Gran Premio del Belgio 1986

425º Gran Premio valido per il Campionato mondiale di Formula 1
Belgio Gran Premio del Belgio 1986
425º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 5 di 16 del Campionato 1986
Data 25 maggio 1986
Nome ufficiale XLIV Grand Prix de Belgique
Luogo Spa
Percorso 6,940 km
Distanza 43 giri, 298,420 km
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Brasile Nelson Piquet Francia Alain Prost
Williams-Honda in 1'54.331 McLaren-TAG Porsche in 1'59.282
(nel giro 31)
Podio
1. Regno Unito Nigel Mansell
Williams-Honda
2. Brasile Ayrton Senna
Lotus-Renault
3. Svezia Stefan Johansson
Ferrari

Il Gran Premio del Belgio 1986, è stata la quinta gara del campionato di Formula 1 del 1986, si è disputato il 25 maggio sul Circuito di Spa-Francorchamps ed è stato vinto da Nigel Mansell su Williams-Honda.

GaraModifica

Al via Piquet fece una buona partenza, prendendo il comando della gara mentre Berger, dopo una partenza lenta, favorì Senna che passò la Benetton dell’austriaco al primo tornante. Diversa situazione per Prost che tentò di sopravanzare Berger, ma i due finirono per toccarsi. Dietro intanto si creò il caos, con il ko di Tambay, per aver rotto la sospensione nel contatto con Fabi.

La classifica vedeva Piquet davanti a Senna seguito da Mansell terzo, poi Stefan Johansson che si ritrovò quarto dopo essere partito undicesimo e così anche Johnny Dumfries su Lotus, partito 13°, sesto Jacques Laffite. Al quinto giro Mansell si sbarazzò di Senna ma l’inglese finì in testacoda dopo pochi metri, lasciando pista libera a Senna e Johansson.

Sorte simile per Dumfries che dovette dire addio alla gara dopo essersi girato, lasciando il quinto posto a Michele Alboreto, che ne frattempo riuscì anche a passare i piloti della Ligier: prima Arnoux e Laffite. Purtroppo la gara del pilota francese di Grenoble terminò al 26º passaggio per una rottura al motore. Ma 10 giri prima era stato Piquet a dovere alzare bandiera bianca, dopo aver visto fumare il motore Honda della propria Williams per un problema al propulsore.

In testa si ritrovò Senna, davanti alle due Ferrari di Alboreto e Johansson, mentre Mansell era dietro con un distacco minimo. Al primo rifornimento cambiò tutto con il “leone d’Inghilterra” che si ritrovò a condurre la gara dopo aver scavalcato tutti. La corse proseguì con il bel duello tra la Lotus del brasiliano e la Williams dell’inglese, che però passò per primo sotto alla bandiera a scacchi. Nel finale Johansson superò il compagno di squadra, conquistando il terzo gradino del podio. Punti per Alboreto, quarto, poi Laffite e Prost con la McLaren.[1]

Ordine d'arrivoModifica

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Pos. Griglia Punti
1 5   Nigel Mansell Williams-Honda 43 1:27:57.925 5 9
2 12   Ayrton Senna Lotus-Renault 43 + 19.827 4 6
3 28   Stefan Johansson Ferrari 43 + 23.592 11 4
4 27   Michele Alboreto Ferrari 43 + 29.634 9 3
5 26   Jacques Laffite Ligier-Renault 43 + 1:10.690 17 2
6 1   Alain Prost McLaren-TAG Porsche 43 + 2:17.772 3 1
7 19   Teo Fabi Benetton-BMW 42 + 1 giro 6  
8 7   Riccardo Patrese Brabham-BMW 42 + 1 giro 15  
9 17   Marc Surer Arrows-BMW 41 + 2 giri 21  
10 20   Gerhard Berger Benetton-BMW 41 + 2 giri 2  
11 15   Alan Jones Lola-Ford 40 Fine benzina 16  
12 4   Philippe Streiff Tyrrell-Renault 40 + 3 giri 18  
13 14   Jonathan Palmer Zakspeed 37 + 6 giri 20  
Ret 23   Andrea De Cesaris Minardi-Motori Moderni 35 Fine benzina 19  
Ret 29   Huub Rothengatter Zakspeed 25 Problemi elettrici 23  
Ret 3   Martin Brundle Tyrrell-Renault 25 Cambio 12  
Ret 24   Alessandro Nannini Minardi-Motori Moderni 24 Cambio 22  
Ret 25   René Arnoux Ligier-Renault 23 Motore 7  
Ret 6   Nelson Piquet Williams-Honda 16 Turbo 1  
Ret 18   Thierry Boutsen Arrows-BMW 7 Problemi elettrici 14  
Ret 11   Johnny Dumfries Lotus-Renault 7 Testacoda 13  
Ret 2   Keke Rosberg McLaren-TAG Porsche 6 Motore 8  
Ret 21   Piercarlo Ghinzani Osella-Alfa Romeo 3 Motore 24  
Ret 22   Christian Danner Osella-Alfa Romeo 2 Motore 25  
Ret 16   Patrick Tambay Lola-Ford 0 Collisione con T.Fabi 10  

ClassificheModifica

NoteModifica

Salvo indicazioni diverse le classifiche sono tratte da The Official Formula 1 website, su formula1.com.

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1986
                               
   

Edizione precedente:
1985
Gran Premio del Belgio Edizione successiva:
1987
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1