Apri il menu principale

Contrari (famiglia)

nobile famiglia di Ferrara imparentata con gli Estensi
Contrari
Contrari-ferrara.jpg
CONTRARIIS CONTRARIA OBSTANT
Inquartato: nel 1° e nel 4° d'azzurro all'aquila d'argento a volo abbassato; al 1° e 4° fusato in banda d'oro e d'azzurro
StatoDucato Estense
TitoliConti di Vignola dal 1453 poi Marchesi di Vignola dal 1575
Ultimo sovranoErcole Contrari
Data di fondazioneXII secolo
Data di estinzioneAgosto 1575

I Contrari furono una nobile famiglia di Ferrara, imparentata con gli Estensi.

Indice

StoriaModifica

Il 25 gennaio del 1401 il marchese Niccolò III d'Este donò in feudo a Uguccione dei Contrari il castello di Vignola, la sua Rocca, le ville e le terre del contado[1].

Il 9 settembre 1453 il duca Borso d'Este eresse Vignola in contea con i territori di Savignano e Monfestino[1]. Il primo conte di Vignola fu Nicolò Contrari, figlio di Uguccione dei Contrari detto il Magnifico e di Camilla Pio[2]. Nacque verso il 1445. Giovinetto fu condottiero d'arme, e l'anno 1467 militò sotto Bartolomeo Colleoni, contro Piero de' Medici. Nominato Consigliere e Cameriere ducale da Borso d'Este, lo accompagnò nel 1470 a Roma, quando il Papa elevò la signoria di Ferrara in ducato. Ancor giovine, fu nominato Consigliere Segreto da Ercole I di Ferrara. Nel 1473 fu spedito a Napoli per prelevarvi Eleonora d'aragona, sposa di Ercole I. Si portò quindi nuovamente a Napoli come ambasciatore estense e fu quivi ammesso nelle più intime confidenze dal re di Napoli, Alfonso d'Aragona, sotto il cui servigio continuò per vario tempo. Morì però assai giovane l'anno 1477 e fu compianto da tutta la corte. Il suo corpo fu trasportato a Ferrara e trovò sepoltura nella chiesa di S. Domenico. Sposo' Beatrice Rangoni figlia del Conte Guido ed ebbe per unica figlia Ippolita, che sposo' nel 1487 il conte Giulio Tassoni Estense. Dal fratello di Nicolo', Ambrogio Contrari, succeduto nella Contea di Vignola e sposato a Battistina Fregoso prosegui' la discendenza. Con il matrimonio di Uguccione II con Diana d'Este, la famiglia si prese a chiamare Contrari Estensi, mentre già inquartava l'aquila d'Este nel suo stemma dal quattrocento. Il duca Alfonso II d'Este conferì alla famiglia il titolo di marchese di Vignola[1], ma con la morte di Ercole nel 1575 la famiglia si estinse .

A Ferrara è presente il Palazzo Contrari, antica dimora della famiglia poi ceduta ad altri proprietari. Nel palazzo abitarono Uguccione dei Contrari ed il conte Ercole Contrari, capitano della guardia ducale. Alla morte del conte la proprietà passò alla famiglia Pepoli, fino al 1855, ed infine il palazzo venne suddiviso tra diverse famiglie.[3][4]

La famiglia si estinse nei maschi nel 1575[1].

Membri illustriModifica

Luoghi e architettureModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Trenti, Lodovisi, Damieri "Stemmi e imprese della Rocca di Vignola", Savignano sul Panaro, 2008, pag. 8
  2. ^ Trenti, Lodovisi, Damieri "Stemmi e imprese della Rocca di Vignola", Savignano sul Panaro, 2008, pag. 50
  3. ^ Francesco Scafuri, Alla ricerca della Ferrara perduta, p.18
  4. ^ Gerolamo Melchiorri, Nomenclatura ed etimologia delle piazze e strade di Ferrara e Ampliamenti, pp.64-65

BibliografiaModifica

  • Francesco Scafuri, Alla ricerca della Ferrara perduta, Ferrara, Faust Edizioni, 2015, ISBN 978-88-98147-34-2.
  • Lucio Scardino, Conoscere Ferrara. Otto itinerari per scoprire la città, Ferrara, Tecnoproject, 1998, ISBN 88-86245-23-8.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica