Federico I di Baden

sovrano tedesco
Federico I di Baden
Kuntzemüller Großherzog Friedrich.JPG
Il granduca Federico I di Baden fotografato da Wilhelm Kuntzemüller nel 1900 circa
Granduca di Baden
Stemma
In carica 1856 –
28 settembre 1907
Predecessore Luigi II
Successore Federico II
Nome completo Federico Guglielmo Ludovico di Baden
Nascita Karlsruhe, 9 settembre 1826
Morte Isola di Mainau, 28 settembre 1907
Sepoltura Cappella sepolcrale di Karlsruhe
Casa reale Zähringen
Padre Leopoldo di Baden
Madre Sofia Guglielmina di Svezia
Consorte Luisa di Prussia
Figli Federico
Vittoria
Luigi
Religione Protestantesimo
Firma Signatur Friedrich I. (Baden, Großherzog).PNG

Federico I di Baden, nome completo Federico Guglielmo Ludovico di Baden (Karlsruhe, 9 settembre 1826Isola di Mainau, 28 settembre 1907), fu granduca di Baden dal 1856 al 1907.

BiografiaModifica

InfanziaModifica

 
Leopoldo I di Baden con la sua famiglia

Federico era figlio del granduca Leopoldo I di Baden (1790-1852) e della granduchessa Sofia Guglielmina (1801-1865), nata principessa di Svezia e figlia di Gustavo IV Adolfo (1778-1837) e di Federica di Baden (1781-1826).

ReggenzaModifica

 
Federico I di Baden in un ritratto del 1857, opera di Rudolf Epp

A causa della malattia mentale del fratello maggiore Luigi (1824-1858), Federico assunse la reggenza ad interim del Granducato di Baden dal 1852 al 1855. Nel 1852, inoltre, egli venne nominato dal re Federico Guglielmo IV di Prussia comandante del 7º reggimento di ulani nel quale rimase tutta la sua vita, al punto che tale reggimento venne successivamente rinominato reggimento "Granduca di Baden".

MatrimonioModifica

 
Federico del Baden e Luisa di Prussia

Federico I sposò nel 1856 Luisa di Prussia, figlia del re Guglielmo I di Prussia (1797-1888) e di Augusta di Sassonia-Weimar (1811-1890).

Granduca del BadenModifica

 
Federico I di Baden, ritratto di Ferdinand Keller del 1900.

Nel 1856 fu nominato Granduca e, prendendo le redini dello Stato, apportò ben presto modifiche ed innovazioni sostanziali, come la promozione della costruzione di una rete ferroviaria e l'espansione delle vie navigabili, che resero più facili gli scambi commerciali all'interno del paese e con gli stati esteri.

Grande promotore dell'arte, già dal 1854 aveva fondato la Staatliche Akademie der Bildenden Künste Karlsruhe, che una volta salito al trono promosse largamente, investendo in personaggi come Rudolf Epp e Ferdinand Keller. Amante delle scienze naturali, Federico nel 1853 aveva acquistato l'isola di Mainau, sulla quale fece realizzare un giardino con piante esotiche portate in Germania dai suoi viaggi, creando le basi per un parco naturalistico ancora oggi esistente.

Federico I fu considerato dai contemporanei come un difensore della monarchia costituzionale. Nel 1871 alla proclamazione dell'Impero tedesco fu presente alla cerimonia della firma, tenutasi a Versailles.

 
Il granduca Federico al capezzale di Guglielmo I di Prussia

Durante il suo regno furono introdotti nel Granducato il matrimonio con rito civile e l'elezione diretta della Camera del Parlamento di Baden (1904). Il 9 marzo 1888 fu presente al letto di morte dell'imperatore Guglielmo I di Germania, assieme alla figlia Vittoria ed alla granduchessa Luisa di Baden, principessa di Prussia, oltre ovviamente al principe Guglielmo di Prussia.

Durante la Conferenza di Algeciras del 1906, di fronte all'intransigenza della Germania a non accogliere le richieste francesi sul Marocco, Federico I inviò all'imperatore Guglielmo II una lettera in cui, fra l'altro, scriveva: «È evidente quanto dannosa per noi sarebbe ora una guerra con la Francia […] Una guerra siffatta può essere desiderata soltanto da coloro che vogliono rovinare la nostra industria sviluppatissima, impedendo una sufficiente esportazione […] Dato il temperamento, grazie al Cielo, pacifico del governo imperiale, in Germania si accoglierebbe con gioia un suo atteggiamento conciliante nella questione del Marocco e si vedrebbe con riconoscenza il rifiorire dei nostri interessi industriali».[1]

MorteModifica

 
La tomba di Federico I e di sua moglie

Federico I morì nel 1907 nella sua residenza estiva situata sull'isola di Mainau, che oggi è proprietà degli eredi del principe Lennart Bernadotte (1909-2004), figlio di Guglielmo di Svezia e di Maria Pavlovna di Russia. La sua salma venne tumulata in una monumentale tomba, progettata da Hermann Volz, che ancora oggi si trova a Karlsruhe.

DiscendenzaModifica

 
Il granduca Federico, Luisa di Prussia e il figlio Federico

Dal matrimonio tra Federico I e Luisa di Prussia nacquero tre figli:

AscendenzaModifica

Granducato di Baden
Zähringen

Carlo Federico
Carlo II
Luigi I
Leopoldo
Luigi II
Federico I
Figli
Federico II
Modifica
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico di Baden-Durlach Carlo III Guglielmo di Baden-Durlach  
 
Maddalena Guglielmina di Württemberg  
Carlo Federico di Baden  
Amalia di Nassau-Dietz Giovanni Guglielmo Friso d'Orange  
 
Maria Luisa d'Assia-Kassel  
Leopoldo di Baden  
Luigi Enrico, Barone Geyer di Geyersberg Christian Heinrich Geyer von Geyersberg  
 
Christianne Philippa von Thümel  
Baronessa Luisa Carolina Geyer di Geyersberg  
Contessa Massimiliana Cristiana di Sponeck Johann Rudolph von Hedwiger, Conte di Sponeck  
 
Wilhelmine Louise von Hoff  
Federico I di Baden  
Gustavo III di Svezia Adolfo Federico di Svezia  
 
Luisa Ulrica di Prussia  
Gustavo IV Adolfo di Svezia  
Sofia Maddalena di Danimarca Federico V di Danimarca  
 
Luisa di Hannover  
Sofia Guglielmina di Svezia  
Carlo Luigi di Baden Carlo Federico di Baden  
 
Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt  
Federica di Baden  
Amalia d'Assia-Darmstadt Luigi IX d'Assia-Darmstadt  
 
Carolina del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld  
 

OnorificenzeModifica

Onorificenze del BadenModifica

  Gran Maestro dell'Ordine della Fedeltà
  Gran Maestro dell'Ordine Militare di Carlo Federico
  Gran Maestro dell'Ordine di Bertoldo I
  Gran Maestro dell'Ordine del Leone di Zähringen

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere di Gran Croce e Collare dell'Ordine di Carol I
— 1906[2]
  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (Spagna)
— [3]
  Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera (Regno Unito)
— 1906[3]
  Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 15 aprile 1877
  Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito)
  Cavaliere di I Classe della Croce di Ferro (Impero tedesco)

NoteModifica

  1. ^ Bernhard von Bülow, Memorie, Milano 1931, Vol II, p. 209.
  2. ^ Ordinul Carol I
  3. ^ a b Geneall

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN1113388 · ISNI (EN0000 0000 2584 8789 · Europeana agent/base/255 · LCCN (ENn82234143 · GND (DE118535633 · BNF (FRcb12650508n (data) · CERL cnp00394794 · WorldCat Identities (ENlccn-n82234143