Carlotta di Savoia

Carlotta di Savoia
Charlotte de Savoie.jpg
Carlotta di Savoia
Regina consorte di Francia
Stemma
In carica 22 luglio 1461 - 30 agosto 1483
Predecessore Maria d'Angiò
Successore Anna di Bretagna
Altri titoli Principessa di Savoia
Nascita Savoia, 11 novembre 1441
Morte Amboise, 1º dicembre 1483
Luogo di sepoltura Cléry-Saint-André
Casa reale Savoia
Padre Ludovico di Savoia
Madre Anna di Cipro
Consorte Luigi XI di Francia
Figli Luigi
Gioacchino
Luisa
Anna
Giovanna di Francia
François
Carlo
François

Carlotta di Savoia (11 novembre 14411º dicembre 1483) è stata una principessa originaria della Savoia e regina consorte di Francia come moglie di Luigi XI di Francia.

BiografiaModifica

Era figlia di Ludovico I, duca di Savoia, (noto anche come Luigi I), e Anna di Lusignano regina di Cipro. I suoi nonni materni erano Giano di Lusignano e Carlotta di Borbone-La Marche. La nonna materna, dalla quale probabilmente prese il nome, era figlia di Giovanni I di Borbone-La Marche e Catherine de Vendôme.

Ebbe 18 fra fratelli e sorelle, 14 dei quali sopravvissero all'infanzia.

L'11 marzo 1443, quando Carlotta aveva poco più di un anno, venne fidanzata con Federico di Sassonia (28 agosto 1439- 23 dicembre 1451), figlio maggiore di Federico II di Sassonia.[1] Per ragioni sconosciute, il fidanzamento fu poi annullato. Meno di otto anni più tardi, il 14 febbraio 1451, Carlotta sposò Luigi, delfino di Francia, figlio maggiore di Carlo VII di Francia e Maria d'Angiò. La sposa aveva solo nove anni e lo sposo ventisette. Il matrimonio, che aveva avuto luogo senza il consenso del re di Francia[1], era il secondo per il delfino perché la sua prima moglie, Margherita di Scozia, era morta senza figli nel 1445. Al momento del suo matrimonio, Carlotta divenne delfina di Francia.

Nonostante le virtù della moglie, Luigi la trascurò. Ad esempio, dopo la sua successione al trono di Francia, la abbandonò subito in Borgogna - dove i due erano in esilio - per assicurarsi la propria eredità, lasciando la giovane regina alle dipendenze di Isabella di Borbone. Un contemporaneo di Carlotta osservò che seppur fosse un'eccellente principessa, non era una persona che poteva recare grande gioia ad un uomo.[2] Fu però lodata per il gusto e l'eccellenza della biblioteca personale.[3]

Il 22 luglio 1461, Carlotta divenne regina di Francia, mantenendo la carica fino alla morte del marito il 30 agosto 1483.

Carlotta diede al marito otto figli di cui tre sopravvissero: Carlo VIII, che divenne re di Francia, Anna, che fu reggente di Francia per il fratello, e Giovanna, che divenne regina di Francia come la moglie di Luigi XII.

MorteModifica

Alla fine di una vita solitaria, Carlotta morì il 1º dicembre del 1483 ad Amboise, appena pochi mesi dopo la morte del marito.

È sepolta accanto al marito nella Basilica di Notre-Dame de Cléry a Cléry-Saint-André nel dipartimento del Loiret.

DiscendenzaModifica

Carlotta di Savoia e Luigi XI di Francia ebbero otto figli:

AscendenzaModifica

Contea e Ducato di Savoia
Branca Ducale

Casa Savoia
 
Amedeo V il Conte Grande
Edoardo il Liberale
Figli
Aimone il Pacifico
Amedeo VI il Conte Verde
Amedeo VII il Conte Rosso
Amedeo VIII il Pacifico (antipapa Felice V)
Figli
Ludovico il Generoso
Figli
Amedeo IX il Beato
Carlo I il Guerriero
Figli
Carlo II
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Amedeo VII di Savoia Amedeo VI di Savoia  
 
Bona di Borbone  
Amedeo VIII di Savoia  
Bona di Berry Giovanni I di Berry  
 
Giovanna d'Armagnac  
Ludovico di Savoia  
Filippo II di Borgogna Giovanni II di Francia  
 
Bona di Lussemburgo  
Maria di Borgogna  
Margherita III delle Fiandre Luigi II di Fiandra  
 
Margherita del Brabante  
Carlotta di Savoia  
Giacomo I di Cipro Ugo IV di Cipro  
 
Margherita del Brabante  
Giano di Lusignano  
Helvis di Brunswick-Grubenhagen Filippo di Brunswick-Grubenhagen  
 
 
Anna di Lusignano  
Giovanni I di Borbone-La Marche Giacomo I di Borbone-La Marche  
 
Giovanna di Châtillon-Saint Paul  
Carlotta di Borbone  
Caterina di Vendôme Giovanni VI di Vendôme  
 
Giovanna di Penthieu  
 

NoteModifica

  1. ^ a b Charles Cawley, Medieval Lands, Savoy
  2. ^ Sharon L. Jansen, Anne of France: Lessons For My Daughter, 2004, p.2
  3. ^ Jansen, p.3

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN19587757 · ISNI (EN0000 0004 4459 1105 · LCCN (ENnr97037538 · GND (DE1102373680 · BNF (FRcb144718934 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr97037538