Apri il menu principale
Emir Bajrami
Bajrami.jpg
Bajrami con la maglia del Twente.
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 179 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra 600px Nero.svg Tvärred/Vegby FC
Carriera
Giovanili
Köping FF
Squadre di club1
2005-2006Köping FF? (?)
2006-2010Elfsborg83 (14)
2010-2012Twente43 (5)
2012-2013Monaco10 (1)
2013-2015Panathīnaïkos12 (0)
2015-2018Elfsborg45 (2)
2019-600px Nero.svg Tvärred/Vegby FC0 (0)
Nazionale
2006Svezia Svezia U-187 (1)
2007Svezia Svezia U-1912 (1)
2007-2011Svezia Svezia U-2125 (5)
2010-2012Svezia Svezia18 (2)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2019

Emir Bajrami (Pristina, 7 marzo 1988) è un calciatore svedese, centrocampista del Tvärred/Vegby FC.

BiografiaModifica

Nato a Pristina, in Kosovo, è cresciuto in Svezia.

CarrieraModifica

ClubModifica

Köping FFModifica

Bajrami inizia la sua carriera in Svezia, nel Köping FF, squadra con la quale nel 2005 fa il suo debutto nella quarta serie del campionato svedese.[1]

ElfsborgModifica

Nel 2006 si trasferisce all'Elfsborg, squadra militante in Allsvenskan. Nel corso della stagione disputa alcune partite contribuendo alla vittoria del campionato. L'anno successivo viene utilizzato più spesso e totalizzando 14 presenze di cui 4 da titolare, oltre ad alcune presenze nelle coppe europee. Nel 2008 conquista il posto da titolare e disputa 28 delle 30 partite del campionato. Dopo un'altra stagione e mezza positiva all'Elfsborg, nell'estate 2010 si trasferisce in Olanda, al Twente[2].

TwenteModifica

Arrivato al Twente, per circa 4.5 milioni di euro[3], vince subito la Supercoppa d'Olanda. La sua stagione al Twente è parzialmente rovinata da un infortunio nel mese di settembre in allenamento causato da uno scontro con il suo connazionale Rasmus Bengtsson[4], nonostante questo Bajrami fa il suo ritorno in campo dopo la pausa invernale e a fine stagione totalizza 31 presenze.

Con i Reds l'8 maggio seguente vince la KNVB beker contro l'Ajax per 3-2 in rimonta dopo i supplementari.

MonacoModifica

Il 10 luglio 2012 viene ceduto in prestito al Monaco[5], in Francia, dove colleziona in tutto solo 10 presenze ed un gol.

PanathinaikosModifica

Il 4 giugno 2013 passa al Panathīnaïkos, firmando un contratto triennale[6]. Il 10 marzo 2015, aver giocato solo 19 partite con la maglia del club ateniese, rescinde anticipatamente il proprio contratto[7].

ElfsborgModifica

Il 19 marzo 2015 torna all'Elfsborg[8]: durante la stagione tuttavia non colleziona alcuna presenza per via di alcuni problemi alla schiena, parte del corpo già interessata da infortuni negli anni precedenti. Dopo quasi un anno di riabilitazione, il 23 dicembre 2015 comunica di aver firmato un rinnovo quadriennale con l'Elfsborg e di poter tornare in campo.[9] Nonostante il contratto in essere, Bajrami si ritira al termine dell'Allsvenskan 2018, durante la quale è riuscito a giocare solo 7 partite.

Calcio dilettantisticoModifica

Nell'aprile 2019 la piccola società del Tvärred/Vegby FC, militante nella settima serie nazionale, ha annunciato l'arrivo di Bajrami.[10]

NazionaleModifica

Nel 2006 viene convocato dalla Nazionale svedese Under-18 con cui totalizza 7 presenze ed un gol. L'anno successivo è convocato dall'Under-19 con la quale disputa 5 partite.

Il 12 ottobre 2007 fa il suo debutto con la Under-21, entrando in campo al minuto 64 al posto di Christer Youssef nella partita persa per 3-2 contro l'Irlanda[11]. Quattro giorni dopo, nella partita vinta 5-1 contro il Belgio segna il suo primo gol con l'Under-21[12].

Nel maggio 2009 viene convocato per gli Europei Under-21 in Svezia insieme al compagno di squadra Denni Avdić[13]. Bajrami gioca tutte le partite della fase a gironi, tuttavia è costretto a saltare la semifinale in cui la Svezia viene eliminata a causa di una squalifica.[14]. In totale disputa 25 partite con 2 reti con l'Under-21.

Nel gennaio 2010 riceve la sua prima convocazione nella Nazionale maggiore. Il 20 gennaio 2010 fa il suo debutto con la Nazionale svedese in una partita contro l'Oman vinta 1-0.

CuriositàModifica

Da ragazzo ha giocato anche a bandy. È tifoso dell'Inter ed il suo più grande idolo è Cristiano Ronaldo.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svezia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-1-2010 Mascate Oman   0 – 1   Svezia Amichevole -   64’
23-1-2010 Damasco Siria   1 – 1   Svezia Amichevole -   69’
29-5-2010 Stoccolma Svezia   4 – 2   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -   66’
11-8-2010 Stoccolma Svezia   3 – 0   Scozia Amichevole 1   64’
3-9-2010 Solna Svezia   2 – 0   Ungheria Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Malmö Svezia   6 – 0   San Marino Qual. Euro 2012 -
9-2-2011 Nicosia Svezia   1 – 1 dts
(5 – 6 dcr)
  Ucraina Amichevole -   60’
29-3-2011 Solna Svezia   2 – 1   Moldavia Qual. Euro 2012 -   73’
3-6-2011 Chișinău Moldavia   1 – 4   Svezia Qual. Euro 2012 -   40’
7-6-2011 Solna Svezia   5 – 0   Finlandia Qual. Euro 2012 1
10-8-2011 Charkiv Ucraina   0 – 1   Svezia Amichevole -   26’
7-10-2011 Helsinki Finlandia   1 – 2   Svezia Qual. Euro 2012 -   87’
11-11-2011 Copenaghen Danimarca   2 – 0   Svezia Amichevole -   46’
15-11-2011 Londra Inghilterra   1 – 0   Svezia Amichevole -   87’
29-2-2012 Zagabria Croazia   1 – 3   Svezia Amichevole -   74’
30-5-2012 Göteborg Svezia   3 – 2   Islanda Amichevole -   46’
19-6-2012 Kiev Svezia   2 – 0   Francia Euro 2012 - 1º turno -   46’
11-9-2012 Malmö Svezia   2 – 0   Kazakistan Qual. Mondiali 2014 -   56’
Totale Presenze 18 Reti 2

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Elfsborg: 2006
Twente: 2010
Twente: 2010-2011

IndividualeModifica

Svezia 2009[15]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica