione di Sonic per prevenire un terribile evento[38].

AccoglienzaModifica

Blaze è stata ben accolta dalla critica. IGN affermò al TGS 2005 che aveva "facilmente guadagnato il suo posto nella squadra" tra i personaggi secondari[39]. Il suo gameplay venne elogiato per essere "rapido e divertente" rispetto ad altri personaggi più lenti introdotti in precedenza nella serie[40], ma venne criticato per la sua somiglianza con quello di Sonic[41]. Blaze fu definita come "una bella aggiunta al cast di Sonic" e come "uno dei personaggi più complessi e sfaccettati nel canone di Sonic"[41][42].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Nao Takamori, Anime News Network. URL consultato il 5 aprile 2019.
  2. ^ a b Sonic Generations, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 5 aprile 2019.
  3. ^ a b c d e f g h i (JA) Profilo ufficiale di Blaze, SEGA. URL consultato il 1º gennaio 2020.
  4. ^ a b c d 3000 Facts, p. 291.
  5. ^ (EN) Dave Luty, GE Animation for Release a Blaze the Cat Plush, in The Sonic Stadium, 13 settembre 2014. URL consultato il 3 gennaio 2020.
  6. ^ (EN) Kevin Evaurl, ProtoBlaze: The Sonic Counterpart Drawing, in Last Minute Continue, 9 febbraio 2012. URL consultato il 1º gennaio 2020.
  7. ^ (EN) Kevin Evaurl, Blaze Before Blaze – A Special Christmas Present For You, in Last Minute Continue, 25 dicembre 2011. URL consultato il 1º gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Kevin Evaurl, Proto-Blaze Returns! A Closer Look At The Concept Kitty, in Last Minute Continue, 6 febbraio 2012. URL consultato il 1º gennaio 2020.
  9. ^ a b c d e f g Manuale Sonic Rush, p. 5.
  10. ^ (EN) Erica Schroeder, su Internet Movie Database. URL consultato il 5 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Laura Bailey, su Internet Movie Database. URL consultato il 5 aprile 2019.
  12. ^ (EN) Erica Lindbeck, su Internet Movie Database. URL consultato il 30 giugno 2019.
  13. ^ (EN) Knuckles, Omochao, Silver, Blaze, Omega & Zavok Have New VAs, in TSSZ News, 17 maggio 2019. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  14. ^ Team Sonic Racing segna il debutto per nuovi doppiatori su molti personaggi, in Sonic Legacy Italia, 19 maggio 2019. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  15. ^ Manuale Sonic Rush, p. 4.
  16. ^ Santo Scarcella, Sonic Rush, in Topolino, n. 2613, The Walt Disney Company Italia, 27 dicembre 2005, p. 62.
  17. ^ Lello Sarti, Sonic Rush - Trucchi, su Multiplayer.it, 4 gennaio 2006. URL consultato il 1º gennaio 2020.
  18. ^ Sonic the Hedgehog Guide, p. 308-309.
  19. ^ Sonic the Hedgehog Guide, p. 319-322.
  20. ^ Sonic Rush Adventure - Trucchi, su Multiplayer.it, 17 marzo 2008. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  21. ^ Manuale Sonic Rush Adventure, p. 4.
  22. ^ Lello Sarti, Sonic e gli Anelli Segreti (Sonic and the Secret Rings) - Trucchi, su Multiplayer.it, 28 febbraio 2007. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  23. ^ Sonic Riders: Zero Gravity - Trucchi, su Multiplayer.it, 7 aprile 2008. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  24. ^ a b (EN) Cameos & Related Games, su The Green Hill Zone. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  25. ^ (EN) Sega Superstars, su TV Tropes. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  26. ^ (EN) Elton Jones, Sonic Jump: Top 10 Tips and Cheats You Need to Know, su Heavy.com, 19 aprile 2015. URL consultato il 4 gennaio 2020.
  27. ^ (EN) Unlock Blaze the Cat in Sonic Dash, in SoaH City, 26 settembre 2013. URL consultato il 5 aprile 2019.
  28. ^ (EN) Thomas Ella, The Full Cast of Playable Characters in Sonic Runners, in Hardcore Gamer, 28 febbraio 2015. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  29. ^ Marco Procida, Mario & Sonic alle Olimpiadi di Rio 2016: ecco la lista delle discipline, dei personaggi e degli Amiibo compatibili, in Eurogamer, 29 dicembre 2015. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  30. ^ (EN) Team Sonic Racing reveals Silver the Hedgehog, Blaze the Cat, and Vector the Crocodile, in Nintendo Everything, 16 agosto 2018. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  31. ^ (EN) Blaze, Silver, And Vector Join Team Sonic Racing, in Siliconera, 16 agosto 2018. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  32. ^ (EN) Alex Nelson, Mario & Sonic at the Olympic Games Tokyo 2020: release date, best pre-order deals, sports included and everything else, in i, 27 giugno 2019. URL consultato il 4 agosto 2019.
  33. ^ (EN) Tania del Rio (testi), Jim Amash (disegni); Sonic Rush Part One of Two, in Sonic the Hedgehog n. 160, Archie Comics, 22 marzo 2006.
  34. ^ a b (EN) Tania del Rio (testi), Jim Amash (disegni); Sonic Rush Part Two of Two, in Sonic the Hedgehog n. 161, Archie Comics, 19 aprile 2006.
  35. ^ a b (EN) Ian Flynn (testi), Tracy Yardley (disegni); Living Weapons, in Sonic Universe n. 1, Archie Comics, 24 febbraio 2009.
  36. ^ a b (EN) Ian Flynn (testi), Tracy Yardley (disegni); Treasure Team Tango Part One: The Salida, in Sonic Universe n. 21, Archie Comics, ottobre 2010.
  37. ^ (EN) Ian Flynn (testi), Tracy Yardley (disegni); Treasure Team Tango Step Four: The Parada, in Sonic Universe n. 24, Archie Comics, 12 gennaio 2011.
  38. ^ (EN) Ian Flynn (testi), Evan Stanley (disegni); Fallout, Part 4, in Sonic the Hedgehog n. 4, IDW Publishing, giugno 2018.
  39. ^ (EN) TGS 2005: Sonic Rush, in IGN, 17 settembre 2005. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  40. ^ (EN) Sonic Rush Review, su 1UP.com, 16 novembre 2005. URL consultato il 2 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2016).
  41. ^ a b (EN) Greg Sewart, Sonic Rush, su GameSpy, 15 novembre 2005, p. 2. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  42. ^ (EN) JC Fletcher, New trailer for Sonic and the Black Knight (and Blaze the Cat), in Joystiq, 18 febbraio 2009. URL consultato il 2 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2009).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi